dislessia: dopo le medie???

sfoghi, richieste di aiuto, consigli

Moderatore: Moderatori

Marcello
Messaggi: 75
Iscritto il: gio nov 23, 2006 3:20 pm

Messaggio da Marcello »

cara Frederik sono Marcello e finalemte stò finendo il lieceo scientifico, e la tus situazione mi è sembrata molto simile a quella che mi si è presentata all'inizzio del liceo, infatti il primo anno è stato un po difficoltoso ma con il tempo i professori hanno capito e ora che sono in 5 posso liberamente usare il computer per le verifiche scritte e i proff tengono in debito conto il fatto che sono dislessico quando correggono i compit in calsse.....

quindi non ti scoraggiare che con un po di volontà si fa capire tutto anche a questi nuvi proff

auguri x le superiori
Avatar utente
antonio
Messaggi: 19
Iscritto il: lun ott 01, 2007 8:34 pm

Messaggio da antonio »

["Elisabetta"]Ciao Antonio ... ti consiglio di andare nella sezione presentazioni per raccontarci un po' la tua vicenda e di tuo fglio.

Ciao
Ho seguito il tuo consiglio e ho scritto con mia moglie due righe di presentazione...... solo oggi però..
carla&antonio.....e i mulini a vento
Avatar utente
Frederik
Messaggi: 45
Iscritto il: dom mar 25, 2007 5:54 pm
Località: Gessate (MI)

Messaggio da Frederik »

Ciao Marcello,
grazie per l'incoraggiamento e scusa per il ritardo nel risponderti....sono molto presa nello studiare e approfondire gli argomenti e le strategie da applicare per aiutare nello studio mio figlio.
La cosa che trovo difficile è il metodo di studio e l'ora più adatta.......!!
Non è facile non scoraggiarsi quando sei circondato da persone che non capiscono oppure che fingono di aiutarti, parlo dei professori, della psicologa della scuola e persino di mio figlio che preso dalle sue problematiche non vede al di la' del suo naso.
Ma tu come hai fatto a superare tutte le difficoltà nello studio?
ciao Cinzia
Avatar utente
scricciolo
Messaggi: 44
Iscritto il: ven set 29, 2006 3:41 pm
Skype: ladyhawke65
Località: Saronno

Messaggio da scricciolo »

Ciao a tutti!

Anche io con mia figlia Noemi - che fa la 3a media - siamo alle prese con la scelta della scuola superiore.

Lei vorrebbe fare il liceo artistico xkè le piace disegnare ... io sono molto scettica sul liceo perchè ritengo non abbia una buona preparazione di base, ma non ho intenzione di scoraggiarla ... anzi, spero proprio che, scegliendo quello che piace a lei riesca a tirare fuori + grinta!!!

Anke a lei è stata diagnosticata la DSA a gennaio di quest'anno ... se avessi seguito il mio istinto di sicuro in 4a elementare avrebbe cominciato i colloqui con le psicologhe!!! Ma niente lacrime!!!

L'autostima in questa casa è sotto il pavimento, specie dopo la separazione e il cambio di casa e città.

La cosa che più mi preoccupa è che ripete le preferenze delle scuole delle cugine ... liceo artistico, appunto, e alberghiero ... sono sicura proprio x la sua insicurezza, sceglie x sentito dire...

Spero proprio che trovi veramente la sua strada...

Un saluto a tutti!

Spero di vedervi domenica all'inaugurazione di Milano. Non mancate

Nadia
Nadia
--------------------------------------------------
Chi ha da fare non ha tempo per le lacrime.

