figli:se c'è n'è uno in difficoltà gli altri cosa fanno?

sfoghi, richieste di aiuto, consigli

Moderatore: Moderatori

Avatar utente
bianca
Messaggi: 440
Iscritto il: lun mar 20, 2006 12:24 pm
Località: CAGLIARI
Contatta:

figli:se c'è n'è uno in difficoltà gli altri cosa fanno?

Messaggio da bianca »

Ciao, saprete tutti che bianca la prima di 4 figli ha difficoltà di letto-scrittura e calcolo e dall'anno scorso (la sua 1 elem.) abbiamo iniziato a seguirla per vedere come va.
quest'anno il secondo, luigi, ha iniziato la prima elem e nonostante scriva e legga con le difficoltà ovvie di chi sta imparando, pretende attenzione e presenza della mamma (cioè mia!), anzi mi ha anche detto "con bianca non facevi così", "non è giusto che bianca va a terapia e io no!". arriva a sbagliare le lettere a posta, per farsi correggere da me!!!!
sinceramente, non ne ho voglia... bianca è migliorata e inizia a staccarsi dalla presenza-sostegno di mamma, un altro anno scolastico come quello scorso...noooooooooooo!!!!!!!!!!!!!!!...mi dimetto da mamma, poi perchè solo mamma...e papà? per i compiti sempre mamma...uffa!!!!!!!!!
una cosa importante però la devo dire... l'ingresso di luigi in 1 elem, ha confermato che lo scorso anno abbiamo fatto benissimo a non ascoltare le maestre di bianca e a far fare i test alla bambina, nonchè la terapia...luigi è la conferma, anche se non si fanno confronti tra i figli, lui quasi legge (stampatello maiusc.), se sta attento sa scrivere qualunque cosa (stamp maiusc) e non ha avuto certo più cure, stimoli e attenzioni della sorella...sono diversi e bellissimi così come sono...anche gli altri due piccoli (eli e gianfr!!!).
ciao
aspetto le vostre spiegazioni
mamma di bianca
Avatar utente
Mammapatrizia
Messaggi: 555
Iscritto il: mer ott 06, 2004 11:43 am
Località: Venaria Reale TORINO

Messaggio da Mammapatrizia »

Io mi trovo in una situazione analoga anche se il carico è dimezzato loro sono solo 2, Alice è in 2 media anno notoriamente delicato (anche sotto aspetti meno scolastici) e Andrea è in 3 elementare quindi primi approcci con lo studio vero e proprio, la terza fu l'anno della verità per Alice e sono molto attenta a ogni piccolo segnale che posso cogliere in Andrea, ma con l'esperienza fatta su di lei non faccio ovviamente l'errore di arrabbiarmi o peggio... cerco di raccogliere la mia santa pazienza e spiegare, il risultato è che Alice ha atteggiamenti di aperta sfida, mi accusa perchè con lei facevo diversamente, con lui non urli con me urlavi (ma non sapevo e non capivo... ora so e capisco) il risultato sono state un paio di convocazioni al volo a scuola per certi suoi atteggiamenti irridenti nei confronti di alcuni prof. (stupiti di tanta arroganza in una ragazzina che era sempre stata tra le più tranquille) mi hanno fatto il terzo grado, persino sulla situazione famigliare ecc ecc.
Non ho nemmeno cominciato e ne ho già le scatole piene.
E il papà?
Naturalmente è colpa mia, parlo troppo e castigo poco con le coccole ecco cosa si ottiene ecc ecc...
possiamo fuggire insieme nel paese delle NON MAMME?
Terremo duro credo che ci tocchi così...
ciao
Patrizia & C
Avatar utente
Andre
Messaggi: 1004
Iscritto il: ven gen 13, 2006 1:45 pm
Scuola: II media
Località: San Donato Milanese
Contatta:

Messaggio da Andre »

caio posso scappare con voi????
anche io 2 figli, simo in 1 media e andrea in 4 elementare....
anno delicato x simone x il passaggio dalle elementari alle medie, anno delicato anche x andrea xche' a causa della dislessia abbiamo dovuto cambiare scuola, inoltre in quarta tutte le difficolta' affiorano chiaramente....
bhe' risultato che il piu' grande reclama piu' attenzioni....dice che a lui non do gli stessi meriti , le stesse attenzioni....
e quindi il sabato, quando siamo a casa tutti in sieme per i compiti, puntualmente ci sono scenate!!!

