mi date un consiglio?

sfoghi, richieste di aiuto, consigli

Moderatore: Moderatori

Avatar utente
andrea;)
Messaggi: 348
Iscritto il: mar gen 17, 2012 2:05 pm

mi date un consiglio?

Messaggio da andrea;) » lun nov 05, 2012 6:06 pm

ciao a tutti non so se vi ricordate l'anno scorso i miei preoccupati da come leggo e come scrivo mi portarono a fare i test da cui però non risulto nulla.. dopo un

primo momento in cui non capivo piu nulla chiusi li la questione mi dissi:andrea ti sei immaginata tutto.basta ora. ti sei tolta un dubbio....in realta questa

convinzione durò si e no una settimana.(in cui però non ho smesso mai di leggere il forum dato che mi avete dato ottimi consigli sempre).dopo di che mi sono

rivenuti li stessi dubbi di prima ancor piu forti su cui ho ragionato... come è possibile che pur non avendo niente tu a 15 anni faccia ancora

tutta questa fatica a leggere che faccia ancora così tanti errori ortografici?ora so che non dovrei fasciarmi la testa ma giornalmente vengo ripresa mia madre

guarda i quaderni e si mette a urlare per ogni errore mia sorella si vergogna di me mio padre mi costringe a fare le versioni di latino insieme a lui

costringendomi a leggere ad alta voce coninuando a insistere che(secondo lui) a furia di leggere migliorerò prima o poi i miei compagni in classe ridono

per gli strafalcioni e ogni occasione è buona per ricordarmi gli errori....

mah non so proprio....

Avatar utente
Africa
Messaggi: 1461
Iscritto il: mar ott 26, 2010 6:18 pm
Località: Frosinone

Re: mi date un consiglio?

Messaggio da Africa » lun nov 05, 2012 7:38 pm

Esattamente che è accaduto dopo i test? Li hanno riguardati insieme a te per farti capire dove incontri maggiori difficoltà e perché non sono riconducibili ad un dsa?
Andrea, io mi farei le tue stesse domande. Perché per toglierti ogni dubbio non provi a ridiscutere con chi ti ha fatto la diagnosi, ci sono tante domande che sicuramente hai maturato in questi mesi, hai bisogno di fare chiarezza.
andrea;) ha scritto:ora so che non dovrei fasciarmi la testa ma giornalmente vengo ripresa mia madre

guarda i quaderni e si mette a urlare per ogni errore mia sorella si vergogna di me mio padre mi costringe a fare le versioni di latino insieme a lui

costringendomi a leggere ad alta voce coninuando a insistere che(secondo lui) a furia di leggere migliorerò prima o poi i miei compagni in classe ridono

per gli strafalcioni e ogni occasione è buona per ricordarmi gli errori....

mah non so proprio....
Mi dispiace tanto, è brutto quando non ci capiscono :sad: . Se non sei dislessica, non significa certo che sei una scansafatiche. Tu oggettivamente hai una caratteristica, che forse non si chiama dislessia, ma è pur sempre una tua caratteristica che ti ostacola nello studio. Esprimi nuovamente i tuoi dubbi ai tuoi genitori, a volte per loro è più semplice considerarci scansafatiche per non ammettere che siamo in difficoltà, ma sono sicura che sapranno ascoltarti se glielo chiedi.

Per ora ti mando un abbraccio grandissimo e mi raccomando facci sapere come va.
RACCOLTA FIRME per il rispetto della legge n.170 ai test di ammissione universitari

"L'immaginazione è più importante della conoscenza. La conoscenza è limitata, l'immaginazione abbraccia il mondo". Albert Einstein

pingu
Messaggi: 766
Iscritto il: dom nov 27, 2011 10:05 am

Re: mi date un consiglio?

Messaggio da pingu » lun nov 05, 2012 8:31 pm

Ciao Andrea, si, io direi che il consiglio di Africa è un ottimo consiglio, parla con i tuoi, esprimi liberamente i tuoi dubbi, e anche le tue difficoltà, vedrai sapranno ascoltarti.....
un abbraccio forte....

