insegnante di sostegno

sfoghi, richieste di aiuto, consigli

Moderatore: Moderatori

Micaela.B
Messaggi: 6
Iscritto il: gio feb 21, 2013 9:32 am

Re: insegnante di sostegno

Messaggio da Micaela.B » gio feb 21, 2013 7:09 pm

Grazie dell'idea. Sinceramente avevo pensato a questa opzione ma non è semplice trovare qualcuno. Proverò a sentire da un ragazzo che conosco che è anche un insegnante se per caso conosce qualcuno da presentarmi.
Sei molto gentile, grazie mille.
Micaela :wink:

Micaela.B
Messaggi: 6
Iscritto il: gio feb 21, 2013 9:32 am

Re: insegnante di sostegno

Messaggio da Micaela.B » gio feb 21, 2013 7:12 pm

Mia figlia non è certificata perché frequenta la seconda elementare. Se fosse stata in terza sarebbe stato diverso, perché l'iter da seguire parte dalla terza elementare.

PINGHI
Messaggi: 1994
Iscritto il: mer apr 14, 2010 9:40 am

Re: insegnante di sostegno

Messaggio da PINGHI » gio feb 21, 2013 7:29 pm

Perchè parte dalla terza elementare ??? scusa se io mi rivolgo a uno specialista ,partirà da quando io faccio domanda,visto che sussiste un problema reale...tu hai bisogno di una certificazione...una diagnosi...mio figlio ha fatto 3 anni di logopedia ecc.ecc. ( era seguito dal'età di 5 anni)... In seconda elementare ha avuto la sua diagnosi....Ma la mia amica con il figlio di 12 anni ,ha avuto la certificazione con 5 incontri...questo le ha permesso di tutelare il figlio a scuola...la certificazione / diagnosi ti serve per avere dei DIRITTI... :roll: non capisco cosa aspetti...certo con nulla in mano :roll: :roll: :roll: ,...la scuola già fà poco con una carta
che certifica il problema,figurati se solo a PAROLA se tiene presente una difficoltà di un alunno.ciao pinghi

PINGHI
Messaggi: 1994
Iscritto il: mer apr 14, 2010 9:40 am

Re: insegnante di sostegno

Messaggio da PINGHI » gio feb 21, 2013 7:51 pm

Opss...non ho fatto in tempo a chiarire il mio commento ...dicendo che la mia amica con pochi incontri a avuto la diagnosi ,intendevo dire che visto che non si DECIDEVA mai a portare il figlio da uno specialista,perchè ha sempre sottovalutato e negato le difficoltà del figlio....quando lo ha fatto, in poco tempo ha avuto in mano una diagnosi e certificazione,pertanto non riuscivo a capire perchê tu devi aspettare altro tempo...non sô se mi sono spiegata bene.( in caso fammi un fischio o una faccina così :shock: )....ciao pinghi

Avatar utente
nike
Messaggi: 299
Iscritto il: lun nov 29, 2010 5:16 pm

Re: insegnante di sostegno

Messaggio da nike » ven feb 22, 2013 12:45 am

Micaela.B ha scritto:Mia figlia non è certificata perché frequenta la seconda elementare. Se fosse stata in terza sarebbe stato diverso, perché l'iter da seguire parte dalla terza elementare.
Scusa, Micaela, ma se la logopedista ti ha detto che qualcuno dovrà leggere per tua figlia per tutta la vita (mah!) come fa a non rilasciarti qualcosa di scritto?

Va bene che i test si somministrano tra la fine della seconda e l'inizio della terza primaria, ma se la situazione è tanto grave le insegnanti DEVONO aiutare tua figlia a prescindere dalla dislessia.

Purtroppo c'è un sacco di disinformazione (e io come tutor ho dovuto e devo fare ancora un sacco di strada). Porta alle maestre tutto il materiale necessario e insisti che inizino da ora ad applicare la legge 170.

