non è che per caso sia io quella che.....

sfoghi, richieste di aiuto, consigli

Moderatore: Moderatori

Rispondi
luigia giannattasio
Messaggi: 28
Iscritto il: mar gen 11, 2005 9:57 am

non è che per caso sia io quella che.....

Messaggio da luigia giannattasio »

Ieri sera presa dalla rabbia pura :twisted: :twisted: per la strafottenza di mio figlio riguardo ai suoi impegni sia di scuola che altro, e soprattutto riguardo al suo comportamento irrispettoso nei confronti miei e del padre ho cercato di parlare con mio figlio di fargli capire che la cosa era diventata insopportabile in poche parole non se ne può più......
dopo avergli ricordato che io sono disponibilissima a tutte le sue stranezze, ai suoi cambi di umore ecc. non potevo sopportare la sua sfacciatagine, gli ricordavo che tutti noi eravamo disponibile ad aiutarlo per "gestire il suo Problema della dislessia" ma che era lui che non voleva essere aiutato.... a questo con la sua calma Fabio mi risponde " mamma guada che la dislessia è un tuo problema e a te che non va giù, io non trovo nessuna difficolta e non mi interessa fare nulla.......
e qui il mio sconcerto ma si sarà posato da re sugli allori di questa dislessia per fare ancora di meno di ciò che può.... o sono io .... :?:
vi mando un bacione
mamma gina
Avatar utente
Mammapatrizia
Messaggi: 555
Iscritto il: mer ott 06, 2004 11:43 am
Località: Venaria Reale TORINO

certo che...

Messaggio da Mammapatrizia »

certo che da mamma hai tutto il mio appoggio, aggressività e strafottenza non si sopportano proprio, anch'io con Alice ho avuto problemi inizialmente, credi che molte sere mi sono addormentata piangendo su questa figlia ingrata che "non capisce i sacrifici che facciamo per lei!" ecc. ecc ,premetto che Alice ha solo quasi 11 anni quindi le problematiche tipiche dell'adolescente forse sono un po' lontane.
Ma non ti nego che la frase di tuo figlio mi ha tolto un pochino il fiato, infatti spesso mi sono chiesta se a rendermi così pesante la disl. dei miei figli non sia un desiderio di "figlio perfetto, super-bravissimo e diligentissimo", sai uno di quelli finti che vedi al cinema (stile a letto alle 9 e ordinato, con risultati scolasti da borsa di sudio!), forse tuo figlio ci marcia, come i miei peraltro, forse si sente sotto pressione e il suo atteggiamento di ribellione è solo un'ulteriore richiesta di aiuto.
Come ti ho già detto in un altro post, non mollare assolutamente perchè se non si guarisce la disl. si può comunque compensare, si può girare in opportunità, ci sarà qualcosa che tuo figlio fa volentieri e bene no?
Incoraggialo in quel campo e "fingi" per un po' che la scuola e il sostegno e tutto il resto non siano importanti....
Non lo conosco mi sembra un tipino tosto ma non stupido e credo che capirà da solo che un aiuto non si rifiuta soprattutto se offerto disinteressatamente.
Parlare è facile e credo che la situazione sia davvero insostenibile per te e tuo marito, ma sono convinta che se batti il ferro prima o poi si piegherà.
Alice (che ti ripeto ha l'attenuante di un'età più malleabile) si è adattata, ha capito che stiamo lavorando per lei, e lavora a sua volta con impegno,
i risultati li stiamo vedendo!
Ma non ti dico che lotte e con suo fratello uguale, quaderni e parolacce che volano attraverso la cucina, a volte volano anche gli sculaccioni (aimè!) ma io so che se possono aspirare a una sufficienza devono lavorare per ottenerla, non mi sogno di chiedere ottimi se non siamo in quegli standard!
Sono esigente, anche un po' rompiballe come dicono loro, ma pretendo impegno...
Ho solo adattato le mie pretese a questi due figli imperfetti ma stupendi!
Ciao
Patrizia & C
did
Messaggi: 161
Iscritto il: ven ott 01, 2004 11:15 pm

non è facile

Messaggio da did »

