Appello ai dislessici adulti...

sfoghi, richieste di aiuto, consigli

Moderatore: Moderatori

Avatar utente
Salvo
Messaggi: 11
Iscritto il: gio feb 10, 2011 12:38 am
Scuola: Università: scienze chimica
Località: Catania

Re: Appello ai dislessici adulti...

Messaggio da Salvo » sab feb 12, 2011 11:42 am

Ciao Pipo,
Ti ringrazio per la precisazione.
Il mio "disturbo" l'ho avuto diagnosticato attraverso una lunga trafila e sono dovuto andare a 1300 Km di distanza in quanto nella mia città non c'era il centro per gli adulti.
Vedi per me la lettura è come percorrere una strada di montagna con la macchina utilitaria.
Se trovo la neve devo mettere le catene e se diventa troppo impervia non posso proseguire.
Allora ho scoperto che con gli ausili proposti io "leggo" col mio nuovo fuoristrada e molte difficoltà di apprendimento sono diminuiti.
Dopo aver imparato a gestire il "fuoristrada" il "disturbo" non lo vivo come tale.
Finalmente posso concentrarmi sugli argomenti e non a tirarli fuori dal testo scritto.
Non trovi che questo è unbel sospiro di sollievo?
Inoltro se commetto degli errori di ortografia (sono praticamente disortografico) non mi colpevolizzo più.
Non è più "svogliatezza", finalmente i mie sforzi sono riconosciuti: è congenito.
Perchè viverla come undifetto? è solo una caratteristica, sarà il computer a migliorare le mie prestazioni ortografiche potendo finalmente concentrarmi sugli argomenti preferiti: la chimica.
Per molti la chimica è una brutta bestia, per me è un vero piacere. Mi esalto nello scoprire la bellezza e la ......(non vi viene la parola) della natura.
Sono convinto che ognuno di noi ha ricevuto i suoi doni dal Padre nostro, perchè deve perdere tempo a rimpiangere i doni degli altri?
I dislessici in genere risultano più intelligenti della media e io sono tra quelli (così afferma il prof. Ghidoni di Reggio Emilia), e allora perchè devo utilizzare per forza l'utilitaria nella strada di montagna? Meglio il fuori strada e oggi c'è veramente una vasta scelta! :!: :wink:
Grazie per aver letto il mio sfogo e vi auguro a tutti tanta serenità nel trasformare questo "disturbo" .... in un punto di forza, una specificità intellettuale spesso non capita.

Avatar utente
Africa
Messaggi: 1461
Iscritto il: mar ott 26, 2010 6:18 pm
Località: Frosinone

Re: Appello ai dislessici adulti...

Messaggio da Africa » sab feb 12, 2011 11:48 am

Mi hai fatto piangere.
Stella, grazie per quello che hai scritto!
=kisses
RACCOLTA FIRME per il rispetto della legge n.170 ai test di ammissione universitari

"L'immaginazione è più importante della conoscenza. La conoscenza è limitata, l'immaginazione abbraccia il mondo". Albert Einstein

unoduetre_stella
Messaggi: 173
Iscritto il: gio dic 02, 2010 1:25 pm

Re: Appello ai dislessici adulti...

Messaggio da unoduetre_stella » sab feb 12, 2011 4:00 pm

=kisses grazie a voi mi ci voleva uno sfogo

sarabrina
Messaggi: 8
Iscritto il: mer giu 29, 2011 3:59 pm

Re: Appello ai dislessici adulti...

