disgrafia e matematica

sfoghi, richieste di aiuto, consigli

Moderatore: Moderatori

Rispondi
cristiy
Messaggi: 79
Iscritto il: ven gen 15, 2010 9:24 am
Scuola: figlio 1 superiore
Località: Vicenza

disgrafia e matematica

Messaggio da cristiy » ven giu 20, 2014 1:47 pm

Ciao a tutti.
Mio figlio è disgrafico e frequenta la 1 superiore. Volevo chiedere come vi regolate con la matematica, soprattutto con l' algebra. Abbiamo provato a lavorare anche con il computer, ma è quasi piú complicato che scrivere con la penna. Vi ringrazio tanto se avete qualche consiglio da darci
Cristiy

Mat
Messaggi: 667
Iscritto il: lun giu 04, 2012 2:19 pm

Re: disgrafia e matematica

Messaggio da Mat » ven giu 20, 2014 9:45 pm

ciao,
personalmente ho visto molti alunni disgrafici in difficoltà con la matematica,
perchè commettono errori sistematici, soprattutto in fase di ricopiatura (ad es.
delle espressioni) oppure quando invertono le cifre.
La disgrafia come DSA viene difficilmente recepita ''un problema'' dai docenti
di matematica, che spesso pensano che, visto che il ragazzo non è anche
discalculico, il disturbo disgrafico non riguardi la loro materia.

Secondo la mia esperienza, l'uso del pc complica le cose.

io ho visto ragazzi disgrafici risolvere il problema semplicemente smettendo
di ricopiare
le espressioni o le equazioni: faccio un esempio:

nel foglio della verifica c'è un'espressione:
l'alunno disgrafico non la ricopia, ma si limita a mettere il foglio protocollo
proprio sotto l'espressione e, senza ricopiarla, inizia a risolverla.
Poi, man mano che prosegue col la risoluzione, continua a coprire quello
che ha scritto sopra, tranne, ovviamente, l'espressione da risolvere.
E così riesce a mantenere la concentrazione esclusivamente sulla ''stringa''/porzione
del foglio dove si trova l'espressione da risolvere.

Non so se sono riuscito a spiegarmi...
E' un trucchetto che ho imparato da un paio di ex alunni che facevano così
e riuscivano a concentrarsi nella risoluzione...
Da allora suggerisco questo sistema ai ragazzi disgrafici che si confondono
in matematica e si sono trovati bene...

Spero di essermi spiegato... :/

Avatar utente
danj
Messaggi: 1224
Iscritto il: sab ott 02, 2004 4:32 pm
Scuola: FINITA!!!:-)
Skype: danicap1
Località: roma

Re: disgrafia e matematica

Messaggio da danj » sab giu 21, 2014 12:04 am

Interessante anche questo video:

http://m.youtube.com/watch?v=kXQK3J8W8cM
In alto a destra del monitor con la funzione del tasto "CERCA", contrassegnato anche dall'icona di una piccola lente, si può ricercare inserendo una parola chiave d'interesse, quel che è già stato detto su un argomento in precedenti discussioni.

cristiy
Messaggi: 79
Iscritto il: ven gen 15, 2010 9:24 am
Scuola: figlio 1 superiore
Località: Vicenza

Re: disgrafia e matematica

Messaggio da cristiy » sab giu 21, 2014 2:53 pm

Grazie a voi e ai vostri utili consigli.
Vogliamo appunto approfittare dell'estate per approfondire una strategia.
Effettivamente l'alunno disgrafico (che non ha solo cattiva grafia, ma anche facile affaticamento, poca capacità organizzativa, cadute di attenzione.....) che per altre materie può usufruire e beneficiare dell' uso del computer, per la matematica sono ancora "dolori".
Non sempre infatti servono il tempo concesso in più nelle verifiche , l'uso della calcolatrice ecc...., manca qualcos'altro che probabilmente neppure l'insegnante sa indicare. Probabilmente una modalità di operare che è insita e diversa per ogni soggetto.
Non capisco come mio figlio nei problemi di economia aziendale, con percentuali, sconti, ratei ecc. sia un drago, svelto e rapido nel calcolo, tanto a volte da anticipare nello svolgimento anche l'insegnante, mentre nelle espressioni di algebra :sad: :sad: :sad: .
A presto
Cristiy

Avatar utente
gigi
Messaggi: 1094
Iscritto il: mer apr 19, 2006 7:27 pm
Scuola: Insegnante Mate+Fis Lic.Class.
Skype: gigi.o
Località: GENOVA

