cerco consigli

Italiano, Storia, Geografia

Moderatore: Moderatori

Rispondi
claudiah
Messaggi: 2
Iscritto il: mer set 24, 2008 10:16 pm

cerco consigli

Messaggio da claudiah » mer set 24, 2008 11:31 pm

buonasera a tutti,
sono claudia è faccio l'insegnante d'inglese veicolare. non meravigliatevi del mio italiano ma sono straniera e non sono proprio capace di scrivere in italiano.
allora la mia domanda è:
ho 2 prime classe elementari in quale non ho problemi finora. oltre questo ho un 5° classe elementare d'inglese in quale ho 3 bambini dislesicci. visto che non sono insegnante e non ho esperienza con la dislessia, come posso fare ad aiutare questi bambini?
il veicolare significa di parlare piu possibile in inglese che i bambini possono pian paino acquistare la lingua straniera. ma con la 5° non faccio il veicolare devo per forza dare compiti e devo per forza fargli scrivere.
per favore datemi tutte le informazioni anche quelli piu semplici, perchè non mi piace l'idea che per la mia ignoranza uno di questi bambini - che fin ora ho fatto 2 ore con loro e vedo che seguono- non riescono ad andare avanti con una materia.
devo anche dire che nella nostra scuola ci sono programmi informatici per bambini con problemi di dislessia, ma visto che cercerò di parlare tanto in inglese e non gli daro testi lunghi non è di nessun aiuto per loro. mi serve proprio la base per capire cosa posso fare loro per fargli seguire la mia materia senza troppi problemi.
scusate la mia ignoranza e datemi per favore una mano perchè questi tre mi stanno al cuore
claudia

Avatar utente
attilio
Messaggi: 1087
Iscritto il: sab nov 26, 2005 1:25 pm
Scuola: insegnante, genitore DSA
Skype: attiliomilo
Località: Viggiù VA
Contatta:

Re: cerco consigli

Messaggio da attilio » gio set 25, 2008 8:18 am

Ciao e benvenuta
Non sono un esperto in didattica dell'inglese (insegno matematica e scienze :oops: ) ma si dice che questi libri siano una buona base di partenza.
I programmi informatici di cui parli penso siano sintesi vocali (il testo viene letto dal pc) quindi perchè non usarli? Permetteranno, in tua assenza di avere una lettura con una corretta pronuncia (se sono dotati anche della lingua inglese).
Un unico suggerimento: tieni sempre presente che per i dislessici leggere o scrivere un testo in inglese è una FATICACCIA.
Se il bambino dislessico non può imparare la strada che insegniamo, può insegnarci la strada per farlo imparare.
da "The dyslexia handbook" - Smythe

Avatar utente
lucia17
Messaggi: 2784
Iscritto il: sab gen 26, 2008 10:40 am
Scuola: figlio Roby 96 2*ITIS 11/12
Skype: Filibertona
Località: Italia prov. di Roma

Re: cerco consigli

Messaggio da lucia17 » gio set 25, 2008 10:15 am

Ciao, segui i consigli di Attilio, poi io nel mio piccolo potrei proporti di far fare le frasi scritte in inglese tipo puzzle colorato, ad esempio scrivi tutti i pronomi soggetto di un colore e poi il verbo essere nelle sue forme al presente, di un altro colore e poi continui con gli articoli, i nomi sempre di colori diversi, e fai divertire i ragazzi ad accoppiare le parole tra di loro, in modo che riconoscano i verbi ecc...magari con la traduzione scritta a matita su ogni singolo pezzo del puzzle, poi per le forme interrogative, basta invertire i verbo con il soggetto, nel caso del verbo essere, potrebbe essere divertente, magari ai nomi aggiungi i disegni, poi per la pronuncia...ci vuole pazienza.
Dimmi cosa ne pensi. Ciao.

Elena Beltramme
Messaggi: 142
Iscritto il: sab ott 02, 2004 3:09 pm

Re: cerco consigli

Messaggio da Elena Beltramme » gio set 25, 2008 11:19 am

Se non l'hai già fatto ti consiglio di leggere le "INDICAZIONI PER IL CURRICOLO" nella parte riguardante le lingue straniere: http://www.pubblica.istruzione.it/norma ... 310707.pdf

Riporto una parte del documento:

Obiettivi di apprendimento al termine della classe quinta della scuola primaria
Ricezione orale (ascolto)
– Comprendere istruzioni, espressioni e frasi di uso quotidiano se pronunciate chiaramente
e lentamente (esempio: consegne brevi e semplici) e identificare il tema generale di un
discorso in cui si parla di argomenti conosciuti (esempio: la scuola, le vacanze, i passatempi,
i propri gusti…).
Ricezione scritta (lettura)
Comprendere testi brevi e semplici (esempio: cartoline, messaggi di posta elettronica,
lettere personali, storie per bambini…) accompagnati preferibilmente da supporti visivi,
cogliendo nomi familiari, parole e frasi basilari

Interazione orale
– Esprimersi linguisticamente in modo comprensibile utilizzando espressioni e frasi adatte
alla situazione e all’interlocutore, anche se a volte non connesse e formalmente difettose,
per interagire con un compagno o un adulto con cui si ha familiarità.
– Scambiare semplici informazioni afferenti alla sfera personale (gusti, amici, attività scolastica,
giochi, vacanze…), sostenendo ciò che si dice o si chiede con mimica e gesti e
chiedendo eventualmente all’interlocutore di ripetere.
Produzione scritta
– Scrivere messaggi semplici e brevi, come biglietti e brevi lettere personali (per fare gli
auguri, per ringraziare o invitare qualcuno, per chiedere notizie, per raccontare proprie
esperienze…) anche se formalmente difettosi, purché siano comprensibili.

Non sono insegnante, solo la mamma di un ragazzo dislessico ormai in IV superiore, che ha alle spalle 9 anni di studio dell'inglese e 6 di tadesco, e queste sono le mie riflessioni:
La modalità più importante di conoscenza di una lingua è quella orale, semplicemente perchè più utile nella vita, quindi per tutti, bisognerebbe puntare essenzialmente su quella.
In natura, prima di iniziare a scrivere nella nostra lingua, siamo sottoposti al semplice ascolto e poi per diversi anni ci esercitiamo a parlarla. Quindi queste dovrebbero essere le tappe di un buon apprendimento anche delle lingue straniere.
Mio figlio è migliorato radicalmente in inglese nell'anno in cui ha avuto un'insegnante che li ha bombardati di semplici video in lingua (per lo più cartoni animati).

Riguardo lo scritto penso che si debba comunque proporre. Si possono dare piccoli compiti tenendo conto che non ci si può aspettare la correttezza ortografica. D'altra parte in V elementare siamo solo all'inizio di un percorso e dobbiamo aver fiducia che un insegnamento vivace, coinvolgente e non stressante alla lunga produrrà i suoi effetti anche nei ragazzi dislessici.

Per le verifiche scritte bisognerebbe evitare esercizi di produzione e proporre invece semplici compiti di riconoscimanto (abbinare domanda e risposta, scegliere la forma corretta, vero o falso, cloze con la lista delle parole da inserire.... ).

Avatar utente
lucia17
Messaggi: 2784
Iscritto il: sab gen 26, 2008 10:40 am
Scuola: figlio Roby 96 2*ITIS 11/12
Skype: Filibertona
Località: Italia prov. di Roma

Re: cerco consigli

Messaggio da lucia17 » mar ott 07, 2008 9:33 am

Ciao, a proposito di CLOZE ho qui un esempio http://www.irreer.it/convegni/curriccomp/curcom09.html

Rispondi