Un nuovo anno comincia...

sfoghi, richieste di aiuto, consigli

Moderatore: Moderatori

Avatar utente
dony62
Messaggi: 162
Iscritto il: ven dic 07, 2007 10:29 am

Un nuovo anno comincia...

Messaggio da dony62 »

Intanto colgo l'occasione per mandare a tutti un in bocca al lupo per il nuovo anno: insegnanti, genitori, studenti!
I miei figli hanno già cominciato da lunedì, sebbene qui nel quasi profondo Sud si schiatti ancora dal caldo!
E già abbiamo passato il primo pomeriggio a combattere con 5 problemi di geometria per affrontare l'indomani il test d'ingresso.
Mia figlia, lo ricordo, è discalculica e fa la terza media e questo è il primo anno scolastico che inizia con la consapevolezza del problema. Problema che io sentivo a pelle da anni ma che solo lo scorso anno è stato ufficialmente diagnosticato.
Tanti buoni propositi, tanto pensare che forse la consapevolezza renderà le cose più facili, ma anche tanta tensione... Mia figlia sta per fare 13 anni, è alle prese anche col corpo che cambia, con la fase della crescita forse più critica per una ragazza, è molto presa anche da amiche, uscite, passeggiate, look... e... non sarà un anno facile. Tanto più che poi c'è anche l'incombere della scelta della scuola superiore, da fare entro pochi mesi. Quale scuola può affrontare una ragazzina discalculica che ama invece (e con ottimi risultati) scrivere e studiare italiano?
Ma che comunque non ha avuto un buon inizio con il latino e ha bisogno di essere seguita in alcune materie orali, tipo storia o scienze?
E che, soprattutto, deve convivere con una autostima abbastanza calpestata in questi anni...
roberta
Messaggi: 2563
Iscritto il: sab ago 12, 2006 2:45 pm
Scuola: figlio università
Località: friuli
Contatta:

Re: Un nuovo anno comincia...

Messaggio da roberta »

Ciao,
l'unico suggerimento che mi viene in mente è di affidarsi ad un centro per l'orientamento scolastico. c'è qualcosa anche in rete ...
http://www.aetnanet.org/modules.php?nam ... w_topic=31
le scuole organizzano le giornate aperte e alcune anche degli stage dove i ragazzi delle medie vengono inseriti per alcuni giorni per "provare" la scuola.... devi vedere subito perchè gennaio arriva subito...

tanti auguri.
Roberta
Leonardo
Messaggi: 2609
Iscritto il: mar gen 03, 2006 9:44 pm
Scuola: 5° anno ITIS Informatica
Skype: leonardo88ro
Località: Dueville(VI)
Contatta:

Re: Un nuovo anno comincia...

Messaggio da Leonardo »

La scuola che deve scegliere è una cosa che non dobbiamo ne dirti noi ne tu devi dire a lei, è una cosa che deve fare lei stessa scegliendo la cosa che le sembra più giusta e la cosa che le piace di più fare.
Avatar utente
dony62
Messaggi: 162
Iscritto il: ven dic 07, 2007 10:29 am

Re: Un nuovo anno comincia...

Messaggio da dony62 »

Certo Leonardo, non sarò io a scegliere ma a guidarla a scegliere. La considero un po' come una scelta da fare insieme visto che ne abbiamo già parlato e lei mi ha già fatto capire che tiene al mio consiglio.
Lei vorrebbe scegliere il classico, ma lei stessa è spaventata soprattutto da latino e greco e dal fatto che è comunque una scuola impegnativa. E io mi chiedo se il latino non possa presentare un po' i problemi della matematica.
Mi chiedo anche se non sia anche il caso di andare eventualmente a parlare col dirigente del classico.

Roberta, il link che mi hai dato porta a un modulo che non risulta attivo, puoi indicarmi come arrivarci?
The Matrix
Messaggi: 385
Iscritto il: gio set 11, 2008 1:03 pm
Località: Roma

Re: Un nuovo anno comincia...

Messaggio da The Matrix »

Ti capisco. Noi avevamo scoperto la dislessia in prima media e da allora cominciai a pensare alle superiori e ad informarmi con mio figlio che voleva fare ROBOTICA. Quest'anno ci siamo, domani abbiamo l'accoglienza per quelli del primo anno all'ITIS.