Messaggio da sarabrina » sab lug 02, 2011 11:10 pm

A scuola sono sempre stata una bambina intelligente ma che non si applicava. Nessuno, tranne Ferdinando che stava dietro di me di banco, si accorse della mia incapacità a leggere la parola che in successione nella classe toccava a me.
Guardavo quel testo come si può guardare un geroglifico.
Lo guardavo con ammirazione, c'erano quelle cose chiamate lettere che si muovevano, si ingrandivano e si rimpicciolivano, poi tornavano a posto non appena distoglievo lo sguardo.
Le lettere, come tutti le chiamavano, mi affascinavano e mi piacevano anche, quei piccoli disegni neri su fondo bianco, così precisi quando non li guardavo, e la cosa più bella era che gli altri riuscivano a farli parlare.
Ma perchè a me non dicevano niente?
Dovevo chiederlo alla maestra, ma sai che figura avrei fatto in seconda elementare?
Nessuno si accorse della mia incapacità a leggere la "mia parola" perchè lei parlò a Ferdinando e lui me la suggerì.
Decisi che andava bene, anche se la mia onestà ne soffrì e pensai che forse io non ero ancora pronta per questo onore.

Spero con questo mio piccolo inizio di vita di avervi fatto capire il mio stato d'animo di piccola bambina.
Sabrina, 44 anni.

SANDRAPRINCESS
Messaggi: 31
Iscritto il: gio ago 11, 2011 3:57 pm
Località: CASERTA

Re: Appello ai dislessici adulti...

Messaggio da SANDRAPRINCESS » gio ago 11, 2011 5:58 pm

MI AGGIUNGO ANK IO, NN SO SE avrò risposta. io mi sento un pesciolino fori dall'acquario, xk vedo k tutti riescono a leggere a scrivere a fare calcoli in modo cosi semplice, e notare k ogni attività k fa parte della vita per loro e niente nn ci fanno neanche caso alla difficoltà k sento io,( e provo tantissima invidia) quando devo compilare un modulo e temo di sbagliare delle parole o k confondo le lettere, quando vado in posta k per me è la cosa più difficile del mondo. quando sto dentro la posta osservo tutte le xsone k stanno al suo interno, li guardo e penso per loro nn è niente è rutin nn ahnno nessuna difficoltà ridono, parlano, litigano per il turno con tanta serenità e penso il xk io nn posso essre come loro e vedere tutto cosi semplice e limpido, io alloro contrario quando vado in posta e cm andare alla forca in quando ho paura di non aver fatto bene i conti di nn avere la somma di denaro giusto in mano, o di nn aspettare il resto xk in quel fratempo k l'operatore sta facendo il suo compito io nn riesco a seguirlo con il conto, quindi temo di fare brutte figure. mi vergogno di andare a lavorare xk vedo k ho le mie difficoltà. a volte mi arrabbio di brutto quando ascolto qualk mia amica k si lamenta della sua vita xk nn è perfetta xk il fidanzato l'ha lasciata e quindi vuole morire e cazzate varie, dico io ma k cavolo hai da lamentarti tu hai tutto riesci a leggere cn semplicità nn sbagli quando scrivi e la cosa principale riesci a fare i conti con una semplicità k io invidio, quando hai qst hai tutto, hai il mondo ai tuoi piedi e nn sai prenderlo, puoi andare all'università laurearti trovare un bel lavoro entrare nel mondo a testa alta hai tutto e nn lo sai apprezzare, le xsone buttano via ciò k hanno la possibilità di imparare senza soffrire senza umiliazioni senza sentirsi inferiori agli altri e loro k fanno si lamentano x niente, e qst mi fa male xk io dovrei lamentarmi xk nn riesco a trovare lavoro xk ho paura di afforndare una vita matrimonia in quando è basata sulla matematica e poi k si sposerebbe una ragazza come me? .. ma nn mi lamento anzi sorrido alla vita e mi accetto x cm sono xk sn nata per essr forte e per andare avanti con tutte le mie paure, ma vado avanti senza mai dire "xk a me tutto questo, xk io e nn l'altro" la mia unica risposta k mi do da bambina senza sapere k esisteva la dislessia dicalculia e altre xone cm me era. io se ho tutte qst difficoltà e perchè dio mel'ha volute dare xk sono forte ank se temo il mondo del lavoro ma sn forte nell'aoffrondare la vita senza mai abbassare la testa e senza lamentarmi di cm sn nata mi piaccio ank cn le mie difficoltà quindi a diavolo le xsone k nn accettono ciò k hanno e si lamentano delle stupidaggini senza senso... nella vita ci vuole la forza x andare avanti e lo capisce solo k vede la difficoltà nelle cose semplici e nn si fermano al primo ostacolo ma lo superano a testa alta :-) in modo molto intelligente, xk da li si vede k è forte e k è debole.....

toniaa
Messaggi: 144
Iscritto il: dom gen 23, 2011 10:00 am

Re: Appello ai dislessici adulti...

