I NOSTRI CUGINI (SIGLE)

sfoghi, richieste di aiuto, consigli

Moderatore: Moderatori

Avatar utente
Roberta68
Messaggi: 1043
Iscritto il: mar ott 12, 2004 11:34 am
Scuola: 3° media-1°(bis)sup
Località: Beinasco (TO)

I NOSTRI CUGINI (SIGLE)

Messaggio da Roberta68 »

francesco64 ha scritto:
Il primo link che ho postato (Neurology. 2004 Aug 24;63(4):742-5.) è proprio quello che (+ o -) riporta i contenuti dell'articolo iniziale: parla di 'voxel-based morphometry', di materia grigia, di anormalità volumetriche ecc). E' solo un abstract, ma sarebbe interessante leggerne il full-text.


In effetti speravo tu riuscissi a farlo, saresti in grado a tradurre dall'inglese con esattezza?[/color]

Il mio era solo un discorso relativo alla scarsa informazione (talvolta volutamente incompleta) che circola sulle questioni riguardanti questi particolari problemi di salute dei nostri figli.



Su questo sono perfettamente d'accordo ed un sistema che viene usato ormai in tutti gli ambiti, non solo per i problemi di salute dei nostri figli, ma in tutto il mondo "civile" in cui viviamo...

i medici NPI (di scuola organicista) accetteranno di buon grado gli studi e le ricerche che indicheranno tali anomalie come causa dei deficit nelle funzioni di autocontrollo e di attenzione mostrati dai bambini ADHD...


Purtroppo posso dire che temo che sicuramente esistano problemi legati a queste storie sui metalli che ingeriamo, inalaiamo....ho letto dei metalli contenuti in certi alimenti che dei ricercatori italiani (mi sembra ) avevano dosato ai quali è stato tolto il microscopio per evitare che continuassero le loro ricerche....




Come ho fatto a capire che mio figlio era intossicato da mercurio? Prima una ricerca su internet, poi un esposto presentato alla procura della repubblica di Torino e, contemporaneamente, un mineralogramma del capello fatto eseguire attraverso una farmacia di zona...

Non è questione di ideologie, credimi. In questi anni ho solo capito che cosa è successo in Italia, dal 1995 al 1998 in particolare. E dal momento che trattasi di una storia lunga e dettagliatamente documentata, non posso raccontarla li per li. Può anche darsi, poi, che non interessi a nessuno. Ma può anche darsi di no. E non è neanche mia intenzione innescare delle reazioni non auspicabili per il forum.

Però Francesco, tu ti iriferisci alla sindrome del deficit d'attenzione o come han voluto classificarla che è diversa dai disturbi specifici d'apprendimento....

I miei figli sono nati nel 94 e nel 96 ma nessuno di loro ha ADHA o simili....sono cose diverse...

I dsa anzi, spesso hanno familiarità e lì i vaccini con i metalli o altre porcherie che ci entrano in corpo, non possono c'entrare...
.[/color]



Morale della favola, abbiamo cominciato a sentire parlare di ADHD (sia da chi promuove soluzioni farmacologiche sia da chi dichiara che semplicemente che la patologia è 'fasulla' e che praticamente non esiste) e sempre più di dislessia (fino al recente allarme di cifre lanciato da Federico Bianchi di Castelbianco).

Anche per la dislessia, però, c'è puntualmente qualcuno che va in giro dicendo, tra le righe, 'che praticamente non esiste' o che in realtà è un falso problema (vedi tale sedicente professoressa Pellegrino...)

A me sembra che la 'tattica' sia più o meno la stessa usata per l'ADHD.
E la cosa mi fa riflettere.


No, su questo non sono d'accordo, sai perchè ? perchè non ci sono grossi interessi economici dietro, anzi, chi se ne frega se i dislessici non gestiti nel modo adeguato a scuola, annaspano e non possono studiare come gli altri, devono smettere gli studi, ecc...Meglio!!in questo paese più sei ignorante, meno cultura, istruzione hai e meglio è...ti possono manovrare meglio....

Certo, i dislessici sono persone intelligenti e non è scontato che il dover smettere precocemente di studiare, impedisca loro di diventare persone sensibili e svolgere mestiri di "concetto"....Cosa peraltro che è valida x tutti gli individui, dsa o meno che siano!