Ora io non ho imposto a mio figlio la scelta, ma ho avuto sicuramente una parte preponderante. Ho tenuto conto di questo suo orientamento (robotica) e ho cercato gli ITIS che avessero qualcosa che la richiamasse. Siamo a Roma e la scelta è vasta e ampia, così gli presentai alcuni istituti che avevano la specializzazione in automazione. Se a tua figlia piace l'italiano credo che debba essere quello l'orientamento, poi per il resto si affronteranno le cose tenendo conto delle sue caratteristiche. Però credo sia importanto possano trovare un ambito che li può appassionare.
roberta
Messaggi: 2563
Iscritto il: sab ago 12, 2006 2:45 pm
Scuola: figlio università
Località: friuli
Contatta:

Re: Un nuovo anno comincia...

Messaggio da roberta »

dony62 ha scritto: Roberta, il link che mi hai dato porta a un modulo che non risulta attivo, puoi indicarmi come arrivarci?
prova così: apri google ricerca: "orientamento superiori" (senza virgolette) è il primo risultato. non ho molto tempo ora ma se vuoi quando sarò a casa vedo di rintracciare le ricerche che ho fatto l'anno scorso per mia figlia e ti mando le notizie. il link che ti ho mandato è solo un esempio ce ne sono altri forse più aderenti alle tue necessità. ci sentiamo nel pom.
ciao
Avatar utente
chicca
Messaggi: 2663
Iscritto il: sab feb 10, 2007 5:45 pm
Scuola: V Elementare e II Liceo Scien
Località: Valle Bormida -Savona-
Contatta:

Re: Un nuovo anno comincia...

Messaggio da chicca »

Mio figlio grande: per una serie di disguidi ed errori miei non ha ancora una diagnosi scritta ....
Eppure ha voluto iscriversi al liceo contro l'opinione dei genitori .
Mi dicono che devo essere più fiduciosa, ma non ci riesco...
So che in quel liceo non sono affatto preparati ad accogliere ragazzi con dsa...
Beh , mi sono detta... c'è sempre una prima volta per tutti: andrò la con molta umiltà e perorerò la causa....
ernestina
Messaggi: 167
Iscritto il: dom nov 27, 2005 8:40 pm
Località: parma

Re: Un nuovo anno comincia...

Messaggio da ernestina »

per esperienza personale, se la scuola l'ha voluta lui ci darà l'anima......
Avatar utente
dony62
Messaggi: 162
Iscritto il: ven dic 07, 2007 10:29 am

Re: Un nuovo anno comincia...

Messaggio da dony62 »

Ecco, io per esempio sono già indecisa se andare a parlare proprio nel ruolo di mamma di figlia con dsa o no. Mia figlia appena fatta la diagnosi non ha voluto gli ausili e ha preferito provare a cavarsela senza essere differenziata dagli altri. Però le prof delle medie sanno e riescono in qualche modo a darle qualche aiuto in più, non dal punto di vista del profitto ovviamente, ma dell'autostima, del tempo per svolgere le cose, del non darle addosso se sembra distratta... mi spiego?
The Matrix
Messaggi: 385
Iscritto il: gio set 11, 2008 1:03 pm
Località: Roma

Re: Un nuovo anno comincia...

Messaggio da The Matrix »

chicca ha scritto:Mio figlio grande: per una serie di disguidi ed errori miei non ha ancora una diagnosi scritta ....
Eppure ha voluto iscriversi al liceo contro l'opinione dei genitori .
Mi dicono che devo essere più fiduciosa, ma non ci riesco...
So che in quel liceo non sono affatto preparati ad accogliere ragazzi con dsa...
Beh , mi sono detta... c'è sempre una prima volta per tutti: andrò la con molta umiltà e perorerò la causa....
Nella scelta della scuola superiore io non ho tenuto conto del loro eventuale orientamento rispetto alla DSA, anche se mi piacerebbe saperlo, ma solo di quello di mio figlio. Personalmente, alle scuole inferiori, ho sempre trovato forte ostilità. Ma io sono combbattiva o più sono ostili più mi stimolano. E forse, guardando all'oggi, è stato meglio così. Infatti io mi sto preparando al peggio (non ho mai avuto una esperienza diversa) poi se sarà meglio ... ben venga e tutto di guadagnato.

