Il fratellino...

sfoghi, richieste di aiuto, consigli

Moderatore: Moderatori

Alessandra Rossetti
Messaggi: 407
Iscritto il: sab mag 23, 2009 9:27 pm

Il fratellino...

Messaggio da Alessandra Rossetti » mer giu 17, 2009 5:51 am

Non so se è questo il posto giusto per tale argomento, se così non fosse mi scuso in anticipo. Non vi ho mai parlato, se non solo accennato, al mio figlio più piccolo, Mattia, di 15 mesi più piccolo di Alessio (ha compiuto 6 anni lo scorso dicembre e anche lui ha frequentato la prima in un'altra sezione).
Ho appena passato una notte molto agitata e mi sono svegliata da un sogno nel quale ritiravo le loro pagelle ed entrambe erano piene di insufficienze.
Anche Mattia ha avuto i suoi "bei" problemi a scuola, quest'anno. Tra le altre cose che mi sono state dette, la sua maestra mi ha anche "accusato" (davanti a Mattia) di trascurarlo a favore di Alessio, cosa che mi ha dato molto dolore.
Dopo il sogno di stamattina ho fatto una specie di "schema" dove metto a confronto i due fratelli e le relative difficoltà scolastiche e mi piacerebbe molto avere un vostro parere (anche "tecnico", Lulù... :P :oops: ) e consigli su come eventualmente "muovermi" per Mattia.

Alessio: è destrorso / Mattia: è mancino

Alessio: ha una diagnosi di disprassia e disturbo specifico del linguaggio / Mattia: nonostante sia seguito anche lui da un NPI non ha avuto alcuna diagnosi ed è in attesa di una visita psicologica per il suo atteggiamento "oppositivo" a scuola.

Alessio: ha imparato i meccanismi della lettoscrittura durante l'anno di permanenza alla materna (6 anni) / Mattia: ha imparato a leggere da solo a 5 anni

Alessio: ha difficoltà ad imparare a memoria / Mattia: non ha nessuna difficoltà ad imparare a memoria

Alessio: attualmente (quasi 8 anni) legge con grossa difficoltà e non capisce ciò che legge / Mattia: legge senza difficoltà, velocemente, con espressione e capisce ciò che legge

Alessio: scrive ancora in maniera speculare / Mattia: non scrive più in maniera speculare nonostante il mancinismo

Alessio: fa errori di ortografia e confonde le lettere / Mattia: non fa molti errori di ortografia, riconosce le doppie e non confonde le lettere

Fin qui tutto bene, ma poi:

Alessio: ha grossi problemi con la scrittura e il corsivo è per lui come una montagna da scalare / Mattia: il suo corsivo è brutto, difficoltoso e disordinato, spesso di difficile comprensione

Alessio: odia disegnare e colora in modo irregolare uscendo dai bordi e lasciando spazi bianchi / Mattia: esattamente lo stesso

Alessio: si distrae facilmente, si muove, assume posture scorrette, perde il materiale scolastico / Mattia: lo stesso anche se in modo meno "accentuato"

Alessio: a scuola si impegna e riesce a "stare al passo" / Mattia: a scuola rimane indietro, non finisce i lavori, spesso "si rifiuta" di farli e non fa niente o disturba. Porta spessissimo "note" sul quaderno.

Posto un esempio di scrittura di Mattia:

Immagine

Che ne pensate?

Grazie mille in anticipo
Ale

pirula-2

Re: Il fratellino...

Messaggio da pirula-2 » mer giu 17, 2009 6:06 am

Ale, buon giorno, intanto.

Penso all'emulazione.

Penso anche, scusami se mi permetto ma tanto sono pensieri che faccio per me stessa, che sia "vero" che hai trascurato Mattia a favore di Alessio.

Non materialmente, questo no, ma psicologicamente ti sei dedicata molto ad Alessio e forse Mattia ti vuole mandare un inconscio messaggio.
E' durissimo quello che ti sto dicendo, non ti arrabbiare.

