Help, genitori troppo opprimenti.

sfoghi, richieste di aiuto, consigli

Moderatore: Moderatori

Rispondi
Marcello
Messaggi: 75
Iscritto il: gio nov 23, 2006 3:20 pm

Help, genitori troppo opprimenti.

Messaggio da Marcello »

salve a tutti sono marcello, prima fare la mia richesta d'aiuto lasciate che vi spieghi alcune cose.

da quando ho scoperto di essere dilsessico (alle elementari), ho sempre dovuto studiare molto, il doppio o il triplo di un ragazzo non dislessico x raggiungere risultato soddisfacenti (6, 6.5 x intenderci).
Il tutto prosegue fino in quarta liceo, dove studiando veramente poco riesco ad ottenere dei risultati straordianri, medie del 7 e dell 8 con pochie ore di studio, nemmeno tutti i giorni x altro.

La cosa prosegue anche il 5 anno e infatti mi diplomo con 83 su 100.... ottimo risultato io sono felicissimo e pronto ad iniziare l'università.

Sembra un racconto bellissimo a vederlo così se non che all inizio della 5 i miei iniziano in sordina dicendomi che secondo loro non mi vedono studiare seriamente..... io non capisco... non studio seriamente!! ma sono più felice, con più tempo a disposizione e con medie più alte, dovrebbe essere la felicità di una mamma vedere il proprio figlio che studia poco, va bene a scuola e ha più tempo libero..

Stà di fatto che nn è così, anche se i voti si mantengono alti e la vita sociale bellissima i genitori continuano a diventare sempre più pesanti sempre più oppressivi sullo stuido, e ogni qual volta nn mi vedono stuiare e un rimbrtto, un rimprovero insomma ogni volta che non sto studiano ma stò facendo altro hanno qualcosa da ridire.

Dopo di che inizia l'università, e hai me il pimo anno è abbastanza dura, purtroppo di tutti gli esami ne passo solo uno... sempre con i mei che rincarano la dose dicendo che non studio abbastanza (notare che esco di casa alle 7.30 di mattina a vando in uni, li stò fino alle 7 di sera... a studiare !!) che non mi impegno che, non è possibile che un ragzzo che fa l'università non studi la sera(infatti io dalle 7 del mattino alle 7 di sera sono in uni a studiare, ma secondo loro anche la sera dovrei fare qualcosina) e stia sempre attaccato all xbox.

ora è iniziato il secondo anno e la cosa continua, io non so cosa fare x far passare questa situazione, faccio anche fatica a studiare, non studio con piacere e come se fosse diventata un imposizione.

se se provo ad istaurare un dialogo civile fa a finire che ho sempre torto io e che loro hanno sempre ragione indipendentemente dalle argomentazioni, le mie ragioni valgono zero.
se invece provo a scontrarmi con loro quello che ne ricavo sono solo proibizioni e negazioni, del tipo, non ti diamo più un soldo x uscire la sera ecc.

secondo voi come potrei fare, contando che i miei genitori mi hanno sempre sostenuto e appoggiato, tra di noi c'è senpre stato un bellissimo rapporto che non capisco come mai è sparito.
roberta
Messaggi: 2563
Iscritto il: sab ago 12, 2006 2:45 pm
Scuola: figlio università
Località: friuli
Contatta:

Re: Help, genitori troppo opprimenti.

Messaggio da roberta »

ciao!
e se glielo chiedi semplicemente come hai fatto qui
Marcello ha scritto:
secondo voi come potrei fare, contando che i miei genitori mi hanno sempre sostenuto e appoggiato, tra di noi c'è senpre stato un bellissimo rapporto che non capisco come mai è sparito.
che rispondono?
Avatar utente
maggie
Messaggi: 699
Iscritto il: ven ott 23, 2009 10:23 pm
Scuola: II^ Agrario
Località: Grosseto

Re: Help, genitori troppo opprimenti.

