Data limite entro cui presentare la diagnosi a scuola

sfoghi, richieste di aiuto, consigli

Moderatore: Moderatori

Rispondi
Mat
Messaggi: 667
Iscritto il: lun giu 04, 2012 2:19 pm

Data limite entro cui presentare la diagnosi a scuola

Messaggio da Mat » lun mar 11, 2013 5:37 pm

Salve a tutti.
Ho un dubbio: esiste una data entro la quale presentare la diagnosi?
Mi spiego: se lo specialista dell'ULSS emette la diagnosi solo verso
marzo o aprile e i genitori possono quindi farla protocollare non prima di quel
periodo, la scuola ha comunque l'obbligo di predisporre il PDP?
O è ''troppo tardi'' e ''ci si penserà a settembre del prossimo anno''?
Chiedo questo perchè in una scuola di mia conoscenza un genitore
ha consegnato alla segreteria la diagnosi di nuova emissione richiedendo
la preparazione del PDP, ma gli è stato risposto che le nuove diagnosi
devono essere consegnate e protocollate entro il 15 febbraio.
Se una diagnosi viene presentata oltre questa data, la scuola non ha
obbligo di emettere il PDP fino al prossimo anno scolastico...
Nella mia scuola, appena arriva una nuova diagnosi, ci si attiva subito.
Si fa il possibile. Mi pare assurdo perdere del tempo.
Forse mi è sfuggito qualcosa a riguardo nelle Linee Guida?

nadia67
Messaggi: 20
Iscritto il: mar dic 09, 2008 2:33 pm
Scuola: IV superiore
Località: Cuneo

Re: Data limite entro cui presentare la diagnosi a scuola

Messaggio da nadia67 » mar mar 12, 2013 2:52 pm

Buongiorno a tutti,
la recente circolare MIUR n. 8 del 6/3/2013 relativa ai BES fornisce alcune precisazioni da cui, a mio parere, si può desumere che il solo caso in cui ci sia una data limite entro la quale consegnare la diagnosi è quando l'alunno frequenta gli anni terminali di un ciclo scolastico (terza media e quinta superiore): in questo caso la data è il 31 marzo ed è calcolata in funzione agli adempimenti previsti dall'esame di stato.
Quindi si desume che per gli altri casi non ci siano limiti.

Riporto qui di seguito il passo della circolare:
Alunni con DSA e disturbi evolutivi specifici
Per quanto riguarda gli alunni in possesso di una diagnosi di DSA rilasciata da una struttura
privata, si raccomanda - nelle more del rilascio della certificazione da parte di strutture sanitarie
pubbliche o accreditate – di adottare preventivamente le misure previste dalla Legge 170/2010,
qualora il Consiglio di classe o il team dei docenti della scuola primaria ravvisino e riscontrino, sulla base di considerazioni psicopedagogiche e didattiche, carenze fondatamente riconducibili al disturbo.
Pervengono infatti numerose segnalazioni relative ad alunni (già sottoposti ad accertamenti
diagnostici nei primi mesi di scuola) che, riuscendo soltanto verso la fine dell’anno scolastico ad
ottenere la certificazione, permangono senza le tutele cui sostanzialmente avrebbero diritto. Si
evidenzia pertanto la necessità di superare e risolvere le difficoltà legate ai tempi di rilascio delle
certificazioni (in molti casi superiori ai sei mesi) adottando comunque un piano didattico
individualizzato e personalizzato nonché tutte le misure che le esigenze educative riscontrate
richiedono. Negli anni terminali di ciascun ciclo scolastico, in ragione degli adempimenti connessi
agli esami di Stato, le certificazioni dovranno essere presentate entro il termine del 31 marzo, come
previsto all’art.1 dell’Accordo sancito in Conferenza Stato-Regioni sulle certificazioni per i DSA
(R.A. n. 140 del 25 luglio 2012).

nadia

Avatar utente
mammamaria
Messaggi: 571
Iscritto il: gio mar 21, 2013 11:15 am
Scuola: Martina 2° media
Località: catanzaro

Re: Data limite entro cui presentare la diagnosi a scuola

Messaggio da mammamaria » sab mar 23, 2013 11:25 pm

Nel certificato rilasciato a mia figlia dal servizio di NPI dell'ASL c'è scritto: "... A questo riguardo la scuola predisporrà, nelle forme ritenute idonee e in tempi che non superino il primo trimestre scolastico un Piano Didattico Personalizzato..." di conseguenza per ora mia figlia usa gli strumenti compensativi senza però avere ancora un PDP. Personalmente mi riservo dopo le vacanze di andare a parlare con i professori per far si che mettano in atto le misure dispensative previste nella certificazione anche se ancora non hanno stilato un PDP. La psicologa del servizio di NPI mi ha anche consigliato di far inserire una copia della certificazione, dove sono indicate tutte le misure da adottare, nel registro di classe in modo che gli insegnanti possano leggerlo e non dire che non erano informati.
Per insegnare bisogna emozionare. Molti però pensano ancora che se ti diverti non impari. (Maria Montessori)