Nel forum trovi il testo, le linee guida, le circolari del miur, i libretti sulla dislessia... insomma tutto il necessario...

In bocca al lupo!
Non è forte colui che non cade mai, ma colui che cadendo si rialza.(W. Goethe)
Qual e' la differenza fra genio e stupidità? Il genio ha i suoi limiti. (Marie Gemelli-Carroll)

ERI
Messaggi: 1331
Iscritto il: lun dic 01, 2008 5:40 pm
Località: Manerbio (BS)

Re: insegnante di sostegno

Messaggio da ERI » ven feb 22, 2013 6:38 am

Ciao Micaela :P

E' vero, di solito la diagnosi viene fatta a fine seconda o terza elementare, ma quando le difficoltà sono così evidenti, quando lo specialista ritiene che ci sia quasi sicuramente un DSA, può redigere una diagnosi di sospetto DSA, in cui vengono elencate tutte le problematiche, consigliando anche agli insegnanti come muoversi, quali metodi utilizzare, quali strumenti.... La scuola deve poi tenerne conto perchè ogni alunno ha diritto ad imparare.....
Ricorda anche che è stata emanata poco tempo fa una Circolare Ministeriale che estende la Legge 170 a tutti i ragazzi con Bisogni Educativi Speciali, quindi anche a quelli che non hanno una diagnosi "ufficiale" di dislessia....
Prova a parlarne con la logopedista che segue tua figlia....

A presto. Erika

PINGHI
Messaggi: 1994
Iscritto il: mer apr 14, 2010 9:40 am

Re: insegnante di sostegno

Messaggio da PINGHI » ven feb 22, 2013 8:50 am

Quando si fa la diagnosi(guarda se ti può essere utile...ciao pinghi)
La diagnosi viene posta alla fine del II anno della scuola primaria. Già alla fine del I° anno della scuola primaria, tuttavia, profili funzionali compromessi e presenza di altri specifici indicatori diagnostici (ritardo del linguaggio e anamnesi familiare positiva per DSA) possono anticipare i termini della formulazione diagnostica. Un'ulteriore strumento per la rilevazione di queste difficoltà è lo screening, inteso come ricerca-azione da condurre direttamente nelle scuole, da parte di insegnanti formati con la consulenza di professionisti sanitari. Esso andrebbe condotto all'inizio dell'ultimo anno della scuola dell'infanzia con l'obiettivo di realizzare attività didattiche-pedagogiche mirate a potenziare le abilità deficitarie. Nel caso in cui alla fine dell'anno permangano significativi segnali di rischio è opportuna la segnalazione ai servizi sanitari per l'età evolutiva.
La diagnosi viene effettuata da un equipe multidisciplinare composta da Neuropsichiatria Infantile, Psicologo e Logopedista. Come si comporta nello studio
Un dislessico si stanca più facilmente ed ha perciò bisogno di molta più concentrazione

Può leggere un brano correttamente e non cogliere il significato
Può avere grosse difficoltà con le cifre (tabelline), la notazione musicale o qualsiasi cosa che necessita di simboli da interpretare
Può avere difficoltà nella lettura e/o scrittura di lingue straniere (es. inglese, latino, greco, ecc..)
Può scrivere una parola due volte o non scriverla
Può avere difficoltà nel memorizzare termini specifici, non di uso comune
Può avere difficoltà nello studio (storia, geografia, scienze, letteratura, problemi aritmetici) quando questo è veicolato dalla lettura e si giova invece dell'ascolto (es. registratori, adulto che legge, libri digitali)
Non prende bene gli appunti perché non riesce ad ascoltare e scrivere contemporaneamente
Quando si distrae da ciò che sta leggendo o scrivendo ha grosse difficoltà a ritrovare il punto
Un dislessico lavora lentamente a causa delle sue difficoltà, perciò è sempre pressato dal tempo

