la forbice si allarga?

sfoghi, richieste di aiuto, consigli

Moderatore: Moderatori

Rispondi
Anna Chiara
Messaggi: 61
Iscritto il: mer ott 26, 2011 9:56 am

la forbice si allarga?

Messaggio da Anna Chiara » mar mag 22, 2012 1:03 pm

Cari tutti,
dopo che la nostra bimba adesso in seconda ha fatto i test, siamo stati convocati dal neuropsichiatra che voleva parlare con noi.


Mio marito ha detto che lui era molto contento dei progressi che la bambina aveva fatto begli ultimi mesi e che era ottimista.

il neuropisichiatra ci ha detto che la bimba ha un'intelligenza sopra la norma ma ha difficoltà chiare nell'ortografia e nella morfosintassi. Poi ha aggiunto che di solito in questi casi la forbice si allarga, cioè la differenza con gli altri aumenta nel tempo. Gli altri proseguono veloci, mentre i nostri bimbi vanno piano, piano per cui con il tempo le differenze sono sempre maggiori.
In questo modo ha spento tutto il nostro ottimismo.

Vorrei sapere cosa voi pensate in base alla vostra esperienza? la forbice si allargasempre di più? non si recupera mai?

Avatar utente
nike
Messaggi: 299
Iscritto il: lun nov 29, 2010 5:16 pm

Re: la forbice si allarga?

Messaggio da nike » mar mag 22, 2012 1:11 pm

Cara Anna Chiara,
stai tranquilla. E' vero che i bimbi con dsa faticano più degli altri, ma è anche vero che con pazienza e lavoro recuperano, anzi compensano! Ovvio che se gli altri bambini vanno avanti spediti per la tua piccola ci vorrà più tempo per recuperare, ma non appena avrà capito quali sono i suoi punti di forza e come sfruttarli nessuno potrà più fermarla!

Qui sul forum ci sono le storie di tanti dsa ormai adulti: hanno fatto tanta fatica, ma ora sono alla pari o forse più avanti di tutti gli altri. Leggi le loro storie con tuo marito, vi tornerà l'ottimismo!

E poi tua figlia è tanto piccola e ciò significa che ha già la mappa giusta per trovare il suo tesoro!

Un abbraccio!
Non è forte colui che non cade mai, ma colui che cadendo si rialza.(W. Goethe)
Qual e' la differenza fra genio e stupidità? Il genio ha i suoi limiti. (Marie Gemelli-Carroll)

Mamma Tommaso
Messaggi: 65
Iscritto il: mer mag 02, 2012 1:28 pm
Scuola: II elementare
Località: Prov. Monza e Brianza

Re: la forbice si allarga?

Messaggio da Mamma Tommaso » mar mag 22, 2012 1:55 pm

Ciao Anna Chiara,

anch'io sono mamma di un bambino di seconda elementare appena dichiarato dislessico.
E' vero che fa tanta fatica, ma ci mette anche tanto impegno e i risultati ci sono. Da quanto dici mi sembra di capire che la tua npi non ha una conoscenza approfondita del "mondo dislessia" altrimenti non si sarebbe espressa così. La legge prevede che il dislessico ha diritto agli strumenti compensativi proprio perchè questi gli consentono di essere al pari con i compagni e di compensare con essi le sue difficoltà. Penso che quando i ns. piccoli avranno familiarizzato con questi strumenti saranno alla pari con gli altri, ma penso che saranno psicologicamente più forti degli altri proprio perchè la loro vita scolastica è stata una dura conquista fin da subito.

Io devo dire che mio figlio per quanto riguarda l'insegnante di italiano ha trovato una persona fantastica che l'ha sempre aiutato e sostenuto facendo di tutto per farlo sentire uguale ai suoi compagni, ma soprattutto ha fatto in modo che i suoi compagni per quanto possibile non si rendessero conto delle sue difficoltà. L'insegnante di matematica fino a quando non è arrivata la diagnosi ad ogni verifica sulle tabelline, che non memorizza come capita a molti dislessici, gli dava l'insufficienza. Ho ancora davanti agli occhi il suo viso, all'uscita della scuola, quando ha avuto questi brutti voti per la prima volta c'è voluto quasi un'ora ed un'incursione in gelateria per tranquillizzarlo. Poi davanti a un bel gelato ed alle mie assicurazioni che io e il suo papà sapevamo benissimo che lui si era impegnato tanto piano piano gli è ritornato il sorriso.