Messaggio da toniaa » gio ago 11, 2011 10:12 pm

Ciao sandra principessa,guarda non sei l'unica a vivere questa situazione,sono nativa di napoli anche se vivo a parma leggendo cio' che hai scritto mi sono rivista anch'io,quando vado alla posta anche qua al nord c'e' da impazzire pero' a napoli un po' peggio per le enormi file pero' ww napli ,salutamela tanto napoli che mi manca tanto,scusa ma ho un po' di nostalgia,sai qualche tempo fa alla posta cosa mi e' successo?
ho fatto una gaff che vergogna,mi ero fatta i conti di tutti i bollettini e quindi sapevo di avere i soldi necessari con me a pagare il tutto,ma per eterna insicurezza mi sono venuti i dubbi quindi prima di dare gli scontrini da pagare alla cassiera mi sono messa a tirare i soldi dal portafoglio per controllare con maggiore sicurezza se avevo abbastanza contante perche' ...che vergogna e che prima avevo fatto tappa al supermercato e non riuscivo piu' a raccapezzarmi sui soldi che avevo nel portafoglio contavo e ricontavo ma proprio non ci riuscivo a farmi i conti ero andata in tilt,poi una volta al ipermercato faccio un enorme spesa vado alla cassa non avevo preso i soldi ed avevo dimenticato il bancomat a casa che figura non sono piu' andata in quel supermercato la cassiera mi disse come pensa di pagare?
Io quasi piangevo,quello che ho cercato di dirti con le mie esperienze e che non sei la sola ad avere questi problemi,pero' non ti abbattere e cerca di reagire io a lavoro e anche a casa sai che faccio,mi faccio mille appunti per non dimenticarmi le cose certo che i colleghi mi guardano un po' strano,pero' ho imparato a sdrammatizzare,soprattutto quando mi dimentico le cose da fare perche' ho perso gli appunti,e un po' come andare al supermercato senza la lista della spesa e quello che mi resta in mente e il vuoto ed e' cosi che mi sento a volte come un enorme vuoto e mi sento inutile,poi guardo i miei figli ed in qualche modo trovo la forza di continuare a vivere percio' ti dico di tenere duro perche' altrimenti parti gia' sconfitta,sicuramente ci saranno le sconfitte ma reagendo puoi assaporare anche tante vittorie,mi scuso per essermi prollungata e che oltre ad essere un consiglio e anche un sollecito per me,grazie a tutti per il sostegno che mi date sempre,buona notte.
toniaa

Avatar utente
Africa
Messaggi: 1461
Iscritto il: mar ott 26, 2010 6:18 pm
Località: Frosinone

Re: Appello ai dislessici adulti...

Messaggio da Africa » ven ago 12, 2011 10:32 am

...e poi k si sposerebbe una ragazza come me?...
Rispondo io: un ragazzo che ti ama.

Sei solo tu a pensare che le tue difficoltà siano un ostacolo, credimi. Loro ci sono e ti accompagneranno sempre, lo so perché ci convivo anch'io, però il volersi bene è un'altra cosa per fortuna.

Tutto ciò che il mio ragazzo pensa della dilessia è che gli dispiace tanto per me, perché vede quanto ho sofferto, ma per quanto lo riguarda, io sono la ragazza più in gamba del mondo. A volte ci scherza su perché sa che la cosa mi diverte, mi dice che leggo come Totti :lol: .

