LETTERA DEL COMPAGNO DI BANCO DI MIO FIGLIO

sfoghi, richieste di aiuto, consigli

Moderatore: Moderatori

Avatar utente
liliana
Messaggi: 2604
Iscritto il: mer mar 18, 2009 3:58 pm
Scuola: Figlio 2° anno di università
Località: NAPOLI
Contatta:

LETTERA DEL COMPAGNO DI BANCO DI MIO FIGLIO

Messaggio da liliana »

Vorrei condividere con voi, la lettera che il compagno di banco di mio figlio Dario, ha sentito il bisogno di scrivere al Ministro Gelmini. E' una lettera dolce e ricca di tanta sensibilità, quella sensibilità che vorremmo ritrovare in quegli insegnanti, ciechi e sordi, ai quali noi e i nostri figli chiediamo invano comprensione e aiuto ......

5 ottobre 2009


Mi chiamo Umberto, ho15anni,frequento il V ginnasio e sono compagno di banco di Dario; un ragazzo dislessico.
La mia esperienza comincia quando Dario decide di confidarsi e raccontarmi le sue difficoltà.
Che cos'era la dislessia,io non lo sapevo fino a quel momento.
Dario non è solo il mio compagno di banco,ma anche il mio migliore amico e credo che sia uno dei ragazzi più intelligenti che io conosca.
Il liceo classico è un indirizzo scolastico abbastanza impegnativo, il percorso da seguire è duro, le materie erano a noi ragazzi sconosciute,infatti , l'approccio in certi casi è stato piuttosto traumatico.
Io stesso ho riscontrato degli ostacoli durante l'anno.
Sin dai primi giorni di scuola, notavo che Dario aveva delle difficoltà nel seguire la lezione e in alcuni momenti mi sembrava piuttosto stanco; direi privo di energie.
Quando l'insegnante scriveva alla lavagna l'assegno Dario non riusciva a copiarlo correttamente e spesso tornati a casa mi telefonava per avere ulteriori informazioni.
Dario studiava tanto, ci confrontavamo spesso ma nonostante il suo impegno, durante le prove scritte e le interrogazioni, le sue difficoltà venivano fuori.
Io facevo fatica a capire cosa avesse e perché un ragazzo così intelligente si faceva prendere spesso da un'ansia che non sempre trovava giustificazioni.
I professori non lo mettevano a proprio agio, anzi direi il contrario; c'era un approccio sbagliato.
Un giorno ne ho parlato anche con mia madre perché non riuscivo a darmi una spiegazione, mi facevo mille domande senza risposte.
Dario finalmente mi parlò, mi disse di essere dislessico e mi spiego che agli insegnanti lo aveva comunicato. Ma allora perché non aveva ricevuto alcun supporto? "C'è disinformazione" mi disse Dario.
Io ora mi domando, perché è così difficile prendere coscienza di cosa accade ad un dislessico?
Perché la scuola non sostiene le difficoltà di apprendimento di questi ragazzi?
In una società come la nostra, noi giovani dovremmo avere a disposizione quei mezzi adatti a superare determinati ostacoli.
Illustrissimo Ministro, confido nella sua disponibilità nell'affrontare il tema Dislessia, in attesa di una sua risposta, le porgo i miei più sinceri saluti.

Umberto
pirula-2

Re: LETTERA DEL COMPAGNO DI BANCO DI MIO FIGLIO

Messaggio da pirula-2 »

Liliana, è una lettera bellissima, e gioisco con te e con Dario per questa splendida speciale amicizia che aiuterà i ragazzi per tutta la vita :up

La mia impressione è poi che se il ministro leggerà mai le lettere che ha ricevuto, questa sarà fondamentale per farla decidere nella giusta direzione.

