LA DIFFICOLTA' DI APPRENDERE CONNESSA ALLA DISLESSIA

sfoghi, richieste di aiuto, consigli

Moderatore: Moderatori

margherita59
Messaggi: 3
Iscritto il: gio nov 20, 2008 6:54 pm

LA DIFFICOLTA' DI APPRENDERE CONNESSA ALLA DISLESSIA

Messaggio da margherita59 »

CIAO A TUTTI. SONO MADRE DI 7 FIGLI; GLI ULTIMI 2 SONO DISLESSICI E DISGRAFICI (ANCHE SE IN FORME DIVERSE) E HANNO 14 E 11 ANNI. IN ENTRAMBI, DOPO UN 'ESPERIENZA ELEMENTARE ABBASTANZA FELICE ( A PARTE IL TRAUMATICO CAMBIO DI SCUOLA INIZIALE), HO RISCONTRATO SERI PROBLEMI DI APPRENDIMENTO ALLE SCUOLE MEDIE, CHE HANNO FATTO PASSARE IN SECONDO PIANO LA DIFFICOLTA' DI LEGGERE E/O SCRIVERE ( ALLE QUALI POSSONO ESSERCI RIMEDI DI VARIO TIPO).
OLTRE ALLA DISORGANIZZAZIONE NEL GESTIRE IL DIARIO, LA CARTELLA, I QUADERNI, IL MATERIALE - CHE NON SONO PROBLEMI BANALI - HO RISCONTRATO IN ENTRAMBI UNA GRANDE DIFFICOLTA' A CAPIRE IL LINGUAGGIO TEORICO, NOZIONISTICO E SCHEMATICO CHE ALLE MEDIE TUTTE LE INSEGNANTI UTILIZZANO. I CONCETTI TEORICI NON VENGONO CAPITI NE' TRATTENUTI. E' COME SE LA LORO TESTA FOSSE UN CONTENITORE INDIFFERENZIATO NEL QUALE VANNO A FINIRE TUTTE LE PAROLE CHE VENGONO UTILIZZATE NELLE SPIEGAZIONI E NEI TESTI E DA LI' RIPESCATE CASUALMENTE ( E PARZIALMENTE)AL MOMENTO DELLE VERIFICHE O INTERROGAZIONI, SENZA LA CAPACITA' DI MEMORIZZARLE E ORGANIZZARLE IN UN DISCORSO LOGICO. COSI', AL LUNGO E PESANTE LAVORO DI PREPARAZIONE DOMESTICA PER LE VERIFICHE (QUASI TUTTE SCRITTE), SEGUONO REGOLARMENTE RISULTATI DISASTROSI A SCUOLA! L'USO DEL COMPUTER, DELLA CALCOLATRICE E DI SCHEMI E' LA SOLUZIONE DI CUI SENTO CONTINUAMENTE PARLARE MA IN REALTA' NON E' EFFICACE NEL RISOLVERE QUESTO TIPO DI PROBLEMI.
OGGI TUTTE LE MATERIE SCOLASTICHE ( COMPRESE ARTE, MUSICA E PERFINO EDUCAZIONE FISICA!!) SI BASANO ANCHE SU CONCETTI DI TEORIA. ANCHE LE INSEGNANTI PIU' BENDISPOSTE NON PERCEPISCONO QUESTA DIFFICOLTA'E IMPUTANO LE CATTIVE PERFORMANCES AD UNO STUDIO NON ADEGUATO E ALLA FACILITA' A DISTRARSI DURANTE LE SPIEGAZIONI.
QUALCUNO DI VOI HA AVUTO PROBLEMI SIMILI AI NOSTRI? ESISTE, TRA GLI AUTORI, QUALCHE CONFERMA CHE TALI DIFFICOLTA' SONO IN LINEA CON LA FORMA MENTIS DEL DISLESSICO? AVETE QUALCHE SUGGERIMENTO PER AIUTARE I MIEI FIGLI AD APPRENDERE MEGLIO?GRAZIE PER LA VS DISPONIBILITA'.
Avatar utente
lucia17
Messaggi: 2784
Iscritto il: sab gen 26, 2008 10:40 am
Scuola: figlio Roby 96 2*ITIS 11/12
Skype: Filibertona
Località: Italia prov. di Roma

