SCUOLA STEINERIANA

sfoghi, richieste di aiuto, consigli

Moderatore: Moderatori

Rispondi
wilma
Messaggi: 8
Iscritto il: mar nov 02, 2004 5:09 pm
Località: milano

SCUOLA STEINERIANA

Messaggio da wilma » mer nov 10, 2004 7:38 pm

Ciao a tutti, rispondo a Pam e a chi fosse interessato.
La nostra esperienza alla scuola Steineriana di Via Pini di Milano è stata senz'altro positiva.
Mio figlio ha frequentato i primi 3 anni di elementari presso la scuola pubblica locale con le frustazioni, delusioni e la grande fatica per arrancare più o meno a pari della classe che voi conoscete.
Le sue maestre puntavano molto sulla competizione e mano a mano che l'autostima di mio figlio diminuiva abbiamo cercato una scuola alternativa.
E' stato faticoso riuscire a pagare la retta (la scuola si autofinanzia con le rette e le donazioni) e fare tutti i giorni un sacco di strada per arrivarci (nonostante sia a Milano dista da casa nostra 35 km.) ma sicuramente è stato il modo per arrivare alla III media serenamente.
Non sarei in grado di spiegare in cosa consiste la pedagogia steineriana, invito chi interessato a visitare il sito www.rudolfsteiner.it, a leggere i vari libri in commercio (ad es. "educare alla libertà") e a visitare le scuole durante i giorni della "scuola aperta" che a Milano si tengono in maggio.
In breve Vi posso dire che è un modo di imparare diverso sia per chi ha problemi di dislessia che per chiunque.
Nessuna competizione (durante le elementari non si danno voti), molto lavoro di gruppo e di collaborazione, rispetto per i tempi individuali di apprendimento, insegnamento a epoche (per un certo periodo, un'epoca appunto, si fa solo 1 materia tra le principali, quindi solo compiti di una materia, per poi passare ad un'altra.
Molte ore di materie artistiche, che sicuramente danno respiro alla necessaria concentrazione che le materie come italiano e matematica richiedono, e con le quali si sviluppa la propria personalità e creatività.
Il percorso va oltre all'asilo fino alla III media cioè l'8 in quanto non vi è stacco tra le elementari e le medie, il maestro accompagna la classe per tutto il percorso ed è coadiuvato da altre insegnanti mano a mano che il programma lo richiede.
Vorrei dirvi di più ma starei qui delle ore.
Concludo dicendo che per mio figlio andare a scuola era un piacere!!! (il che è tutto dire!).
Ciao a tutti
Wilma

Avatar utente
pam
Messaggi: 356
Iscritto il: lun ott 04, 2004 9:06 pm
Località: roma

GRAZIE!!!

Messaggio da pam » sab nov 13, 2004 10:06 am

Ciao Wilma,
ti ringrazio tantissimo di avermi risposto anche perché è da tantissimo tempo che cerco informazioni da parte di chi ha avuto un'esperienza diretta nella scuola steineriana. Mi hai dato una risposta utile che mi aiuterà di certo nella scelta. L'unico dubbio che mi rimane è questo: quando passano ad una scuola "classica", diciamo così, come si trovano? E poi, qual è il livello di preparazione culturale che danno in queste scuole? Scusa se ti faccio questa domanda, mi rendo conto che è molto difficile generalizzare, in qualsiasi scuola dipende molto dagli insegnanti che incontri ma cerco di sapere se una volta passati alla scuola "classica" hanno difficoltà profonde oppure no.
Grazie ancora se potrai rispondermi di nuovo e un abbraccio per la gentile risposta che mi hai inviato.
=thx
pam

wilma
Messaggi: 8
Iscritto il: mar nov 02, 2004 5:09 pm
Località: milano

Messaggio da wilma » mar nov 16, 2004 5:15 pm

Ciao Pam,
quest'anno mio figlio frequenta la I liceo scienze sociali e devo dire che nonostante le sue difficoltà nella lettura, nei calcoli (non ricorda le tabelline) e in inglese, che non dipendono dalla scuola steineriana ma dalla sua probabile dislessia, fino ad adesso sta andando benino.
Nelle verifiche ha preso quasi sempre la sufficienza e anche nelle interrogazioni, direi che è nella media della classe (ovviamente ci sono quelli che prendono gli 8 e 9 ma anche quelli che prendono i 2).
Presumo quindi che la scuola steineriana gli abbia dato una preparazione sufficiente per affrontare un liceo. Anche se era abituato ad avere più tempo, se era necessario, per fare le verifiche.
Altri suoi ex compagni che ora frequentano lo scientifico stanno andando anche bene quindi la convinzione che alla Steineriana non si studia non è vera. E' un altro modo di studiare. Ad es. la storia è distribuita negli otto anni e così le altre materie (non come le scuole pubbliche dove si arriva ad un certo punto in 5a elem. e poi si ricomincia da capo nelle medie).
Devo dire che lui non ha avuto nessuna difficoltà ad inserirsi nella nuova scuola, anche perchè negli ultimi anni erano stati abituati alle verifiche nel senso classico ed al sistema diciamo normale. (a parte non sapere cosa fosse il 7 in condotta!).
Sicuramente l'ha aiutato ad acquisire sicurezza e autostima che non so se in una scuola tradizionale avrebbe acquisito (grazie anche alle numerose recite davanti al pubblico che hanno fatto).
Scrivimi pure se pensi che possa darti altre info.
un caldo saluto
wilma

Avatar utente
pam
Messaggi: 356
Iscritto il: lun ott 04, 2004 9:06 pm
Località: roma

Grazie

Messaggio da pam » gio nov 18, 2004 11:44 am

Grazie della risposta, mi hai detto esattamente ciò che immaginavo da sola. Avevo solo bisogno di una conferma da chi ci è passato direttamente. Quello che desidero di più per mio figlio è una buona autostima e tanta tranquillità. Inoltre trovo inutile correre per fare tutto in 5 anni e poi ricominciare daccapo. Penso che con tranquillità le cose si apprendano meglio e per un tempo più lungo.
Ci sono un sacco di cose che ho studiato e ristudiato (io sono sempre stata fra i migliori della classe) e che adesso non ricordo se non vagamente! Che inutilità!!!
Un grande abbraccio e grazie.
pam

Rispondi