Qualche delucidazione sulla diagnosi

sfoghi, richieste di aiuto, consigli

Moderatore: Moderatori

sabrina68
Messaggi: 1552
Iscritto il: ven lug 25, 2008 10:10 am
Località: Genova

Qualche delucidazione sulla diagnosi

Messaggio da sabrina68 »

Ciao a tutti !!!!!

Sono appena tornata dalla vacanza al mare e mi sono precipitata dalla psicologa che mi doveva consegnare l'agognato foglio della diagnosi.

Ora è nero su bianco!

Ma leggendo mi sono venuti alcuni dubbi (al dire il vero ne ho almeno 1573, ma vi domando solo i primi 2 :wink: ).

Non parla di grado di "severità" di dislessia/disgrafia/disortografia, ma di "centili".
Riassumendo... La lettura (che mi ha detto essersi compensata) è buona come rapidità, ma carente come correttezza: 5° centile.
La scrittura (un adorabile disastro...) ha una prestazione inferiore al 10° centile.
Come si possono interpretare ?

Poi a conclusione scrive "consigliati eventuali approfondimenti in ambito clinico (a discrezione del pediatra)".
E questo è il dubbio che mi preme di piu...
Chiedo gentilmente alle esperte, perchè il mio pediatra, tanto per cambiare, non credo sia molto informato sui DSA...
si intende l'ECG del sonno che ho già sentito consigliare o cosa altro?

Vi riporto anche una frase che mi ha fatto un gran piacere leggere:
dal punto di vista psicopedagocico sarebbe utile, sia in ambiente scolastico sia familiare, l'utilizzo di un atteggiamento stimolante, rassicurante e valorizzante (con richieste adeguate ai ritmi di aprrendimento, alle caratteristiche neuropsicologiche di Andrea, alla presenza di un deficit di attenzione e ipercinesia, difficoltà residue nella lettura e difficoltà specifiche nella scrittura - disortografia/disgrafia), atto a rafforzare l'autostima, sostenere la motivazione e stimolare le capacità attentive e di autonomia.

L'ha detto la dottoressa per cui fa parte della terapia :yes
OSDislessia Genova e Tigullio Onlus
http://www.osdgenovaetigullio.it
Avatar utente
mamma Rosa
Messaggi: 3815
Iscritto il: lun lug 21, 2008 3:57 pm
Scuola: Alexander: 5° Alb Polovalboite
Località: Padova

Re: Qualche delucidazione sulla diagnosi

Messaggio da mamma Rosa »

Non sono qualificata per risponderti, lo sai, volevo solo dirti che son contenta che hai avuto finalmente una risposta [quote]...nero su bianco!.../quote] :P :wink:
...finalmente un punto di partenza, finalmente un nome per chiamare le difficoltà che incontra Andrea e poterlo finalmente aiutare... :roll:
Esser la mamma di un dislessico è inebriante!!!

Dare un nome alle cose è il primo passo per affrontarle.
Avatar utente
lucia17
Messaggi: 2784
Iscritto il: sab gen 26, 2008 10:40 am
Scuola: figlio Roby 96 2*ITIS 11/12
Skype: Filibertona
Località: Italia prov. di Roma

Re: Qualche delucidazione sulla diagnosi

Messaggio da lucia17 »

http://www.centroeducativomilani.it/dif ... imento.htm guarda intanto qui, guarda la parte che riguarda "percentile" poi ti risponderà qualche esperto... questo link lo aveva messo Paola Gavotto per far capire la differenza tra DIFFICOLTA' e disturbo...
Paola C.
Messaggi: 40
Iscritto il: dom mar 08, 2009 10:15 pm
Località: Torino

Re: Qualche delucidazione sulla diagnosi

Messaggio da Paola C. »

ciao!
(oggi faccio "l'esperta di test")

I centili (punti percentili) sono uno dei tipi di punteggi ponderati che si utilizzano nei risultati ad un test. Il 50° punto percentile corrisponde alla mediana.

Traducendo è come se un punteggio collocato al 70° centile significasse che questo punteggio è migliore di quello del 70% della popolazione (che costituisce il campione di riferimento) ed è inferiore solo a quello del 30% della popolazione. Un punteggio al di sotto del 5° centile è inferiore a quello ottenuto dal 95% della popolazione.
sabrina68
Messaggi: 1552
Iscritto il: ven lug 25, 2008 10:10 am
Località: Genova

Re: Qualche delucidazione sulla diagnosi

Messaggio da sabrina68 »

Mammarosa sei un tesoro come sempre :P

Grazie anche alle esperte di test !
Un centile così basso quindi, insieme alla osservazione che la dott. ha poi dettagliato del tipo di errori, permette la definizione di "disturbo specifico".