Re: LA DIFFICOLTA' DI APPRENDERE CONNESSA ALLA DISLESSIA

Messaggio da lucia17 »

Ciao e benvenuta, è un argomento molto vasto e mi piacerebbe trattarlo con tutti, vorrei per il momento sapere solo una cosa, questi due tuoi figli sono disponibili a scrivere o prendere nota in forma scritta, anche con semplici appunti nel momento in cui studiano o hanno appena studiato un argomento? E' la cosa su cui io sto puntando ed insistendo con mio figlio, è solo una mia idea di mamma, non è una certezza, ma secondo me, nel momento in cui un ragazzo con difficoltà, prova a fare un appunto scritto di ciò che ha appena studiato, dà conferma a se stesso di quali sono le notizie apprese. Sarebbe il massimo, sempre secondo me, organizzarsi con dei cartelloni in modo di partire dalla notizia iniziale, per poi ogni volta aggiungere un qualcosa allo stesso cartellone, per avere sempre un'idea dell'argomento sotto gli occhi...ma con mio figlio questo è inattuabile in quanto per il momento lui dice che è difficilissimo prendere appunti su una pagina che sta studiando, è difficile per lui proprio dare la giusta interpretazione ad un testo, a meno che non si tratti di cose facili in base alla sua esperienza personale.
Comunque è la logopedista che punta sull'uso di mappe ma che dovrebbe fare da solo, proprio per impostare un argomento a livello mentale.
Ho intenzione di continuare questa discussione, fammi sapere.
margherita59
Messaggi: 3
Iscritto il: gio nov 20, 2008 6:54 pm

Re: LA DIFFICOLTA' DI APPRENDERE CONNESSA ALLA DISLESSIA

Messaggio da margherita59 »

CONCORDO AL 100% CON QUANTO DICI. UNO DEI 2, IL PIU' GRANDE, CERCA DI PRENDERE APPUNTI PROPRIO SU NS SUGGERIMENTO: PERO' ALLA FINE NON SONO UN GRANCHE' UTILIZZABILI, SCRITTI SU FOGLI VOLANTI, SENZA UN COLLEGAMENTO LOGICO TRA I TERMINI, NON STRUTTURATI..MA ALMENO QUESTO LO AIUTA AD ESSERE MENTALMENTE PRESENTE DURANTE LA SPIEGAZIONE. L'ALTRO, IL PIU' PICCOLO, NON NE VUOLE SAPERE PER GLI STESSI MOTIVI ESPRESSI DA TUO FIGLIO. E' PIU' FACILE PER LUI ASCOLTARE CHE SCRIVERE QUINDI SCEGLIE QUESTA STRADA ANCHE SE CIO' CHE ASCOLTA, LO CAPISCE A MODO SUO E LO ORGANIZZA MENTALMENTE IN MODO DEL TUTTO FANTASIOSO... ! CONCORDO ANCHE SUL FATTO CHE LE MAPPE SERVONO SOLO SE REALIZZATE DA LORO STESSI ALTRIMENTI DIVENTANO L'ENNESIMO SCHEMA MNEMONICO DA IMPARARE! GRAZIE PER LA RISPOSTA.
Avatar utente
icmnico
Messaggi: 1590
Iscritto il: lun nov 21, 2005 2:35 pm
Scuola: 2 media - 4 superiore... forse
Skype: icmnico
Località: pieve emanuele (mi)

Re: LA DIFFICOLTA' DI APPRENDERE CONNESSA ALLA DISLESSIA

Messaggio da icmnico »