Comunque quando siamo insieme le mie difficoltà non emergono, perché se c'è da leggere qualcosa o da fare un calcolo lo fa lui per me, in fondo è anche questo che si fa quando ci si vuole bene. Ci si aiuta.
RACCOLTA FIRME per il rispetto della legge n.170 ai test di ammissione universitari

"L'immaginazione è più importante della conoscenza. La conoscenza è limitata, l'immaginazione abbraccia il mondo". Albert Einstein

SANDRAPRINCESS
Messaggi: 31
Iscritto il: gio ago 11, 2011 3:57 pm
Località: CASERTA

Re: Appello ai dislessici adulti...

Messaggio da SANDRAPRINCESS » ven ago 12, 2011 12:28 pm

GRAZIE AFRICA X LA TUA RISPOSTA NN SAI QUANDO VALE SAPERE K NN SN L'UNICA E K SI SUPERA IL TUTTO. ANK SE LA POSTA è UN INCUBO SPECIALMENTE NEL MIO PAESE NN è PERFETTA E POI FUNZIONA MALISSIMO.. CERTO K TI SALUTO NAPOLIIIII LA CITTà PIù BELLA DEL MONDOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOOO.. GRAZIE ANK A TE TONIA X LE TUE PAROLE,SXò ANK IO DI TROVARE UNA XSONA CM IL TUO RAGAZZO K MI FACCIA SENTIRE SPECIALE.. SXò DI POTER PARLARE ANCORA CN VOI HO TANTE DOMANDE DA FARE MA K ADSS NN RIESCO A FORMULARE XK NE SN TANTISSIME.. CMQ VI RINGRAZIO TANTO

toniaa
Messaggi: 144
Iscritto il: dom gen 23, 2011 10:00 am

Re: Appello ai dislessici adulti...

Messaggio da toniaa » mar ott 25, 2011 3:57 pm

ciao a tutti,sono andata a fare i test per la dsa negli adulti,e mi e' stata diagnosticata una lieve dsa ben compensata,ma significa che non sono piu' dislessica perche' ho compensato le difficolta,grazie a chii di voi mi rispondera'

toniaa.

Avatar utente
mb84
Messaggi: 1550
Iscritto il: mar mag 27, 2008 12:14 am
Scuola: 3a media Davide e IVel Francy
Località: Milano

Re: Appello ai dislessici adulti...

Messaggio da mb84 » mar ott 25, 2011 4:51 pm

Ciao
che io sappia i disturbi specifici dell'apprendimento non passano. Si compensano (appunto come nel tuo caso) ma rimane comunque una tua caratteristica che magari con la stanchezza viene fuori. Comunque lieve o no, compensato o meno, secondo me se una persona è dislessica fatica di più. Perchè anche se compensi il tuo cervello lavora di più per arrivare a quella compensazione e quindi si affatica di più.
Come mai sei andata a fare i test? E nella diagnosi cosa c'è scritto. Perchè se c'è scritto dislessia lieve ben compensata, sempre dislessia è.
Questo è per lo meno quello che penso io.
ciao
Barbara

"Tutto ciò che facciamo è solo una goccia nell'oceano ma se non lo facciamo l'oceano sarebbe privo di quella goccia"
Madre Teresa di Calcutta

Anna Chiara
Messaggi: 61
Iscritto il: mer ott 26, 2011 9:56 am

Re: Appello ai dislessici adulti...

Messaggio da Anna Chiara » mer ott 26, 2011 10:13 am

Ciao,
sono la mamma di una bambina di quasi 8 anni che ha problemi di dislsessia, grave disortografia e anche difficoltà con il calcolo.
Mi faccio tante domande sul futuro della mia bambina.
Vorrei sapere da voi quali sono le professioni più adatte ad una persona dislessica, quelle che non lo mettono troppo in difficoltà.
Quale è l'esperienza dei dislessici adulti? sono state fatte delle ricerche in proposito?