..restano gli approfondimenti in ambito clinico :?
OSDislessia Genova e Tigullio Onlus
http://www.osdgenovaetigullio.it
Violetta

Re: Qualche delucidazione sulla diagnosi

Messaggio da Violetta »

SABRINAAAAAAAAAAA !!!!
bentornata!!! Racconta, racconta: sei abbronzatssima???? :-)))
Senti... gli "approfondimenti in ambito clinico" (con le stesse parole....) vennero consigliati anche a mio figlio G., dopo il primissimo colloquio con la psicologa.
sabrina68 ha scritto: "consigliati eventuali approfondimenti in ambito clinico (a discrezione del pediatra)". ....si intende l'ECG del sonno che ho già sentito consigliare o cosa altro?
Chiesi spiegazioni.
Mi rispose che il pediatra di base, avrebbe dovuto valutare degli aspetti del bambino
per poi consigliare visite specifiche. Io ora proseguo nel mio discorso, ma tieni presente che questo e' cio' che HANNO SUGGERITO A ME.... non so se il discorso si può estendere ad ogni caso di DSA....

Mi spiego.
Alla base di un DSA, c'è una determinata alterazione neurobiologica, ben specifica.
Alcuni problemi dei nostri bambini, però, potrebbero essere (che ne sa, veramente, una persona che ha visto nostro figlio per due ore e basta?) dovuti ad altre cause.

Faccio un esempio:
Mio fgilio G. legge col libro di traverso, guarda la TV mettendosi con la testina tutta storta, non copia bene dalla lavagna; ebbene prima di ogni altra cosa, mi venne consigliata LA VISITA DALL'OCULISTA....
Mio figlio G. non riesce a fare tutto il detato a scuola; prima di ogni altra cosa mi venne consigliata la VISITA DALL'OTORINO.... per sapere se c'era un deficit uditivo.
Mio figlio G. si comporta in modo strano: "vola" se è felice (!!!), spesso si sdraia per terra, per raccontare un fatto ci mette tre ore, se c'è confusione si isola, se non si sente accettato se ne va....E prima di ogni altra cosa mi venne consigliata la VISITA DA UN NEUROLOGO per vedere se c'erano nel bambino disturbi relazionali.

Questi tre esempi, sono tre "approfondimenti in ambito clinico", per escludere altre patologie.
Naturalmente, nel cuore della mamma, la risposta c'è già.

un abbraccio!!
sabrina68
Messaggi: 1552
Iscritto il: ven lug 25, 2008 10:10 am
Località: Genova

Re: Qualche delucidazione sulla diagnosi

Messaggio da sabrina68 »

Ciao Violetta!!!
Ebbene sì: sono ah ah ...bronzatissima (ma nei limiti delle mie lentiggini :lol: )

Grazie di avermi raccontato della tua esperienza. Con qualche differenza, come è normale, in tante cose ritrovo anche Andrea ....la TV riesce lui a vederla solo sdraiato sul tappeto! E se gli dico di mettersi composto, lui si mette sdraiato con braccia e gambe ben allineate :wink:

L'esame audiometrico l'ho fatto, perchè me lo avevano prescritto alla prima logopedia, quando andava all'asilo per problemi di linguaggio. E poi l'ho ripetuto quest'anno.

La visita oculistica sembra anche a me plausibile, in fondo un controllo in più non guasta...

Per gli approfondiementi psicologici e neurologici, aspetto una visita che (MIRACOLO !!!) mi hanno anticipato al 27 Luglio in un nuovissimo centro convenzionato che hanno aperto. Mi spiace "staccarmi" dalla psicologa che lo ha diagnosticato e dalla logo storica (...anche se come sapete andrea in effetti non ci andava volentieri), perchè lo seguono da tempo.
Ma quel centro è appunto convenzionato e poi racchiude in un'unica equipe tutte le figure professionali che si occupano di "riabilitazione". E la segretaria mi ha detto che "conosceranno" Andrea e studieranno un azione concertata tra tutte....se fosse così e fossero "brave" sarebbe fantastico. Psicologa, neuropsichiatra, psicomotricista, logopedista tutte nella stessa struttura.... Sarà un'altra decisione da prendere....
OSDislessia Genova e Tigullio Onlus
http://www.osdgenovaetigullio.it
Rossella
Messaggi: 5471
Iscritto il: gio giu 01, 2006 1:13 pm
Località: Potenza
Contatta:

Re: Qualche delucidazione sulla diagnosi

Messaggio da Rossella »

sabrina68 ha scritto: l'agognato foglio della diagnosi.
..ma quanto tempo hai atteso per avere l'agognato foglio?
Quello che ti hanno risposto le mamme super esperte è così. In genere io preferisco usare le Devizioni Standard, uguale o inferiore a 2 DS il risultato è "patologico".
Quei centili sono tutti inferiori alle 2 DS e anche di parecchio!
Tuo figlio era già in terapia logopedica? Non leggo se te l'hanno consigliata, anche se tu parli di "logo storica"... :roll:
IL MIO BLOG E I MIEI LIBRI: http://www.rossellagrenci.com
Avatar utente
mare66
Messaggi: 303
Iscritto il: dom feb 22, 2009 10:32 am
Scuola: terza media

