DSA adulti

sfoghi, richieste di aiuto, consigli

Moderatore: Moderatori

Rispondi
sue
Messaggi: 1
Iscritto il: mer giu 04, 2014 4:51 pm

DSA adulti

Messaggio da sue » mer giu 04, 2014 5:16 pm

Ciao a tutti, sono Susanna ho 22 anni e sono una studentessa universitaria di infermieristica.
Vi scrivo perchè ultimamente ho un dubbio ricorrente, ovvero di avere un DSA e ho bisogno di un consiglio.
A farmi venire questo dubbio è stato un mio compagno di corso che, leggendo i miei appunti e notando i numerosi errori (f al posto di v, oppure b/d/p ecc) mi dice scherzando ma sei dislessica?
Erano appunti presi scrivendo di fretta senza pensarci troppo, però ripensandoci mi capita spesso di dover pensare alle lettere che formano le parole. Così mi sono informata un po' sul web
Vi racconto un po' la mia storia: ho la r moscia, e da piccola avevo un po' di difficoltà a parlare ma crescendo non si nota quasi più. Avevo delle difficoltà a capire come si scrivono le parole, a collegare i suoni alle lettere, anche quando la lettera errenon centrava nulla, niente che si notasse troppo, ma ancora adesso mi capita di non ''ricordarmi'' come si scrive una parola o a come pronunciarla (proprio ieri sono stata un sacco a pensare a come si scrive dizionario ero arrivata a scrivere dizionairo, sentivo che c'era un errore ma non riuscivo a individuarlo)
A scuola non sono sempre andata bene, per quel che ricordo ci ho messo tanto a imparare a leggere e scrivere, ma alla fine ce l'ho fatta diciamo che ho trovato il mio metodo mi concentro e faccio tanti controlli per individuare gli errori che se sfuggono vengono scambiati per distrazione. Ricordo di averci messo una vita a imparare ad andare in bici (a 8 anni), ad allacciarmi le scarpe (a10 anni), ancora adesso faccio difficoltà a distinguere dx e sx (tipo in macchina x dare indicazioni indico la direzione) il mio orientamento è terribile e non sono in grado di leggere l'ora.
Vi scrivo un po' per trovare una spiegazione al mio non capire subito le parole ma soprattutto per un motivo, sto trovando delle difficoltà durante un tirocinio in rianimazione, le cose lì per me sono complesse, io ogni volta non so da che parte iniziare e vedo che sono l'unica che non ce la fa mi ripetono le cose in continuazione ma non riesco a ripetere quella serie di azioni sistematiche e mi sto impegnando tantissimo ma zero. Io ho chiesto di avere più tempo a disposizione visto che, per quanto mi impegno, non miglioro, ma me lo hanno negato. Da quello che ho capito con la diagnosi di DSA potrei richiedere più tempo no?
Secondo voi potrebbe essere una forma di DSA, magari più lieve?
Grazie mille a tutti :D

monicam
Messaggi: 7
Iscritto il: dom giu 01, 2014 9:47 pm

Re: DSA adulti

Messaggio da monicam » mer giu 04, 2014 6:38 pm

Ciao Susanna, la tua storia ha dei riferimenti che potrebbero rimandare ai dsa. Tuttavia per toglierti ogni dubbio e saperne di più ti consiglio di rivolgerti a specialisti che si occupano di valutazione anche su ragazzi più grandi. Solo dopo una valutazione e una certificazione potrai eventualmente informarti per richiedere gli strumenti di cui hai bisogno per continuare al meglio il tuo percorso di studi. In bocca al lupo, Monica