VOGLIO SCAPPARE CON VOI!!!!

CIAO :lol:
Cristina

La nostra felicità è nel bene che facciamo, nella gioia che diffondiamo, nelle lacrime che asciughiamo, nel sorriso che facciamo fiorire

il mio blog

facebook:evento la mia letterina di Natale
Avatar utente
icmnico
Messaggi: 1590
Iscritto il: lun nov 21, 2005 2:35 pm
Scuola: 2 media - 4 superiore... forse
Skype: icmnico
Località: pieve emanuele (mi)

Messaggio da icmnico »

bhe io non voglio scappare ma se si potesse solo un pò rallentare.... anch'io ne ho due Matteo 1 superiore (ha scelto lo scentifico tecnologico) e Nicole 4 elementare e ha cambiato scuola quest'anno perchè la precedente era ignorante in fatto di dislessia. Entrambi distutto ma la differenza e che la piccola si lamenta perchè dedico più tempo al grande e il papà? Si rifugia dietro lo scheletro del :"credo che sia io il dislessico di famiglia come faccio ad aiutarli nei compiti!"

Vabbuò che dire ... non importa vorrà dire che tra 5 anni mi diplomerò dinuovo e tra due passerò in prima media e di sicuro quando si parlerà di argomenti storici o filosofici o la capitale di qualche paese sarò prontissima.

Ragazze possiamo partecipare al milionario senza timori....

un bacio
Avatar utente
CHIARA
Messaggi: 56
Iscritto il: ven mar 04, 2005 8:43 am
Località: Milano-provincia

Messaggio da CHIARA »

Io ho solo una figlia, da seguire nei compiti.
Peccato che questo avvenga inesorabilmente alle 7 di sera, quando torno stremata dal lavoro e ricomincio....per non parlare del sabato e della domenica...
aggiungiamo che mio marito e la ragazza in affido sono purtroppo dislessici .....
....li amo tanto ma che fatica doversi ricordare gli impegni di tutti...

ti sei ricordato di....

alla fine quella antipatica ed ingustificatamente nervosa sono io.

Ogni tanto vorrei prorpio scappare.....
Vengo anch'io...
Chiara
Rossella
Messaggi: 5471
Iscritto il: gio giu 01, 2006 1:13 pm
Località: Potenza
Contatta:

Messaggio da Rossella »

Allora io vi supero tutte! Due figli maschi: uno di 14 (I° odontotecnico) e il secondo di 11 (I^ media)! Con me che sono la mamma hanno sempre fatto pochissimo, compreso la logopedia. Conclusione: il papà che è dislessico si è impegnato ogni tanto con il primo, perchè anche lui era stato abituato così. Con il secondo, che ha una dislessia più lieve, gliel'abbiamo fatta cavare più o meno da solo. Al momento HO DECISO CHE QUEST'ANNO CAMMINERANNO CON LE LORO GAMBE, perchè sono stanchi di essere aiutati e sono disposta a rompere le scatole agli insegnanti se non lavorano "degnamente". Sono stufa di scappare a scuola perchè il primo aveva sempre qualche malessere o litigava con i professori, così come giustificare le piccole difficoltà linguistiche del secondo.
Ma vi farò sapere più in là....intanto non ci penso!
Pensate solo che la settimana scorsa è partito per Milano un ragazzo che è stato riconosciuto dislessico e che ho trattato in 1^media e che diceva che si sarebbe fermato in 3^ media. E' stato ammesso, dopo esame di ingresso, in una di quelle accademie universitarie private molto particolari (qualcosa tipo grafica design). Auguri a Stefano e ai suoi genitori, è già un bel traguardo, pensando che la sua familgia sta a 800 Km di distanza!
Ciao
IL MIO BLOG E I MIEI LIBRI: http://www.rossellagrenci.com
pieraquaglia
Messaggi: 926
Iscritto il: gio apr 27, 2006 5:31 pm

