Dubbio dislessia.

sfoghi, richieste di aiuto, consigli

Moderatore: Moderatori

Rispondi
Weieieie
Messaggi: 2
Iscritto il: dom nov 20, 2016 9:42 am

Dubbio dislessia.

Messaggio da Weieieie » dom nov 20, 2016 11:38 am

Ciao, sono una ragazza di 24 anni, confrontandomi con una quasi coetanea mi è sorto un dubbio, lei mi ha raccontato la sua vicenda ed il fatto di aver scoperto di essere dislessica da adulta, cosa che non credevo fosse possibile.
Spesso, mi sento stupida e meno capace degli altri per alcune difficoltà di comprensione ed interpretazione di consegne o problemi di livello basilare, come comprendere cosa volesse la domanda di verifica per registrarsi sul forum. Ho sostenuto per due volte il test d'ingresso di medicina, quest'anno dopo il secondo fallimento sono sprofondata nello sconforto più totale, soprattutto per il tipo di errori commessi, che nessuno, me compresa riesce a spiegarsi. In tutti e quattro i test fra l'anno scorso e quest'anno, ho provato sia in inglese che in italiano, ho commesso in tutti lo stesso tipo di errori di misinterpretazione delle parole e di comprensione, ad esempio leggere coppia al posto di doppia, guaina al posto di guanina, problemi con negazioni, soprattutto doppie, omissioni di termini, sbagliare calcoli elementari e lenta o macchinosa comprensione di alcune domande, che mi porta a non riuscire a terminare la lettura del test. Io credevo e credo ancora di avere solo problemi legati ad un'eccessiva emotività ed ai disturbi d'ansia di cui soffro, ma questi stessi errori li commettevo anche nelle simulazioni a casa, addirittura mi era capitato di scambiare un vocabolo con il suo contrario senza accorgermene, pur conoscendone perfettamente il significato.
Dopo il test ho iniziato a leggere libri di lettura veloce ed apprendimento rapido, fare test di intelligenza, per allontanare il senso di inadeguatezza ed inferiorità che provo. Devo dire che allenandomi con costanza ed impegno nella lettura sono migliorata, soprattutto adattando il mio modo di leggere. A volte permane la necessità di rileggere lo stesso periodo più e più volte prima di afferrare il concetto, non perché non lo capisca ma perché non mi entra in test quello che ho letto.
In questi giorni mi sono informata sulla dislessia e con mia sorpresa mi sono ritrovata in alcune azioni a cui avevo dato sempre poco conto, e non avevo idea potessero essere ricondotte a questo disturbo. Ad esempio difficoltà nella lettura dell'orologio analogico, confondere destra e sinistra, problemi con la gestione del tempo, difficoltà di memorizzazione di date, numeri di telefono e formule, incapacità di prendere appunti, grafia indecifrabile. Ho sempre creduto di essere sbadata e confusionaria, in più mi confortavo con la consapevolezza di aver sempre scritto bene, avevo voti altissimi, poi però ci ho riflettuto e devo ammettere che era merito della benevolenza del mio professore, ero lentissima e nel tempo in cui gli altri avevano scritto 2 fogli protocollo e li avevano ricopiati in bella, io avevo riempito a stento la terza colonna della brutta, alla quarta ci arrivavo raramente grazie alle innumerevoli cancellature, ma lui mi dava la possibilità di consegnarlo ugualmente. Quando è venuta a mancare questa concessione invece, le cose sono cambiate, ho fatto il test per il B2 di inglese totalizzando 3,5 allo scritto, perché in un ora dovevo scrivere due brani, ed io ne ho pasticciato mezzo. In più ho studiato per il test quasi interamente avvalendomi di videolezioni, soprattutto quelle che spiegano con video animati e disegni, che mi affaticano meno e su cui riesco a concentrarmi per più di cinque minuti di seguito. Non sapevo inoltre della difficoltà di esprimersi oralmente, che mi caratterizza e mi limita da sempre, o l'imbarazzo di leggere in pubblico.
Mi è stato consigliato di rivolgermi a qualche struttura o professionista per svolgere il test, ma non ho idea di come e dove. Io sono pugliese, sapete se è possibile farlo nella zona di Bari o Taranto?
Voi cosa ne pensate, ne vale la pena? Scusate il papiro.