Avatar utente
nike
Messaggi: 299
Iscritto il: lun nov 29, 2010 5:16 pm

Re: mi date un consiglio?

Messaggio da nike » lun nov 05, 2012 9:06 pm

andrea,
che dirti? dispiace tanto sentire che una ragazza in gamba non è capita e aiutata nelle sue difficoltà...

forse è un po' presto, ma... hai pensato di ripetere i test? magari in un'altra struttura...

intanto a casa puoi comunque mettere in atto tutte le strategie che si usano per i dsa , se funzionano per loro funzionano per tutti! perchè non per te?


Un bacio grande.
Non è forte colui che non cade mai, ma colui che cadendo si rialza.(W. Goethe)
Qual e' la differenza fra genio e stupidità? Il genio ha i suoi limiti. (Marie Gemelli-Carroll)

Dr.ssa Alisa Polacci
Messaggi: 5
Iscritto il: dom ago 05, 2012 12:28 pm
Località: Via Beatrice 18, Massa

Re: mi date un consiglio?

Messaggio da Dr.ssa Alisa Polacci » lun nov 05, 2012 10:17 pm

Cara Andrea, dalle tue parole si capisce che questa situazione non deve essere facile per te... I test diagnostici per i DSA costruiti per la tua età non sono ancora molto usati (anche perchè costruiti da poco) e a volte si rischia di fare delle diagnosi approssimative, ma non è detto che sia il tuo caso.... Tuttavia se hai questo forte dubbio probabilmente è perchè non comprendi le tue difficoltà e nessuno ti ha dato delle spiegazioni o dei suggerimenti. il mio consiglio è di chiedere una nuova consulenza a chi ha redatto la diagnosi affinchè ti spieghi meglio ciò che è stato rilevato in modo da capire da dove provengono queste difficoltà. Se poi avrai ancora il dubbio chiedi ai tuoi genitori di rifare la diagnosi da un altro professionista...
Spero di esserti stata d'aiuto.
Dr.ssa Polacci

Avatar utente
Marco72
Messaggi: 727
Iscritto il: mar nov 08, 2011 11:37 pm
Località: roma

Re: mi date un consiglio?

Messaggio da Marco72 » mar nov 06, 2012 9:03 am

Andrea concordo con i loro pareri. Forse è il caso di rivolgerti ad un'altra struttura per fare una nuova batteria di test.

Però perdonami. Trovo ingiusto il trattamento da parte dei tuoi.

Anch'io , quando ero studente alle medie, dovevo leggere ad alta voce davanti a tutti.
In piedi.

Non sono bei ricordi.

Non farti nessuna colpa. Sono sicuro che risolverai al meglio questa situazione.

Avatar utente
andrea;)
Messaggi: 348
Iscritto il: mar gen 17, 2012 2:05 pm

Re: mi date un consiglio?

Messaggio da andrea;) » mar nov 06, 2012 3:10 pm

grazie davvero a tutti...

dopo i test che sono consistiti nella valutazione della memoria a breve a lungo termine,la seconda volta ha chiesto di venire anche i miei genitori perchè alla

fine ci avrebbe saputo dire i risultati.Quindi test sull'attenzione e coprensione di un brano poi mi dice leggi questa riga ad alta voce,era una frase del tipo l'ape

volava sul fiore, e mi dice poi di andare a chiamare i miei genitori.alla fine ci dice che ho una scarsissima memoria a breve termine una memoria a lungo

termine sopra la norma,che cè un deficit dell'attenzione e che la comprensione del brano avevo fatto 4 su 10....alla mia domanda ma perchè le mie

difficolta non sono riconducibili a un dsa mi dice che dato che nella frase che avevo letto avevo fatto un solo errore e quindi era impossibile...
Marco72 ha scritto:Però perdonami. Trovo ingiusto il trattamento da parte dei tuoi.
neppure io mi sembra così ingiusto di domande ne ho fatte tanto ma sembrano non volere capire sistematicamente mi sento rispondere:dato che non hai