Ripeto: me lo sono chiesta per me stessa e pur negandolo con tutti so perfettamente che ho trascurato, dentro di me, i due figli più grandi a favore del piccolo "malato".
Anche quando la mia attenzione era per i problemi di richi e leo, pensavo sempre se la soluzione che trovavo avrebbe "danneggiato" o meno federico. Se la risposta era sì, preferivo non risolvere i problemi dei grandi.
Tremendo, ma così.

Ne ho dovuto parlare per diverse volte con uno psicologo prima di rendermene conto e cercare di cambiare atteggiamento.

Anche a scuola, lo puoi leggere in "domani cominciano gli esami" ho sbagliato con Richi a favore di Fede, probabilmente.

Non è che davvero tu con Alessio ti sei comportata nello stesso modo?

Le premesse che hai dato su Mattia sono quelle di un bambino senza dsa, a mio parere, di mamma, naturalmente.

Non so, scusami se ho detto queste cose, ma i bambini in difficoltà ci entrano nel cuore e nella testa perchè sappiamo che hanno bisogno di noi, mentre gli altri nostri figli, che amiamo ugualmente, crediamo possano farcela un po' più da soli e invece di caricarceli sulle spalle, li accompagnamo per mano.

E c'è differenza, soprattutto in quello che percepiscono loro.

Avatar utente
Popatilla71
Messaggi: 1036
Iscritto il: gio dic 11, 2008 2:40 pm
Scuola: 2° Media e 4° elementare
Località: Piemonte

Re: Il fratellino...

Messaggio da Popatilla71 » mer giu 17, 2009 9:16 am

Ciao cara...
io ho un problema analogo...
Le mie figlie non hanno così poco di distanza...hanno quasi 3 anni...una 11 e l'altra 8.
La grande si vede e si percepisce che ha problemi...legge stentatamente, non sa colorare bene, non sa usare il pennello, scrive malissimo, con una marea di errori e con una calligrafia incomprensibile quando è di fretta.
Fa sempre i compiti con me...e la piccola...che fino all'anno scorso non aveva problemi perchè faceva sempre tutto da sola...ha cominciato a rinfacciarmi che aiutavo sempre e solo sua sorella...così ho dovuto mettermi d'impegno e aiutare lei più o meno allo stesso modo...
Così al pomeriggio ne ho due da far studiare...e proprio quest'anno mi sono resa conto che anche la seconda legge ancora troppo stentatamente...fa fatica ad apprendere tabelline e verbi e non sa studiare nel classico metodo, così mi ritrovo a farle schemi come alla sorella.
Lei scrive, disegna e colora benissimo....è solo molto lenta in tutto...e questo fa si che spesso non riesca a consegnare i compiti perchè riesce a scriverne la metà...anche lei dimentica sempre il materiale come la sorella...e ultimamente ha cominciato a invertire c e q come la sorella.
Mi sono chiesta se tutto questo sia solo una richiesta di attenzione...forse lei pensa che facendo gli stessi errori di sua sorella avrà la stessa attenzione di sua sorella.
Io per scrupolo ho deciso di farle fare i test.
Ma chissà che davvero non sia solo una richiesta di attenzione...
Purtroppo avere un bambino con problemi spinge a dare più attenzioni a quello, lasciando un po' da parte quelli che se la cavano da soli...infatti a me capita che le mie vanno male a periodi alterni...quando va male una va bene l'altra...forse è proprio perchè quando si rendono conto che se l'altra va male le vengono date più attenzioni...decide di volerle anche lei...
Non so che dirti...sono situazioni così difficili...
Se me l'avessi chiesto una settimana fa ti avrei detto che avevo la certezza matematica che anche la seconda aveva un DSA...ora, dopo aver fatto il questionario sui DSA per tutte e due le mie figlie e aver capito che la mia visione di mia figlia è diametralmente opposta a quella degli insegnanti ho cominciato a pensare che forse sono io quella che parte prevenuta...
ImmagineImmagineImmagineImmagine

Violetta

Re: Il fratellino...