Messaggio da pieraquaglia »

la mia storia è un po' diversa: Gregorio ha dovuto essere costantemente seguito nei compiti e per lui strutturavo "quotidianamente" materiale strutturato, come si dice "dedicato". Tommaso invece non ha nessun problema di dislessia, è uno studente brillante, ma ho dovuto seguirlo "quotidianamente" per serissimi problemi psicologici sopraggiunti alcuni giorni prima di iniziare la prima elementare; le due psicologhe che l'hanno seguito, hanno entrambe confermato che la causa non era da imputare in qualche modo a Gregorio e all'energia che dedicavo a lui (anche perchè Tommaso ne ha SEMPRE assorbita MOLTISSIMA), ma ad uno scompenso tra la sua intelligenza, valutata di tre anni sopra l'età anagrafica e la sua capacità di "tenere" emotivamente. Per cui per due anni sono entrata a uscita dagli studi di neuropsichiatra e psicologhe e non so effettivamente dire quale dei due figli è stato più impegnativo per me...
Avatar utente
titta
Messaggi: 560
Iscritto il: sab ott 02, 2004 2:53 pm
Località: Milano-provincia

MAMMAMIA

Messaggio da titta »

Tre figli, uno disgrafico, una dislessica.
Il periodo scolastico? Una tragedia.

E il figlio non dislessico? Il secondo, studia autonomamente da sempre, si organizza perfettamente, direi che è autonomo da quando era piccolissimo, ma con serissimi problemi psicologici dai cinque agli otto anni e, alla fine, resta il figlio che ci dà "maggiori preoccupazioni" anche se quel tempo sembra ormai molto lontano.
Mi sono vista abbastanza nella storia di Pieraquaglia.

Il papà, per quanto riguarda la scuola sa solo sgridare (per il resto è un papà premurosissimo). Siamo stati molto uniti in momenti di enorme difficoltà, siamo uniti moltissimo ma...se si parla di scuola...Apriti cielo!

Baci, :wink:
Margherita
pieraquaglia
Messaggi: 926
Iscritto il: gio apr 27, 2006 5:31 pm

Messaggio da pieraquaglia »

Mio marito invece ha sempre delegato, soprattutto da quando i problemi dei due figli sono diventati evidenti; è stato spraffatto dal dolore e dall'ansia (anche se è sempre stato presente e attivo nei momenti di battaglia); ora che entrambi sono "fuori" dalle situazioni problematiche è preso dall'ansia dei "rischi" dell'età che vede dappertutto, per cui è nei loro confronti molto negativo e spesso insopportabile. L'ansia ha sempre dominato la sua vita, anche quando le cose andavano bene...però che palle!!! (si può dire?) :oops:
Jack
Messaggi: 2118
Iscritto il: ven mag 26, 2006 5:05 pm
Scuola: Ingegneria Informatica
Skype: Jackajil
Località: Brescia
Contatta:

Messaggio da Jack »

io ho visto con mio fratello una grande complicità nell'affrontare la dislessia, ma ciò è dato dal fatto che è disortografico equindi anche lui ha un problema simile al mio.

ho visto una situazione diversa in un ragazzo che viene al gruppo giovani:
sua sorella maggiore non capiva cosa fosse la dislessia.
i genitori le avevano dato dei libri che parlavano di dislessia , ma lei non li ha neanche toccati.
la conclusione è stata che hanno portato la sorella al gruppo perchè parlasse con me e in quattro e quatrotto le ho fatto capire che la dislessia non è nulla di male con le testuali parole "io sono dislessico: ti sembro forse impedito? "

io pensoche la prima spiegazione che si dà ai fratelli debba essere semplice e diretta
esempio personale "io faccio più fatica a leggere rispetto agli altri"
poi se sorge la domanda sul perchè di ciò si prova a rispondere, ma non si và subito a proporre libri che parlano di dislessia.
sarà il fratello/ sorella a ricercarli per capirne di più.
marina64
Messaggi: 60
Iscritto il: mar giu 13, 2006 3:53 pm
Località: ROMA

Messaggio da marina64 »