Inoltre ho visto sul forum che ci sono anche ragazzi dislessici che vanno all'università. Ma immagino che la loro dislessia sia sempre stata leggera. confermate?

grazie dell'aiuto, sono talmente preoccupata per il futuro di mia figlia, che ormai non vivo più e mi sento disperata

Annachiara

Avatar utente
mb84
Messaggi: 1550
Iscritto il: mar mag 27, 2008 12:14 am
Scuola: 3a media Davide e IVel Francy
Località: Milano

Re: Appello ai dislessici adulti...

Messaggio da mb84 » mer ott 26, 2011 10:48 am

Ciao io non ti parlo da dislessica adulta (quello è mio marito) ma da mamma di dis-tutto di quasi 12 anni.
Quanto tempo è che hai in mano la diagnosi? A scuola applicano gli strumenti dispensativi (almeno) o compensativi? tuo figlia fa logopedia? Fai un respirone profondo e prendi le cose con calma. Ti dico questo perchè anche io vedevo tutto nero quando a fine 2a elementare ho avuto la diagnosi di mio figlio davide, che ai tempi era dislessico e discalculico lieve, disortografico medio, disgrafico severo e pure disprassico. Ora sono passati 4 anni, Davide ha fatto il suo bel percorso logopedico, un po' di psicologo per la sua ansia e la sua autostima, un campus con l'aid e ha iniziato la prima media. Ha rifatto i test a febbraio di quest'anno ed è risultato dislessico/disgrafico/disortografico/discalculico lieve addiritura la dislessia sarebbe sotto alle - 2 devianze (che è il valore minimo per essere considerato dislessico). Ha compensato molto bene grazie al percorso logopedico, alla sua intelligenza e mettiamoci anche grazie a me che l'ho sempre seguito facendo in modo che stesse sempre al passo con i suoi compagni. Nel frattempo ho cercato anche di renderlo autonomo con il pc e la sintesi vocale per lo studio. Ora è in prima media, non dico che salta dalla gioia ad andare a scuola preferirebbe stare in vacanza, ma questo se lo chiedi anche al più secchione della classe penso che ti dica che preferirebbe stare in vacanza!
Comunque è più sereno, parla della sua "caratteristica" senza problemi, ne ha parlato apertamente in classe davanti a tutti i suoi compagni, a casa studia e fa i compiti in autonomia con il computer, io ormai ho solo quell'oretta quando torno da lavoro per controllare con lui le cose più difficile o aiutarlo nell'espozione orale delle materie di studio con qualche domanda per verificare che abbia compreso bene tutto. Non ti dico che è sempre semplice, certe volte va in crisi perchè ora alle medie le cose da fare sono tante e spesso ha tante ore da passare sui libri, le prime settimane di medie non sono state facili. Ma vedo che è sempre un crescendo, acquisisce autonomia e anche fiducia in se stesso e automaticamente si sente meglio. Ha capito che non è uno "scemo" come diceva di essere e che può farcela come e meglio degli altri. In questo momento penso che se lo vedessi proiettato nel futuro vedrei aperte per lui tutte le università senza pensare di fargli fare la scelta sulla scuola più facile perchè ha problemi. Devi prenderti un po' di tempo, avere fiducia in tua figlia, prendere le cose passo dopo passo. Informarti sempre di più sui disturbi specifici d'apprendimento e su quelli che sono i diritti di tua figlia e pretendeli e cerca quanto più possibile di renderla autonoma. Scusa se mi sono dilungata, ma nei tuoi discorsi vedo il mio scoraggiamento di 3-4 anni fa, il mio sentirmi impotente e colpevole per non avere capito.... buttati tutto alle spalle mi disse la neuropsichiatra e qualcuno del forum e guarda avanti. E così ho fatto....
Non ci sono professioni adatte per i ns. figli, loro possono fare tutto quello che vogliono e quello per cui sono portati!
Ciao
Barbara

"Tutto ciò che facciamo è solo una goccia nell'oceano ma se non lo facciamo l'oceano sarebbe privo di quella goccia"
Madre Teresa di Calcutta

toniaa
Messaggi: 144
Iscritto il: dom gen 23, 2011 10:00 am

Re: Appello ai dislessici adulti...