Messaggio da Violetta » mer giu 17, 2009 9:18 am

Alessandra
I miei due figli hanno 4 anni di differenza (G. ne ha sette, il bambino per cui scrivo) e il piccolo ne ha 3.
Ma è un "piccolo" che pensa di essere grande, e spesso ha imparato con me e G. durante quest'anno scolastico, le poesie a memoria, i segnali stradali, le frasi delle recite....

Se ho ben capito, sia mattia che Alessio, han frequentato entrambi la prima elementare (anche se in classi diverse)? Se è così, forse ti ho letta in un altro forum (è possibile?) dove ti ponevi gli stessi problemi.... e ti avevo letta perchè sono i problemi che mi faccio anche io...

Il mio piccolo, nonostante sia appunto piccolissimo, nota delle cose che fa G....
-Mamma, G. si è sporcato tutto col gelato!!!
-Mamma, G. ha rovesciato l'acqua!
-Mamma, G. non si sa mettere le scarpe!
E io mi ritrovo a dire che un bimbo sa fare delle cose, un altro bimbo ne sa fare delle altre: G. per esempio va in bici senza rotelle, nuota senza salvagente, non ha più il pannolino (ehheeheh! ...per rimanere su esempi alla portata del piccolo!)

Il rapporto tra i due bambini, per ora è gestito solo da me, senza interposizione di insegnanti.
Certo a volte la parentela interviene, muovendoi le stesse accuse che sono state mosse a te: trascuro il piccolo in favore di G...
Ma dopo un'attenta e critica analisi, e un doloroso esame di coscienza durato mesi e mesi, mi son detta che NO, NON E' COSI, NON E' VERO.
E non me lo sono detta per giustificarmi, ma perchè sono certa del mio amore (e istinto) materno.

P.S. Mattia probabilmente non presenta alcun DSA... hai raccontato tutto di lui dal punto di vsita scolastico... e facendo una prima elementare certo ci sono alcuni elementi che lascerebbero il dubbio....
Ma.... Prova a fargli infilare le scarpe, o le mutandine, o a lanciargli la palla: cosa fa?
Tu hai Alessio con la disprassia.... LO SAI BENISSIMO COSA PUOI NOTARE NELL'ALTRO BAMBINO, affinchè tu possa toglierti alcuni dubbi.
Io ho G. che è gravemente disprassico, e il piccolo NO... acchiappa la palla, si veste da solo, comprende breve sequenze di istruzioni che per G. talvolta restano un mistero ("vai in cucina e prendi un cucchiaio, le posate sono nel secondo cassetto a destra....").
Certo, quando frequenterà la prima elementare, magari dovrò rivedere delle cose... Ma per ora mi sembra sia tutto a posto...

Pirula ....NO!!!!
(Ora scrivo a Pirula delle cosette, ma le inserisco in questo post, perchè non voglio che sfuggano neanche ad Alessandra)
Pirula tu sai cosa rappresenti per me, quanto ti stimo e ti apprezzo, ma NON MI SEMBRA CHE ALESSANDRA STIA SBAGLIANO nei confronti dell fratellino piccolo!!!!! Non mi sembra che lo stia trascurando!!!!
Amore materno è "dare a ciascuno ciò di cui ha bisogno", e una madre come Alessandra non credo sia il tipo di mamma che faccia delle preferenze tra fratelli.
Qui sul forum la sentiamo parlare solo di Alessio, MA E' OVVIO: è per lui che scrive, è per lui che ha iniziato a parlare.... ma da qui a dire che il secondogenito viene trascurato, ce ne vuole...

Alessandra Rossetti
Messaggi: 407
Iscritto il: sab mag 23, 2009 9:27 pm

Re: Il fratellino...