pingu
Messaggi: 766
Iscritto il: dom nov 27, 2011 10:05 am

Re: insegnante di sostegno

Messaggio da pingu » ven feb 22, 2013 9:09 am

Ciao Micaela :lol: :lol:

il punto non deve essere: sostegno si, sostegno no...
mi sembra di capire, che le insegnanti sono veramente carenti, sul da farsi....
è questo il punto, la legge 170, va vista come un cambiamento culturale per la scuola e i ragazzi che ne necessitano...poi viene tutto il resto.
Come tua figlia DEVE fare la logopedia, cosi' necessita di strumenti compensativi e dispensativi per il buon raggiungimento scolastico, poi il pomeriggio senza stressarla, lavorerete sui suoi compiti, confrontandovi insieme con le maestre, logopedista, psicologa.
è importantissimo fare ciò da subito, perchè è da piccolissimi che si possono avere grandissimi risultati.
mano mano, che la piccola cresce, in base alle sue difficoltà, si và a compensare con dei strumenti didattici, mappe fatte con il computer, ecc. ecc.
Nulla da togliere alle insegnanti bravissime di sostegno, che lavorano bene e sono informatissime sulle varie strategie didattiche dei DSA, che di sicuro potrebbero essere un validissimo aiuto per tutta la classe, ma principalmente di strategie alternative di insegnamento nuovo, diverso e rivoluzionario nella scuola....altrimenti il sostegno, NON SERVE......ma sei propio sicura di trovare tutto ciò..

Micaela.B
Messaggi: 6
Iscritto il: gio feb 21, 2013 9:32 am

Re: insegnante di sostegno

Messaggio da Micaela.B » ven feb 22, 2013 12:38 pm

Ciao a tutti...qui di seguito vi riporto la relazione clinica che mi è stata rilasciata dopo gli incontri che abbiamo fatto con logopedista e psicologa:

SINTESI DIAGNOSTICA
Attualmente Gaia è in difficoltà sia nell'apprendimento della lettura che della scrittura. Vista l'età della bambina si pone diagnosi di Disturbi evolutivi delle abilità scolastiche non specificati F81.9.
Tali difficoltà si traducono in una lieve perdita di autostima Z63.1. Dopo il ciclo di logopedia saranno effettuate prove di controllo per meglio specificare la diagnosi.

IPOTESI PROGNOSTICHE E PROGETTO DI TRATTAMENTO
Ciclo individuale di logopedia in primavera 2013. Controllo e revisione diagnostica ottobre 2013.

Inoltre, questa è la tabella con tutte le prove e i risultati emersi:

TCGB locativi: 25° percentile
flessionali: sotto il 10° percentile
attive-affermative: 25° percentile
passive-affermative: 25° percentile
passive-negative: 10° percentile
relative: 25° percentile
dative: 10° percentile

BRIZZOLARA: alta freq. d'uso: percettive -2 ds; circonlocuzioni -0.2 ds; fonologiche -1.7 ds; non risposte -0.3 ds
bassa freq d'uso: percettive -2.2; circonlocuzioni -0.3 ds; fonologiche -1.7 ds.

MT correttezza e rapidità: correttezza oltre le -2 ds
rapidità: 0.2 sill/sec -2.4

MT comprensione: risposte corrette 6/10 = -1 ds

DDE2 Lettura: Parole rapidità totale: -2.6 ds
Correttezza: -3 ds
Non parole: rapidità -2.5 ds
correttezza: -5.2 ds
scrittura di parole: -5.5

Questo è quanto emerso dagli incontri effettuati. Mia figlia si è resa conto della difficoltà ed è scoppiata a piangere....ed io le ho risposto che non è colpa sua, e che eravamo lì proprio per imparare un metodo che ci avrebbe aiutato.
Questa relazione le insegnanti l'hanno avuta, quindi sanno di cosa stiamo parlando (a questo punto lo spero!!!)

Rispondi