A CHE PUNTO E' LA LEGGE ?

sfoghi, richieste di aiuto, consigli

Moderatore: Moderatori

Avatar utente
liliana
Messaggi: 2604
Iscritto il: mer mar 18, 2009 3:58 pm
Scuola: Figlio 2° anno di università
Località: NAPOLI
Contatta:

Re: A CHE PUNTO E' LA LEGGE ?

Messaggio da liliana »

mamma Rosa ha scritto:Letta, firmata e condiviso l'evento... :wink:
Anch'io!!! :lol:
Avatar utente
gloria
Messaggi: 2273
Iscritto il: ven ott 01, 2004 1:02 am
Località: Roma e Viareggio

Re: A CHE PUNTO E' LA LEGGE ?

Messaggio da gloria »

quidla ha scritto:Sono veramente allibita dai toni del battibecco ed in particolare dall'atteggiamento verbale di Cristina.
Dissento sugli emendamenti, per quanto condivisibili nei contenuti, poichè comportano il ritorno della legge alla Camera.

Vado avanti con la mia inziativa a favore dell'approvazione "immediata" della legge. Le firme sono già 500 in soli due giorni. Aspetterò qualche giorno ancora e poi invierò ai media.
Chi vuole leggere e firmare la lettera può farlo qui:
http://www.facebook.com/topic.php?topic ... 023&ref=mf

Ciao a tutti!
Laura
Grazie!
Firmato su FB...ma non serviranno anche delle vere firme?
elena44
Messaggi: 1581
Iscritto il: lun feb 12, 2007 12:24 pm
Scuola: Cleo.Gerri 2 Giardinaggio

Re: A CHE PUNTO E' LA LEGGE ?

Messaggio da elena44 »

Firmato e condiviso su FB!!
elena44
Avatar utente
anna68
Messaggi: 4495
Iscritto il: ven dic 16, 2005 12:37 pm
Scuola: 1°UNIVERSITA -3 LINGUISTICO

Re: A CHE PUNTO E' LA LEGGE ?

Messaggio da anna68 »

FATTO ANCH'IO
E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio. (Albert Einstein)
Sito: Sito: http://www.dislessia-passodopopasso.it/
Blog: http://www.dislessia-passodopopasso.blogspot.com/
https://sites.google.com/site/spagnoloinregole/
quidla
Messaggi: 205
Iscritto il: mer lug 09, 2008 3:23 pm
Scuola: secondaria 1° grado
Località: Vicenza

Re: A CHE PUNTO E' LA LEGGE ?

Messaggio da quidla »

Grazie e tutti! Le firme sono già più di 700!!
Sono di genitori ma ci sono anche molti insegnanti, tecnici, giovani dilsessici ed alcuni simpatizzanti. Si sono mossi anche i parenti: fratelli, nonne, zie.....

L'appello è già uscito su:

La Tribuna di TV
IL GIORNO (e si trova già in rassegna stampa del Ministero della PI)
L'informazione di Reggio Emilia
Linformazione di Parma

Inoltre su Internet a questi link, oltre che in vari blog e aggregatori di notizie tipo Wikio ecc:
http://www.didaweb.net/fuoriregistro/leggi.php?a=14102
http://scuolamagazine.it/2010/07/27/leg ... essia-dsa/
http://www.finanzainchiaro.it/dblog/art ... icolo=9506
http://superando.eosservice.com/content/view/6261/121
http://www.retescuole.net/contenuto?id=20100726203016
http://www.tecnicadellascuola.it/index. ... sia&mark=1

Ciao a tutti, Laura
Laura mamma di un bambino dislessico
http://www.facebook.com/pages/Vicenza-I ... all&ref=ts
Avatar utente
Pipo
Messaggi: 1000
Iscritto il: gio ott 22, 2009 11:07 pm
Scuola: 3° Secondaria di primo grado
Località: Ascoli Piceno

Re: A CHE PUNTO E' LA LEGGE ?

Messaggio da Pipo »

Non mi piace il ruolo del pessimista ma, le tensioni sempre più forti nei quartieri alti della politica Italiana, lanciano strane luci sulle nostre speranze di approvazione in tempi brevi della Legge sui DSA.