Benny Fera
Messaggi: 33
Iscritto il: mer feb 17, 2016 10:19 am
Contatta:

Re: Dubbio dislessia.

Messaggio da Benny Fera » dom nov 20, 2016 8:10 pm

Ciao, anche io come te ho scoperto tardi di essere "dislessico", all'età di 30 anni.
Ho avuto più o meno la tua stessa reazione.
Essendo psicologo ho iniziato a studiare approfonditamente il tema della dislessia.
Oggi viene definito un disturbo, in realtà fa parte di una mente con caratteristiche visuo-spaziali che quindi ragiona preferenzialmente per immagini.
Come puoi ben comprendere le immagini hanno poco a che fare con lettere e parole scritte, infatti mentre le immagini sono in 3 dimensioni, le lettere sono bidimensionali e non rendono possibile la trasformazione in immagini, sopratutto riguardo materiale astratto e nozionistico.
Le lettere nel cervello del dislessico, che io preferisco chiamare "mente visiva", non vengono mai codificate in uno specifico magazzino come precisi simboli, ma restano sempre nell'ordine delle immagini, quindi non risultano essere mai stabili, portando a problemi di codifica, comprensione e produzione.
Avrai sempre difficoltà ad immagazzinare concetti perché la mente visiva risulta essere creativa e trasformativa.
Quella che tu chiami "distrazione" è il tentativo che fa il tuo cervello di generare nuove soluzioni.
Resto a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento :)

Weieieie
Messaggi: 2
Iscritto il: dom nov 20, 2016 9:42 am

Re: Dubbio dislessia.

Messaggio da Weieieie » dom nov 20, 2016 9:26 pm

Grazie Benny per la risposta e per le informazioni, in realtà non so se sono dislessica, ma devo ammettere che considerata nel modo in cui mi ha suggerito è più confortante e più chiaro. L'anno scorso eseguii il test d'orientamento per l'università di Bari ed il risultato fu prevalenza del ragionamento e della capacità visuo spaziali, rimasi abbastanza delusa dalla descrizione, che mi sembrò come un educato "l'università non fa per te", soprattutto rispetto alle materie di studio di mia preferenza. Ora mi sono iscritta a fisica, e non so se proverò il test ancora l'anno prossimo. Ogni volta che devo aprire il libro mi prende lo sconforto e la paura di accorgermi di non essere in grado, per quanto mi piacciano la matematica e la fisica, ed è frustrante. Tu credi che possa c'entrare la predisposizione e la passione per le arti visive? Io volevo fare il regista, in realtà sogno di farlo ancora, mi piace la fotografia, ed il disegno artistico è per il momento l'unica cosa che mi ha dato qualche soddisfazione.
Scusami, quando dici: "Quella che tu chiami "distrazione" è il tentativo che fa il tuo cervello di generare nuove soluzioni." cosa significa esattamente?
Secondo te dovrei fare il test? Scusami se te lo chiedo, potrei contattarti in privato?

Benny Fera
Messaggi: 33
Iscritto il: mer feb 17, 2016 10:19 am
Contatta:

Re: Dubbio dislessia.

Messaggio da Benny Fera » dom nov 20, 2016 10:20 pm

A mio parere dovresti coltivare le tue passioni, quelle che fai con facilità, che sono più vicine alle tue attitudini, no posso sapere bene il motivo per cui vuoi continuare con l'università, ma sicuramente se ti piace l'attività di regista dovresti investire il tuo tempo li! Proprio perché si tratta di un'attività creativa che è più affine a te.
Per un cervello visuospaziale è più facile trasformare la realtà attraverso le immagini mentali. A differenza di chi questa caratteristica non ce l'ha e segue un pensiero lineare, una procedura.
Sicuramente puoi contattarmi in privato :) ti aspetto

Rispondi