Quello che è importante è che lei sappia che voi siete consapevoli che lei ci mette tanto impegno e tanta fatica perchè la loro autostima, essendo bambini intelligenti, spesso è bassa proprio perchè si rendono conto delle loro difficoltà.

Ciao Cristina

martab
Messaggi: 47
Iscritto il: lun set 26, 2011 4:25 pm

Re: la forbice si allarga?

Messaggio da martab » mar mag 22, 2012 3:23 pm

Anna Chiara ha scritto: Poi ha aggiunto che di solito in questi casi la forbice si allarga, cioè la differenza con gli altri aumenta nel tempo. Gli altri proseguono veloci, mentre i nostri bimbi vanno piano, piano per cui con il tempo le differenze sono sempre maggiori.
In questo modo ha spento tutto il nostro ottimismo.
Con tutti i distinguo del caso, con tutti gli strumenti compensativi e dispensativi del caso, con tutto l'impegno, la logopedia e quant'altro... ma alla fine è inutile nascondere la verità.
Luca è in terza, ha cominciato logopedia alla fine della prima elementare, e grazie al lavoro continuo è riuscito a migliorare in maniera per me che ha dell'incredibile, ma è innegabile che se alla fine della prima elementare il divario con i compagni di classe nella lettura c'era ma non sembrava così importante, adesso alla fine della terza, fa proprio impressione.
Loro ormai leggono spediti, sono in grado di usare la lettura per acquisire informazioni.
Luca ha ancora una lettura molto stentata, dopo 4-5 righe comincia ad usare le sue energie esclusivamente per decifrare le lettere, non più per acquisire informazioni.

Il fatto è che semplicemente la lettura non è il suo canale per acquisire informazioni.
Lo è l'attenzione alle spiegazioni fatte in classe, lo è la lettura dei testi che facciamo noi genitori o (spero finalmente dal prossimo anno) libro digitale.
In pratica quello che per i suoi compagni di classe passa attraverso la lettura per lui passa attraverso l'ascolto.

Quindi ha ragione la psichiatra quando dice che il divario aumenterà, solo che non ha specificato che è un divario che riguarda il metodo, non l'apprendimento.

Poi ovvio, luca continuerà logopedia, continuerà ad impegnarsi (e noi con lui) sull'acquisizione di una capacità di lettura al meglio delle sue capacità perchè volente o nolente la nostra società è basata sulla lettura e sulla scrittura, non si può certo prescinderne... ma compito mio e di suo padre, con la collaborazione della scuola (piccolo sospiro :lol: ) sarà di fare in modo che questo limiti il meno possibile la sua strada, qualunque essa sia... dal master in economia a berkley al panettiere sotto casa.

roberta
Messaggi: 2563
Iscritto il: sab ago 12, 2006 2:45 pm
Scuola: figlio università
Località: friuli
Contatta:

Re: la forbice si allarga?

Messaggio da roberta » mar mag 22, 2012 5:45 pm

Mamma Tommaso ha scritto:Il fatto è che semplicemente la lettura non è il suo canale per acquisire informazioni.
Lo è l'attenzione alle spiegazioni fatte in classe, lo è la lettura dei testi che facciamo noi genitori o (spero finalmente dal prossimo anno) libro digitale.
sono d'accordo mamma Tommaso.