Qualche pagina sopra ho letto:
cristina.ligotti ha scritto:Forse non avete compreso che l'approvazione di questa legge in tempi molto brevi è un desiderio più mio che vostro...infatti durante l'incontro si è ribadito più volte...ci è stato assicurato che la legge sarà approvata ad ottobre anzichè a settembre...un mese non mi pare un periodo di tempo inaccettabile!!!
Vorrei tanto avere le tue stesse certezze ma questo significherebbe inesorabilmente che i nostri Parlamentari, non sarebbero altro che miseri attori interpreti di un copione già scritto che prevede occasionali spettacoli pirotecnici, necessari a tenere alta l'attenzione popolare.
Le ultime vicende politiche che stanno riempiendo le pagine di tutti i quotidiani nazionali, fanno capire chiaramente che in autunno le aule saranno terreno di battaglia per molti problemi ma, trattandosi di "poltrone", non credo che tra essi ci saranno i DSA.

Spero vivamente di sbagliarmi così, oltre ad avere la nostra tanto attesa Legge, saprò ancora meglio comprendere le "faccende" della nostra politica! :shock: :shock: :shock:

Buone vacanze a chi sta partendo.

Ciao, Pipo.
Se potessi tornare bambino, avrei un unico desiderio, rivivere nelle vesti di mio figlio per provare l'emozione di diventare grande, accanto ad un piccolo papà.

http://www.youtube.com/watch?v=m26lrY8lWS8
Costanza
Messaggi: 2843
Iscritto il: gio mag 22, 2008 8:26 pm
Scuola: Eevee Universit Supernick 3med

Re: A CHE PUNTO E' LA LEGGE ?

Messaggio da Costanza »

Sempre se il governo reggerà fino a questo autunno.
Purtroppo, non ci resta che incrociare le dita e sperare ma è molto difficile non essere pessimisti visto quello che si legge sui giornali.
Gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini. (G. Falcone)
sabrina68
Messaggi: 1552
Iscritto il: ven lug 25, 2008 10:10 am
Località: Genova

Re: A CHE PUNTO E' LA LEGGE ?

Messaggio da sabrina68 »

Come sempre, non essendo sufficientemente esperta in materia :P , mi limito nell'interesse generale a seguire l'iter e a segnalare i Resoconti.

http://www.senato.it/japp/bgt/showdoc/f ... &id=504071

"Legislatura 16º - 12ª Commissione permanente - Resoconto sommario n. 188 del 28/07/2010
IGIENE E SANITA' (12ª)

MERCOLEDÌ 28 LUGLIO 2010
188 Seduta

Presidenza del Presidente
TOMASSINI

La seduta inizia alle ore 15,05.

IN SEDE CONSULTIVA

(1006-1036-B) Nuove norme in materia di disturbi specifici d'apprendimento in ambito scolastico, approvato dal Senato in un testo risultante dall'unificazione dei disegni di legge d'iniziativa dei senatori Vittoria Franco ed altri; Asciutti ed altri; modificato dalla Camera dei deputati

(Parere alla 7a Commissione. Seguito e conclusione dell'esame. Parere favorevole con osservazioni e raccomandazioni.)

Riprende l'esame sospeso nella seduta del 20 luglio scorso, in cui si è svolta la relazione introduttiva.
Il PRESIDENTE dichiara quindi aperta la discussione generale.

La senatrice ADERENTI (LNP), dopo aver ricordato come nel corso dell'esame in prima lettura presso la Commissione Istruzione in sede deliberante si sia svolta una riflessione altamente approfondita ai fini dell'elaborazione di un testo condiviso da tutte le forze politiche, esprime forti perplessità su taluni aspetti del testo legislativo che sono stati successivamente oggetto di penetrante modifica nel corso dell'esame presso la Commissione omologa della Camera dei deputati in sede legislativa. Al riguardo, alla luce della sua profonda conoscenza riguardo alle problematiche dei bambini affetti da disturbi specifici di apprendimento (DSA) maturata nel corso della sua pregressa esperienza di qualità di insegnante, evidenzia criticamente quanto previsto alla lettera f), comma 1, dell'articolo 2, secondo cui erroneamente a suo giudizio si indica tra le finalità della proposta legislativa in esame quella di favorire percorsi didattici riabilitativi, laddove invece occorrerebbero idonee azioni di sostegno per gli insegnanti. Coglie quindi l'occasione per contestare i contenuti di cui alla successiva lettera h) del medesimo articolo, facendo presente che l'obiettivo della scuola è quello di preparare alla professione e non di sviluppare le capacità professionali.