niente"fai solo schena"ma penso che se ci pensassero su capirebbero che non è affatto così se potessi risparmiarmi tanta fatica lo farei comunque?
Marco72 ha scritto:Andrea concordo con i loro pareri. Forse è il caso di rivolgerti ad un'altra struttura per fare una nuova batteria di test.
si è quello che ho in mente pure io purtroppo a loro è impossibile chiederlo...si mostrano totalmente ciechi e sordi...

aspettrò l'universita e farò queli per adulti..intanto mi ingegnerò e farò di tutto per aiutarmi a studiare...

grazie di nuovo a tutti di cuore avete davvero capito

grazie...
Essere positivi non significa che si è sempre pervasi da un entusiasmo,un sorriso incessante.Essere positivi è affrontare le difficoltà con la voglia di emergere,la fede che solo se lo si vuole tutto si può affrontare..(Stephen Littleworld)

Avatar utente
Africa
Messaggi: 1461
Iscritto il: mar ott 26, 2010 6:18 pm
Località: Frosinone

Re: mi date un consiglio?

Messaggio da Africa » mar nov 06, 2012 4:03 pm

Ti hanno fatto dei test per verificare l'ortografia? E il calcolo? I test relativi alla lettura quali sono stati? Ti hanno fatto leggere solo quella frase?
Scusa la domanda, non voglio giudicare il lavoro che è stato fatto, ma era un'equipe preparata in dsa?
andrea;) ha scritto:alla fine ci dice che ho una scarsissima memoria a breve termine una memoria a lungo

termine sopra la norma,che cè un deficit dell'attenzione e che la comprensione del brano avevo fatto 4 su 10....
Allora c'è qualcosa! Come puoi studiare in maniera efficace senza adeguate strategie?
andrea;) ha scritto:alla mia domanda ma perchè le mie

difficolta non sono riconducibili a un dsa mi dice che dato che nella frase che avevo letto avevo fatto un solo errore e quindi era impossibile...
Farti leggere una frase è bastato a loro per capire che non sei né disgrafica, né disortografica e nemmeno discalculica :roll: ? Ciò che ti hanno risposto non dimostra nemmeno che non sei dislessica, perché la difficoltà di lettura può manifestarsi anche con l'incapacità di leggere ad una velocità "adeguata", ma non è certo facendoti leggere una frase che possono permettersi di fare diagnosi!
RACCOLTA FIRME per il rispetto della legge n.170 ai test di ammissione universitari

"L'immaginazione è più importante della conoscenza. La conoscenza è limitata, l'immaginazione abbraccia il mondo". Albert Einstein

Avatar utente
Africa
Messaggi: 1461
Iscritto il: mar ott 26, 2010 6:18 pm
Località: Frosinone

Re: mi date un consiglio?

Messaggio da Africa » mar nov 06, 2012 4:27 pm

Andrea, scusa se intervengo di nuovo, ma stavo pensando ancora a quello che scrivi.
Ammesso anche che tu non abbia un dsa (anche se non lo possiamo ancora dire visto che, da quello che mi è sembrato di capire, non sei stata sottoposta a tutti i test), ma perché ci si dà da fare solo se la diagnosi riporta la dicitura "disturbo specifico di apprendimento?". Avere una scarsa memoria a breve termine non ti causa una difficoltà? Come puoi studiare in maniera proficua se fatichi a memorizzare quello che leggi? E quanto ti costa metterci tutto il tuo impegno visto anche che hai un deficit dell'attenzione? Queste due cose da sole non bastano a dimostrare che hai bisogno di un adeguato supporto? Non dimostrano ai tuoi genitori che avevi ragione?
Parla ancora con loro, non arrenderti! Anche se non ti sembra, loro sono dalla tua parte, stanno solo sbagliando la maniera in cui cercano di aiutarti. Se capiranno, saranno i primi a farti ripetere i test in una struttura più adeguata. E' la cosa migliore, non puoi permetterti di aspettare, non ti serve a molto adottare delle nuove strategie di studio a casa se poi non puoi usarle a scuola.
RACCOLTA FIRME per il rispetto della legge n.170 ai test di ammissione universitari

