Maestro unico

sfoghi, richieste di aiuto, consigli

Moderatore: Moderatori

Rispondi
Avatar utente
Roberto
Messaggi: 2137
Iscritto il: dom set 16, 2007 8:46 am
Località: Brenno Useria (VA)
Contatta:

Maestro unico

Messaggio da Roberto »

Maestro unico, quali conseguenze o quali opportunità per i nostri bambini?

Sempreallegri
Avatar utente
chicca
Messaggi: 2663
Iscritto il: sab feb 10, 2007 5:45 pm
Scuola: V Elementare e II Liceo Scien
Località: Valle Bormida -Savona-
Contatta:

Re: Maestro unico

Messaggio da chicca »

ARGH , argomento caldo.....
Dico la mia:
Io non sono affatto contraria al maestro unico, dato che , ora come ora, il modulo riduce i bambini a confrontarsi e rapportarsi con un numero esagerato di maestre ( ricordo un anno mio figlio , 8 maestre in una classe) che come minimo sono 3 più religione, inglese ecc.
Voi mi obietterete: se su tre una non vale nulla almeno le altre.....invece se quella unica non vale siamo fregati.
Ed io vi rispondo che con il fatto che ora tutto è "colleggiale" ossia che anche le responsabilità dovrebbero essere di tutte , alla fine non sono di nessuna, perciò ci rimette sempre il bambino e pure quelle maestre OTTIME che devono parare il colpo inferto da quelle incapaci .
Con il maestro unico si sa di chi è la responsabilità , le pecche e i meriti....di conseguenza è più facile intervenire se necessario.
Certo è che anche il reclutamento dovrebbe avvenire in maniera più seria, le maestre più anziane hanno dovuto sostenere e superare esami, concorsi, adesso neppure si approfondisce la preparazione di un'aspirante docente....
avrei ancora da dire, ma passo il testimone...
nonnapapera71
Messaggi: 199
Iscritto il: mer ott 17, 2007 4:14 pm

Re: Maestro unico

Messaggio da nonnapapera71 »

noi quest'anno abbiamo avuto una maestra di italiano da paura... (è quella che in piena riunione, con logopedista e psicopedagogista della classe se n'è uscita dicendo che lei non vedeva il problema di marco...)
una così su una classe fa il disastro, ma è di ruolo quindi intoccabile...
quest'anno probabilmente verrà spalmata su tutte le classi in modo da applicare il principio dell'un pò per tutti...
ma se il dirigente non ha strumenti per far "svegliare" i maestri nullafacenti o anche arrivare ad allontanarli, non credo sia una gran trovata
mi sa tanto di brunetta pure lei, parla di voler migliorare la pa, ma se vai a guardare nel dettaglio trovi solo tagli per tutti i dipendenti e nessuna misura reale per migliorare il servizio...
Avatar utente
Elisabetta
Messaggi: 4453
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:23 pm
Skype: betty--
Località: Pesaro

Re: Maestro unico

Messaggio da Elisabetta »

Sono perfettamente d'accordo con chicca!

Il maestro unico per noi genitori è anche l'unico referente! Per i bambini un modello importante.
Per firmare la PETIZIONE
http://www.petitiononline.com/amicar01/petition.html

INDICE: http://www.dislessia.org/forum/viewtopic.php?t=2345

nel sito www.dislessiainrete.org ci sono 3 guide scaricabili per insegnanti, per genitori e per studenti
attilio
Messaggi: 1087
Iscritto il: sab nov 26, 2005 1:25 pm
Scuola: insegnante, genitore DSA
Skype: attiliomilo
Località: Viggiù VA
Contatta:

Re: Maestro unico

Messaggio da attilio »

Certo che se ti capita quello "sbagliato" ... te lo cucchi per 5 anni! :shock:
Se il bambino dislessico non può imparare la strada che insegniamo, può insegnarci la strada per farlo imparare.
da "The dyslexia handbook" - Smythe
Avatar utente
Elisabetta
Messaggi: 4453
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:23 pm
Skype: betty--
Località: Pesaro