Invece nei adha ci sono misfatti da nascondere ( pare da quello che si legge in giro e che ci racconti anche tu...), farmaci da somministrare, e quindi medici e case farmaceutiche da arricchire....







Francesco


Ora mi sono mooolto più chiari i tuoi intenti, ma forse nonn hai torto dicendo che ciò che dici, può creare scompiglio, secondo me non per la storia in sè ma perchè il caso del tuo bambino è diverso da quelli della maggiorparte dei nostri che è solo DSA ....

Magari ne puoi parlare nelle discussioni libere anzichè negli argomenti specifici di dislessia, sono discorsi molto interessanti !
Roberta

Non insegnate ai bambini
ma coltivate voi stessi il cuore e la mente
stategli sempre vicini
date fiducia all'amore il resto è niente.

G.Gaber
Rossella
Messaggi: 5471
Iscritto il: gio giu 01, 2006 1:13 pm
Località: Potenza
Contatta:

Messaggio da Rossella »

Però vorrei dire anch'io la mia. Gli articoli in inglese, ma ce ne sono tanti anche in italiano, mettevano in guardia contro i vaccini, che sono altamente tossici e, secondo la medicina non ufficiale, causerebbero una serie di malattie per lo più neurologiche o tumorali. Per la verità io da quando ero ragazza mi sono curata esclusivamente con l'omeopatia, prima di rimanere incinta ho cercato di assumere medicamenti "eugenetici", cioè disintossicanti, facevo un'alimentazione macrobiotica (almeno prima del mio primo figlio). I miei bambini sono nati con parto naturale a casa, e dopo aver fatto 7 mesi di yoga. Gli ho evitati i vaccini che potevo certificare essere fatti a casa (difterite, epatite).
Eppure....sono dislessici.
Questo non significa che non credo che i vaccini sono tossici, ma non è una regola valida per tutti.

Giusto per mostrarvi dove arrivano alcune "incredibili ricerche". A seconda del mese di nascita si ha più o meno probabilità di essere affetti da una particolare malattia. Io ho riportato i mesi in cui viene segnalato dislessia e disturbi della lettura. Per la verità i miei figli dovrebbero confermare tali ipotesi, sigh, perchè uno è nato ad Aprile e l'altro a Giugno (anche mio marito ad Aprile!). Insomma fra aprile e luglio ci sarebbe il top dei nati dislessici...confermate?


Aprile: Leucemia, Dislessia, Disturbi della lettura, Sclerosi Multipla, Parkinson, Disturbo Bipolare, Epilessia, Sclerosi Laterale Amiotrofica (SLA) detta anche Malattia di Lou Gherig.
Maggio: Dislessia, Disturbi della lettura, Sclerosi multipla, SLA, Parkinson.
Giugno: Anoressia, Diabete, Dislessia, Disturbi della lettura, Sclerosi multipla, SLA, Parkinson, Celiachia.
Luglio: Diabete, Celiachia, Dislessia, Disturbi della lettura. :cry:
PS: SE NOTATE, PER NON SBAGLIARE, HANNO SEMPRE MESSO IN COPPIA DISLESSIA E DISTURBI DELLA LETTURA!!
Ultima modifica di Rossella il lun gen 15, 2007 7:18 pm, modificato 2 volte in totale.
IL MIO BLOG E I MIEI LIBRI: http://www.rossellagrenci.com
Rossella
Messaggi: 5471
Iscritto il: gio giu 01, 2006 1:13 pm
Località: Potenza
Contatta:

Messaggio da Rossella »

ANDATE AL TOPIC SULLO SCOOP! LA COSA E' SERIA E RIGUARDA SEMPRE LA CATTIVA GESTIONE DELL'INFORMAZIONE!!!!!!!
IL MIO BLOG E I MIEI LIBRI: http://www.rossellagrenci.com
Avatar utente
EMANUELA
Messaggi: 602
Iscritto il: mar mar 29, 2005 9:11 pm

Messaggio da EMANUELA »

Io SEttembre

Mia figlia Marzo

Mio padre Marzo
manu
Leonardo
Messaggi: 2609
Iscritto il: mar gen 03, 2006 9:44 pm
Scuola: 5° anno ITIS Informatica
Skype: leonardo88ro
Località: Dueville(VI)
Contatta:

Messaggio da Leonardo »

io sono nato in aprile esattamente il 14 aprile :shock:
Rossella
Messaggi: 5471
Iscritto il: gio giu 01, 2006 1:13 pm
Località: Potenza
Contatta:

Messaggio da Rossella »

I MESSAGGI DI EMANUELA OGGI RADDOPPIANO!! CHE SUCCEDE?
CMQ EMA, TU ESCI FUORI DALLA CLASSIFICA DEI MESI, MI DISPIACE MA STAVOLTA NON HAI VINTO. RITENTA!!! :lol:
IL MIO BLOG E I MIEI LIBRI: http://www.rossellagrenci.com
pieraquaglia
Messaggi: 926
Iscritto il: gio apr 27, 2006 5:31 pm

Messaggio da pieraquaglia »

Gregorio (dislessico) è nato il 14 settembre

Tommaso ed io (non dislessici) il 29 giugno

Sono però un po' perplessa su questa "distribuzione mensile" delle malattie...
Avatar utente
dany72
Messaggi: 50
Iscritto il: ven set 01, 2006 7:29 pm
Località: OSSONA(MI)

Messaggio da dany72 »

iO SONO EPILETTICA, NON HO PIù CRISI PERCHè OGNI GIORNO PRENDO LA MIA PASTIGLIA_ SONO NATA ALLA FINE DI OTTOBRE

MIA FIGLIA HA PROBLEMI DI ALIMENTAZIONE(INTOLLERANZE VARIE)_NATA A METà DICEMBRE.

MIO FIGLIO DISLESSICO_ NATO ALLA FINE DI NOVEMBRE.

QUESTA RICERCA ASSOCIATA AI MESI NON MI RISPECCHIA.
SE LEGGO LE CARATTERISTICHE DI OGNI SEGNIO ZODIACALE MI RISPECCHIO DI PIù NELLA MIA VITA QUOTIDIANA.

PIù CHE VADO AVANTI A RINCORRERE INFORMAZIONI SU COSA DIPENDE LA DISLESSIA, PIù CHE MI SEMBRA DI GIOCARE AL SUPERENALOTTO (SCUSATE LA MIA IGNIORANZA) NON ARRIVO A NIENTE,O QUASI. BISOGNIA FARE ESAMI RISONANZE MAGNETICHE ECC.. .

QUANDO VADO A FARE L'ELETTROENCEFALOGRAMMA , RISULTA SOLO CHE HO LE CRISI, MA NON MI DICE QUALE NEURONE STà DANDO I NUMERI...NON C'è UNA SPIEGAZIONE . L'UNICA DOMANDA CHE MI è STATA POSTA è" C'è QUALCUNO IN FAMIGLIA CHE HA PROBLEMI NEUROLOGICI? .
QUESTA DOMANDA MI è STATA FATTA ANCHE QUANDO MI èSTATO DETTO CHE ALESSIO è DISLESSICO, ALLORA SONO IO CHE GLI HO TRAMANDATO QUESTO "PROBLEMA"? LA RISPOSTA è STATA _ NON CENTRA NULLA. ANCHE GLI PSICOFARMACI CHE PRENDO E PRENDEVO IN GRAVIDANZA (TRANQUILLIZZATA DAL NEUROLOGO DI QUI ERO IN CURA ALLORA?).
SCUSATE DI QUESTO MIO MOMENTO DI RIFLESSIONE O SFOGO.
Rossella
Messaggi: 5471
Iscritto il: gio giu 01, 2006 1:13 pm
Località: Potenza
Contatta:

Messaggio da Rossella »

Non era nelle mie intenzioni fare DISINFORMAZIONE, nè confondere le idee già poco chiare, che TUTTI abbiamo, sulla dislessia.
Ma questa è la dimostrazione di come funziona il mondo intorno a noi!
Fai bene a sfogarti! Anch'io ho raccontato la mia storia. Il problema è che
- la medicina ancora non è una scienza esatta
- che (meno male) ognuno di noi è ANCORA, diverso dagli altri, quindi non è omologabile
- che girano articoli, tipo quello proposto, INESATTI, su una scienza ancora meno esatta!
Insomma, è un gran casino! :roll:
IL MIO BLOG E I MIEI LIBRI: http://www.rossellagrenci.com
Avatar utente
eleonora
Messaggi: 12
Iscritto il: mer feb 23, 2005 9:10 am
Località: Roma