Re: disgrafia e matematica

Messaggio da gigi » lun ago 18, 2014 7:28 pm

cristiy ha scritto:Grazie a voi e ai vostri utili consigli.
Vogliamo appunto approfittare dell'estate per approfondire una strategia.
Effettivamente l'alunno disgrafico (che non ha solo cattiva grafia, ma anche facile affaticamento, poca capacità organizzativa, cadute di attenzione.....) che per altre materie può usufruire e beneficiare dell' uso del computer, per la matematica sono ancora "dolori".
.... Cristiy
Ciao Cristiy,
io ho avuto alcuni studenti discalculici e disgrafici che si sono trovati meglio a lavorare con i quadretti grossi (da 1 cm x 1 cm). Potresti provare a vedere se riesce a gestire meglio il foglio e le formule.

Poi ti metto di seguito alcuni link che potrebbero essere utili sia per scaricare software sia per fare studio e/o ripasso di matematica (algebra compresa).

Sito di link a software di matematica di vario tipo:
http://it.malavida.com/software/153/mat ... indows-1-1
http://it.malavida.com/software/153/mat ... indows-1-2
http://it.malavida.com/software/153/mat ... indows-1-3
http://it.malavida.com/software/153/mat ... indows-1-4

Per studio e ripasso di matematica (gratis):
http://www.ripmat.it/
http://www.lezionidimatematica.net/
http://www.geogebra.org/

Alcune cose a pagamento (ci sono anche videolezioni)
http://www.matematicamente.it/

A pagamento
http://www.alnuset.com/it/home
http://www.aplusix.com/download/en/index.html

Altri potrai trovarne tu, anche facendo una ricerca in questo stesso forum.

Una banca dati del software didattico puoi trovarla qui:
http://www.essediquadro.it/ (che in realtà ti reindirizza qui: http://sd2.itd.cnr.it/).

Cari saluti.
:-) Gigi Oliva
GENOVA

cristiy
Messaggi: 79
Iscritto il: ven gen 15, 2010 9:24 am
Scuola: figlio 1 superiore
Località: Vicenza

Re: disgrafia e matematica

Messaggio da cristiy » gio ago 21, 2014 9:04 am

Grazie, veramente di cuore, per le indicazioni. Siamo già al lavoro per vedere cosa ci è più adatto. In realtà c'è un po' di resistenza da parte di mio figlio, nonostante il debito in matematica giustamente addebitatogli, ad usare progranmmi per questa materia. Lui probabilmente si vergogna e mi dice che se riuscisse a rimanere concentrato per un tempo maggiore , certamente ce la farebbe. Ma il problema è anche quello....la concentrazione :? . Comunque sembra acconsentisca a provare per i compiti per casa. Sono certa che se troverà vantaggio, sicuramente ne approfitterà.
I figli, più grandi diventano (il mio ha la bella età di quasi 15 anni), meno sono maleabili. Ora bisogna giocare sul livello della sua personale convenienza: compiti fatti bene in un tempo accettabile= più tempo libero!
Grazie ancora.
Crsitiy

Avatar utente
gigi
Messaggi: 1094
Iscritto il: mer apr 19, 2006 7:27 pm
Scuola: Insegnante Mate+Fis Lic.Class.
Skype: gigi.o
Località: GENOVA

Re: disgrafia e matematica

Messaggio da gigi » gio ago 21, 2014 6:51 pm

cristiy ha scritto:... In realtà c'è un po' di resistenza da parte di mio figlio, ..., ad usare progranmmi per questa materia. Lui probabilmente si vergogna ... Comunque sembra acconsentisca a provare per i compiti per casa. Sono certa che se troverà vantaggio, sicuramente ne approfitterà.
I figli, più grandi diventano (il mio ha la bella età di quasi 15 anni), meno sono maleabili. Ora bisogna giocare sul livello della sua personale convenienza: compiti fatti bene in un tempo accettabile= più tempo libero!
Ti capisco perfettamente.

Tieni comunque conto che c'è un altro puntello, a mio avviso, su cui poter fare leva. E non mi sembra secondario. :wink:

Sarebbe senz'altro meglio che questa motivazione gliela fornisse qualche suo insegnante e nella fattispecie quello/a di matematica.

Quando posso (ossia quando i ragazzi sono disponibili e se riesco a coinvolgerli in modo adeguato) coi miei allievi DSA (ma non solo), lo faccio.