Messaggio da maggie »

Ciao Marcello immagino il tuo stato d'animo!roberta ha detto giusto,ne parli con loro come con noi?i problemi che ti trovi ad affrontare sono 2..con i genitori e con lo studio.chissà che ci sia una connessione tra queste due situazioni..si può trovare il modo di superarne uno?uno alla volta?pensavo allo studio..cosa è che ti rimane più difficile adesso all'universita?passi tante ore a studiare,e nessuno qua ha motivo di non crederlo,eppure i riultati tardano ad arrivare.e questi quanto incidono sulla tua autostima?ti senti demotivato?sai che certe circolari e leggi per la dislessia sono valide anche all'università?che ci sono software che consentono di minimizzare problematiche di studio per gli unversitari?per un dislessico la concentrazione va di pari passo con la stanchezza,forse potresti cambiare degli orari facendo un break quando le lezioni te lo consentono.sto solo ipotizzando e non pensare che siano consigli perchè io all'universita non sono andata quindi prendi tutto con le "pinze".oltretutto sei in gamba,hai preso un ottimo voto alla maturità ti sei scritto all'università..tutto ciò che auspico ai miei figli..dislessico e non dislessico! :wink: BRAVISSIMO E COMPLIMENTI! :o
noi genitori sembriamo non accontentarci mai! :roll: che noia! :lol: (mi sto prendendo in giro,perchè so che è così)siamo pesi! :oops: ma solo per voi facciamo questo,per stimolarvi a proseguire quando siamo sicuri che ne avete le possibilità,perchè intelligenti,vivaci,volenterosi..magari è un loro modo per dirti:"ce la puoi fare!"è uno sprono a continuare..magari non è il modo che tu vorresti che adottassero e allora diglielo che preferisci altre parole,chidi se stai mancando in qualcosa,per loro,ma pensa che comunque sei tu a sapere se il tuo comportamento è quello giusto per te!che comunque stai agendo per il tuo bene e con consapevolezza.ti sono vicina e sfogati pure...
Gabriella
Avatar utente
mamma Rosa
Messaggi: 3815
Iscritto il: lun lug 21, 2008 3:57 pm
Scuola: Alexander: 5° Alb Polovalboite
Località: Padova

Re: Help, genitori troppo opprimenti.

Messaggio da mamma Rosa »

maggie ha scritto:...sai che certe circolari e leggi per la dislessia sono valide anche all'università?...
Tutte le leggi, circolari e note valgono per tutti gli studi per fortuna! :roll: :wink:
Esser la mamma di un dislessico è inebriante!!!

Dare un nome alle cose è il primo passo per affrontarle.
elkatozz
Messaggi: 27
Iscritto il: gio ott 01, 2009 10:45 pm

Re: Help, genitori troppo opprimenti.

Messaggio da elkatozz »

Conosco questo mondo "dislessia" da troppo poco tempo per darti consigli mirati. Posso solo dirti qualcosa tratta dalla mia esperienza di non dislessica.
Io non ho mai avuto grossi problemi alle superiori, ma arrivata all'Università (Economia e Commercio) mi sono dovuta confrontare con una difficoltà ben maggiore, affrontando Matematica mi sembrava di leggere arabo, non capivo nulla. Ti assicuro volevo abbandonare dopo i primi insuccessi. Dopo il primo anno avevo passato solo un esame. Mio padre (di generazione "antica" assai avaro di complimenti e di parole rassicuranti) per la prima volta in assoluto mi disse "non hai mai avuto problemi prima perchè dovresti abbandonare: provaci ancora" e cosi ho fatto e ti assicuro non senza difficoltà sono riuscita a finire. Per cui l'unico mio consiglio è fatti forza pensando a quanto sei forte a quanto sei stato bravo.......... un passo per volta ........ un giorno dopo l'altro e quando ti sembra che un argomento sia troppo pesante e difficile accantonalo per po' e poi spesso quando lo riprendi riesci a vedere le cose da altre prospettive e a capirle meglio sembra quasi che ti si accenda una luce...
Per quanto riguarda il rapporto con i tuoi genitori ...... io ricordo quanto era pesante il sentirsi dipendenti, il sentirsi controllato. Quando si ha 20 anni si è grandi e adulti e si è perfettamente in grado di decidere del proprio destino, si ha bisogno di autonomia. Ma il punto di vista dei genitori è diverso (e lo capisco solo ora) credo che si continui a vedere i propri figli come piccoli e bisognosi di protezione e stimoli. E' difficile per un genitore gestire l'ansia e le aspettative. Prova a parlarne con loro oppure a scrivere (visto che lo fai molto bene).
In bocca al lupo e FORZA che SEI GRANDE!!!!
Rispondi