so parlare ma non so la grammatica

sfoghi, richieste di aiuto, consigli

Moderatore: Moderatori

Marcello
Messaggi: 75
Iscritto il: gio nov 23, 2006 3:20 pm

so parlare ma non so la grammatica

Messaggio da Marcello » gio mar 08, 2007 4:37 pm

salve a tutti sono Marcello, sono tornato dopo un po di tempo causa il computer rotto con una riflessione (domanda o quello che volete) rivolta ai ragazzi, genitori dislesici

capita anche a voi che quando parlate di esprimervi in maniera corretta, non sbagliando i congiuntivi, articolando bene le frasi....
ma se vi chiedono il trapassato prossimo di un qualsiasi verbo è buio totale ??

la stessa cosa mi capita anche in inglese oltre che in italiano, io l'inglese lo capsco, lo parlo (anche molto bene a detta della mia prof) ma quando si tratta di fare le verifiche di vocaboli e di grammatica prendo sepre e inevitabilmente 2,3 o 4!!!

Rossella
Messaggi: 5471
Iscritto il: gio giu 01, 2006 1:13 pm
Località: Potenza
Contatta:

Messaggio da Rossella » gio mar 08, 2007 4:58 pm

Marcello carissimo, sentivo la tua mancanza ( 8) ho dubitato di te, pensando che eri scomparso per non essere "sgamato" si dice a Napoli, cioè scoperto dai tuoi prof.).
Intanto ti rispondo io anche se non sono dislessica. Le regole di grammatica, di qualsiasi lingua, ma anche quelle di matematica, richiedono un funzionamento della memoria verbale a breve termine che ai dislessici a volte fa le bizze, soprattutto se non è collegata a niente di concreto nel senso di "Immaginabile" visivamente. Se tu provassi a creare una frase anche molto bizzarra per ogni tempo di un verbo riusciresti a memorizzarlo meglio. Mi rendo conto che questo richiede non poca pazienza e tenacia, ma so che a te non manca!
Cmq: anche io non ricordo bene i tempi dei verbi, ma non lo dire in giro :roll: ! :wink:
Ciao
IL MIO BLOG E I MIEI LIBRI: http://www.rossellagrenci.com

Avatar utente
ti
Messaggi: 591
Iscritto il: gio feb 17, 2005 11:53 am
Località: Sanluri (MD)
Contatta:

Messaggio da ti » gio mar 08, 2007 6:15 pm

Vedi Marcello, anche Samuela, mia figlia, parla un italiano pressochè perfetto e questo sin da quando era piccolissima, usa perfettamente i tempi dei verbi, ma anche di recente in classe (V° ist. d'arte) è stata redarguita dall'insegnante perchè non ha riconosciuto il tempo di un verbo. L'insegnante l'ha avvilita davanti a tutti i compagni.
Samuela le ha risposto che era dalle elementari o forse medie che non li studiava e poi le ha fatto notare che molti conoscono bene tutto lo schema ma poi di fatto usano i condizionali al posto del congiuntivo, perciò preferiva non riconoscere il tempo ma usarli appropriatamente. :wink:

Anche io sono contenta così, capisco che per lei sia molto complicato, perchè anche io li ho fatti l'ultima volta alle medie, ma li ricordo senza nessuna difficoltà, e questo vuol dire che davvero non può ricordarli.

Ti

Leonardo
Messaggi: 2609
Iscritto il: mar gen 03, 2006 9:44 pm
Scuola: 5° anno ITIS Informatica
Skype: leonardo88ro
Località: Dueville(VI)
Contatta:

Messaggio da Leonardo » gio mar 08, 2007 6:23 pm

Io alle elementari non so quante volte li ho fatti perchè me li faceva sempre scrivere tutte le volte sul quaderno ecc ecc eppure non li so e in grammatica prendevo 3/4 ora per fortuna al triennio non la facciamo più però l'altro giorno abbiamo fatto compito sul lessico e se prendo 1 mi sa che sono fortunato anche perchè nela prima scheda su 85 punti la sufficenza era a 75 :8

Avatar utente
Elisabetta
Messaggi: 4453
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:23 pm
Skype: betty--
Località: Pesaro

Messaggio da Elisabetta » gio mar 08, 2007 7:46 pm

Grazie Marcello per aver sollevato una questione così delicata e bentornato!

Grazie a Rossella per la sua consulenza.

Sabato voglio andare a parlare con la prof. di di italiano (supplente della supplente, della supplente.... senza scherzi!!!). Ma tante volte è meglio l'insegnante alle prime armi di quella che CREDE di essere esperta!

Devo andarle a spiegare per l'ennesima volta che Diego, seppure sappia parlare un buon italiano, non può fare buone verifiche di grammatica.

Questa discussione giunge proprio in tempo.

