COME AFFRONTARE L'ESAME D'INGLESE IN TERZA MEDIA?

Letteratura, Filosofia, Storia, Storia dell'Arte, Geografia

Moderatore: Moderatori

Rispondi
Stefystefy
Messaggi: 18
Iscritto il: mer feb 06, 2008 10:34 am

COME AFFRONTARE L'ESAME D'INGLESE IN TERZA MEDIA?

Messaggio da Stefystefy » lun feb 11, 2008 6:07 pm

Ho bisogno di un consiglio su come aiutare mio figlio Andrea ad affrontare l'esame scritto d'inglese di terza media. C'è da considerare che lui è a livello 0 nel senso che solo da pochi mesi gli è stata diagnosticata una dislessia ed una disortografia e in inglese è come se lui non abbia mai fatto nulla (non riusciva per cui non ci provava nemmeno più). La normativa mi sembra che non abbia abolito lo scritto ma semplicemente prevede un metro di misura differente, questo vuol dire che comunque un testo con comprensione del brano e una lettere li debba produrre lo stesso.
Chi è in grado di darmi una mano per aiutarlo a studiare e preparare l'esame anche a livelli base?
Grazie a tutti
Stefania

Avatar utente
icmnico
Messaggi: 1590
Iscritto il: lun nov 21, 2005 2:35 pm
Scuola: 2 media - 4 superiore... forse
Skype: icmnico
Località: pieve emanuele (mi)

Messaggio da icmnico » mar feb 12, 2008 8:43 am

Ciao, mio figlio all'esame di terza media ha fatto lo scritto ma fortunatamente almeno in questo i docenti hanno rispettato la circolare e lo hanno valutato più sull'orale.

Per prepararlo al meglio credo che dovresti riuscire a capire in cosa consiste lo scritto. Ad esempio se già sai che potrebbe essere una lettera ad un conoscente dove deve descriversi, potresti fargliela fare a casa e da qui fino all'esame cercare di impararla.

Per l'orale Matteo aveva un brano da preparare, lui si era fermato alle prime cinque righe, la prof gliele ha fatte leggere e gli ha chiesto la traduzione che ovviamente sapeva a pappagallo.

Stefystefy
Messaggi: 18
Iscritto il: mer feb 06, 2008 10:34 am

Messaggio da Stefystefy » mar feb 12, 2008 9:08 am

L'insegnante di inglese ha spiegato che la prova consiste in una lettera più un brano con compresione (cioè una serie di domande tra cui una o due aperte) questo però per tutta la classe. A breve parlerò con lui per concordare lo scritto di Andrea. Quello che mi preoccupa maggiormente è che in realtà lui non è assolutamente in grado di leggere l'inglese, ne tantomeno scriverlo. Conosce bene le regole grammaticali ma è una conoscenza fine a se stessa perchè non sa metterle in pratica.
Grazie per il tuo consiglio, proporrò all'insegnante uno "scritto a memoria" e vediamo se riusciamo a combinarci, nel frattempo (come sempre) rimbocchiamoci le maniche e lavoriamo.
Grazie ancora
Stefania

Rispondi