Albert Einstein
Avatar utente
Mammapatrizia
Messaggi: 555
Iscritto il: mer ott 06, 2004 11:43 am
Località: Venaria Reale TORINO

Messaggio da Mammapatrizia »

Eccoci. anche Alice è in terza media e deciderà a breve...
Stiamo organizzandoci per le visite degli istituti durante gli open day, ci stiamo indirizzando in campo artistico, e dobbiamo scegliere tra listituto d'arte o il liceo d'arte...
Nessuno dei due è vicino, significa due pulman da sola per una che si perde intorno all'isolato (il sangue non è acqua nemmeno in questo caso!!).
Ma sono convinta che la scelta debba assolutamente essere fatta dai ragazzi..
Ci stiamo facendo introdurre da alievi della scuola che visiteremo le cui mamme sono attivissime sul forum ( :wink: chi ha orecchie per intendere... riceva il mio GRAZIE!) e poi lei sceglierà...
Per Frederik lascialo scegliere liberamente, io a scuola ero una frana, sono uscita dalle medie con suff. e ho scelto il liceo scientifico (all'epoca esisteva solo quello tradizionale) ho scoperto che le mie difficoltà erano legate alla disl. solo cinque anni fa!!! (ne ho 44 :roll: ) grazie a mia figlia e alla sua diagnosi.
posso solo dirti che è stata durissima, il latino ha accompagnato tutte le mie estati, di italiano no comment mi salvavo con l'orale, l'inglese era una pena, e anche la mia amata matematica spesso non ha ricambiato la passione!
Ma sono uscita con 42/60, voticino mediocre ma superiore a ogni previsione...
Unico neo è che senza aiuti solo con le mie forze quei cinque anni mi hanno lasciata esausta e sfiduciata e al primo esame all'università un po' difficoltoso ho mollato tutto ho trovato un lavoro e buona notte al secchio!!
Ora ho dei rimpianti (soprattutto quando vedo alcuni miei giovani colleghi neolaureati totalmente imbecilli di fronte alle più elementari problematiche!! :twisted: ) Ma sono contenta e lavoro grazie al mio penoso Inglesino da liceo non sono ragioniera o laureata ma negli anni ho acquisito una notevole pratica nella gestione degli acquisti in importazione, nelle "scocciature" doganali ecc...
Sicuramente è merito anche del liceo che ti da una formazione mentale a "tutto tondo" ed è la scelta migliore, per il tuo ragazzino e se tornassi indietro lo rifarei!
Unica cosa io non sapevo cosa mi rendeva la strada così difficile e mi sentivo anche un po' scema, ma tuo figlio e tu sapete NON LASCIARLO SOLO aiutalo o fallo aiutare perchè so bene che crescendo noi genitori non
contiamo più molto...
Io resto sempre convinta del fatto (e scusate se mi ripeto) che ogniuno ha i limiti che si crea...
Tu stagli vicino, lui se vuole fare quella scuola farà il resto
Patrizia & C
Avatar utente
Andre
Messaggi: 1004
Iscritto il: ven gen 13, 2006 1:45 pm
Scuola: II media
Località: San Donato Milanese
Contatta:

Messaggio da Andre »

scricciolo ha scritto:Ciao a tutti!

Anche io con mia figlia Noemi - che fa la 3a media - siamo alle prese con la scelta della scuola superiore.

Lei vorrebbe fare il liceo artistico xkè le piace disegnare ... io sono molto scettica sul liceo perchè ritengo non abbia una buona preparazione di base, ma non ho intenzione di scoraggiarla ... anzi, spero proprio che, scegliendo quello che piace a lei riesca a tirare fuori + grinta!!!

Anke a lei è stata diagnosticata la DSA a gennaio di quest'anno ... se avessi seguito il mio istinto di sicuro in 4a elementare avrebbe cominciato i colloqui con le psicologhe!!! Ma niente lacrime!!!

L'autostima in questa casa è sotto il pavimento, specie dopo la separazione e il cambio di casa e città.

La cosa che più mi preoccupa è che ripete le preferenze delle scuole delle cugine ... liceo artistico, appunto, e alberghiero ... sono sicura proprio x la sua insicurezza, sceglie x sentito dire...

Spero proprio che trovi veramente la sua strada...

Un saluto a tutti!