Bentornato Marcello!
Per firmare la PETIZIONE
http://www.petitiononline.com/amicar01/petition.html

INDICE: http://www.dislessia.org/forum/viewtopic.php?t=2345

nel sito www.dislessiainrete.org ci sono 3 guide scaricabili per insegnanti, per genitori e per studenti

Marcello
Messaggi: 75
Iscritto il: gio nov 23, 2006 3:20 pm

Messaggio da Marcello » gio mar 08, 2007 8:34 pm

come dire......

l'uomo giusto al momento giusto :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :lol: :%

Matrix
Messaggi: 352
Iscritto il: mer feb 08, 2006 12:39 pm

Messaggio da Matrix » ven mar 09, 2007 2:16 pm

Per me la grammatica è sempre stata buio totale. Non capivo (e non capisco) la necessità di studirla. Che io sappia pronunciare o scrivere bene un congiuntivo o declinare correttamente un verbo, per me non ha nulla a che fare col sapere che quello è un congiuntivo o un passato prossimo.

Lo stesso dicasi con la matematica. Non sono mai riuscita ad impare le formule che, come tali, non mi hanno mai consentito di imparare la matematica e quindi non ne ho mai compreso la necessità. Però da allora, e ancora oggi, senza formule e senza, a volte, averle mai manco studiate, se mi si presenta un problema matematico che ho necessità di risolvere (questo è essenziale) allora lo risolvo.

Il guaio è stato che sia le formule matematiche che la grammatica per quanto io le abbia studiate non sono mai riuscite a rimanermi nella mente.

Mio figlio da questo lato è uguale a me: niente formule e niente grammatica. Lui è anche disgrafico e disortografico e legge con estrema difficoltà.
Il suo problema solo oggi mi ha fatto capire che per alcuni, forse per la maggior parte della gente, sono necessarie le formule per capire la matematica e la grammatica per parlare correttamente. Io non riesco a capire come facciano, come possa una formula farti comprendere come si risolve un problema, o la grammatica farti pronunciare correttamente un frase (per me è solo una questione di orecchio, un frase scorretta suona come una stonatura). Questo è.

Avatar utente
Crystal
Messaggi: 41
Iscritto il: mer feb 14, 2007 1:57 pm
Località: Milano
Contatta:

Messaggio da Crystal » ven mar 09, 2007 8:51 pm

Rispondo da dislessica lieve, mai diagnosticate e ormai adulta, non mi ricordo una formula o un tempo grammaticale, un nome o una data storica, ma ancora oggi potrei darti la dimostrazione di un teorema geometrico, o farti l'analisi dei motivi per cui è scoppiata una guerra e a volte correggo i refusi delle mie college giornaliste, al contrario, mi ricordo le regole dell'inglese ma se mi chiedono un'indicazione resto imbambolata perchè al momento non mi ricordo neanche un vocabolo....

Ognuno di noi è diverso, grazie a Dio, perchè secondo me la ricchezza di ognuno dipende proprio dalle nostre diversità. Le difficoltà scolastiche sono frustranti, parecchio anche, ma nessuno mai nella vita reale avrà la necessità di chiederti il trapassato di un verbo. Vedrai che avrai la possibilità di dimostrare le tue notevoli capacità in futuro.
Ciao
Stefania

Rossella
Messaggi: 5471
Iscritto il: gio giu 01, 2006 1:13 pm
Località: Potenza
Contatta:

Messaggio da Rossella » ven mar 09, 2007 9:18 pm

Crystal ha scritto: Le difficoltà scolastiche sono frustranti, parecchio anche, ma nessuno mai nella vita reale avrà la necessità di chiederti il trapassato di un verbo. Vedrai che avrai la possibilità di dimostrare le tue notevoli capacità in futuro.
E' questa la cosa incredibile che la scuola non riesce ancora a capire. Si è cristallizzata a un modo di insegnare che serviva agli scolaretti medioevali!!! :evil:
Mio figlio Lorenzo, quasi 15, un pò bulletto come carattere :? , mi ha raccontato che oggi dal dentista ha incontrato in sala d'attesa un papà che aveva il figlio in cura, e ha cominciato a discutere con lui sulla scuola, che già capiva dall'atteggiamento di Lorenzo che non era uno che se ne importava molto di studiare...Lorenzo ha risposto: le persone mediocri non andranno avanti nella vita :shock: (voleva dire che si vedrà da altre cose se riuscirai ad andare avanti nella vita!). Gli ho detto che forse con un adulto aveva osato un pò troppo rispondere a quel modo....ma aveva ragione! :roll:
IL MIO BLOG E I MIEI LIBRI: http://www.rossellagrenci.com

Matrix
Messaggi: 352
Iscritto il: mer feb 08, 2006 12:39 pm

Messaggio da Matrix » lun mar 12, 2007 2:06 pm

Rossella ha scritto: ...Lorenzo ha risposto: le persone mediocri non andranno avanti nella vita :shock: (voleva dire che si vedrà da altre cose se riuscirai ad andare avanti nella vita!). Gli ho detto che forse con un adulto aveva osato un pò troppo rispondere a quel modo....ma aveva ragione! :roll:
Non 'aveva', ma 'ha' assolutamente ragione.
La nostra scuola è il regno della mediocrità, essa non ammette deroghe a questo suo modo di essere e, parimenti, non viene apprezzato chi è sotto il livello medio come chi è sopra di esso.
Il dislessico è poi una anomalia per eccellenza. Egli non è classificabile sotto il livello medio (come i down, per esempio, ormai ampiamente accettati dal sistema scolastico) e, per giunta, producono spesso delle punte di eccellenza assolutamente anomale. Classificarlo diventa un bel problema. Gli insegnanti spesso manifestano 'sorpresa'. La professoressa di matematica si lamenta perchè mio figlio non capisce i classici problemi di matematica, ha difficoltà ad interpretarli. Forse è ovvio viste le sue difficoltà a leggere. Ma lei si stupisce perchè poi non ha alcun problema a capire la radice quadrata, il teorema di pitagora, ecc...