immagino che non sia facile trovare in un adolescente una diversa risposta, soprattutto considerando che come direbbe Dnaiele, è una sua difesa e a modo suo perchè uniformarsi agli altri? mi piace non fare niente, non ho aspirazioni, perciò mi viene bene la difficoltà che mi "autorizza" a non sprecare energie.
Anche io vivo la stessa esperienza della Patrizia, ho una ragazzina di 11 anni cerco di trasmetterle il senso di responsabilità, la aiuto in tutti i compiti, ma mi deve venire a cercare lei, deve comunque chiedermi un aiuto. In questo modo lascio che se lei non si responsabilizza, lascio anche che non esegua il compito e non la giustifico ... mi spiego meglio, se lei sa di avere una verifica di matematica e lo sa da una settimana, è inutile che il giorno prima mi chieda di giustificarla per non aver terminato lo studio, le propongo invece di amministrare il suo lavoro, anche con il mio aiuto, ma sempre con lei presente e attenta.
Insegnandole la amministrazione del suo tempo, per quanto riconosco sia proprio uno dei problemi di chi ha la dislessia, spero che un giorno possa compensare le sue difficoltà senza rinfacciarmele, ma rispondendo a quanto lei desidera ottenere. Seguendo il detto: Se vuoi, puoi.
Questa è teoria, nella pratica attenderò l'arrivo del suo periodo adolescenziale, dove credo necessiti ulteriormente mettersi da parte, ma allo stesso tempo rispondere con il nostro pronto intervento quando necessita.
Ciao Didier
autocommiserazione no - azione si
Avatar utente
mammadaniela
Messaggi: 163
Iscritto il: ven ott 01, 2004 6:39 pm
Località: roma

re

Messaggio da mammadaniela »

Dislessici o no sono tremendi a questa età :? ....ora capisco mia madre quando si sfogava con la sorella, eravamo in tre e non le davamo tregua.
Ora tocca a me :cry .
Rimbocchiamoci le maniche e armiamoci di pazienza...dovrebbe essere solo un periodo ( :? ) quindi passerà.
"chi insiste e resiste, raggiunge e conquista"
ilmiocucciolo
Messaggi: 9
Iscritto il: ven ott 15, 2004 1:07 pm
Località: Cigliano (VC)

Messaggio da ilmiocucciolo »

.....mi intrometto senza sapere nulla di fabio, quindi con la solita saccenza di chi vuol ad ogni costo dire la sua :idea:
se fabio dice che la dislessia non è un problema, benissimo!!!!! ma per esserne così sicuro fagliero verificare ogni momento, 24 ore al giorno da quando si sveglia a quando va a dormire, da solo senza qualcuno che faccia ,pensi, paghi, organizzi per lui........se poi la sua vita sarà così perfetta, ben venga, fortunato lui......ma ho qualche dubbio!!!!
a volte mi viene il dubbio che con tutti questi problemi..finiamo per essere
si duri e tenaci sullo specifico, ma un pò troppo buoni in generale (io per primo)
(questa la stampo per quando mio figlio avrà la stessa età.....e io dirò le stesse cose di luigia!! :P )
luigia giannattasio
Messaggi: 28
Iscritto il: mar gen 11, 2005 9:57 am

Messaggio da luigia giannattasio »

Siete il mio spiraglio di luce in questo periodo NERO...
alcune volte mi vergogno anche un po di raccontarvi le mie cose perchè sembra che i problemi siano soli i miei invece qui chi più o chi meno siamo nella stessa barca....

io dico che le cose non vengono mai da sole ........ lunedì la risposta secca di Fabio.... ieri la logopedista che mi consiglia di lasciar perdere la logopedia tanto non gli serve perchè fabio non riesce a far sue le strategie di studio in poche parole è sempre punto da capo con quel testone di mio figlio......

La prof. di matematica stamane che mi dice che secondo lei fabio non è dislessico ma solo svogliato e che il NPI ha sbagliato la diagnosi pertanto lei inizierà a punire fabio con brutti voti ecc.

si forse mi farà bene --> scappare scherzo in fondo, ma proprio in fondo :wink:

non so come ringraziarvi del Vs appoggio vi posso solo mandare un forte bacio =kisses
ciao
mamma gina
Avatar utente
titta
Messaggi: 560
Iscritto il: sab ott 02, 2004 2:53 pm
Località: Milano-provincia

Messaggio da titta »

"Dato che tali difficoltà si manifestano in persone dotate di quoziente intellettivo nella norma, spesso vengono attribuite ad altri fattori: negligenza, scarso impegno o interesse. Questo può comportare ricadute a livello personale, quali abbassamento dell’autostima, depressione o comportamenti oppositivi, che possono determinare un abbandono scolastico o una scelta di basso profilo rispetto alle potenzialità. "

Lo ho riportato dalla circolare ministeriale sulla dislessia.