Spero di vedervi domenica all'inaugurazione di Milano. Non mancate

Nadia
Ciao Nadia,
sicuramente occorre dare un po di fiducia a i nostri ragazzi, e farli provare!
specialmente quando arrivano a 13/14 anni...
non e' facile per noi genitori, lo capisco, ma occorre lasciarli crescere!
e poi chissa'...magari risulta che la sua grande passione per l'arte la aiuta anche in tutte le altre materie!

ci si vede domenica!
Dalle tue parole sprizza tanta positivita'!
Cristina

La nostra felicità è nel bene che facciamo, nella gioia che diffondiamo, nelle lacrime che asciughiamo, nel sorriso che facciamo fiorire

il mio blog

facebook:evento la mia letterina di Natale
Leonardo
Messaggi: 2609
Iscritto il: mar gen 03, 2006 9:44 pm
Scuola: 5° anno ITIS Informatica
Skype: leonardo88ro
Località: Dueville(VI)
Contatta:

Messaggio da Leonardo »

La cosa che più mi preoccupa è che ripete le preferenze delle scuole delle cugine ... liceo artistico, appunto, e alberghiero ... sono sicura proprio x la sua insicurezza, sceglie x sentito dire...
Io ero assolutamente deciso a fare l'itis per fare informatica e tutti erano contrari e mi avevano consigliato di fare l'ipsia.
mi è costata molto la scelta che ho fatto, sono stato bocciato due volte e questa cosa continua a costare anche adesso ad esempio non posso fare le olimpiadi di informatica perchè sono "vecchio" ma so che cmq l'itis è stata la scelta giusta per me in informatica sono quello che va meglio, magari se fossi andato all'ipsia non avrei avuto tutti i problemi che ho avuto e che ho all'itis e forse adesso avrei già finito la scuola ma non sarebbe stata cmq la scelta giusta per me e sarei cmq infelice perchè non avrei fatto quello che piaceva a me e non avrei potuto fare quello che è il mio campo cioè informatica.
come ho scritto in firma "Non mi pento di quello che ho fatto, ma di come sono andate le cose" se tornassi indietro rifarei la stessa identica scelta cercherei solo di fare andare diversamente le cose tipo non finire nella sezione F oppure dopo nella B.
La scelta della scuola secondo me dobbiamo farla noi, è il nostro futuro e sarebbe un peccato rischiare di sprecarlo perchè qualcuno lo sceglie diverso da quello che vorresti tu.
Avatar utente
ti
Messaggi: 591
Iscritto il: gio feb 17, 2005 11:53 am
Località: Sanluri (MD)
Contatta:

Messaggio da ti »

A me questo Luca piace sempre di più ;)
detto questo parliamo di scuole d'arte e qui posso parlare anche io.
Mia figlia ci ha passato gli ultimi 6 anni, ha iniziato ad andarci che non ne aveva ancora compiuto 14, prendeva un pulmann che la portava a 10 km di distanza, li saliva sul treno che la portava a 60 km di distanza e poi camminava per 30 minuti dalla stazione alla scuola, perchè non c'erano mezzi di trasporto locale. Prima che la scuola cominciasse l'abbiamo portata ad Oristano e abbiamo fatto a piedi più volte il percorso scuola stazione, perchè lo memorizzasse, facendo attenzione a quali riferimenti ricordare (una chiesa, un negozio colorato, un bar, una piazza strana), il primo giorno poi eravamo invitati anche noi, ma l'ho "obbligata" ad entrar separate perchè nessuno avesse da prenderla in giro (cocca di mamma).
La sua è stata una scelta convinta, non dico che è stato facile, anzi è stato un inferno fatto solo di salite e mai di discese, ma ora che è finita tornando indietro non farebbe un'altra scuola.
Non avrebbe invece mai fatto il Liceo artistico, sono completamente diversi, non sarebbe stata la scuola per lei.
Quello che mi spaventa è collegare scuola d'arte, liceo artistico e "scuola alberghiera": non c'è nesso!
Spesso però un sogno nascosto ce l'hanno, ma hanno paura di comunicarcelo, infatti Samuela aveva già fatto l'iscrizione alla ragioneria, scuola presente nel nostro paese, convinta che non le avremo permesso di studiare lontano. E' stata una professoressa d'oro a farci sapere che avrebbe desiderato fare la scuola d'arte.
Nonostante tutto il male che ha dovuto subire, aggiungendo anche, che la scuola d'arte è difficile e impegnativa perchè affianca ad una base da liceo scientifico le materie artistiche che impegnano molto tempo anche a casa, credo ancora oggi che fosse l'unica scelta possibile per lei e che qualunque altra scuola avrebbe soffocato la sua natura creativa.
Conoscete già il suo sito linkato qui sotto, ma date uno sguardo anche qui... dove per la prima volta scrive qualche riga su se stessa.
http://www.myspace.com/pulcescreations
Ti
Avatar utente
Mammapatrizia
Messaggi: 555
Iscritto il: mer ott 06, 2004 11:43 am
Località: Venaria Reale TORINO