Messaggio da Alessandra Rossetti » mer giu 17, 2009 11:39 am

Grazie Violetta (sì, mi hai letto in un altro forum riguardo gli stessi dubbi!).

In realtà io quest'anno mi sono preoccupata moltissimo per Mattia e ho versato molte lacrime anche per lui. Il giudizio globale della pagella nel primo quadrimestre è stato peggiore (il suo) rispetto a quello di Alessio (ve lo posterò...). Io so benissimo cosa guardare riguardo alla DISPRASSIA, ma non è detto che Mattia sia disprattico... magari ha un altro disturbo. Se trascurassi Mattia, non starei qui a scriverne in questo momento... Comunque l'esame di coscienza me lo faccio di continuo, mi sento in colpa continuamente verso i miei figli e, anche se magari non sembra, sono anche piuttosto insicura... i giudizi degli altri, se riguardano il mio essere madre, mi feriscono molto. Toccano quello che per me è più importante al mondo, i miei figli, tutti e quattro.

Grazie ancora a tutte :-)

Avatar utente
Costanza
Messaggi: 2843
Iscritto il: gio mag 22, 2008 8:26 pm
Scuola: Eevee Universit Supernick 3med

Re: Il fratellino...

Messaggio da Costanza » mer giu 17, 2009 11:41 am

Carissima Alessandra, è stato per puro caso che ho letto il tuo messaggio, visto che raramente entro in quest'area del forum, ma volevo dirti che mio figlio Nicola, che ora ha sette anni (otto a novembre), ha gli stessi problemi di Mattia. In prima elementare spesso si rifiutava letteralmente di lavorare e a casa io dovevo fargli completare tutti i lavori non svolti o svolti a metà a scuola. Tutti i giorni io o mio marito dovevamo sorbirci le lamentele delle insegnanti. E' stato un vero inferno! Lui è diverso dall'altra mia figlia (Eevee, 14 anni, dis-quasi tutto), legge abbastanza bene e fin quando scriveva con la matita la sua scrittura era discreta, ma ora le sue difficoltà si fanno più evidenti e anche se non ha più l'atteggiamento oppositivo che aveva in prima i suoi quaderni sono pieni di lavori svolti a metà e non scrive mai i compiti per casa. Io sospetto per lui almeno la disgrafia e sono il lotta con le insegnanti che non vogliono ammettere le sue difficoltà ma lo ritengono solo svogliato e disordinato. Sto aspettando con ansia di fargli fare i test che ho già prenotato per gennaio 2010.
Non tutti i dislessici presentano le stesse difficoltà.
Io penso che nessun bambino voglia farsi punire continuamente e se tuo figlio non svolge o non completa le attività ci sarà sicuramente un motivo.
Io ti consiglierei di far fare i test anche a lui.
Ciao.
Gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini. (G. Falcone)

Avatar utente
Costanza
Messaggi: 2843
Iscritto il: gio mag 22, 2008 8:26 pm
Scuola: Eevee Universit Supernick 3med

Re: Il fratellino...

Messaggio da Costanza » mer giu 17, 2009 11:44 am

Tutte noi ci sentiamo spesso in colpa e quello che facciamo per i nostri figli non ci sembra mai abbastanza e ci sentiamo insicure o ci mettiamo spesso in discussione. Forse è per questo che in fondo siamo delle buone madri. Almeno spero :oops:
Gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini. (G. Falcone)

Alessandra Rossetti
Messaggi: 407
Iscritto il: sab mag 23, 2009 9:27 pm

Re: Il fratellino...

Messaggio da Alessandra Rossetti » mer giu 17, 2009 1:06 pm

Grazie Costanza... :-)

Avatar utente
chicca
Messaggi: 2663
Iscritto il: sab feb 10, 2007 5:45 pm
Scuola: V Elementare e II Liceo Scien
Località: Valle Bormida -Savona-
Contatta:

Re: Il fratellino...