Re: Maestro unico

Messaggio da Elisabetta »

attilio ha scritto:Certo che se ti capita quello "sbagliato" ... te lo cucchi per 5 anni! :shock:

Sì ma alemno informandosi prima dellìiscrizione un'idea si può fare.... e poi si può cambiare classe o scuola con più facilità, senza dispiacersi di lasciare gli altri bravi insegnanti
Per firmare la PETIZIONE
http://www.petitiononline.com/amicar01/petition.html

INDICE: http://www.dislessia.org/forum/viewtopic.php?t=2345

nel sito www.dislessiainrete.org ci sono 3 guide scaricabili per insegnanti, per genitori e per studenti
Avatar utente
anna68
Messaggi: 4495
Iscritto il: ven dic 16, 2005 12:37 pm
Scuola: 1°UNIVERSITA -3 LINGUISTICO

Re: Maestro unico

Messaggio da anna68 »

Sinceramente io credo che sia meglio visto la situazione di mio figlio piccolo.
Ci troviamo ogni anno con un'insegnante nuova di matematica se invece avesse un'unica insegnante sicuramente sarebbe quella che ha adesso che fa storia, italiano, grammatica, inglese, immagine, scienze, computer.
Ovviamente ci sono i pro e i contro però anche cambiare ogni anno e anche a metà anno trovo che sia peggio che avere un'unica insegnante.
La cosa che non riesco a capire con la riforma, ma con tutte le materie come fa o riducono l'orario oppure le materie qualcuno ha capito qualcosa in più?
E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio. (Albert Einstein)
Sito: Sito: http://www.dislessia-passodopopasso.it/
Blog: http://www.dislessia-passodopopasso.blogspot.com/
https://sites.google.com/site/spagnoloinregole/
Avatar utente
chicca
Messaggi: 2663
Iscritto il: sab feb 10, 2007 5:45 pm
Scuola: V Elementare e II Liceo Scien
Località: Valle Bormida -Savona-
Contatta:

Re: Maestro unico

Messaggio da chicca »

Io penso che intendano maestro unico per italiano, storia , geografia, matematica,insomma come quello che avevamo noi.
Poi per informatica ed inglese ( e religione) ci saranno probabilmente altri, docenti specializzati, anzi, deputati all'insegnamento di quella precisa materia, e poi ,a parte, ci saranno i docenti di sostegno.
Avatar utente
anna68
Messaggi: 4495
Iscritto il: ven dic 16, 2005 12:37 pm
Scuola: 1°UNIVERSITA -3 LINGUISTICO

Re: Maestro unico

Messaggio da anna68 »

Si certo però quando andavo io a scuola non c'era geometria, inglese, e poi si usciva alle 12.30.
Per ciò non riesco a capire come fanno pagano di più l'unica insegnante ??
Oppure riduranno le ore???
E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio. (Albert Einstein)
Sito: Sito: http://www.dislessia-passodopopasso.it/
Blog: http://www.dislessia-passodopopasso.blogspot.com/
https://sites.google.com/site/spagnoloinregole/
Avatar utente
anna68
Messaggi: 4495
Iscritto il: ven dic 16, 2005 12:37 pm
Scuola: 1°UNIVERSITA -3 LINGUISTICO

Re: Maestro unico

Messaggio da anna68 »

Ecco ho trovato questo articolo dove si parla di maestro unico.


Era ora! Finalmente, dopo anni di pedagogia cooperativa e collettivista, prodotto naturale e perverso del sessantotto, nella primaria si ritorna all’insegnamento tradizionale, alla scuola seria, quella basata sul maestro unico, unico dispensatore del sapere e autorità indiscussa nella classe. Al di là dei veli e delle veline ferragostane, tra grembiuli e voti di condotta, si comincia a intravedere quello che è il vero obiettivo di una corrente di pensiero che viene da lontano e che ha sempre riposto nel conservatorismo i propri valori.