Ringrazia Umberto anche da parte dei miei ragazzi.
Costanza
Messaggi: 2843
Iscritto il: gio mag 22, 2008 8:26 pm
Scuola: Eevee Universit Supernick 3med

Re: LETTERA DEL COMPAGNO DI BANCO DI MIO FIGLIO

Messaggio da Costanza »

Mi ha commossa.
Complimenti a Dario e al suo compagno di banco per questa stupenda amicizia.
Ultima modifica di Costanza il lun ott 12, 2009 8:57 am, modificato 1 volta in totale.
Gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini. (G. Falcone)
Rossella
Messaggi: 5471
Iscritto il: gio giu 01, 2006 1:13 pm
Località: Potenza
Contatta:

Re: LETTERA DEL COMPAGNO DI BANCO DI MIO FIGLIO

Messaggio da Rossella »

IL MIO BLOG E I MIEI LIBRI: http://www.rossellagrenci.com
sabrina68
Messaggi: 1552
Iscritto il: ven lug 25, 2008 10:10 am
Località: Genova

Re: LETTERA DEL COMPAGNO DI BANCO DI MIO FIGLIO

Messaggio da sabrina68 »

Umberto, hai tutta la mia stima!
OSDislessia Genova e Tigullio Onlus
http://www.osdgenovaetigullio.it
Avatar utente
Elisabetta
Messaggi: 4453
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:23 pm
Skype: betty--
Località: Pesaro

Re: LETTERA DEL COMPAGNO DI BANCO DI MIO FIGLIO

Messaggio da Elisabetta »

Ho letto già la lettera e leggendo Dario ho immaginato che si trattasse di tuo figlio!
Fortunato Dario ad avere un amico così!
Per firmare la PETIZIONE
http://www.petitiononline.com/amicar01/petition.html

INDICE: http://www.dislessia.org/forum/viewtopic.php?t=2345

nel sito www.dislessiainrete.org ci sono 3 guide scaricabili per insegnanti, per genitori e per studenti
CHIARAT
Messaggi: 156
Iscritto il: dom feb 08, 2009 9:40 pm
Scuola: V ELEMENTARE
Località: Omegna

Re: LETTERA DEL COMPAGNO DI BANCO DI MIO FIGLIO

Messaggio da CHIARAT »

Si concordo anch'io,fortunato Dario ad avere un amico così!!
Bravo Umberto complimenti per la tua sensibilità e attenzione "all'altro"!
Mi auguro che anche Niccolò possa trovare un amico così "GRANDE".
Mi chiedo: è possibile che un ragazzo di 15 anni riesca a dimostrare tanta maturità e sia così attento alle difficoltà dell'amico ,mentre molti insegnanti continuano a far finta di niente? Perchè? Perchè devo continuamente leggere di genitori che quotidianamente devono combattere contro l'ignoranza e la poca informazione della scuola?
A volte la stanchezza mi assale e ho l'impressione di combattere contro i mulini a vento.
Avatar utente
Rachele.S
Messaggi: 44
Iscritto il: gio ago 06, 2009 9:04 am
Scuola: Insegnante media

Re: LETTERA DEL COMPAGNO DI BANCO DI MIO FIGLIO

Messaggio da Rachele.S »

Mi sono commossa tantissimo nel leggere la lettera di Umberto.
Avrei pagato oro per avere un amico così quando ero io sui banchi di scuola! :lol:
Sono sicura che Dario si terrà molto stretto un amico così, si dice che i veri amici non siano poi così tanti :lol:
Rossella
Messaggi: 5471
Iscritto il: gio giu 01, 2006 1:13 pm
Località: Potenza
Contatta:

Re: LETTERA DEL COMPAGNO DI BANCO DI MIO FIGLIO

Messaggio da Rossella »

CHIARAT ha scritto:Mi chiedo: è possibile che un ragazzo di 15 anni riesca a dimostrare tanta maturità e sia così attento alle difficoltà dell'amico ,mentre molti insegnanti continuano a far finta di niente? Perchè? Perchè devo continuamente leggere di genitori che quotidianamente devono combattere contro l'ignoranza e la poca informazione della scuola?
A volte la stanchezza mi assale e ho l'impressione di combattere contro i mulini a vento.
Perchè??? Perchè i ragazzi sono senza pregiudizi, perchè gli adulti non si mettono nei loro panni, perchè gli adulti credono di "sapere tutto"... e avrei una sfilza di perchè ma mi fermo qui! :shock:
IL MIO BLOG E I MIEI LIBRI: http://www.rossellagrenci.com
Avatar utente
mamma Rosa
Messaggi: 3815
Iscritto il: lun lug 21, 2008 3:57 pm
Scuola: Alexander: 5° Alb Polovalboite
Località: Padova