Ivano
Messaggi: 36
Iscritto il: mar dic 10, 2013 3:22 am
Località: Bologna

Re: DSA adulti

Messaggio da Ivano » gio giu 12, 2014 7:12 pm

sue ha scritto:Ciao a tutti, sono Susanna ho 22 anni e sono una studentessa universitaria di infermieristica.
Vi scrivo perchè ultimamente ho un dubbio ricorrente, ovvero di avere un DSA e ho bisogno di un consiglio.
A farmi venire questo dubbio è stato un mio compagno di corso che, leggendo i miei appunti e notando i numerosi errori (f al posto di v, oppure b/d/p ecc) mi dice scherzando ma sei dislessica?
Erano appunti presi scrivendo di fretta senza pensarci troppo, però ripensandoci mi capita spesso di dover pensare alle lettere che formano le parole. Così mi sono informata un po' sul web
Vi racconto un po' la mia storia: ho la r moscia, e da piccola avevo un po' di difficoltà a parlare ma crescendo non si nota quasi più. Avevo delle difficoltà a capire come si scrivono le parole, a collegare i suoni alle lettere, anche quando la lettera errenon centrava nulla, niente che si notasse troppo, ma ancora adesso mi capita di non ''ricordarmi'' come si scrive una parola o a come pronunciarla (proprio ieri sono stata un sacco a pensare a come si scrive dizionario ero arrivata a scrivere dizionairo, sentivo che c'era un errore ma non riuscivo a individuarlo)
A scuola non sono sempre andata bene, per quel che ricordo ci ho messo tanto a imparare a leggere e scrivere, ma alla fine ce l'ho fatta diciamo che ho trovato il mio metodo mi concentro e faccio tanti controlli per individuare gli errori che se sfuggono vengono scambiati per distrazione. Ricordo di averci messo una vita a imparare ad andare in bici (a 8 anni), ad allacciarmi le scarpe (a10 anni), ancora adesso faccio difficoltà a distinguere dx e sx (tipo in macchina x dare indicazioni indico la direzione) il mio orientamento è terribile e non sono in grado di leggere l'ora.
Vi scrivo un po' per trovare una spiegazione al mio non capire subito le parole ma soprattutto per un motivo, sto trovando delle difficoltà durante un tirocinio in rianimazione, le cose lì per me sono complesse, io ogni volta non so da che parte iniziare e vedo che sono l'unica che non ce la fa mi ripetono le cose in continuazione ma non riesco a ripetere quella serie di azioni sistematiche e mi sto impegnando tantissimo ma zero. Io ho chiesto di avere più tempo a disposizione visto che, per quanto mi impegno, non miglioro, ma me lo hanno negato. Da quello che ho capito con la diagnosi di DSA potrei richiedere più tempo no?
Secondo voi potrebbe essere una forma di DSA, magari più lieve?
Grazie mille a tutti :D
Ciao, i problemi che lamenti potrebbero essere indicatori di un DSA (ripeto, POTREBBERO) ma vanno "quantificati" perché chiunque può fare degli errori in qualunque campo ma per parlare di "anomalia" bisogna capire nello specifico i tipi di difficoltà e capire quanto sono presenti. Detto in parole povere, per avere una risposta attendibile dovresti rivolgerti presso qualche centro adeguatamente attrezzato (non tutti hanno i test tarati sugli adulti) e con personale formato su questo ambito.

gramigna
Messaggi: 1
Iscritto il: ven mag 31, 2013 6:13 pm
Località: rimini

Re: DSA adulti

Messaggio da gramigna » gio giu 12, 2014 11:22 pm

ciao sue.

sono anch'io infermiera e ho quasi il doppio dei tuoi anni.

ho scoperto di essere disgrafica su base disprassica nel corso della diagnosi di disprassia di mio figlio.

la mia carriera scolastica è stata piena di alti e bassi ma le difficoltà maggiori sono state proprio durante il tirocinio del corso per infermieri.

mi sono ritrovata in quel che scrivi perché anch'io avevo la sensazione che per tutti fosse facile ed automatico tranne che per me.

mi sono dovuta impegnare tantissimo e alla fine ce l'ho fatta.

adesso sono infermiera di dialisi, reparto che richiede molta competenza tecnica e manualità, e me la cavo piuttosto bene.

tutti i colleghi sanno che ho bisogno di più tempo per imparare gli tecniche nuove, ma compenso con altre qualità.

tutto nel corso di studi per infermieri è cambiato dai tempi miei e io non ho consigli da darti ma faccio il tifo per te.

Rispondi