Messaggio da Mammapatrizia »

Grazie ti, allora mi spieghi la differenza tra :
Istituto d'arte e liceo d'arte?
Alice (con la quale vi siete scritte a proposito di teschi e teschietti...) è indecisa tra le due, io con occhio più critico ho visto che i primi due anni le materie sono pressocchè identiche e che effettivamente c'è una base di liceo scientifico...
Sono confusa io pensa come posso guidare la sua scelta!
Patrizia & C
Avatar utente
ti
Messaggi: 591
Iscritto il: gio feb 17, 2005 11:53 am
Località: Sanluri (MD)
Contatta:

Messaggio da ti »

E' completamente diverso, il liceo artistico punta più sul disegno, è una scuola dove il disegno dal vero prevale, (se dico inesattezze però correggetemi senza remore), si fanno anche materie di tipo plastiche come il modellato, e se non è cambiato nulla dura 4 anni più uno facoltativo.
Nella scuola d'arte solitamente c'è una materia o un indirizzo che viene sviluppato più degli altri: Samuela per esempio è maestro d'arte in arti applicate con specializzazione in Ceramica, la figlia di Elisabetta invece in Grafica, da noi poi c'è l'indirizzo legno, tessuto e poi il progetto sperimentale Michelangelo. Le materie sono belle toste, se non lo fa con passione: tanta fisica, tecnologia dell'indirizzo che sceglie, e chimica, oltre ovviamente a tutte le materie classiche e tanta storia dell'arte. C'è poi una grossa fetta di ore in laboratorio, e disegno dal vero, geometrico e professionale. Ritengo che fornisca più possibilità di un liceo, anche per le possibili scelte future, sia per l'università che per sbocchi professionali. Non so se la ritieni una buona notizia, ma nei corsi non sperimentali non c'è la lingua straniera.
Se servono più chiarimenti chiedi pure. So chi è la tua peperina, tosta tosta... Mamma tosta figlia tosta ;)
Ti
Avatar utente
Mammapatrizia
Messaggi: 555
Iscritto il: mer ott 06, 2004 11:43 am
Località: Venaria Reale TORINO

Messaggio da Mammapatrizia »

temo che sia più tosta lei :?
Patrizia & C
Avatar utente
Roberta68
Messaggi: 1043
Iscritto il: mar ott 12, 2004 11:34 am
Scuola: 3° media-1°(bis)sup
Località: Beinasco (TO)

Psicopedagogico

Messaggio da Roberta68 »

La mia è orientata verso il liceo psicopedagogico lei vorreb prendere l'indirizzo sociale con 2 lingue straniere (inglese e spagnolo ) io prefereirei scienze della formazione anche se ha il latino e l'inglese, tanto temo che gli scritti saranno difficoltosi entrambi!

Preferirei facesse quello perchè lei vorrebbe fare o l'insegnante o la psicologa (oggi a 13 anni ovviamente...chissà poi . :roll: ..) ...

Qualcuno ha esperienze in merito ???
Roberta

Non insegnate ai bambini
ma coltivate voi stessi il cuore e la mente
stategli sempre vicini
date fiducia all'amore il resto è niente.

