Pagina 1 di 1

Parliamo un pó....il nostro futuro

Inviato: gio ago 04, 2016 2:57 am
da Cielo
Vorrei sapere nessuno di voi si è mai sentito come se il suo futuro fosse già finito prima ancora di cominciare solo perché non puoi realizzare quello che avevo sognato, insomma, io mi sento in questo periodo come se la dislessia avesse vinto su di me, e mi avesse rubato quello che ero prima di lei. Io volevo aiutare i bambini come noi, che ogni giorno diventano sempre più numerosi nelle scuole e non posso farlo perché non sono neanche capace di aiutare me stessa a prendere una laurea, quindi non potendo diventare ciò che mi ero fissata

Re: Parliamo un pó....il nostro futuro

Inviato: ven ago 05, 2016 10:10 am
da Africa
Benvenuta Cielo!
Sì, mi sono sentita come dici tu in particolari momenti di sconforto, quando come te mi sembrava di non poter raggiungere gli obiettivi prefissati. Ho letto il precedente post in cui racconti della tua esperienza universitaria e, descritto come dici tu, con tutti quei libri ad esame, credo che nessun dislessico potrebbe riuscirci, non così. Ci vuole una strategia, un metodo, ci vogliono strumenti compensativi e dispensativi...
Tu avevi consegnato la diagnosi all'università? Ti avvalevi dei tuoi diritti di studentessa con dsa?

Re: Parliamo un pó....il nostro futuro

Inviato: sab ago 06, 2016 3:01 am
da Cielo
Metodi e tecniche ne ho provate a milioni ma comunque non riuscivo a memorizzare tutte le informazioni necessarie. La mia università garantiva soltanto un 30% di tempo extra agli esami, cosa della quale io non ho mai avuto bisogno

Re: Parliamo un pó....il nostro futuro

Inviato: mar ago 09, 2016 8:34 pm
da Africa
Cielo ha scritto:La mia università garantiva soltanto un 30% di tempo extra agli esami, cosa della quale io non ho mai avuto bisogno
La tua università non rispetta la legge 170/2010 secondo cui tu hai diritto di usare gli strumenti compensativi e dispensativi adatti a te durante gli esami.
Ovvio che non sei riuscita a gestire lo studio, avevi bisogno di altro, di mappe, di suddividere il carico di lavoro...
Hai lasciato l'università o vai ancora? Perché ce la puoi fare se ti mettono nelle condizioni di poter imparare e poter sostenere l'esame. Ne sono certa. Sei dislessica... questo è garanzia di intelligenza :).