Leonardo
Messaggi: 2609
Iscritto il: mar gen 03, 2006 9:44 pm
Scuola: 5° anno ITIS Informatica
Skype: leonardo88ro
Località: Dueville(VI)
Contatta:

Messaggio da Leonardo » lun mar 12, 2007 10:30 pm

come immaginavo oggi ha consegnato i compiti di lessico e come sapevo mi è andato malissimo e anche se non aveva ancora scritto il voto e aveva dato la griglia di valutazione solo dal 6 al 10 ho fatto il calcolo che teoricamente ho preso 2.
mi ha un pò dato fastidio però che quando ha fatto il discorso generale su come è andato il compito si è messa a dire che c'ero io che devo aver fatto sciopero perchè l'ho lasciato praticamente in bianco, gli va bene che non sono un tipo che se la prende perchè potrei fare casino visto che ha fatto solo il mio nome e che andava contro la privacy, no?
cmq non mi interessa come gli ho risposto mica l'ho lasciato in bianco per fare sciopero non mi diverto mica a prendere 2 se mi è andato male è perchè veramente non sapevo le cose e la risposta è stata "allora è ancora peggio"

Rossella
Messaggi: 5471
Iscritto il: gio giu 01, 2006 1:13 pm
Località: Potenza
Contatta:

Messaggio da Rossella » lun mar 12, 2007 11:07 pm

Scusa l'ignoranza, ma mi spieghi cosa è il compito di lessico?
IL MIO BLOG E I MIEI LIBRI: http://www.rossellagrenci.com

Avatar utente
ketti
Messaggi: 116
Iscritto il: ven mar 09, 2007 4:36 pm
Località: Messina
Contatta:

anche io

Messaggio da ketti » mar mar 13, 2007 10:07 am

ciao marcello, anche io so parlare me non so la grammatica, in fatti molte volte quando dico a qualcuno che sono dislessica mi dicono: con aria di quelli che non ci credono, non sembra per come parli!!!! forse credono che noi dislessici siamo tutti portatori di un endicap visibbile non sanno che è molto più profondo e sensibbile.
I miei prof, 20 fa e oltre mi facevano leggere un infinità di libri x forza cosi avrei ipparato a leggere e a scrivere, forse quelle torture mi hanno fatto imparare a parlare forse...ciao ciao :lol: :D :roll:
VAN GOGH disse: " Il modo migliore di amare la vita e amare molte cose.

Matrix
Messaggi: 352
Iscritto il: mer feb 08, 2006 12:39 pm

Messaggio da Matrix » mar mar 13, 2007 1:32 pm

Leonardo ha scritto:come immaginavo oggi ha consegnato i compiti di lessico e come sapevo mi è andato malissimo e anche se non aveva ancora scritto il voto e aveva dato la griglia di valutazione solo dal 6 al 10 ho fatto il calcolo che teoricamente ho preso 2.
mi ha un pò dato fastidio però che quando ha fatto il discorso generale su come è andato il compito si è messa a dire che c'ero io che devo aver fatto sciopero perchè l'ho lasciato praticamente in bianco, gli va bene che non sono un tipo che se la prende perchè potrei fare casino visto che ha fatto solo il mio nome e che andava contro la privacy, no?
cmq non mi interessa come gli ho risposto mica l'ho lasciato in bianco per fare sciopero non mi diverto mica a prendere 2 se mi è andato male è perchè veramente non sapevo le cose e la risposta è stata "allora è ancora peggio"
Caro Leonardo, se hai tempo e se non ti dispiace, mi piacerebbe mi raccontassi quale scuola fai e come l'hai scelta.

Leonardo
Messaggi: 2609
Iscritto il: mar gen 03, 2006 9:44 pm
Scuola: 5° anno ITIS Informatica
Skype: leonardo88ro
Località: Dueville(VI)
Contatta:

Messaggio da Leonardo » mar mar 13, 2007 1:40 pm

Rossella ha scritto:Scusa l'ignoranza, ma mi spieghi cosa è il compito di lessico?
praticamente metteva delle parole ad esempio verbi e bisognava farli diventare nomi o aggettivi ecc poi parole che bisognava spiegare il significato e fare degli esempi pratici eppoi alla fine cerano delle frasi e bisognava riscriverle usando un linguaggio migliore, cmq semmai quando lo consegna spiego meglio.
Matrix ha scritto:Caro Leonardo, se hai tempo e se non ti dispiace, mi piacerebbe mi raccontassi quale scuola fai e come l'hai scelta.
Faccio L'itis e l'avevo scelto perchè mi piaceva l'informatica

Rispondi