Con riferimento all'articolo 3, concernente le modalità di diagnosi precoce, desta a suo giudizio forti perplessità la previsione che le Regioni possano, in mancanza di équipe specializzate presso le proprie strutture sanitarie pubbliche, ricorrere al settore privato, nel rispetto tuttavia dei limiti delle risorse umane, strumentali e finanziarie disponibili, con l'evidente rischio di non riuscire ad assicurare l'uniforme erogazione del servizio. A suo avviso, sarebbe stato preferibile lasciare inalterata la formulazione presente nel testo approvato dal Senato, riservandosi pertanto di presentare proposte emendative in tal senso presso la Commissione di merito. Ricorda quindi come nella regione Lombardia siano presenti presso le ASL nuclei di esperti e specialisti che - dietro pagamento di tickets come per qualsiasi prestazione specialistica - si occupano di diagnosi precoce per bambini a partire dall'età di sette anni, nonché seguono il percorso scolastico anche mediante una efficace interazione con la famiglia.

A fronte delle ordinarie forme di finanziamento disposte dal Ministero dell'istruzione e dell'università e della ricerca per le iniziative di formazione e aggiornamento del personale docente, reputa quindi che l'ulteriore stanziamento finanziario previsto sarebbe stato a suo giudizio più proficuamente impiegato per la realizzazione di un'azione coordinata e in rete tra le istituzioni scolastiche e le ASL territoriali, tenuto conto che, al di là dei corsi di formazione teorici, l'aspetto principale è costituito dal sostegno che gli operatori delle ASL riescono ad offrire all'insegnante nell'esperienza pratica ogni qualvolta emergano dubbi ed interrogativi.

Lamenta infine la soppressione della lettera d), del comma 1, dell'articolo 5 nel testo approvato dal Senato, ritenendo indispensabile concedere tempi aggiuntivi agli studenti colpiti da DSA nella prospettiva di offrire un'agevolazione per affrontare con maggiore serenità le prestazioni scolastiche.

Esprime infine vivo compiacimento per l'istituzione del Comitato scientifico al comma 3 dell'articolo 7, raccomandando tuttavia un maggiore coordinamento con il Ministero della salute ai fini dell'attività di controllo sulla corretta ed uniforme applicazione dei protocolli da parte delle Regioni.



La senatrice BASSOLI (PD) rileva come, alla luce delle considerazioni espresse dalla senatrice Aderenti, si confermano i profili problematici che a suo avviso emergono dalla proposta in esame, anche e soprattutto per un osservatore estero e non pienamente a conoscenza dell'argomento. Riconosce tuttavia a tale disegno di legge il merito di aver richiamato all'attenzione l'esigenza di individuare idonee misure di sostegno per gli studenti affetti dai disturbi dell'apprendimento. Si tratta di disagi spesso non compresi dalla scuola in cui ultimamente si registra un clima di severità formale che spinge a interpretare tali segni come un atteggiamento di disimpegno, di disinteresse ovvero di mancanza di volontà allo studio. Occorre pertanto una maggiore sensibilità da parte della scuola e della famiglia circa la capacità di comprendere le difficoltà che tali disturbi comportano. E' quindi necessario assicurare una formazione adeguata degli studenti attraverso percorsi didattici mirati e con l'ausilio di strumentazioni idonee.

Concorda inoltre con la senatrice Aderenti circa le perplessità manifestate in merito ad alcune modifiche introdotte nel corso dell'esame presso la Camera dei deputati, contestando che tra gli obiettivi della scuola vi sia quello della formazione professionale, specialmente per quel che concerne l'istruzione primaria. Evidenzia inoltre le difficoltà presenti all'interno degli stessi sistemi sanitari regionali nell'assicurare servizi di diagnosi precoce nell'ambito di trattamenti specialistici osservando come, a fronte dei pesanti tagli intervenuti nel settore sanitario, appaia inconcepibile che tali servizi, non offerti dalle strutture pubbliche, possano essere vieppiù assicurati nel settore privato.