Ricordate quando nel nostro paese negli anni ’70 e ’80 si affermò il tempo pieno? Finché era una sperimentazione limitata ad alcune zone del paese ancora ancora, ma quando – con la legge di riforma n.148 del 1990 – la scuola a tempo pieno ebbe un effetto di traino e su quell’onda lunga si estesero i moduli didattici (tre docenti ogni due classi, in team), si scatenò una reazione furibonda. Una vera e propria battaglia in difesa del cosiddetto “tempo normale”, vale a dire della scuola del mattino con un solo insegnante, da parte di alcuni settori e ambienti conservatori (a Milano, allora, si distinsero particolarmente lo Snals e Comunità educante, che rappresentavano il comune sentire degli insegnanti più moderati e contrari alle innovazioni didattiche). Si obiettò che si trattava di una mera scelta occupazionale, finalizzata ad un aumento degli organici docenti della scuola elementare. Si disse che in questo modo, con l’aumento del tempo scuola, si portava via tempo alla famiglia ed al suo ruolo educativo. Si sostenne che tre insegnanti che lavoravano nella stessa classe erano fonte di confusione e disorientamento per i bambini. E così via.

Sicuramente da qualche parte non si vedeva l’ora di tornare indietro, di tornare al passato e quindi di ripristinare la figura dell’insegnante unico. Già la legge di riforma Moratti, legge 53/2003, andava inequivocabilmente nella direzione dell’insegnante “prevalente”, di un docente cioè che effettuava il maggior numero di ore in una classe e vi insegnava le materie principali. Ora la Gelmini strappa definitivamente i veli e ripropone tout court la figura del docente unico (altro che prevalente!) a partire dal 2009.

Pensavamo che le ragioni di questa scelta fossero fondamentalmente economiche: un solo insegnante per classe costa meno di tre docenti ogni due classi (vale a dire uno e mezzo, in media, per classe). Certo, occorrerà anche ridurre il tempo scuola, in modo tale che il maestro unico ricopra l’intero orario scolastico. Ma su questo fronte c’è l’esperienza francese a fare da apripista, la recente decisione del ministro dell'educazione Xavier Darcos di ridurre l’orario della scuola primaria stabilendo due giorni liberi (il sabato oltre il tradizionale mercoledì) la settimana.

Certamente è così. Rendere la scuola pubblica (statale, per la precisione) più leggera, quanto a costi, organici, ecc. rientra sicuramente tra gli obiettivi di questo governo. Ma non basta. Il ministro Gelmini adduce anche motivazioni di altro ordine, più nobili, per così dire. Si tratterebbe di “ragioni pedagogiche”, come dice in un’intervista alla stampa. Non stentiamo a crederle. E torniamo a quanto dicevamo in apertura. Basta con l’insegnamento cooperativo, con il team teaching o gruppo docente che dir si voglia, con la programmazione didattica unitaria da parte di più insegnanti che intervengono sugli stessi gruppi di alunni, con la collegialità e la condivisione delle scelte educative. E’ ora di tornare al passato. Un solo docente basta e avanza. Basta con la pedagogia progressista (Bruno Ciari, Sergio Neri, Silvano Federici: chi erano costoro?). E così si fa un salto indietro, nella storia della scuola elementare italiana (ma non era il fiore all’occhiello del nostro sistema scolastico?) di venti-trent’anni. In questa frenesia di ritorno al passato, verrebbe da chiedersi: ma perché, già che ci siamo, non ripristiniamo anche i programmi del 1955, quelli con la religione cattolica “fondamento e coronamento” dell’istruzione? Così piglieremmo due piccioni con una fava: da un lato semplificheremmo l’insegnamento, dall’altro faremmo contente le gerarchie ecclesiastiche
E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio. (Albert Einstein)
Sito: Sito: http://www.dislessia-passodopopasso.it/
Blog: http://www.dislessia-passodopopasso.blogspot.com/
https://sites.google.com/site/spagnoloinregole/
Avatar utente
anna68
Messaggi: 4495
Iscritto il: ven dic 16, 2005 12:37 pm
Scuola: 1°UNIVERSITA -3 LINGUISTICO

Re: Maestro unico

Messaggio da anna68 »