Ciao margherita e benvenuta. Anch'io ho 2 figli dislessici uno di 16 anni e una di 11 anni. Il grande fino a quest'anno non ha mai preso appunti in forma scritta in quanto per lui era veramente problematico riuscire ad avere una velocità di scrittura tale che gli permettesse poi di comprendere ciò che aveva scritto, inoltre spesso si perdeva gran parte delle nozioni che l'insegnante diceva. Quest'anno riesce a prendere appunti, ma spesso o li copia dai compagni o i prof(fortunatamene) aspettano i suoi tempi e devo dire che effettivamente le cose stanno migliorando.
La piccola a scuola (siamo in prima media) non prende assolutamente appunti e privilegia l'ascolto ottenendo buoni risultati di comprensione, però a casa quando studiamo abbiamo adottato un metodo davvero efficace : mentre io leggo lei disegna ciò che quello che leggo le fa venire in mente(spesso il disegno non ha nulla a che fare con ciò che ho letto ma l'aiuta a ricordare il concetto e l'idea). Ogni tanto ci fermiamo e lei mi ripete quello che abbiamo studiato fino a quel momento con l'ausilio dei disegni, poi continuiamo... Alla fine lei sa spiegarmi la lezione.
Il tutto rimane un po' più complesso con le nozioni matematiche... ma devo dire che grosso modo ci siamo.
Però quello che in ogni caso si deve far presente a scuola è che per i nostri ragazzi è molto difficile l'acquisizione di terminologie specifiche pertanto devono valutarli più per i contenuti che per il lessico utilizzato.

Infine ciò che hai scritto sui tuoi ragazzi è comune a molti (se non tutti) i ragazzi con DSA.

ciao
"Angeli allo Specchio" Perchè di Marco e Alice ne è pieno il mondo
http://www.ibiskoseditricerisolo.it/cat ... php?id=465
Avatar utente
Elisabetta
Messaggi: 4453
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:23 pm
Skype: betty--
Località: Pesaro

Re: LA DIFFICOLTA' DI APPRENDERE CONNESSA ALLA DISLESSIA

Messaggio da Elisabetta »

Ciao supermamma e benvenuta (sei forse l'amica di mamma Rosa?).

Ogni anno mi sforzo di andare a parlare con tutti i prof di mio figlio Diego (16 anni 3° Ist. Tecnico Agrario) spiegando in particolar modo che per lui è difficile se non impossibile prendere appunti perchè se ascolta non scrive e se scrive non riesce ad ascoltare.

Quest'anno mi avranno presa per matta perchè non solo Diego sta producendo una quantità infinita di appunti, ma è l'unico che li sa prendere nel giusto modo e alla fine vengono fotocopiati da tutti i compagni!
Lui ha imparato a prendere appunti schematici, con parole chiave, disegni e collegamenti. E' ciò che la prof. di zootecnia ha detto, si aspetterebbe anche dagli altri.

Io credo di poter dare una risposta a tutto questo.
Se da un lato Diego è cresciuto e ha compensato ancora di più il disturbo, dall'altro sono sempre più convinta che dipende da come viene fatta la lezione.

La prof di zootecnia è bravissima e sa fare luna lezione molto visiva (e per questo adatta a Diego). Quindi lui sa prendere gli appunti.
Nonostante questo la prof stessa mi dice che gli altri tendono a scrivere tutto il discorso dela prof. senza farlo proprio e farne una sintesi.

Che devo dire? Questi ragazzi sono un vero mistero!
Per firmare la PETIZIONE
http://www.petitiononline.com/amicar01/petition.html

INDICE: http://www.dislessia.org/forum/viewtopic.php?t=2345

nel sito www.dislessiainrete.org ci sono 3 guide scaricabili per insegnanti, per genitori e per studenti
Avatar utente
lucia17
Messaggi: 2784
Iscritto il: sab gen 26, 2008 10:40 am
Scuola: figlio Roby 96 2*ITIS 11/12
Skype: Filibertona
Località: Italia prov. di Roma

Re: LA DIFFICOLTA' DI APPRENDERE CONNESSA ALLA DISLESSIA

Messaggio da lucia17 »

Riprendo il discorso dell'autrice di questo topic...vorrei dire...propongo una cosa...
Proviamo noi mamme a scrivere su dettatura da parte dei nostri figli, una piccola sintesi di un argomento..
che ne pensate?
margherita59
Messaggi: 3
Iscritto il: gio nov 20, 2008 6:54 pm