A tal proposito, qualcuno conosce il Galileo Galilei di Roma a poposito di DSA? L'insegnante di italiano alla quale ho chiesto lumi mi ha detto che lei non sapeva queste cose e che mi rivolgessi al coordinatore degli insegnanti di sostegno.
Avatar utente
dony62
Messaggi: 162
Iscritto il: ven dic 07, 2007 10:29 am

Re: Un nuovo anno comincia...

Messaggio da dony62 »

Come dicevo, io invece alle medie inferiori ho trovato grandissimo supporto! Favorita anche dal fatto che la prof di matematica di mia figlia era stata la prof del mio grande (al contrario, bravissimo in matematica) con cui avevo dunque già un rapporto di reciproca stima.
Piuttosto la mia brutta esperienza è stata alle elementari, con maestre che quando io mostrai loro le inversioni dei numeri di mia figlia mi prendevano in giro... ma lasciamo perdere, meglio guardare avanti!

Sono così terrorizzata dalle superiori che anche io mi sto preparando al peggio... ;)
The Matrix
Messaggi: 385
Iscritto il: gio set 11, 2008 1:03 pm
Località: Roma

Re: Un nuovo anno comincia...

Messaggio da The Matrix »

dony62 ha scritto:Ecco, io per esempio sono già indecisa se andare a parlare proprio nel ruolo di mamma di figlia con dsa o no. Mia figlia appena fatta la diagnosi non ha voluto gli ausili e ha preferito provare a cavarsela senza essere differenziata dagli altri.
Non ti preoccupare e prova come ti viene, poi scegli la strada che ti sembra migliore e che riesci ad affrontare meglio. Ognuno di noi poi è fatto a modo suo, io come ho detto, sono combattiva e più trovo opposizione più trovo stimolo. Ma non siamo tutti così. Ma se ti senti depressa scrivi qui che troverai sicuro qualcuno che ti sostiene.
Leonardo
Messaggi: 2609
Iscritto il: mar gen 03, 2006 9:44 pm
Scuola: 5° anno ITIS Informatica
Skype: leonardo88ro
Località: Dueville(VI)
Contatta:

Re: Un nuovo anno comincia...

Messaggio da Leonardo »

chicca ha scritto:Mio figlio grande: per una serie di disguidi ed errori miei non ha ancora una diagnosi scritta ....
Eppure ha voluto iscriversi al liceo contro l'opinione dei genitori .
Mi dicono che devo essere più fiduciosa, ma non ci riesco...
So che in quel liceo non sono affatto preparati ad accogliere ragazzi con dsa...
Beh , mi sono detta... c'è sempre una prima volta per tutti: andrò la con molta umiltà e perorerò la causa....
Il problema mi sa che è questo molte volte, cercate una scuola che sia preparata ad accogliere ragazzi con dsa, ma invece bisogna cercare principalmente una scuola che sia preparata ad accogliere ragazzi che intendono prepararsi in un determinato indirizzo.
Capisco che volete che non abbiano problemi o che ne abbiano il meno possibile ma la vita è fatta anche di problemi e sacrifici.
Io volevo fare informatica e sono andato contro il parere di tutti che mi sconsigliavano di fare l'itis ma a me non interessava niente anche se era una scuola "difficile" a me interessava soltanto fare informatica anche se significava probabilmente trovare qualche problema perchè io intendevo lavorare in futuro come programmatore.
Ora dopo lo stage che mi è andato benissimo dove sono riuscito a farmi spostare dall'assistenza (montare/smontare pc, installare sistemi operativi e altro) al reparto software il primo giorno di stage e alla fine li ho lasciati molto soddisfatti del lavoro che ho fatto tanto da dirmi che l'anno prossimo appena finisco la maturità ho già il posto da loro se voglio, sinceramente dei problemi che potrò trovare anche quest'anno mi interessa poco, ho avuto una grande soddisfazione io dal lavoro che ora della scuola mi interessa solo finirla il prima possibile perchè quello che avevo intenzione di fare da più di 7 anni ormai è diventato realtà alla faccia di chi mi diceva che facevo uno sbaglio.
Certo ho avuto molti problemi durante il percorso e ho dovuto sopportare molte cose, sono dovuto continuare a rimanere all'itis anche dopo le due bocciature ma alla fine è servito per ottenere quello che volevo e a me interessa quello.
Se avessi scelto una scuola dove non avrei avuto problemi sacrificando quello che volevo fare nella vita ora probabilmente avrei già finito la scuola ma probabilmente starei vivendo la mia vita con un senso di vuoto e facendo un lavoro che non mi stimola e non mi piace.
Io preferisco pensare al futuro, pensare a quello che sarò dopo la scuola.
Costanza
Messaggi: 2843
Iscritto il: gio mag 22, 2008 8:26 pm
Scuola: Eevee Universit Supernick 3med