Messaggio da eleonora »

Buongiorno a tutte/i,
è passata una vita dai miei ultimi contatti, spero mi perdonerete se ogni tanto faccio queste improvvise incursioni e poi scompaio :roll:
Ho portato finalmente Giovanni, mio figlio 15 anni, a fare la diagnosi per la dislessia, ma :shock: SORPRESA!!! il risultato è che non è dislessico!!!
Ora io vi chiedo, qualcuno sa dirmi come vengono condotti questi test?
Perchè io non sono un'esperta però lui continua a dire "stauta" invece di statua e "pollìce" invece di cipolle ecc. ecc., a scuola(I liceo) i prof. dicono che si vede che studia ma "non si sa esprimere" e "non si capisce perchè quando scrive spiega i concetti partendo dalla fine" (sic!) e per copiare i compiti dalla lavagna se li fa dettare dal compagno di banco.
Ha fatto anche test di QI, su uno è risultato bassino (85) sull'altro normale (105) e secondo il dottore che ha fatto i test di dislessia spesso questi QI non sono attendibili, quindi secondo lui sarebbe pergfettamente nomale, deve solo concentrarsi di più sullo studio e prendere Omega 3 o Gingko Biloba che lo aiuterebbero nello studio. Mah...
"Stizziscitici"
Rossella
Messaggi: 5471
Iscritto il: gio giu 01, 2006 1:13 pm
Località: Potenza
Contatta:

Messaggio da Rossella »

Se mi mandi un MP puoi spiegarmi che test gli hanno fatto e i relativi punteggi (sono logopedista).
Ciao
IL MIO BLOG E I MIEI LIBRI: http://www.rossellagrenci.com
Rossella
Messaggi: 5471
Iscritto il: gio giu 01, 2006 1:13 pm
Località: Potenza
Contatta:

Messaggio da Rossella »

SE ANDATE SU "NUOVO SCOOP" TROVATE GLI AGGIORNAMENTI!!!
CIAO
IL MIO BLOG E I MIEI LIBRI: http://www.rossellagrenci.com
francesco64
Messaggi: 8
Iscritto il: mer dic 20, 2006 3:42 pm
Località: Torino

Re: risposte lampo...

Messaggio da francesco64 »

Roberta68 ha scritto:

Ora mi sono mooolto più chiari i tuoi intenti, ma forse nonn hai torto dicendo che ciò che dici, può creare scompiglio, secondo me non per la storia in sè ma perchè il caso del tuo bambino è diverso da quelli della maggiorparte dei nostri che è solo DSA ....

Magari ne puoi parlare nelle discussioni libere anzichè negli argomenti specifici di dislessia, sono discorsi molto interessanti !
Ciao Roberta68,
leggo solo ora il tuo messagio, che mi trova sostanzialmente d'accordo.

Prima di chiudere il mio intervento (o di riproporre la cosa a tempo debito, e sempre se potrà interessare gli iscritti al forum), vorrei 'lanciare' qualche spunto di riflessione.

Con google ho fatto una velocissima ricerca usando le parole chiave 'Federico Bianchi di Castelbianco' (che penso sia conosciuto nell'ambito dell'AID o del forum) e 'dislessia'.

Il professore ha lanciato 'l'allarme dislessia' a conclusione del Convegno organizzato dall'Istituto di Ortofonologia di Roma sui Disturbi dell’Apprendimento (14-15 ottobre), tanto che la notizia è stata riportata anche dall'ANSA (...e penso che fin qui non vi sia nulla di nuovo).