G.Gaber
Avatar utente
Mammapatrizia
Messaggi: 555
Iscritto il: mer ott 06, 2004 11:43 am
Località: Venaria Reale TORINO

Messaggio da Mammapatrizia »

Cara Roberta,
solo sentire nominare il Latino mi terrà sveglia questa notte...
Per me è stata dura davvero durissima, devi avere buone basi di analisi grammaticale e logica, devi conoscere a menadito i verbi italiani per capire i verbi latini....
Siete sicure?
Vero è che la tua Alice non ha i problemi della mia se nonricordo male il suo tallone d'Achille sono i numeri e non le parole...
Poi ci siete Voi ad aiutarla o farla aiutare, ma credimi il Latino è una cosa che mi angoscia ancora oggi dio che schifo di lingua, e mi perdonino i latinisti e amanti delle lingue morte ma non sarebbe meglio lasciarle riposare in pace! :lol:
Scherzi a parte credo che per la tua Alice sia una buona scelta... e se farà la psicologa beh...
Posso essere il suo primo paziente???
bacioni e buona fortuna
Patrizia & C
Avatar utente
Frederik
Messaggi: 45
Iscritto il: dom mar 25, 2007 5:54 pm
Località: Gessate (MI)

Messaggio da Frederik »

"Mammapatrizia ha scritto"Ma sono convinta che la scelta debba assolutamente essere fatta dai ragazzi..
Per Frederik lascialo scegliere liberamente, io a scuola ero una frana, sono uscita dalle medie con suff. e ho scelto il liceo scientifico. Unico neo è che senza aiuti solo con le mie forze quei cinque anni mi hanno lasciata esausta e sfiduciata e al primo esame all'università un po' difficoltoso ho mollato tutto ho trovato un lavoro e buona notte al secchio!!
Sicuramente è merito anche del liceo che ti da una formazione mentale a "tutto tondo" ed è la scelta migliore, per il tuo ragazzino e se tornassi indietro lo rifarei!
Unica cosa io non sapevo cosa mi rendeva la strada così difficile e mi sentivo anche un po' scema, ma tuo figlio e tu sapete NON LASCIARLO SOLO aiutalo o fallo aiutare perchè so bene che crescendo noi genitori non
contiamo più molto...
Tu stagli vicino, lui se vuole fare quella scuola farà il resto
Sono pienamente d'accordo con te....la scelta deve essere fatta dai ragazzi, ma le perplessità sopraggiungono quando noti che non è poi tanto sicuro e soprattutto informato sulla scelta da fare.
Sentirsi rspondere con la richiesta di fornire una motivazione per l'indirizzo scelto, "ma cosa potrei fare altrimenti?" Non mi lascia tanto tranquilla......
Non lo lasceremo sicuramente da solo....ma non vogliamo neanche che si scontri con una realtà troppo dura e difficile da superare e che lo porti di nuovo alla demotivazione, un buco nero da cui è difficile tirarlo fuori.
Gli starò vicina, come ho sempre fatto del resto, e sono disposta ad affrontare tutte le difficoltà.....a patto che lui lo voglia e non molli tutto perchè stanco e sfiduciato!
Un abbraccio
mamma Cinzia
Avatar utente
Frederik
Messaggi: 45
Iscritto il: dom mar 25, 2007 5:54 pm
Località: Gessate (MI)

Messaggio da Frederik »

Qualcuno può aiutarmi? :?: :?: :?:
Ora Vi spiego:
queste ultime settimane sono trascorse valutando le offerte formative degli open day.....
in classe ormai non si parla d'altro, più di una persona tra prof e amici hanno fatto capire a mio figlio che l'indirizzo da lui scelto (liceo scientifico ad indirizzo biologico) è tosto!
La psicopedagogista scolastica chiedendogli del suo rendimento e su quale scelta fosse orientato.......ha esordito con "NON SE NE PARLA NEMMENO....ASSOLUTAMENTE NO"
Vi lascio immaginare.......in questi giorni mi parla di indirizzo informatico, come posso aiutarlo?
Ciao
Cinzia
"SI PUO' PENSARE DI GETTARE UN PONTE PIAN PIANO FRA IL NOSTRO DENTRO ED IL NOSTRO FUORI......" (da Disegno e creatività di M.Milner)
Rispondi