parafrasi

Letteratura, Filosofia, Storia, Storia dell'Arte, Geografia

Moderatore: Moderatori

Rispondi
Iani
Messaggi: 9
Iscritto il: lun dic 29, 2008 11:00 pm

parafrasi

Messaggio da Iani » lun mar 22, 2010 6:42 pm

Ciao Lucia, anche se non mi faccio sentire da tanto io seguo sempre il forum.
Vorrei se possibile un aiuto per la parafrasi di una poesia:

Gèmmea aria,il sole così chiaro
che tu cerchi gli albicocchi in fiore,
e del prinalbo l'odorino amaro
senti nel cuore....

Ma secco è il pruno,e le stecchite piante
di nere trame segnano il sereno,
e vuoto è il cielo,e cavo al piè sonante
sembra il terreno.

Silenzio,intorno:solo,alle ventate,
odi lontano da giardini ed orti,
di foglie un cader fragile.E' l'estate,
fredda,dei morti.

Grazie

Avatar utente
lucia17
Messaggi: 2784
Iscritto il: sab gen 26, 2008 10:40 am
Scuola: figlio Roby 96 2*ITIS 11/12
Skype: Filibertona
Località: Italia prov. di Roma

Re: parafrasi

Messaggio da lucia17 » lun mar 22, 2010 7:28 pm

L'ho trovato nel web, ecco:

Questa lirica venne inclusa nella prima edizione di Myricae. Il tema generale di questa poesia è l’analisi del paesaggio invernale e una riflessione sulla fragilità della vita. Il poeta descrive una limpida giornata di novembre caratterizzata dall’aria così nitida e luminosa che verrebbe naturale cercare con lo sguardo alberi in fiore e avvertire l’odore del biancospino. Ma il paesaggio si svela per quello che è: privo di vegetazione (brullo) e autunnale, secco e scuro. La natura è penetrata dal silenzio, interrotto solamente dal soffiare del vento e dal cadere delle foglie.

Parafrasi
L’aria è limpida e fredda come una gemma, il sole è così luminoso che si ricercano con lo sguardo gli albicocchi in fiore, sentendo nel cuore l’odore amarognolo del biancospino. Ma l’albero del biancospino è secco, le piante scheletrite lasciano una traccia nera nel cielo sereno, il cielo è deserto, e il terreno sembra vuoto e sordo al piede che lo calpesta. Intorno c’è silenzio, soltanto grazie ai colpi di vento, si sente lontano un fragile cadere di foglie, proveniente dai giardini e dagli orti. È la fredda estate dei morti.

Iani
Messaggi: 9
Iscritto il: lun dic 29, 2008 11:00 pm

Re: parafrasi

Messaggio da Iani » mar mar 23, 2010 9:05 am

Grazie Lucia

Avatar utente
Alessandra 61
Messaggi: 311
Iscritto il: ven dic 04, 2009 1:37 pm
Scuola: Ist. Alberghiero 65\100 www
Località: Piombino (LI)

Re: parafrasi

Messaggio da Alessandra 61 » ven mar 26, 2010 2:24 pm

:o :o :sad: :shock: :twisted: Ma una poesia un pò più allegra per tutti bimbi, noooooo????
Saggio è colui che sa di non sapere. (Socrate)Immagine

marpa56
Messaggi: 124
Iscritto il: sab mar 06, 2010 5:11 pm

Re: parafrasi

Messaggio da marpa56 » mar mar 30, 2010 4:20 pm

f. in quinta doveva impararla a memoria e ce l'abbiamo fatta cantandola, sull'aria delle canzoni di guccini viene benissimo.

Avatar utente
Alessandra 61
Messaggi: 311
Iscritto il: ven dic 04, 2009 1:37 pm
Scuola: Ist. Alberghiero 65\100 www
Località: Piombino (LI)

Re: parafrasi

Messaggio da Alessandra 61 » mer mar 31, 2010 8:41 am

8) Bravissssssssssssssssssssssssssssssssimi!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
Saggio è colui che sa di non sapere. (Socrate)Immagine

Avatar utente
Giulia 91
Messaggi: 141
Iscritto il: sab dic 12, 2009 12:03 pm
Scuola: Alberghiero Rosignano Solvay
Località: Piombino

Re: parafrasi

Messaggio da Giulia 91 » gio apr 01, 2010 10:08 pm

ti dico come la farei io...

era mia l'aria del sole chiaro,
te cerchi i fiori dell'albicocco
e il prinalbo si sente l'odore amaro..
senti nel cuore..

il pruno è secco e le piante secche
sono nere segnano il sereno
il cielo è vuoto e il cavo è sonante
sembra il suolo..

il silenzio è vuoto intorno alle ventate
senti da lontano dai giardini e gli orti
le foglie cadono fragili..
E' l'estate
fredda delle persone che non ci sono più


P.s certo però una poesia più bella nooo!!
Giulia [/i]

Rispondi