Re: LA DIFFICOLTA' DI APPRENDERE CONNESSA ALLA DISLESSIA

Messaggio da margherita59 »

grazie per le vs risposte, già m'incoraggia sapere che situazioni simili alla mia sono frequenti.! Sono convinta che il prendere appunti ( anche con un disegno!) sarebbe utilissimo per i ns ragazzi, serve ovviamente un minimo di collaborazione che mio figlio piccolo non è disposto a dare...devo dire a suo favore che il carico di compiti domestici è talmente gravoso che ogni "aggiunta" sembra un masochistico accanimento ( così la vede lui..!). Anche io penso che la strada di rendere il piu' possibile "visivo" quanto devono imparare sia ottima; studiando storia cerco di fargli dire come si immagina un "ostrogoto" o come pensa siano le cellule dentro di noi oppure faccio confronti con esperienze vissute; questo è efficace ma...diciamolo..quanto tempo si "perde"? se i compiti sono tanti non sempre possiamo permetterci queste "digressioni";e non tutte le insegnanti accettano di ridimensionare le consegne domestiche favorendo la qualità a scapito della quantità. Abbiamo avuto esperienza di scuola privata a cui siamo ricorsi con il figlio più grande dopo un anno di scuola media che aveva portato all'insufficienza in TUTTE (dico TUTTE) le materie: dopo aver affrontato lo studio teorico di un argomento, ricorrevano poi a film o documentari per "fissarlo".Il fatto di avere 4 dislessici in classe influenzava inevitabilmente le modalità di insegnamento a loro favore!!Peccato che queste scuole abbiano bisogno di autofinanziarsi imponendo rette mensili (possiamo scaricare dalle tasse la palestra per i ns figli ma non la retta della scuola privata a cui dobbiamo ricorrere per carenze della scuola statale!!). Per questo con il più piccolo (più disgrafico che dislessico ma con tutti gli stessi problemi di apprendimento di cui ho già parlato) stiamo tentando le medie statali...ma con risultati fino ad oggi abbastanza disastrosi! E così ritorno all'inizio: la dislessia e la disgrafia comportano difficoltà di apprendimento collaterali a cui la scuola pubblica (per quella che è la mia esperienza) risponde inefficacemente limitandosi a proporre uso del computer, della calcolatrice. E a noi genitori l'onere di insegnare tutto ciò che non imparano.
C'è qualche insegnante ( magari qualche preside) che puo' darmi qualche parere/opinione/suggerimento sulle seguenti riflessioni:
Sarebbe così difficile adeguare la scuola alla tecnologia che ormai è presente nella ns vita quotidiana e di cui, in qualsiasi altro ambiente di lavoro, non si puo' assolutamente fare a meno? (Magari risparmiando sui corsi pomeridiani di "scacchistica" o "fotografia" )
Le lezioni teoriche sui "digrammi" e "trigrammi" (potrei fare altri 1000 esempi) sono proprio indispensabili per crescere? Per imparare ad esprimersi? Per imparare a comporre un testo?
Perchè le rigide verifiche scritte ormai sostituiscono le interrogazioni in quasi tutte le materie?
Ecco un po' di argomentazioni su cui riflettere!!
Grazie a tutti, buona giornata ( di compiti)!
Avatar utente
Andre
Messaggi: 1004
Iscritto il: ven gen 13, 2006 1:45 pm
Scuola: II media
Località: San Donato Milanese
Contatta:

Re: LA DIFFICOLTA' DI APPRENDERE CONNESSA ALLA DISLESSIA

Messaggio da Andre »

lucia17 ha scritto:Riprendo il discorso dell'autrice di questo topic...vorrei dire...propongo una cosa...
Proviamo noi mamme a scrivere su dettatura da parte dei nostri figli, una piccola sintesi di un argomento..
che ne pensate?
ciao
io con andrea ci ho provato, ma non ha prodotto buoni risultati
funziona di piu' se la sintesi la fa lui da solo, con parole chiave evidenziate o colorate, ma fa tanta fatica a farla x il momento (1 media)
devo dire che poi dipende soprattutto (nel ns caso)dalla materia
ho notato che ad ogni materia equivale un metodo di studio differente
es: x geografia sono ottimali le mappe mentali
per storia quelle concettuali
tutto fatto esclusivamente da lui
per matematica degli schemi molto colorati fatti da me

ciao
Cristina

La nostra felicità è nel bene che facciamo, nella gioia che diffondiamo, nelle lacrime che asciughiamo, nel sorriso che facciamo fiorire

il mio blog

facebook:evento la mia letterina di Natale
Avatar utente
lucia17
Messaggi: 2784
Iscritto il: sab gen 26, 2008 10:40 am
Scuola: figlio Roby 96 2*ITIS 11/12
Skype: Filibertona
Località: Italia prov. di Roma