La mia esperienza è molto simile alla vostra mio figlio più grande che ora fa la terza media ha il problema di dislessia mentre il fratello minore che fa la 4 elementare è disgrafico, ma grazie all'esperienza acquisita con il primo e la collaborazione con gli insegnanti( lui è stato molto più fortunato del fratello) la sta vivendo con molta serenità. Il problema è il rapporto tra di loro che mi distrugge;il più grande è geloso perchè il fratello comunque ha più successo (anche nello sport ,il calcio) e non ha i suoi problemi, il secondo è geloso del primo perchè ha molte più attenzioni di lui e quindi lancia continuamente segnali di disagio (enuresi,comportamenti di sfida, per fortuna solo a casa).In questa spirale non so più come uscire anche perchè ho sempre incontrato spicologi (2 nella mia vita) che non hanno saputo aiutarmi concretamente e si sono limitati a dispensarmi teorie accademiche che mi hanno fatto fuggire lontano. Dimenticavo che il primo figlio soffre anche di immaturità affettivo relazionale ( così hanno scritto sulla diagnosi) che all'atto pratico si manifesta in una totale dipendenza da me e dal padre(es. bisogna forzarlo a fare i compiti ed è estraneo ad ogni forma di responsabilità che a 13 anni comincia a pesare un pochino)Sono consapevole di avere bisogno di aiuto ma ho anche scoperto che sono fondamentali le persone che incontri.Comunque non sono afflitta continuo imperterrita la mia ricerca e auguratemi in bocca al lupo Ciao a tutti!!
Avatar utente
bianca
Messaggi: 440
Iscritto il: lun mar 20, 2006 12:24 pm
Località: CAGLIARI
Contatta:

Messaggio da bianca »

grazie a tutti per le vostre esperienze
avete però in generale figli più grandi dei miei e avrei bisogno di sapere come avete superato le prime classi delle elementari
ieri, luigi (quello che legge e scrive come un bambino della sua età) ha detto che non è giusto che bianca vada a terapia! ci vuole andare anche lui! ieri non volevano fare i compiti da soli e secondo loro dovevo fare avanti indietro tra camera dei maschi e camera delle femmine!!!
alla fine ho urlatoooooooooooooooo e li ho minacciati di serie punizioni (niente nuoto, niente cartoni) se non avessero fatto i compiti da soli...be' lo hanno fatto con interruzioni e lagne, ma l'hanno fatto
ora bianca sta rifacendo i test e pare che abbia migliorato notevolmente, certo è ancora piccola e quindi niente diagnosi, ma spero tanto nell'incontro tra terapista e insegnanti una volta finita la valutazione...
per luigi? spero che impari presto a leggere e scrivere così la smette di chiamare per farmi vedere errori fatti di proposito!!!
ciao
=kisses
mamma di bianca
Avatar utente
ti
Messaggi: 591
Iscritto il: gio feb 17, 2005 11:53 am
Località: Sanluri (MD)
Contatta:

Messaggio da ti »

Sicura sicura che sono fatti di proposito?
Vai tu da lui qualche volta, senza che ti chiami, e apprezza che è stato bravo a non farne. Fallo sentire il tuo ometto, che ti fidi di lui...
Perchè camera dei maschi e camera delle femmine? Perchè non tavolo di cucina, in ambiente unico, con mamma pronta a sentire (e qualche volta a far finta di sentire) entrambi?
Se Bianca ha la terapia, lui non può avere un'altra cosa che sia tutta sua? Inventatene una originale e solo per lui, gli passerà la voglia di imitare la sorella.
Sono solo piccoli consigli, ma forse dovremmo ogni tanto immedesimarci nei nostri figli, pensare con le loro testoline e immaginare come ci giudicano.
Bacia i bimbi da parte mia, un bacio diverso per ciascuno però: a schiocco per Bianca e col sibilo per Luigi, due baci diversi perchè loro sono diversi
:wink:
Ti
Avatar utente
bianca
Messaggi: 440
Iscritto il: lun mar 20, 2006 12:24 pm
Località: CAGLIARI
Contatta:

Messaggio da bianca »

cara ti, grazie
gli errori di luigi sono fatti di proposito perchè si vede, lo sento, poi basta vedere i suoi quaderni, scrive proprio bene a scuola, qui ha bisogno di farsi vedere!
anche io penso che luigi dovrebbe avere una cosa tutta sua, ma :oops: 8) :?: io non ho il tempo di farglielo fare!
però non hai mandato i baci a elisabetta e gianfranco!!!
=kisses
mamma di bianca
pieraquaglia
Messaggi: 926
Iscritto il: gio apr 27, 2006 5:31 pm

Messaggio da pieraquaglia »

e se fosse leggergli una filastrocca o una fiaba, solo per lui, prima di dormire...anche se capisco che 4 figli sono davvero tanti!!!! Pensa che anch'io ne volevo quattro, anche se adesso mi "avanzano" i miei due, ma invidio ancora le famiglie con tanti figli.
Per gli altri due figli "orfani di baci speciali" ti regalo quelli che avevano ciascuno dei miei figli: quello per Gregorio era sulla nuca e quello per Tommaso era sulla punta del naso.
Rispondi