Re: Un nuovo anno comincia...

Messaggio da Costanza »

Ciao Dony62 io sono Costanza, mamma di una ragazza, Eevee, di 14 anni e dislessica.

Innanzitutto mi piacerebbe sapere da dove scrivi, visto che parli di "profondo sud" poichè io sono di Palermo. Se anche tu sei di Palermo ti posso già dire che a parte le visite guidate durante le giornate aperte qui non c'è nient'altro che ti possa aiutare per la scelta delle superiori, almeno così è stato nell'anno passato.

Io penso che tu dovresti informarti e poi far scegliere a tua figlia perchè così lei si impegnerà di più e tu non avrai mai sensi di colpa (io stessa avrei voluto fare il liceo classico e invece ho dovuto fare l'ITC e questo ha compromesso tutto il mio successivo percorso scolastico).
Mia figlia è dislessica, disortografica, disgrafica in forma non grave ed ha anche una lievissima discalculia, lei ha scelto di fare il liceo scientifico perchè vuole dedicarsi alla ricerca e io mi sono detta: chi sono io per impedirglielo? Le darò tutto l'aiuto e il supporto che mi chiederà e l'aiuterò anche (penso che non succederà) se un giorno dovesse dirmi di non farcela e di preferire magari il liceo artistico (era un'altra delle possibilità ma alla fine ha scelto lo scientifico) che penso sia un pò meno faticoso.
Non avrei potuto tarparle le ali e ogni altra scelta sarebbe stato solo un ripiego che magari avrebbe potuto giustificare un insuccesso.
Decidi per quello che ti suggerisce il tuo istinto di madre, il mio mi diceva di dare fiducia a mia figlia, può darsi che non ho fatto la cosa migliore ma almeno mia figlia ci avrà provato.

Ciao

Costanza :fun
Gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini. (G. Falcone)
Avatar utente
dony62
Messaggi: 162
Iscritto il: ven dic 07, 2007 10:29 am

Re: Un nuovo anno comincia...

Messaggio da dony62 »

No Costanza, sono pugliese, infatto ho detto quasi profondo Sud! :D

Sì, mia figlia sceglierà lei, ma come dicevo le piace avere me come riferimento, sapere di poter contare su info, consigli ecc. Io poi passo diverse ore ogni pomeriggio ad aiutarla e quindi il suo studio lo viviamo, come dire, un po' in team! Ho capito anche che lei è contenta che io l'aiuti a gestire le ore di studio, separandole da msn, tv. ecc. Lo so, a 13 anni quasi dovrebbe forse sapersi organizzare, ma secondo me è un po' tipico di come è lei non saper ancora ben organizzarsi, il tempo è come se le sfuggisse... e quindi un pomeriggio si organizza lei, un altro l'aiuto io e andiamo avanti così, abbastanza insieme.

Sì mia figlia ama l'italiano e vorrebbe fare il classico ma probabilmente non vede neanche il mmento della scelta così vicino, oppure lo vive con meno ansia perchè non pone questa scelta come centrale per lei in questo momento. Vedi Leonardo, io sono sicura che se si vuol fare una cosa ci si può riuscire, ma non vedo mia figlia così determinata come lo sei tu o altri ragazzi che vedo qui. Anche lei parla più volentieri di quello che vuol fare dopo, ad es. la scrittrice o la giornalista, che non dell'immediato. Io con la concretezza dell'adulto penso che prima del fare la giornalista c'è da fare almeno una scuola superiore e sono terrorizzata all'idea che possa incontrare troppe difficoltà.
:)
Rispondi