Sottolinea quindi l'importanza di promuovere una idonea preparazione degli insegnanti nonché favorire la sensibilizzazione sui problemi dei DSA da parte dei genitori, i quali hanno la possibilità di cogliere precocemente tali segni. Reputa a tal fine pertanto i finanziamenti previsti assolutamente necessari.



Nessun altro chiedendo di intervenire, si chiude quindi la discussione generale.



Il PRESIDENTE, in qualità di relatore, illustra e dà lettura di uno schema di parere favorevole con osservazioni e raccomandazioni - pubblicato in allegato al resoconto della seduta - ricordando che i senatori che ne ravvisassero l'esigenza potranno avanzare emendamenti all'iniziativa legislativa in titolo, all'esame, in sede deliberante presso la Commissione Istruzione.



Si passa quindi alle dichiarazioni di voto sullo schema di parere favorevole con osservazioni e raccomandazioni.



Il senatore RIZZI (LNP), a nome dei senatori della Lega Nord, annuncia il voto favorevole, sottolineando che risulta apprezzabile che nel parere sia rimarcata la necessità che i DSA siano riconosciuti attraverso una precisa classificazione nosologica e scientificamente riconosciuta. Inoltre, condivide l'esigenza che le strutture sanitarie territoriali realizzino progetti "in rete" con scuole, insegnanti e dirigenti scolastici, rendendo così non necessario lo stanziamento di 2 milioni di euro.



La senatrice BASSOLI (PD), pur confermando la rilevanza di un provvedimento legislativo atteso da diverso tempo, dichiara il proprio voto di astensione, in quanto, a suo avviso oltre alle considerazioni critiche già espresse nel corso della discussione, ritiene che sia eccessivo richiedere una precisa classificazione scientifica per disturbi di apprendimento che, nella loro complessità, sfuggono ad una precisa definizione come malattia.



Previa verifica del prescritto numero legale, la Commissione approva lo schema di parere favorevole con osservazioni e raccomandazioni, predisposto dal Presidente in qualità di relatore.

......

La seduta termina alle ore 15,40.

......


PARERE APPROVATO DALLA COMMISSIONE SUL DISEGNO DI LEGGE N. 1006-1036-B


La 12a Commissione, esaminato, per le parti di competenza, il disegno di legge in titolo,

considerato che :

il disegno di legge risultante dall'approvazione in un testo unificato delle proposte AS 1006 e 1036-B, e successivamente approvato alla Camera dei deputati con modificazioni, prevede che la diagnosi dei disturbi specifici di apprendimento (DSA), entro cui si collocano la dislessia, discalculia, disgrafia e disortografia, debba essere effettuata nell'ambito dei trattamenti specialistici già assicurati dal Servizio sanitario nazionale a legislazione vigente ed è comunicata dalla famiglia alla scuola di appartenenza dello studente;

il disegno di legge si ritiene valido per la previsione di una serie di misure educative e didattiche atte a garantire i necessari supporti agli alunni con tali difficoltà in modo da ottenere una formazione adeguata degli stessi e prevenire l’insuccesso scolastico.

Esprime, per quanto di competenza, parere favorevole, con le seguenti osservazioni:

a) si rileva la necessità che i DSA vengano riconosciuti attraverso una precisa classificazione nosologica e scientificamente riconosciuta. Qualora questa non risultasse ufficialmente determinata sarebbe opportuna una determinazione del Consiglio Superiore di Sanità;

b) appare indispensabile garantire valutazioni omogenee su tutto il territorio nazionale e quindi indicare con precisione le strutture specifiche e le figure professionali che devono occuparsi della valutazione attraverso linee guida e protocolli consolidati e condivisi.

e con le seguenti raccomandazioni:

1) si raccomanda che tutte le Regioni e Province autonome, nelle rispettive competenze relativamente all’erogazione dei servizi sanitari ed in coerenza con le indicazioni del Consiglio Superiore della Sanità ed i requisiti e le regole indicate dal Ministro della salute, considerino prioritaria l’attivazione dei protocolli di diagnosi di DSA e del supporto tecnico-scientifico alle istituzioni scolastiche;