Avatar utente
gigi
Messaggi: 1094
Iscritto il: mer apr 19, 2006 7:27 pm
Scuola: Insegnante Mate+Fis Lic.Class.
Skype: gigi.o
Località: GENOVA

Re: Data limite entro cui presentare la diagnosi a scuola

Messaggio da gigi » dom mar 24, 2013 12:53 pm

mammamaria ha scritto:... La psicologa del servizio di NPI mi ha anche consigliato di far inserire una copia della certificazione, dove sono indicate tutte le misure da adottare, nel registro di classe in modo che gli insegnanti possano leggerlo e non dire che non erano informati.
Questo non si dovrebbe fare in quanto la diagnosi è un documento riservato che contiene dati cosiddetti "sensibili", mentre il registro di classe è pubblico, consultabile da parte di chiunque entri nella classe (non solo i docenti, ma anche gli allievi, ad esempio).

Il Dirigente Scolastico, che ha la diagnosi, deve darne copia al coordinatore di classe che ha l'obbligo di informare i colleghi del Consiglio di Classe (o singolarmente e personalmente, o, meglio, nel primo Consiglio di Classe, nel momento riservato alla sola componente docenti, senza i rappresentanti dei genitori e/o degli stiudenti).

Questa dovrebbe essere la prassi corretta.

Sconsiglierei vivamente di inserire nel Registro di Classe copia della diagnosi (insomma, al posto tuo, non chiederei al D.S. di fare questo :wink: ).


Riguardo alla domanda di Mat, io sono d'accordo con quello che ha scritto nadia67: darei la stesa risposta e interpretazione.

Cari saluti.
:-) Gigi Oliva
GENOVA

Mat
Messaggi: 667
Iscritto il: lun giu 04, 2012 2:19 pm

Re: Data limite entro cui presentare la diagnosi a scuola

Messaggio da Mat » dom mar 24, 2013 1:46 pm

Grazie a tutti.
;)

annadegi@libero.it
Messaggi: 1
Iscritto il: dom mag 21, 2017 9:58 am

Re: Data limite entro cui presentare la diagnosi a scuola

Messaggio da annadegi@libero.it » dom mag 21, 2017 10:41 am

[quote="nadia67"]Buongiorno a tutti,
la recente circolare MIUR n. 8 del 6/3/2013 relativa ai BES fornisce alcune precisazioni da cui, a mio parere, si può desumere che il solo caso in cui ci sia una data limite entro la quale consegnare la diagnosi è quando l'alunno frequenta gli anni terminali di un ciclo scolastico (terza media e quinta superiore): in questo caso la data è il 31 marzo ed è calcolata in funzione agli adempimenti previsti dall'esame di stato.
Quindi si desume che per gli altri casi non ci siano limiti.

Riporto qui di seguito il passo della circolare:
Alunni con DSA e disturbi evolutivi specifici
Per quanto riguarda gli alunni in possesso di una diagnosi di DSA rilasciata da una struttura
privata, si raccomanda - nelle more del rilascio della certificazione da parte di strutture sanitarie
pubbliche o accreditate – di adottare preventivamente le misure previste dalla Legge 170/2010,
qualora il Consiglio di classe o il team dei docenti della scuola primaria ravvisino e riscontrino, sulla base di considerazioni psicopedagogiche e didattiche, carenze fondatamente riconducibili al disturbo.
Pervengono infatti numerose segnalazioni relative ad alunni (già sottoposti ad accertamenti
diagnostici nei primi mesi di scuola) che, riuscendo soltanto verso la fine dell’anno scolastico ad
ottenere la certificazione, permangono senza le tutele cui sostanzialmente avrebbero diritto. Si
evidenzia pertanto la necessità di superare e risolvere le difficoltà legate ai tempi di rilascio delle
certificazioni (in molti casi superiori ai sei mesi) adottando comunque un piano didattico
individualizzato e personalizzato nonché tutte le misure che le esigenze educative riscontrate
richiedono. Negli anni terminali di ciascun ciclo scolastico, in ragione degli adempimenti connessi
agli esami di Stato, le certificazioni dovranno essere presentate entro il termine del 31 marzo, come
previsto all’art.1 dell’Accordo sancito in Conferenza Stato-Regioni sulle certificazioni per i DSA
(R.A. n. 140 del 25 luglio 2012).

nadia[/quot
Vorrei sottoporre il caso di uno studente la cui famiglia si è opposta al PdP per B.E.S fino al gennaio 2017 e ora, oltre i limiti previsti dalla Conferenza Stato-Regioni, ha presentato una diagnosi di uno specialista privato. Cosa è giusto fare? Si tenga presente che nel PDP sono stati previsti e attuati la stragrande maggioranza delle misure compensative ora indicate nella diagnosi, comprese lezioni multimediali, uso di piattaforme di classi virtuali...

Rispondi