"L'immaginazione è più importante della conoscenza. La conoscenza è limitata, l'immaginazione abbraccia il mondo". Albert Einstein

Avatar utente
Marco72
Messaggi: 727
Iscritto il: mar nov 08, 2011 11:37 pm
Località: roma

Re: mi date un consiglio?

Messaggio da Marco72 » mar nov 06, 2012 7:34 pm

Andrea come vedi tutti quanti noi abbiamo piacere a scriverti le nostre impressioni.

Non sei sola. Stai tranquilla.

Tu scrivi di non essere creduta.

Ebbene, quando ero un bambino , mio padre si arrabbiava per la mia disgrafia, facendomi fare degli esercizi, purtroppo inutili.

Ma negli anni 80, non si sapeva ancora cosa fosse, come si potesse chiamare quella mia " caratteristica". Non era colpa mia, e certo non è colpa tua, se hai delle difficoltà .

Non è importante chiamarle : dislessia, disgrafia, etc.

Ogni disgrafico o discalculico è diverso dall'altro.

L'importante è trovare delle soluzioni alternative.

L'importante per te è apprendere nel modo più appropriato per te.

Leggere quello che scrivi è difficile perché siamo nel 2012, ed i tuoi genitori devono comprendere che l'apprendimento non è uguale per tutti.

Ti rinnovo l'invito a recarti presso una sede aid o altro, dove poter chiedere aiuto.

Io personalmente , ho trovato tante persone sensibili che possono fare tanto.

Carica101
Messaggi: 208
Iscritto il: gio set 20, 2012 3:43 pm
Scuola: scuola primaria, 3° e 4°

Re: mi date un consiglio?

Messaggio da Carica101 » mar nov 06, 2012 7:35 pm

Concordo con l'ultimo post di Africa. Se i tuoi genitori non riescono a vedere il problema, fai in modo che a spiegarglielo sia uno specialista anche se da i test non risulta un dsa, risulta però deficit attenzione e scarsa memoria a breve. Forse un pensierino sul ripetere i test io lo farei, ma forse si tratta di convincere i tuoi ad andare in altra struttura. Mia figlia 9 anni dislessica. Ai test effettuati da prassi in classe a scuola in 2° elem. non risultava niente. Ripetuti in 3° elementare dalla neuropsichiatra su nostra insistenza è risultata pienamente dislessica. Però...ha ragione Africa, anche se non hai dsa, il deficit attentivo e la scarsa memoria a breve incidono eccome su vari aspetti della vita reale, tra cui la scuola e l'apprendimento. Forza, insisti coi tuoi e se del caso vai tu a parlare con lo specialista o magari col tuo medico curante esponendo il problema, forse a lui i tuoi daranno ascolto. Io sono dalla tua parte, ma anche da quella dei tuoi genitori perchè la ragione non sta mai da una parte sola, sempre nel mezzo.
La perfezione... una noia mortale. B.B.

Avatar utente
andrea;)
Messaggi: 348
Iscritto il: mar gen 17, 2012 2:05 pm

Re: mi date un consiglio?