2) si raccomanda che le strutture sanitarie territoriali realizzino progetti "in rete" con le istituzioni scolastiche, insegnanti e dirigenti scolastici, al fine di tutorare gli utenti durante il loro percorso scolastico e formare adeguatamente gli insegnanti circa le problematiche della DSA, rendendo pertanto superfluo lo stanziamento di 2 milioni di euro;

3) infine, in via subordinata, si raccomanda di prevedere una delega al Ministro della salute affinché stabilisca requisiti e regole di un percorso sperimentale in un tempo definito, per le finalità evidenziate nelle osservazioni poste alle lettere a) e b)."
OSDislessia Genova e Tigullio Onlus
http://www.osdgenovaetigullio.it
Avatar utente
Roberto
Messaggi: 2137
Iscritto il: dom set 16, 2007 8:46 am
Località: Brenno Useria (VA)
Contatta:

Re: A CHE PUNTO E' LA LEGGE ?

Messaggio da Roberto »

Di sto passo neppure tra mille anni arriveremo alla legge...urge trovare una strada alternativa.
Ciao
Avatar utente
Elisabetta
Messaggi: 4453
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:23 pm
Skype: betty--
Località: Pesaro

Re: A CHE PUNTO E' LA LEGGE ?

Messaggio da Elisabetta »

Fissiamo un giorno per bombardare il presidente del Senato di mail!
Per firmare la PETIZIONE
http://www.petitiononline.com/amicar01/petition.html

INDICE: http://www.dislessia.org/forum/viewtopic.php?t=2345

nel sito www.dislessiainrete.org ci sono 3 guide scaricabili per insegnanti, per genitori e per studenti
quidla
Messaggi: 205
Iscritto il: mer lug 09, 2008 3:23 pm
Scuola: secondaria 1° grado
Località: Vicenza

Re: A CHE PUNTO E' LA LEGGE ?

Messaggio da quidla »

Ho inviato l'appello con 800 firme anche a tutti i senatori della 7a commissione. Ma la vedo dura, molto dura.
Per un bombardamento a tappeto o qualsiasi altra iniziativa io ci sto.
Ciao
Laura mamma di un bambino dislessico
http://www.facebook.com/pages/Vicenza-I ... all&ref=ts
quidla
Messaggi: 205
Iscritto il: mer lug 09, 2008 3:23 pm
Scuola: secondaria 1° grado
Località: Vicenza

Re: A CHE PUNTO E' LA LEGGE ?

Messaggio da quidla »

Bisognerebbe tenere a casa da scuola tutti i nostri figli da settembre,,..allora forse si daranno una mossa!
Lo dico per assurdo anche se tanto assurdo non è.
Laura mamma di un bambino dislessico
http://www.facebook.com/pages/Vicenza-I ... all&ref=ts
Avatar utente
saldo1963
Messaggi: 24
Iscritto il: gio dic 03, 2009 4:58 pm
Skype: saldo1963
Località: Savona

Re: A CHE PUNTO E' LA LEGGE ?

Messaggio da saldo1963 »

Buonasera,

non capisco tutto questo nervosismo e agitazione...forse non siete bene informati che la legge sta procedendo in modo rapido e programmato.

Come iscritto all'OSD Liguria sono stato informato dal direttivo degli intensi contatti...quasi giornalieri...con il Presidente della 7a Commissione ed altri senatori coinvolti che hanno manifestato estremo interesse e sensibilità sull'argomento e la volontà di rispettare gli impegni presi nei tempi stabiliti.

Piuttosto che stare ad assillarli auguriamo loro buon lavoro.

S@ldo
S@ldo1963
Avatar utente
Pipo
Messaggi: 1000
Iscritto il: gio ott 22, 2009 11:07 pm
Scuola: 3° Secondaria di primo grado
Località: Ascoli Piceno

Re: A CHE PUNTO E' LA LEGGE ?

Messaggio da Pipo »

Grazie Sabrina per i tuoi aggiornamenti.
Che tristezza regazzie... e che rabbia!
Dai! Non possiamo stare a guardare senza far nulla, questi hanno precisa l'intenzione che la Legge deve attendere, sono ancora in piena fase di dibattimento e, ad ogni passaggio interviene un nuovo emendamento, una nuova richiesta o altro ancora. Ora siamo alla ricerca delle "sinergie" per eliminare i 2 milioni per la formazione dei docenti!