Su http://www.clicmedicina.it/pagine%20n%2 ... essia1.htm

"Sono tanti i bambini italiani che, alle elementari, rivelano di avere disturbi dell’apprendimento. Fino a 30 anni fa erano 5 ogni cento. Oggi sono 30 ogni cento gli scolari in difficoltà. Per molti di loro arriva troppo facilmente la diagnosi di dislessia. E per molti altri, con altrettanta leggerezza, non si interviene confidando in una “naturale” risoluzione. Facciamo chiarezza. Dei trenta bambini con disturbi dell’apprendimento i veri dislessici sono dieci: per loro si deve intervenire con una terapia mirata e tempestiva. Altri dieci sono bambini con difficoltà scolastiche non legate alla dislessia ma ad un disagio familiare o comunque sociale che vanno anch’essi aiutati seppure in modo diverso. Gli ultimi dieci sono bambini che, davanti alla nuova esperienza scolastica, si disorientano e non riescono a “tenere il passo” ma, già in seconda elementare mostrano che, da soli, sono riusciti a vincere la battaglia."

Primo spunto di riflessione: al di là della fonte (non dichiarata) dei dati diffusi dal professore, come possiamo spiegarci il raddoppio dei casi diagnosticati di dislessia (da 5 a 10 ogni 100) avvenuto negli ultimi anni? E il 30% (che scende al 20%, dopo il 'rodaggio' della prima elementare...) di incidenza dei disturbi dell'apprendimento?
L'improvvisa 'presa di coscienza', da parte della comunità medico scientifica, dell'esistenza di un problema – o patologia – in precedenza non sufficientemente diagnosticata, non è da sola in grado di spiegare, in maniera scientifica, questo incremento: occorrerebbero infatti studi epidemiologici seri, che però non vengono fatti.
E se poi approcciamo questi dati tenendo presente la predisposizione 'genetica'? I conti non tornano comunque: vista la crescita demografica 0, si dovrebbe essere portati a pensare che vi siano in giro dei 'portatori sani' di dislessia che si sono fortunosamente 'accoppiati' nello stesso periodo! :o

Secondo spunto di riflessione: "Ogni cento bambini, nel nostro Paese, dieci soffrono di dislessia. Soprattutto maschi, il rapporto è di 4 a 1."
Come mai, secondo te? Faccio notare che un rapporto simile (o addirittura identico) accomuna dislessia, autismo e adhd. Un caso? O potrebbe invece sottendere un fattore causale 'comune denominatore'? (uno studio in vitro ha fatto emergere che il testosterone aumenta la tossicità del mercurio...)

Terzo spunto di riflessione: sono d'accordo con te, roberta, che dietro la dislessia non vi siano gli interessi economici che 'ronzano' intorno all'adhd, ma c'è un fattore che stai sottovalutando, ovvero quello della DISINFORMAZIONE e cioè sentire tutto e il contrario di tutto (cosa che fa notevolmente innervosire anche me...). Secondo te, quale sarebbe l'approccio migliore per nascondere qualcosa al grande pubblico, se non quello di confondere adeguatamente le acque? E soprattutto se la verità dovesse stare 'nel mezzo'? Per quel che vale, ti faccio un esempio: prova a digitare su google 'Einstein' e 'Dyslexia', e poi prova con 'Einstein' e 'ADHD'...
Che dire, i nostri figli hanno un futuro davvero luminoso! (mi chiedo da dove vengano tutte queste fantasiose diagnosi 'illustri'...).
Mia moglie mi ha regalato per natale l'ultimo libro di Travaglio:"LA SCOMPARSA DEI FATTI. Si prega di abolire le notizie per non disturbare le opinioni". Mi dirai: ma che c'entra?... Secondo me c'entra. Prova ad applicare questo stesso paradigma alla scienza ed alla divulgazione scientifica (e agli interessi economici che vi gravitano intorno)...

Quarto spunto di riflessione:"La dislessia viene definita dalla nosografia ufficiale (DSM IV) come un disturbo manifestato nell'apprendimento della lettura nonostante un'istruzione adeguata, in assenza di deficit intellettivi, neurologici o sensoriali e con adeguate condizioni socioculturali."
Anche l'ADHD è codificata nel Manuale Diagnostico e Statistico dei Disturbi Mentali dell'Associazione di Psichiatria Americana, e anche dell'ADHD si parla in termini neurobiologici e NON neurologici (tant'è vero che qualcuno la dipinge come un insieme di comportamenti del tutto normali nell'età evolutiva, ma ti assicuro che i genitori a cui è stata diagnosticata nei figli non la vedono esattamente così...). Che cosa bisogna pensare? Mah...