Messaggio da chicca » mer giu 17, 2009 1:10 pm

sposto in discussioni dislessia è più visibile ed attinente

pirula-2

Re: Il fratellino...

Messaggio da pirula-2 » mer giu 17, 2009 1:55 pm

Violetta ha scritto: Pirula ....NO!!!!
(Ora scrivo a Pirula delle cosette, ma le inserisco in questo post, perchè non voglio che sfuggano neanche ad Alessandra)
Pirula tu sai cosa rappresenti per me, quanto ti stimo e ti apprezzo, ma NON MI SEMBRA CHE ALESSANDRA STIA SBAGLIANO nei confronti dell fratellino piccolo!!!!! Non mi sembra che lo stia trascurando!!!!
Amore materno è "dare a ciascuno ciò di cui ha bisogno", e una madre come Alessandra non credo sia il tipo di mamma che faccia delle preferenze tra fratelli.
Qui sul forum la sentiamo parlare solo di Alessio, MA E' OVVIO: è per lui che scrive, è per lui che ha iniziato a parlare.... ma da qui a dire che il secondogenito viene trascurato, ce ne vuole...

Mi sono spiegata male, e mi scuso con Alessandra e con tutte.

Trascurare il secondogenito? No, mai al mondo! I figli sono tutti figli e facciamo quello di cui hanno bisogno.
Ritengo però che le ore siano 24, possiamo farle diventare 36 e non di più, e che la sensibilità dei bambini sia superiore alla nostra immaginazione.
Combinando i due fattori, secondo me, può derivare un'attenzione maggiore ai compiti di Alessio, anche solo maggiore dal punto di vista del coinvolgimento emotivo non necessariamente del tempo dedicato.
E può darsi che Mattia lo percepisca.

E' questa la trascuratezza che ipotizzo io.

Una faccenda è l'oggettività delle cose, altra faccenda è come le stesse cose vengono percepite soggettivamente.

Perdonami, Alessandra, se ti sei sentita offesa, non volevo affatto.

E per che motivo, poi?

:wink:

Alessandra Rossetti
Messaggi: 407
Iscritto il: sab mag 23, 2009 9:27 pm

Re: Il fratellino...

Messaggio da Alessandra Rossetti » mer giu 17, 2009 2:08 pm

No, non sei stata offensiva... le tue sono ipotesi che possono anche essere giuste in situazioni come le nostre. Offensiva è stata la maestra, ad esternare tale ipotesi di fronte al diretto interessato.

Io, proprio perché anche Mattia (contrariamente alle nostre previsioni, che erano rosee vista la sua precoce capacità di lettura) ha avuto dei problemi non da poco a scuola, con continue note e quelle strisce "incompleto" e doveva portarsi lo zaino tutti i giorni mentre gli altri lo lasciavano a casa, spesso col quaderno di un altro bambino per capire cosa andava fatto, ho dedicato altrettanta attenzione (e spesso mi sono sentita altrettanto frustrata) ai compiti di Mattia. La differenza stava nel fatto che se doveva leggere o imparare una poesia, lui non aveva problemi. Per tutto il resto non c'era poi tutta questa "forbice" tra i due.

Comunque vi riporto i giudizi del primo quadrimestre... ditemi voi se non è migliore quello di Alessio:

Alessio
Bambino intelligente e capace, ha difficoltà a mantenere per tempi più distesi, attenzione e concentrazione. Comprende ed esegue correttemente le consegne dimostrando una discreta autonomia. Un po' caotico, ha quasi sempre bisogno di essere stimolato, rinforzato e richiamato all'ordine, all'organizzazione del suo lavoro e ad assumere una corretta postura. Partecipa attivamente alla vita di classe e interviene in maniera pertinente. Se motivato ed interessato, riesce a dare il meglio di sé. Nell'interazione e nel gioco con i coetanei ha bisogno di maturare un maggior grado di autostima che gli permetta di gestire meglio gli insuccessi. Si mostra disponibile alla collaborazione e alla cooperazione.