Messaggio da andrea;) » mer nov 07, 2012 2:42 pm

Africa ha scritto: Ti hanno fatto dei test per verificare l'ortografia? E il calcolo? I test relativi alla lettura quali sono stati? Ti hanno fatto leggere solo quella frase?
no nessuna della tre cose..mi hanno fatto leggere quella frase e basta
Africa ha scritto:non ti serve a molto adottare delle nuove strategie di studio a casa se poi non puoi usarle a scuola.
il problema principale sta proprio qui,a casa mi riesco ad aiutare a scuola purtroppo no.E' vero che non è giusto eticchettare tutto come però è vero che dare un nome alle difficolta,a cui o dato completamente o parzialmente si vedrà,potrà essere un aiuto anche a scuola...
Marco72 ha scritto:Ti rinnovo l'invito a recarti presso una sede aid o altro, dove poter chiedere aiuto.
Io personalmente , ho trovato tante persone sensibili che possono fare tanto.
all'aid putroppo non posso andare sia perchè le riunioni sono molto tardi sia perchè i miei non lo permettono.

per fortuna qui dove abito c'è uno specie spazio dedicato ai giovani dove sono disposti ad ascoltarti e consigliarti vedrò cosa mi dicono..

vi farò sapere ancora grazie a tutti che mi avete fatto capire che non sono sola...

ne ero sicura,un abbraccio

andrea;)
Essere positivi non significa che si è sempre pervasi da un entusiasmo,un sorriso incessante.Essere positivi è affrontare le difficoltà con la voglia di emergere,la fede che solo se lo si vuole tutto si può affrontare..(Stephen Littleworld)

elisa bettinelli
Messaggi: 48
Iscritto il: lun ott 22, 2012 9:20 am
Località: brescia

Re: mi date un consiglio?

Messaggio da elisa bettinelli » sab nov 10, 2012 11:33 am

Dai andrea non mollare!!non sei sola...

DIALMA
Messaggi: 59
Iscritto il: gio set 03, 2009 6:21 pm
Scuola: liceo artistico

Re: mi date un consiglio?

Messaggio da DIALMA » mar nov 13, 2012 6:33 pm

[quote="andrea;)"]grazie davvero a tutti...

dopo i test che sono consistiti nella valutazione della memoria a breve a lungo termine,la seconda volta ha chiesto di venire anche i miei genitori perchè alla

fine ci avrebbe saputo dire i risultati.Quindi test sull'attenzione e coprensione di un brano poi mi dice leggi questa riga ad alta voce,era una frase del tipo l'ape

volava sul fiore, e mi dice poi di andare a chiamare i miei genitori.alla fine ci dice che ho una scarsissima memoria a breve termine una memoria a lungo

termine sopra la norma,che cè un deficit dell'attenzione e che la comprensione del brano avevo fatto 4 su 10....alla mia domanda ma perchè le mie

difficolta non sono riconducibili a un dsa mi dice che dato che nella frase che avevo letto avevo fatto un solo errore e quindi era impossibile...

Andrea parla con i tuoi perchè ti portino in un'altra struttura da un buon neuropschiatra perchè tù questo dubbio devi togliertelo.
anche io ho portato la mia prima figlia in terza liceo perchè aveva questi dubbi visto la famigliarita( zia, cugina e sorella dislessiche) dubbi messi in testa da un proffessore che dovrebbe fare di tutto tranne che stare in mezzo a dei ragazzi di quell'eta.
l'ho portata a pagamento e si è riscontrato una lieve dislessia ma che lei ha superato visto che oggi si stà per laureare

ornella casaula
Messaggi: 254
Iscritto il: ven ott 28, 2011 8:33 am

Re: mi date un consiglio?

Messaggio da ornella casaula » mar nov 13, 2012 8:20 pm

Mah...sono veramente perplessa. Ho l'impressione che sia troppo semplice liquidare le persone con una diagnosi "semplicistica", ma non sono una specialista, sono solo una madre. Mi rendo conto che la tua difficoltà è ancor più grande perchè i tuoi genitori non sono convinti...Io, forse, non insisterei con lo stesso medico, cercherei altrove. Come giustamente sottolineava la dott.ssa i test per i ragazzi in età adolescenziale non sono molto usati pertanto diventa ancor più difficile individuare il problema. Comunque vada un problema c'è ed è necessario avere una certificazione per poter avere qualche diritto nell'ambito scolastico.

Rispondi