Messaggio da toniaa » mer ott 26, 2011 5:02 pm

ciao mb84,beh infatti hai ragione e che il neurologo che mi ha fatto i test mi ha detto che non devo preoccuparmi della ma dsa perche' e' ,ol to ben compensata,pero' ovviamente mi stanco molto nella comprensione del testo,ho deciso di fare i test perche' nei miei figli uno dsa e altro con in piu' i distrurbi bordeline,mi sono rivista quando ero poccola,ho sofferto molto le mie maestre mi chiamavano asina scanzafatiche,e dicevanio ai miei che il mio rendimento era causato tutto dalla mia pigrizia,sono stati anno molto duri,all'orche' ho saputo di un centro dalle mie parti che fa diagnosi anche agli adulti ed e' uscito leggera disgrafia e lieve dsa ben compensata,pero' a differenza dei miei figli non c'e' scritto il meno ma dei simboli che non ci capisco bene,provo un po' a dirvi in generale cosa mi e' stato scritto,dalla somministrazionedelle prove di valutazionedelle abilita di base si rilevano sfumate difficolta'di decodifica di non parole e lentezza nella lettura a voce alta di un brano.va segnalato che la signora non riesce a rispettare la punteggiatura e non sembra ricordare o comprendere quanto letto pèoco prima,perche' afferma si e' concentrata sulla llettura per leggere rapidamente.la comprensione silente risulta nella noram per la comprensione del testo.la scrittura di un brano dettato in modo incalzante,consente di rilevare la presenza di lieve grafia irregolare,ma fluida nell'esecuzione e sufficientemente comprensibile quindi il punteggio risulta nellanorma. i dati della storia personale sono riconducibili ad un quadro di disturbo specifico di apprendimento,l'attule valutazione conferma il sospetto in dsa evolutiva e disgrafia di grado lieve e molto ben compensata.si consiglia visto la lieve entita' del disturbo per evitare l'affaticamento sarebbe utile computer con sintesi vocale,per le email e le pagine internet,perle letture di poacere uso audio libri,ed e-book e documenti audiovisivi,per lascitture si consigliasoftuer di video scittura con rilevatore ortografico,in caso di ripresa dei studi e' raccomandabile l'uso di ausili specifici es computer con sintesi vocale per le prove scrittetempi inpiu' 30%e sostituzione con prove orali,interrogazioni programmatee dispensa dalle prove scritte in inglese,studio con sintesi vocale,schemi emappe concentuali,lezioni registratefornire dspense delle lezioni per studio a casaed eventulmente altri strumenti compensativi e dispensativipersonalizzabili.scusate se mi sono prollungata e che riscivendo cio' che ho letto ho capito molto dipiu',grazie a tutti.un saluto.
tonia

Avatar utente
mb84
Messaggi: 1550
Iscritto il: mar mag 27, 2008 12:14 am
Scuola: 3a media Davide e IVel Francy
Località: Milano

Re: Appello ai dislessici adulti...

Messaggio da mb84 » gio ott 27, 2011 10:15 am

Ciao
beh penso che la tua diagnosi sia molto esauriente. Vedi anche tu dislessica ben compensata ma per evitare affaticamento si consigliano mezzi compensativi che agevolino la scrittura e la lettura facendoti stancare meno.
Ciao
Barbara

"Tutto ciò che facciamo è solo una goccia nell'oceano ma se non lo facciamo l'oceano sarebbe privo di quella goccia"
Madre Teresa di Calcutta

frododit
Messaggi: 1
Iscritto il: mar nov 08, 2011 10:54 pm

Re: Appello ai dislessici adulti...

Messaggio da frododit » mar nov 08, 2011 10:56 pm

MA CHE FATICA LEGGERE TUTTI I POST!

M'AVETE FATTO SUDARE!

UN SALUTO A TUTTI

Rispondi