'Per la cronaca', volevo solo farti sapere che in seconda elementare pensavamo che nostro figlio fosse dislessico (inversioni sillabiche, confusione fra a/e, p/q, b/d ecc. e inversioni dei valori di posizione decine/unità - 13 diventava 31) e quindi lo portammo privatamente da Loredana Garnero (che, almeno fino a qualche anno fa, era membro attivo dell'AID - la conosci per caso?-). Dopo un paio di incontri (e relative 'batterie' di test) Garnero ci disse che non era propriamente dislessico, ma che aveva notato in lui un deficit delle abilità visuospaziali.

Come vedi le sfumature possono essere tante, e un'etichetta diagnostica non sempre può essere di per sé esaustiva.

Spero di avere fatto delle considerazioni utili.
Avatar utente
Andre
Messaggi: 1004
Iscritto il: ven gen 13, 2006 1:45 pm
Scuola: II media
Località: San Donato Milanese
Contatta:

Messaggio da Andre »

scusate l'intromissione ma:
"... 'Federico Bianchi di Castelbianco' (che penso sia conosciuto nell'ambito dell'AID o del forum) e 'dislessia'. "
io non lo conosco e non ne ho mai sentito parlare e...sicuramente per mancanza d'informazione mia personale, o poca cultura in merito, ma...
leggendo gli ultimi post mi sono un po persa
non capisco cosa c'entri tutto cio' che e' stato scritto
cosa c'entrano i metalli


questo forum e' utile xche' se si vuole mettere a disposizione degli altri una notizia inerente la dislessia, la si scrive o riporta nella sua totalita' cercando di renderla accessibile e chiara a tutti, perche' possa essere discussa, valutata, approfondita
scusami francesco, ma sinceramente non ho ancora capito dove vuoi arrivare... :(

=((

"Come ho fatto a capire che mio figlio era intossicato da mercurio? Prima una ricerca su internet, poi un esposto presentato alla procura della repubblica di Torino e, contemporaneamente, un mineralogramma del capello fatto eseguire attraverso una farmacia di zona... "
Scusa di nuovo la mia poca informazione, ma un'intossicazione da mercurio non viene diagnosticata in modi piu' specifici , scientifici e medici?

"Non è questione di ideologie, credimi. In questi anni ho solo capito che cosa è successo in Italia, dal 1995 al 1998 in particolare. E dal momento che trattasi di una storia lunga e dettagliatamente documentata, non posso raccontarla li per li. Può anche darsi, poi, che non interessi a nessuno. Ma può anche darsi di no. E non è neanche mia intenzione innescare delle reazioni non auspicabili per il ...."

Se vuoi darci qualche informazione che ritieni utile dovresti essere piu' esplicito e chiaro...

scusate l'intervento :oops:
Cristina

La nostra felicità è nel bene che facciamo, nella gioia che diffondiamo, nelle lacrime che asciughiamo, nel sorriso che facciamo fiorire

il mio blog

facebook:evento la mia letterina di Natale
Rossella
Messaggi: 5471
Iscritto il: gio giu 01, 2006 1:13 pm
Località: Potenza
Contatta:

Messaggio da Rossella »

Mi sa che si sta facendo un pò di confusione, scusate se mi intrometto.
Francesco, mi sembra che gestisci notizie che non sono di dominio comune al forum, ma basta saperlo!
Innanzitutto il dottore che citi non ha nulla a che fare con l'AID ma con un Centro Privato da lui fondato. Che proprio in occasione del convegno nel suo centro ha trasmesso notizie da noi non condivise e molto generiche (non mi addentro perchè andando indietro puoi trovare quello di cui parlo) in tutta Italia. Nonostante ho trovato molto interessante quello che scrive la Garnero nel suo libro, non credo che abbia i titoli per fare, da sola, una diagnosi o meno di dislessia, che non so se escludere davvero nel caso di tuo figlio.
Forse bisognerebbe parlare ...poco alla volta, e aiutando l'altro a capire i presupposti del discorso.
Ciao
IL MIO BLOG E I MIEI LIBRI: http://www.rossellagrenci.com
Rispondi