Ad esempio, alla luce dell'intervento della senatrice ADERENTI (LNP) la quale, tra le altre cose esprime parere contrario (annunciando addirittura proposte emendative...) al ricorso alle strutture private da parte di quelle regioni che non hanno un'adeguata organizzazione sanitaria per le diagnosi, come si potranno soddisfare le richieste di Cristina Ligotti addirittura entro ottobre, garantito?

La cosa che più mi allarma però è il seguente passaggio della senatrice ADERENTI:
sabrina68 ha scritto:Al riguardo, alla luce della sua profonda conoscenza riguardo alle problematiche dei bambini affetti da disturbi specifici di apprendimento (DSA) maturata nel corso della sua pregressa esperienza di qualità di insegnante, evidenzia criticamente quanto previsto alla lettera f), comma 1, dell'articolo 2, secondo cui erroneamente a suo giudizio si indica tra le finalità della proposta legislativa in esame quella di favorire percorsi didattici riabilitativi, laddove invece occorrerebbero idonee azioni di sostegno per gli insegnanti.
...profonda conoscenza(???)
...in qualità di insegnante!!!
...idonee azioni di sostegno per gli insegnanti(???) :shock: :shock: :shock:

Non è che ricominciamo con quella vecchia litania sul sostegno? Nel pieno rispetto della senatrice e del suo ruolo, è evidente la sua visione "di parte" ma soprattutto, non capisco il nesso tra l'essere un'insegnante ed essere esperta sui dsa!

Visto come vanno le cose mi sa tanto che sta Legge dobbiamo andare a "prendercela", o dovremo accontentarci del DPR dello scorso anno.

Io appoggio l'idea di Elisabetta ma la cosa importante è agire subito! Ricordatevelo, per i genitori di ragazzi con dsa, non esistono le ferie!!! :wink:

Ciao, Pipo.

P.S.:
Per Saldo 1963: Ma perchè tutti voi dell'OSD Liguria venite su questo forum a tentare di bloccare la nostra libera espressione di pensiero sempre dichiarata alla luce del giorno senza sotterfugi come qualcun altro invece fa?
Mi dispiace parlarti con questo tono la prima volta che c'incontriamo virtualmente ma non mi pare che qualcuno di noi viene sul vostro sito ad esprimere giudizio sul vostro (?) operato. Perchè voi venite a farlo qui? Se agite così, alla lunga fate pensare che potreste avere interessi da difendere!

L'ultima volta che la Ligotti ha parlato delle vostre "certezze" sulla rapida approvazione per ottobre, non ha minimamente menzionato quanto detto dalla senatrice ADERENTI! Come si fa sciogliere entro ottobre un nodo cosi serrato visto che addirittura cozza con le vostre stesse richieste? Se ce lo spiegate chiaramente, forse possiamo darvi ragione ed astenerci dal dare seguito alle nostre idee!

Almeno provateci.

Pipo.
Se potessi tornare bambino, avrei un unico desiderio, rivivere nelle vesti di mio figlio per provare l'emozione di diventare grande, accanto ad un piccolo papà.

http://www.youtube.com/watch?v=m26lrY8lWS8
Avatar utente
saldo1963
Messaggi: 24
Iscritto il: gio dic 03, 2009 4:58 pm
Skype: saldo1963
Località: Savona

Re: A CHE PUNTO E' LA LEGGE ?

Messaggio da saldo1963 »

Come parli tu parlo io...liberamente e democraticamente esprimendo il mio parere senza voler imporre niente agli altri.

A prescindere che ne riparleremo ad ottobre...voglio sottolineare il grosso impegno di Cristina Ligotti e Silvia Bottero nel cercare un dialogo costruttivo con le istituzioni ottenendo riscontri positivi e volti a tutelare TUTTI i soggetti DSA, cosa che voi non siete mai riusciti a fare, restando barricati in questo forum ad autocelebrarvi.

Converrebbe, invece che accusare, dare fiducia e supporto a persone che a costo di grossi sacrifici ( economici, familiari e personali ) stanno facendo un ottimo lavoro...inoltre il risultato si vedrà ad ottobre come è stato garantito istituzionalmente e personalmente da alcuni parlamentari.
S@ldo1963
Bloccato