Anna Chiara, non farti smontare da nessuno. I figli hanno un radar incredibile e capiscono subito quando qualcosa non va; comunque, sì la forbice si allarga, poi in certi casi si restringe.
Importante è lasciare (o far crescere) in loro l'amore per lo studio, incoraggiarli sempre. Valorizzare i loro risultati positivi.
Mio figlio si è sempre distinto per tutte le cose che sa, per i suoi interessi e anche per i suoi risultati disastrosi per quanto riguarda le aree colpite dalla dislessia e dalla disgrafia ecc.
che ci vuoi fare?
dobbiamo imparare ad accettare. Trova i suoi punti di forza e fai in modo che siano evidenti a tutti, per prima a lei. Fa che si senta competente e capace e che accetti le difficoltà.

per esperienza è più facile a dirsi che a farsi, ma credo che abbiamo il dovere di provarci con tutte le nostre forze. E una buona cosa è essere entusiasti dei risultati ottenuti. spesso con mio figlio ricordiamo quanto è stato difficile imparare a leggere, quanto gli è costato e l'incredibile felicità di essere riuscito a leggere il suo primo libro.
"mamma ti rendi conto? ho letto tutto il romanzo Eldest! Da solo" che regalo meraviglioso. E' fresco fresco di poche settimane fa.

Avatar utente
Marco72
Messaggi: 727
Iscritto il: mar nov 08, 2011 11:37 pm
Località: roma

Re: la forbice si allarga?

Messaggio da Marco72 » mar mag 22, 2012 10:31 pm

Ciao Anna chiara, ti sono vicino.

Nike ha ragione : con più tempo, con più fatica, ma io dsa lavoro ed ho una splendida famiglia.

L'aspetto scolastico è Una fase molto significativa, ma poi molte cose o si compensano o si aggiustano.

Uso il computer quando posso e la calcolatrice.

Stai serena...

lms
Messaggi: 54
Iscritto il: mar feb 15, 2011 12:18 pm
Scuola: 2 bimbi alle elementari
Località: Brianza

Re: la forbice si allarga?

Messaggio da lms » mer mag 23, 2012 11:11 am

Se l'avete appena saputo, credo siate abbastanza spaventati, e una frase detta così sicuramente allarma. Io ne sarei stata devastata. Invece è una frase che va rielaborata e vissuta. E' vero che mio figlio (disortografico e lievemente dislessico) ora ha la maestra che spesso scrive al suo posto (l'anno prossimo introdurremo il computer), quindi è vero che rispetto all'anno scorso la forbice - della velocità di scrittura - si è allargata, ma di questo me ne rendo conto solo ora, che l'hai detto tu :lol: ... quest'anno è stato invece un anno bellissimo, rispetto agli scorsi. Riesce a studiare, va bene in inglese (scritto!!!!! :shock: ), ha appreso tutte le nozioni di matematica (ok la sua verifica è di 4 operazioni perchè non fa in tempo a farne otto come i suoi compagni), ma le nozioni sono apprese, la sua autostima e migliorata, abbiamo capito cosa può fare da solo e su cosa va aiutato, aiutato non perchè lui non possa ma perchè è il metodo sbagliato.
Il mio consiglio insomma è di non concentrarti sulla forbice :lol: ma esclusivamente su tuo figlio e sul cercare i metodi che vanno bene con lui... vivi il presente quel tanto che basta a risolvere giorno per giorno i problemi immediati, nella vita non dovrà fare gare di lettura o di scrittura... e sicuramente, vedrai in terza, verranno fuori meglio le cose in cui riesce meglio

venus
Messaggi: 52
Iscritto il: lun set 12, 2011 12:09 pm
Scuola: 2^ media
Località: Roma

Re: la forbice si allarga?

Messaggio da venus » mer mag 23, 2012 3:41 pm

Ciao cara anche mia figlia fa la seconda elementare è vero che la forbice si allarga ma piano piano loro cominciano a compensare. Da gennaio fa logopedia e devo dire che nella lettura è migliorata tanto l'anno scorso sillabava solamente ed io ero disperata xchè i suoi compagni alla fine dell'anno leggevano tutti bene e che ti dico a fare ora alla fine della seconda vanno come treni. Ma ad oggi lei ha cominciato a sbloccarsi e legge piano ma legge e per me è meraviglioso. Secondo me noi genitori sbagliamo a confrontarli con gli altri compagni, devono seguire il loro percorso e piano piano arrivano anche loro stai tranquilla baci.

Rispondi