Re: LA DIFFICOLTA' DI APPRENDERE CONNESSA ALLA DISLESSIA

Messaggio da lucia17 »

Ciao, sai la logopedista di mio figlio insiste tanto sul sottolineare, evidenziare e fare le mappe... spero presto riuscirà a convincerlo.
Per me la cosa negativa che lo influenza è la stanchezza e la fretta.
Avatar utente
Andre
Messaggi: 1004
Iscritto il: ven gen 13, 2006 1:45 pm
Scuola: II media
Località: San Donato Milanese
Contatta:

Re: LA DIFFICOLTA' DI APPRENDERE CONNESSA ALLA DISLESSIA

Messaggio da Andre »

margherita59 ha scritto: serve ovviamente un minimo di collaborazione che mio figlio piccolo non è disposto a dare...devo dire a suo favore che il carico di compiti domestici è talmente gravoso che ogni "aggiunta" sembra un masochistico accanimento ( così la vede lui..!).[/b]

perche' all'inizio non le fai tu?, poi vedrai che ci provera' da solo quando vedra' che ottiene buoni risultati
margherita59 ha scritto: la dislessia e la disgrafia comportano difficoltà di apprendimento collaterali a cui la scuola pubblica (per quella che è la mia esperienza) risponde inefficacemente limitandosi a proporre uso del computer, della calcolatrice. E a noi genitori l'onere di insegnare tutto ciò che non imparano.
C'è qualche insegnante ( magari qualche preside) che puo' darmi qualche parere/opinione/suggerimento sulle seguenti riflessioni:
Sarebbe così difficile adeguare la scuola alla tecnologia che ormai è presente nella ns vita quotidiana e di cui, in qualsiasi altro ambiente di lavoro, non si puo' assolutamente fare a meno? (Magari risparmiando sui corsi pomeridiani di "scacchistica" o "fotografia" )
Le lezioni teoriche sui "digrammi" e "trigrammi" (potrei fare altri 1000 esempi) sono proprio indispensabili per crescere? Per imparare ad esprimersi? Per imparare a comporre un testo?
Perchè le rigide verifiche scritte ormai sostituiscono le interrogazioni in quasi tutte le materie?[/
b]


ti do molta ragione!!non si e' pronti all'interno delle scuole per insegnare in modo differente, interattivo, aggiornato, coinvolgente...e fino a quando in italia non si verranno a creare nuovi insegnanti preparati e innovativi, noi poveri genitori dovremmo sostituirli...e i nostri attuali insegnanti non si immaginano neanche con quanto sacrificio cio' avvenga! a volte addirittura passiamo per genitori troppo presenti e ansiosi...
la molla che ci spinge ad andare avanti a fare i sostituti degli insegnanti, nonostante abbiamo altre migliaia di cose da fare e sbrigare in casa e al lavoro, e' la gioia negli occhi dei nostri figli ogni volta che ce la fanno, che ne escono vincitori, con la soddisfazione di aver imparato tutta la lezione e magari aver fatto una buona interrogazione! :wink:
Cristina

La nostra felicità è nel bene che facciamo, nella gioia che diffondiamo, nelle lacrime che asciughiamo, nel sorriso che facciamo fiorire

il mio blog

facebook:evento la mia letterina di Natale
Avatar utente
Andre
Messaggi: 1004
Iscritto il: ven gen 13, 2006 1:45 pm
Scuola: II media
Località: San Donato Milanese
Contatta:

Re: LA DIFFICOLTA' DI APPRENDERE CONNESSA ALLA DISLESSIA

Messaggio da Andre »

lucia17 ha scritto:Ciao, sai la logopedista di mio figlio insiste tanto sul sottolineare, evidenziare e fare le mappe... spero presto riuscirà a convincerlo.
Per me la cosa negativa che lo influenza è la stanchezza e la fretta.