Potrebbe lavorare sulle sue competenze tecnologico-informatiche, per poi diventare un punto di forza per i compagni. Potrebbe imparare e imparare a usare questi strumenti, per poi spiegarli al resto della classe. Questo restituirebbe un ruolo sociale a ogni allievo all'interno della classe e permetterebbe ai ragazzi con DSA di assumere nella classe un compito specifico, consentendo loro di recuperare l'autostima.

In altre parole, invece di vivere l'uso degli strumenti informatici e tecnologici come strumenti compensativi dei DSA, imparare a viverli come miglioramento delle competenze matematiche sue a beneficio di tutta la classe.

Sopra ho scritto "... per poi spiegarli al resto della classe": queste spiegazioni potrebbero costituire una parte della valutazione, se gli insegnanti riuscissero a modificare i loro criteri di valutazione e se utilizzassero griglie sensate. Infatti l'insegnante potrebbe assegnare al ragazzo con DSA dei compiti e poi valutare l'impegno e anche la resa.

Ad esempio: hai tempo due-tre settimane per preparare una spiegazione per i tuoi compagni (puoi usare una presentazione, puoi usare la LIM, puoi realizzare un filmato da mostrare ai compagni che tu illustri, puoi realizzare uno screencast, .... ) su come hai usato Geogebra per studiare i triangoli, le rette, le parabole, ecc. Quello che presenterai ai compagni sarà oggetto di valutazione, quindi impegnati per spiegare meglio che puoi. Una settimana prima presenti a me quello che hai preparato e correggiamo le cose che non vanno.

Spero di aver chiarito il mio pensiero.

Cari saluti.
:-) Gigi Oliva
GENOVA

Avatar utente
trafra69
Messaggi: 847
Iscritto il: sab ago 03, 2013 6:21 pm
Scuola: 5 elementare
Località: Alghero

Re: disgrafia e matematica

Messaggio da trafra69 » gio ago 21, 2014 8:33 pm

Un'ottima idea ! Coinvolgere rendendo "protagonista" lui con i suoi strumenti compensativi...Stimolarlo a fare ancora e sempre di più!
Se potessi tornare bambino, avrei un unico desiderio, rivivere nelle vesti di mio figlio per provare l'emozione di diventare grande, accanto ad un piccolo papà.

Avatar utente
gigi
Messaggi: 1094
Iscritto il: mer apr 19, 2006 7:27 pm
Scuola: Insegnante Mate+Fis Lic.Class.
Skype: gigi.o
Località: GENOVA

Re: disgrafia e matematica

Messaggio da gigi » gio ago 21, 2014 9:02 pm

trafra69 ha scritto:Un'ottima idea ! Coinvolgere rendendo "protagonista" lui con i suoi strumenti compensativi...Stimolarlo a fare ancora e sempre di più!
Con le dovute diversità è una modalità didattica nota (magari non presso tutti i docenti, purtroppo) come flipped classroom (classe capovolta): il ruolo del docente cambia, diventa più di stimolo e fa da collettore delle proposte che arrivano dai ragazzi in classe, che invece lavorano a casa, in biblioteca, dovunque, a recuperare materiali sui quali si lavora in classe.

Potete cercare su internet e troverete moltissimo materiale al riguardo.

Cari saluti.
:-) Gigi Oliva
GENOVA

Avatar utente
trafra69
Messaggi: 847
Iscritto il: sab ago 03, 2013 6:21 pm
Scuola: 5 elementare
Località: Alghero

Re: disgrafia e matematica

Messaggio da trafra69 » gio ago 21, 2014 9:31 pm

Grazie Gigi non ne avevo mai sentito parlare, farò una ricerca su internet é davvero intetessante !
Se potessi tornare bambino, avrei un unico desiderio, rivivere nelle vesti di mio figlio per provare l'emozione di diventare grande, accanto ad un piccolo papà.

cristiy
Messaggi: 79
Iscritto il: ven gen 15, 2010 9:24 am
Scuola: figlio 1 superiore
Località: Vicenza

Re: disgrafia e matematica

Messaggio da cristiy » mar ago 26, 2014 9:43 am

ciao, senz'altro mi farò parte diligente quanto prima, di andare a parlare con l'insegnante di matematica. Sarebbe comunque meraviglioso, e non solo per i ragazzi dsa, coinvolgere gli alunni in progetti nei quali sono "diretti" protagonisti. Come avete già detto ne gioverebbero l'autostima e le competenze personali.
vi farò sapere. grazie.
Cristiy

Rispondi