Qui si parla anche di ridurre il tempo.
Ora bisognerà capire meglio come ogni riforma appena approvata.
Sicuramente qui di insegnanti ce ne sono e magari loro ci possono dare una mano a capire meglio.
Ciao
Anna
E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio. (Albert Einstein)
Sito: Sito: http://www.dislessia-passodopopasso.it/
Blog: http://www.dislessia-passodopopasso.blogspot.com/
https://sites.google.com/site/spagnoloinregole/
Avatar utente
chicca
Messaggi: 2663
Iscritto il: sab feb 10, 2007 5:45 pm
Scuola: V Elementare e II Liceo Scien
Località: Valle Bormida -Savona-
Contatta:

Re: Maestro unico

Messaggio da chicca »

Mi ricordo, io facevo 4 ore al giorno per sei giorni, ossia 24 ore settimanali adesso 27 obbligatorie, le restanti 3 sono opzionali, perciò non si fanno materie curricolari al loro interno.
non avevamo informatica ed inglese, poi di religione un'ora e non due come adesso.
Ed ecco lì che le ore ed i conti tornano.
calcola che se il maestro è unico ,allora non è più necessaria la programmazione settimanale con le colleghe , e di lì si tolgono due ore che si mettono altrove, insomma, taglia e cuci, riesci a trovare il modo.

PS geometria ,io sono più vecchia di te, ma la facevo eccome....magari non ti ricordi più, ma c'era.
Avatar utente
anna68
Messaggi: 4495
Iscritto il: ven dic 16, 2005 12:37 pm
Scuola: 1°UNIVERSITA -3 LINGUISTICO

Re: Maestro unico

Messaggio da anna68 »

Ho trovato che stanno già raccogliendo le firme contro il maestro unico.
Copio incollo anche questo.
I vari articoli li ho trovati nel sito http://www.retescuole.net

Una campagna nazionale contro il ritorno al maestro unico
--------------------------------------------------------------------------------
di Cesp / CoordTempoPieno




Le dichiarazioni sempre più insistenti della ministra Gelmini sulla reintroduzione dell’insegnante unico nella scuola elementare ci paiono degne di chi è arrivato a fare in ministro senza conoscere nulla della scuola. Il maestro unico è il maestro degli anni Cinquanta e Sessanta del secolo scorso, pensare di reintrodurlo nella scuola di oggi appare grottesco oltre che distruttivo delle migliori qualità della scuola elementare.
Un tempo il singolo maestro o la singola maestra erano gli unici titolari della classe: ogni maestra insegnava tutte le materie, affrontava tutti i problemi della didattica e dalla classe; La scuola era pertanto molto selettiva perché un’unica figura non era in grado di approfondire le conoscenze né di limitare la dispersione scolastica intervenendo sulle fasce più deboli di scolari.
Poi, proprio attraverso la sperimentazione della pluralità docente nel Tempo Pieno degli anni Settanta si è visto che la collaborazione e suddivisione dei compiti tra docenti limitava l’insuccesso scolastico e migliorava la qualità dell’insegnamento. Così con gli anni Novanta la contitolarità docente è stata estesa a tutta la scuola elementare.
Questo speriamo che chi fa la ministra della Repubblica lo sappia.
Quindi oggi, sentite le frequenti dichiarazioni alla stampa, ci chiediamo cosa intende fare il ministero. Tornare agli anni dell’istruzione pubblica di scarsa qualità, superficiale, solo un’infarinatura per il popolo? Forse la ministra è interessata ai tagli che in questo modo potrebbe fare, magari per poi aumentare i finanziamenti alle scuole private.
Perché intervenire con misure distruttive come questa in un settore della scuola pubblica che – anche a detta dei parametri internazionali – funziona bene?

Per questo – insegnanti, genitori, cittadini - abbiamo deciso di lanciare una raccolta di firme fin da oggi e soprattutto dal primo giorno di scuola e dalle prime riunioni scolastiche, per impedire questa ennesima decisione superficiale e distruttiva per la scuola pubblica. Invitiamo chiunque sia d’accordo e si riconosca nel testo dell’appello a farlo proprio e a raccogliere firme a sua volta, da singolo, come associazione, come gruppo di genitori, sindacato o partito.