anche Andrea ha sempre molta fretta di finire e poca voglia soprattutto!
pensa che lui in classe sottolinea tutto cio' che leggono sui libri con gli evidenziatori! che disastro, quando dobbiamo studiare sui suoi libri ci vogliono gli occhiali da sole!! 8)
ho provato a dirgli di sottolineare solo le cose piu' importanti e lui mi risponde che gli sembra sempre tutto importante.....
cosi' lo lascio fare....tanto poi facciamo le mappe!! :wink:

vedi ogni ragazzo ha il suo metodo, e' personale
Cristina

La nostra felicità è nel bene che facciamo, nella gioia che diffondiamo, nelle lacrime che asciughiamo, nel sorriso che facciamo fiorire

il mio blog

facebook:evento la mia letterina di Natale
Avatar utente
lucia17
Messaggi: 2784
Iscritto il: sab gen 26, 2008 10:40 am
Scuola: figlio Roby 96 2*ITIS 11/12
Skype: Filibertona
Località: Italia prov. di Roma

Re: LA DIFFICOLTA' DI APPRENDERE CONNESSA ALLA DISLESSIA

Messaggio da lucia17 »

[/quote]anche Andrea ha sempre molta fretta di finire
ho provato a dirgli di sottolineare solo le cose piu' importanti e lui mi risponde che gli sembra sempre tutto importante.....[/quote]


Secondo il mio parere personale e per come ho capito io leggendo su internet, è proprio lì il problema, non riuscire a dare importanza più ad una cosa e meno ad un'altra, quando si legge un testo. Mio figlio trova questa difficoltà.
Lui non ha fretta di finire, anzi! La fretta la sente da parte di chi gliela mette, sia a casa che a scuola.
Avatar utente
lucia17
Messaggi: 2784
Iscritto il: sab gen 26, 2008 10:40 am
Scuola: figlio Roby 96 2*ITIS 11/12
Skype: Filibertona
Località: Italia prov. di Roma

Re: LA DIFFICOLTA' DI APPRENDERE CONNESSA ALLA DISLESSIA

Messaggio da lucia17 »

Margherita 59 HA SCRITTO :serve ovviamente un minimo di collaborazione che mio figlio piccolo non è disposto a dare..

Tuo figlio ha mai fatto logopedia? Sai, è proprio la logopedista che cerca di far trovare al ragazzo il suo metodo di apprendimento e di esaltare le sue doti nascoste, cioè punta sull'autostima.
Avatar utente
anna68
Messaggi: 4495
Iscritto il: ven dic 16, 2005 12:37 pm
Scuola: 1°UNIVERSITA -3 LINGUISTICO

Re: LA DIFFICOLTA' DI APPRENDERE CONNESSA ALLA DISLESSIA

Messaggio da anna68 »

Ciao anche mio figlio ormai fa da solo le mappe
Inoltre proprio l'ìnsegnante di scienze vuole che a fine capitolo ogni ragazzo faccia la sua mappa lei poi le guarda in modo da correggerle così le hanno per sempre.
Credo che questo sia molto utile.
Io ho sempre fatto insieme a mio figlio le mappe usavamo diagram designer ora abbiamo capito invece come funziona cmap e ormai è bravissimo e fa tutto da solo.
Ciao
E' più facile spezzare un atomo che un pregiudizio. (Albert Einstein)
Sito: Sito: http://www.dislessia-passodopopasso.it/
Blog: http://www.dislessia-passodopopasso.blogspot.com/
https://sites.google.com/site/spagnoloinregole/
Avatar utente
lucia17
Messaggi: 2784
Iscritto il: sab gen 26, 2008 10:40 am
Scuola: figlio Roby 96 2*ITIS 11/12
Skype: Filibertona
Località: Italia prov. di Roma

Re: LA DIFFICOLTA' DI APPRENDERE CONNESSA ALLA DISLESSIA

Messaggio da lucia17 »

anna68 ha scritto:Ciao anche mio figlio ormai fa da solo le mappe
Inoltre proprio l'ìnsegnante di scienze vuole che a fine capitolo ogni ragazzo faccia la sua mappa lei poi le guarda in modo da correggerle così le hanno per sempre.
Credo che questo sia molto utile.
Io ho sempre fatto insieme a mio figlio le mappe usavamo diagram designer ora abbiamo capito invece come funziona cmap e ormai è bravissimo e fa tutto da solo.
Ciao
Sì ma tutto dipende dall'impostazione mentale....sono felice per te...
Rispondi