Purtroppo, per esperienza, è il punto meno preso in considerazione nella scuola. Più facile pensare di risolvere tutto con un computer o un registratore ( sempre che si sia disponibili ).

Per noi, invece, dovrebbe diventare una conferma a molte nostre perplessità e un'arma in più di battaglia quotidiana.

Un bacione
Margherita
Avatar utente
Mammapatrizia
Messaggi: 555
Iscritto il: mer ott 06, 2004 11:43 am
Località: Venaria Reale TORINO

Messaggio da Mammapatrizia »

Titta ha ragione, ancora oggi le insegnanti di Alice si "rassegnano" a sopportare gli ausili didattici in realtà continuano a considerare Alice una bambina da Ottimo e a non capire che può ottenerlo solo in alcuni modi....
ad esempio piantandola li con le vierifiche scritte!
Comuque Luigia non vergognarti di scrivere, perchè è vero che chi prima chi poi il percorso che seguiamo è sempre simile mi aiuta sentire le tue esperienze in attesa (timorosa !) dell'adolescenza piena dei miei già tostini figliuoli !
ciao e tieni duro
Patrizia & C
Avatar utente
mammadaniela
Messaggi: 163
Iscritto il: ven ott 01, 2004 6:39 pm
Località: roma

re

Messaggio da mammadaniela »

Vergognarti di cosa????????
Per fortuna esiste questo forum per gli sfoghi....chi di noi non ha mai sentito la necessità di lagnarsi?....io sempre...solo che non ho molto tempo per scriverlo, per vostra fortuna, altrimenti vedi che romanzi :wink: .
"chi insiste e resiste, raggiunge e conquista"
Avatar utente
l.raddi
Messaggi: 25
Iscritto il: mer gen 26, 2005 4:02 pm
Località: firenze

Messaggio da l.raddi »

se fabio dice che la dislessia non è un problema, benissimo!!!!! ma per esserne così sicuro fagliero verificare ogni momento, 24 ore al giorno da quando si sveglia a quando va a dormire, da solo senza qualcuno che faccia ,pensi, paghi, organizzi per lui........se poi la sua vita sarà così perfetta, ben venga, fortunato lui......

Questo è quello che nn devi fare Luigia, tuo figlio fa così xkè cmq questa cosa non gli va giù e vede te cmq anche troppo coinvolta, a volte forse è necessario fargli capire che ci siamo e non cercare di risolvere problemi che non si risolvono. MAI FARLI SCONTRARE CON AL REALTA' l'hanno già fatto per troppo tempo, sicurmanete avranno subito anche molti torti, ma tu come madre devi imparare a convivere con il problema di tuo figlio xkè in questo modo pesa molto di più anche a lui...
Avatar utente
eleonora
Messaggi: 12
Iscritto il: mer feb 23, 2005 9:10 am
Località: Roma

consigli da amiche di roma

Messaggio da eleonora »

Ma quanto vi voglio bene???!!!!! =kisses Sono talemnete stupita/emozionata/eccitata che nn riesco a raccogliere le idee: MA COME FATE A CONOSCERE TUTTE COSI BENE MIO FIGLIO??? :wink: No veramente, a parte gli scherzi tutto quello che scrivete e' cosi VERO!!! tutte queste sono le cose di cui mi sono sempre lamentata senza trovare mai riscontro: chi ti dice che e' solo prigirizia e svogliatezza, chi che e' disattento e iperattivo e lui che, stupido non e', quando capisce che ha un po' di margine effettivamente ne approfitta!! "allora ci marcia davvero"!! pensi tu :twisted: e il gatto ricomincia a mordersi la coda!!
Pero' ieri e' stata una gran giornata: 77/100 nel test di matematica :D :D e prima partita vinta nel torneo di ping pong della scuola =ball :lol:
Una domanda alle amiche di Roma: l'anno prossimo rientriamo in Italia, lo devo iscrivere al I o II anno di liceo, dove mi devo rivolgere per avere subito un aiuto competente ed eventuale certificato?
Secondo problema: avendo studiato all'estero e' piuttosto scarso :wink:
su italiano/storia/geografia, conoscete programmi didattici adatti (internet o software) per avere un'infarinatura di queste materie a livello scuola media? oppure potrei acquistare libri di testo in qualche libreria scolastica e quali mi consigliate?
Rispondi