Cesp e Coord. Naz. Tempo Pieno

scarica il foglio per la raccolta delle firme

CONTRO IL MAESTRO UNICO
Petizione in difesa della pluralità docente nella scuola elementare

La volontà del ministro Gelmini di reintrodurre il maestro unico nella scuola elementare è gravissima. Ormai sono vent’anni che questa figura è stata superata definitivamente, estendendo a tutta la scuola l’esperienza di collaborazione e condivisione di responsabilità tra docenti che era maturata nel Tempo pieno. La pluralità docente ha permesso ai maestri e alle maestre di approfondire la conoscenza disciplinare e ha rafforzato lo spirito di collaborazione, rendendo la scuola elementare una comunità di conoscenze.
Il governo invece vuole solamente un ritorno al passato che gli permetta di ottenere nuovi risparmi ai danni della già tartassata scuola pubblica. Che senso ha infatti stravolgere la scuola elementare, che tra l’altro viene valutata positivamente anche nei test internazionali, se non con l’obiettivo di mettere in crisi un settore della scuola pubblica a vantaggio del mercato e delle scuole private?
Per queste ragioni noi, insegnanti, genitori, cittadini, ci dichiariamo fermamente contrari a questi progetti, ci impegniamo a mettere in atto tutte le iniziative che potranno contrastarli e a sensibilizzare in tutti i modi l’opinione pubblica.

nome cognome città e-mail


Da inviare al Ministero Istruzione fax 06.58492057
e a Cesp-bo fax 051.3371864 via San Carlo, 42-40100 Bologna
E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio. (Albert Einstein)
Sito: Sito: http://www.dislessia-passodopopasso.it/
Blog: http://www.dislessia-passodopopasso.blogspot.com/
https://sites.google.com/site/spagnoloinregole/
Avatar utente
anna68
Messaggi: 4495
Iscritto il: ven dic 16, 2005 12:37 pm
Scuola: 1°UNIVERSITA -3 LINGUISTICO

Re: Maestro unico

Messaggio da anna68 »

Io ho fatto una scuola elementare ai tempi era sperimentale.
Infatti non ci facevano studiare molto ne verbi, ne tabelline ne conti.
Però sezionavamo le rane, oppure facevamo giardinaggio.
Perciò non sò dirti molto di come erano le altre scuole elementari.
Sò solo che alla fine della 5 elementare per mettermi alla pari degli altri ero andata a ripetizione di tutte le materie.
Costretta da mia mamma.
Anche quando tornavo a casa da scuola praticamente lei mi costringeva a imparare le tabelline mentre a scuola non le facevano.
Davano molto all'importanza all'individuo non sò spiegarti era molto strana.
Io frequentavo quella classe e quella scuola perchè era quella più vicina a casa.
Perciò io non riesco a fare un paragone di come era una volta proprio per questo motivo.
Io sò soltanto che avevo rimosso tutto dalla mia testa.
Mi è ritornato tutto in mente quando quest'anno alcuni ex allievi hanno voluto rincontrarsi ma io sinceramente quando parlavano mi venivano in mente i vari ricordi.
Per me le elementari sono comunque state un'incubo.
E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio. (Albert Einstein)
Sito: Sito: http://www.dislessia-passodopopasso.it/
Blog: http://www.dislessia-passodopopasso.blogspot.com/
https://sites.google.com/site/spagnoloinregole/
Avatar utente
chicca
Messaggi: 2663
Iscritto il: sab feb 10, 2007 5:45 pm
Scuola: V Elementare e II Liceo Scien
Località: Valle Bormida -Savona-
Contatta:

Re: Maestro unico

Messaggio da chicca »

ho letto il post di anna dopo aver postato il mio..
volevo precisare che , a differenza di quanto si vuol far credere LA QUALITA' NON VA PER FORZA A BRACCETTO CON LA QUANTITA' ....
Sinceramente ora devo andare e non ho tempo, ma l'articolo che hai trovato si presta ad un sacco di obiezioni.
Ci ritornerò...
ps: non mi sembra che prima degli anni 70 la scuola sfornasse ignoranti , come ora non sforna geni...solo perchè si fanno più ore con più maestre .
Rispondi