Re: LETTERA DEL COMPAGNO DI BANCO DI MIO FIGLIO

Messaggio da mamma Rosa »

Sono proprio ragazzi come questo, il nostro futuro!...Io voglio crederlo! :P
Esser la mamma di un dislessico è inebriante!!!

Dare un nome alle cose è il primo passo per affrontarle.
CHIARAT
Messaggi: 156
Iscritto il: dom feb 08, 2009 9:40 pm
Scuola: V ELEMENTARE
Località: Omegna

Re: LETTERA DEL COMPAGNO DI BANCO DI MIO FIGLIO

Messaggio da CHIARAT »

Sicuramente, con costanza, riusciremo a far capire alle persone che l'attenzione per gli altri ( e vorrei evidenziare - i nostri ragazzi- ) è importante quanto o forse più di quella per noi stessi.
Avatar utente
liliana
Messaggi: 2604
Iscritto il: mer mar 18, 2009 3:58 pm
Scuola: Figlio 2° anno di università
Località: NAPOLI
Contatta:

Re: LETTERA DEL COMPAGNO DI BANCO DI MIO FIGLIO

Messaggio da liliana »

Grazie per i vostri commenti mamme!
Dario è molto fiero di avere un amico come Umberto!
Il loro rapporto è basato soprattutto sulla stima e il rispetto reciproco: sono delicati nel parlare, nel dirsi le cose, rispettano i silenzi l'uno dell'altro, aspettano il momento giusto per confidarsi, ed è proprio questo....che rende la loro amicizia pulita e profonda! :wink:
CHIARAT ha scritto:A volte la stanchezza mi assale e ho l'impressione di combattere contro i mulini a vento.
Non possiamo permetterci di fermarci CHIARAT, a maggior ragione là dove c'è più ottusità.... dobbiamo lavorare con tanta determinazione e grinta senza lasciarci ostacolare dallo scoramento che proviamo quando incontriamo docenti scettici e presuntuosi! :lol:
CHIARAT
Messaggi: 156
Iscritto il: dom feb 08, 2009 9:40 pm
Scuola: V ELEMENTARE
Località: Omegna

Re: LETTERA DEL COMPAGNO DI BANCO DI MIO FIGLIO

Messaggio da CHIARAT »

Si, cara Liliana hai ragione non serve a niente farsi sopraffare dallo sconforto.
E' bello quello che racconti di tuo figlio e del suo grande amico .
Spero che Niccolò crescendo possa trovare delle persone cosi generose sulla sua strada.
Avatar utente
maggie
Messaggi: 699
Iscritto il: ven ott 23, 2009 10:23 pm
Scuola: II^ Agrario
Località: Grosseto

Re: LETTERA DEL COMPAGNO DI BANCO DI MIO FIGLIO

Messaggio da maggie »

ciao liliana,ho letto solo oggi della lettera dell'amico di dario,umberto,e lampante mi è apparso che per meritarsi un amico"sui generis"altrettanto lo è tuo figlio.tra la documentazione da portare a scuola vorrei inserire anche questa lettera(se tu acconsenti ovviamente) per aiutare ad introdurre in classe ai compagni la questione dislessia.uno dei problemi è anche quello di sensibilizzare gli alunni,che spesso rendono oggetto di scherno un dsa ma anche chi ha le orecchie a sventola,i denti in fuori....un applauso a questi due grandi ragazzi e alla loro amicizia
Gabriella
Avatar utente
dony62
Messaggi: 162
Iscritto il: ven dic 07, 2007 10:29 am

Re: LETTERA DEL COMPAGNO DI BANCO DI MIO FIGLIO

Messaggio da dony62 »

Grazie, è bellissima!
Rispondi