Re: Qualche delucidazione sulla diagnosi

Messaggio da mare66 »

ciao rossella che onore averti qui adesso , ho letto il tuo libro le aquile sono nate per volare, è delizioso ! scusa posso chiederti cosa intendi quando usi il termine patologico ?
Violetta

Re: Qualche delucidazione sulla diagnosi

Messaggio da Violetta »

Rossella ha scritto: Quei centili sono tutti inferiori alle 2 DS e anche di parecchio!
Rossella, scusami se intervengo...
Ma il bambino ha un DSA: è chiaro che non sappia leggere e scrivere bene!!!
Cioè: se facessi fare a mio figlio G. le stesse valutazioni.... o al bambino P. o al bambino T., o al bambino R.... uscirebbero tutti valori SOTTO la media!!
Leonardo
Messaggi: 2609
Iscritto il: mar gen 03, 2006 9:44 pm
Scuola: 5° anno ITIS Informatica
Skype: leonardo88ro
Località: Dueville(VI)
Contatta:

Re: Qualche delucidazione sulla diagnosi

Messaggio da Leonardo »

Violetta ha scritto:Rossella, scusami se intervengo...
Ma il bambino ha un DSA: è chiaro che non sappia leggere e scrivere bene!!!
Cioè: se facessi fare a mio figlio G. le stesse valutazioni.... o al bambino P. o al bambino T., o al bambino R.... uscirebbero tutti valori SOTTO la media!!
Bisogna vedere quanto sotto la media però, anche se è inferiore di 0,01 DS è inferiore alla media ma non tanto inferiore per essere considerato dislessico se la soglia è di 2DS
Rossella
Messaggi: 5471
Iscritto il: gio giu 01, 2006 1:13 pm
Località: Potenza
Contatta:

Re: Qualche delucidazione sulla diagnosi

Messaggio da Rossella »

Ok, facciamo un pò di ordine. Il termine patologiche lo virgolettato: significa fuori dallo standard della media dei normolettori.

Quello che ha detto Leonardo è così. Ci sono diverse gravità a seconda di quanto la persona si discosta dalle 2 DS. Nel senso che i calcoli che facciamo cui dicono se è 2, 2.1, 3.7, o addirittura - 9 DS!!!!

Infine: non è vero che tutti i ragazzi dislessici risultano, necessariamente, inferiori alle 2 DS in tutte le aree: in alcune potrebbe essere di sì in altre no.
Spero di essere stata chiara.
Un saluto
IL MIO BLOG E I MIEI LIBRI: http://www.rossellagrenci.com
Leonardo
Messaggi: 2609
Iscritto il: mar gen 03, 2006 9:44 pm
Scuola: 5° anno ITIS Informatica
Skype: leonardo88ro
Località: Dueville(VI)
Contatta:

Re: Qualche delucidazione sulla diagnosi

Messaggio da Leonardo »

Per fare un esemprio io nella lettura del brano ho 9.88 DS nel tempo in secondi e invece negli errori ho 1.71 DS, nella lettura di parole ho 13.36 DS nel tempo e 1.03 DS negli errori, nella lettura di non parole ho 9.13 DS nel tempo e 1.56 DS negli errori poi in altre cose ad esempio lo span di parole e cubi ho rispettivamente 0.52 DS e 1.36 DS ma questa volta in positivo visto che ho avuto un risultato superiore alla media e nei cubi ho fatto pure 8 su 8.
Avatar utente
mare66
Messaggi: 303
Iscritto il: dom feb 22, 2009 10:32 am
Scuola: terza media

Re: Qualche delucidazione sulla diagnosi

Messaggio da mare66 »

scusa la difficoltà che dimostro nel capire. ma allora ci sono 2 modi di leggere, quando mi dicono di avere -2.5 nella lettura delle non parole cosa significa
Leonardo
Messaggi: 2609
Iscritto il: mar gen 03, 2006 9:44 pm
Scuola: 5° anno ITIS Informatica
Skype: leonardo88ro
Località: Dueville(VI)
Contatta:

Re: Qualche delucidazione sulla diagnosi

Messaggio da Leonardo »

Fanno anche il test nella lettura di una lista di parole ma anche in una lista di non parole direi perchè per leggere c'è anche la possibilità di andare a memoria con parole che già si conoscono e questo penso potrebbe influire con il risultato, mentre se è una lista di parole che non esistono teoricamente si avrebbe un risultato migliore perchè sarebbe come se si stesse leggendo per la prima volta.
A me invece ad esempio è venuto un risultato migliore nelle non parole perchè per me moltissime erano parole che conoscevo (tra parole in dialetto veneto e nomi di luoghi dove sono stato, praticamente erano più parole queste che quelle delle vere parole :roll: )
Rispondi