Mattia
Mattia padroneggia con disinvoltura la lettura che ama particolarmente, ma non altrettanto la scrittura per la scarsa concentrazione nei lavori di classe. A momenti di interesse e partecipazione alterna momenti di prolungata distrazione e improduttività. Ciò comporta che i suoi lavori non sono quasi mai ultimati, se non quando è controllato e seguito da vicino dalle insegnanti.

Avatar utente
Costanza
Messaggi: 2843
Iscritto il: gio mag 22, 2008 8:26 pm
Scuola: Eevee Universit Supernick 3med

Re: Il fratellino...

Messaggio da Costanza » mer giu 17, 2009 2:18 pm

Alessandra Rossetti ha scritto:Ciò comporta che i suoi lavori non sono quasi mai ultimati, se non quando è controllato e seguito da vicino dalle insegnanti.
Qualcosa di simile c'era anche nel giudizio di mio figlio e le insegnanti hanno accusato me che lo seguivo a casa dicendo che dovevo farlo fare da solo. Io ho fatto quello che hanno detto ma non è cambiato niente, anzi è andata peggio. Pensa che nel primo quadrimestre ha avuto 6 in condotta per scarso impegno.
Gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini. (G. Falcone)

Alessandra Rossetti
Messaggi: 407
Iscritto il: sab mag 23, 2009 9:27 pm

Re: Il fratellino...

Messaggio da Alessandra Rossetti » mer giu 17, 2009 2:19 pm

Mamma mia 6 in condotta... e quanto dovevano dare a Mattia (i miei hanno preso entrambi "buono"...)?

Una volta Mattia ha preso una nota (sul quaderno delle comunicazioni) che recitava più o meno così:

"Mattia durante la verifica invece di lavorare gioca, fa barchette, cappellini e aeroplanini di carta". Be', dico io, almeno li sa fare (poi a dire il vero a casa non è che le faccia tanto bene.... mah...).

Poi c'è stato il periodo che "dondolava" la frangetta davanti agli occhi e se la guardava, un giorno ha passato la giornata intera a ciucciarsi il pollice (non l'ha mai fatto, non ha neanche mai preso il ciuccio perché l'ho allattato a lungo...).

Ho pensato che fosse immaturo, visto che è di dicembre, ma poi pensando al suo passato scolastico ho anche ricordato che era considerato molto "discolo" (oppositivo, poco attento e poco propenso ad eseguire quanto richiesto) anche alla materna.

Insomma io non sono tranquilla. So che non è disprattico, ma temo che qualcosa ci sia... Se poi non è così, ne sarò felice.

Avatar utente
Costanza
Messaggi: 2843
Iscritto il: gio mag 22, 2008 8:26 pm
Scuola: Eevee Universit Supernick 3med

Re: Il fratellino...

Messaggio da Costanza » mer giu 17, 2009 2:28 pm

Posso chiederti come si fa a inserire nel forum una pagina di quaderno?
Gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini. (G. Falcone)

Avatar utente
Popatilla71
Messaggi: 1036
Iscritto il: gio dic 11, 2008 2:40 pm
Scuola: 2° Media e 4° elementare
Località: Piemonte

Re: Il fratellino...

Messaggio da Popatilla71 » mer giu 17, 2009 2:32 pm

Vai a fondo Ale...anche Melissa passa le giornate a scuola a fare lavoretti sotto il banco...lei ha un disturbo dell'attenzione...gli insegnanti mi dicono che vive in un mondo tutto suo...
Magari non ha le stesse cose dell'altro tuo figlio, ma se tu senti che c'è qualcosa che non va...vai a fondo...
Non tutti i bambini sono uguali...
ImmagineImmagineImmagineImmagine

Rispondi