Non c'è uno senza due...

sfoghi, richieste di aiuto, consigli

Moderatore: Moderatori

FlavioMR
Messaggi: 27
Iscritto il: gio ago 05, 2010 2:31 pm
Scuola: Acqua Rossa (Valerio)
Località: Roma

Non c'è uno senza due...

Messaggio da FlavioMR »

Si, lo so che non è quello il proverbio, ma io mi sono fermato a due...

Dopo essermi iscritto al forum la scorsa estate non ho partecipato un granché, non riesco ad avere un atteggiamento sereno e positivo al problema. Leggo con piacere degli adulti che hanno una vita felice e compiuta nonostante i DSA che li accompagnano, ma a me vedere mio figlio Valerio faticare e deprimersi per i problemi fa venire tanta rabbia che preferisco tenerla per me, per quanto posso. Però si vede lo stesso e anche quello non aiuta.

Comunque ora che anche il secondo ha iniziato la scuola abbiamo la ragionevole certezza che anche lui abbia, sebbene in modo diverso dal fratello, problemi di DSA. Stavolta è proprio una mazzata, già con uno era complicato, con due è veramente difficile.

Ancora non l'abbiamo portato a fare una diagnosi formale, ma è evidente, nel suo caso più nella lettura che nella scrittura, mentre per il calcolo è ancora presto.

E' una cosa molto comune avere più fratelli/sorelle con DSA?
So che ci sarà da rimboccarsi le maniche ancora di più e andare avanti ma per ora non riesco proprio a ripartire. :sad:
Ciao a tutte e a tutti, Flavio
Ciao, Flavio
Africa
Messaggi: 1461
Iscritto il: mar ott 26, 2010 6:18 pm
Località: Frosinone

Re: Non c'è uno senza due...

Messaggio da Africa »

Proprio perché non riesci ad avere un atteggiamento positivo al problema, scrivere sul forum potrebbe esserti d'aiuto. Sai, a volte, una parola data da chi riesce a capirti può valere molto.
FlavioMR ha scritto:E' una cosa molto comune avere più fratelli/sorelle con DSA?
Ricordo di avere letto da qualche parte di una certa familiarità, quindi è probabile che più membri della stessa famiglia abbiano questa caratteristica.
In una precedente discussione anche una mamma ne parlava, te la riporto:
http://www.dislessia.org/forum/viewtopic.php?f=2&t=8372
magari leggerla può servirti un po'.
RACCOLTA FIRME per il rispetto della legge n.170 ai test di ammissione universitari

"L'immaginazione è più importante della conoscenza. La conoscenza è limitata, l'immaginazione abbraccia il mondo". Albert Einstein
Avatar utente
gloria
Messaggi: 2273
Iscritto il: ven ott 01, 2004 1:02 am
Località: Roma e Viareggio

Re: Non c'è uno senza due...

Messaggio da gloria »

FlavioMR ha scritto: E' una cosa molto comune avere più fratelli/sorelle con DSA?
So che ci sarà da rimboccarsi le maniche ancora di più e andare avanti ma per ora non riesco proprio a ripartire. :sad:
Ciao a tutte e a tutti, Flavio
Da noi 2 figli su 3 :lol:

Però ora ti voglio consolare:
mio figlio Guido che a scuola era molto in affanno, specialmente in matematica, all'università ha preso 27 proprio in matematica e ora aiuta molto bene il fratello e riesce a fargli capire le equazioni meglio del suo prof.... :!:

su su....coraggio, pensa positivo.
Avatar utente
MariaFr
Messaggi: 899
Iscritto il: mar dic 30, 2008 10:48 am
Scuola: I ITIS-Daniele Ist.Albe. Laura
Località: Frosinone

Re: Non c'è uno senza due...

Messaggio da MariaFr »

scusa Flavio, ma perchè ti scoraggi? In fondo hai tutte le conoscenze necessarie per affrontare la cosa, sai cosa fare e ,quando non lo sai, sai a chi puoi rivolgerti. Hai l'esperienza che ti sorreggerà, non devi pensare in negativo, sarà anche più semplice. Io ho tre figli, uno ha la diagnosi, la sua gemella inizia a darmi problemi e anche se l'avevo fatta valutare vedo che peggiora di mese in mese e quindi, da profana, penso che finora abbia compensato da sola e che ora stia per avere un crollo. Così ho prenotato anche per lei di nuovo la visita, ma il risultato non mi preoccupa minimamente perchè già da ora, in alcune materie, applico per lei lo stesso sistema che applico per suo fratello. In fondo il metodo di studio di un dislessico è applicabile anche a chi non lo è con risultati fantastici. Stai tranquillo e poi, quando vorrai sfogarti, ci siamo qua noi, no? :P
"I grandi spiriti hanno sempre incontrato violenta opposizione da parte delle menti mediocri" Albert Einstein
marco12
Messaggi: 37
Iscritto il: mer dic 15, 2010 7:51 pm

Re: Non c'è uno senza due...

Messaggio da marco12 »

ci continuiamo a chiedere...........
perchè questi dislessici?
pare che siano in aumento..........
boh!

non è che saremo destinati a cambiare: alfabeti, logiche di studio, etc, etc....etc
in quanto le conoscenze future non potranno essere conquistate con i ns metodi
forse stantii.
è una delle tante idee, che seguo................e che non ho mai espresso ad alcuno.
ma ora leggendo Maria..............

........................"""""".perchè già da ora, in alcune materie, applico per lei lo stesso sistema che applico per suo fratello. In fondo il metodo di studio di un dislessico è applicabile anche a chi non lo è ..............

e Maria termina: """"""" con risultati fantastici."""""""
=============

non trovate il messaggio assai interessante.
riflettiamoci.
Avatar utente
liliana
Messaggi: 2604
Iscritto il: mer mar 18, 2009 3:58 pm
Scuola: Figlio 2° anno di università
Località: NAPOLI
Contatta:

Re: Non c'è uno senza due...

Messaggio da liliana »

marco12 ha scritto:ci continuiamo a chiedere...........
perchè questi dislessici?
pare che siano in aumento..........
boh!
E' un pluralis maiestatis???
"CI" chi? Oltre te alludi ad altre persone???
Qui sul forum non mi pare! :wink:

I dislessici non sono in aumento, sono sempre esistiti è solo che ora, con l'informazione molti hanno capito, dopo aver sostenuto i dovuti test, che le loro difficoltà nello studio erano imputabili ai Disturbi Specifici di Apprendimento.
Ecco, tutto qui! :wink:
marco12
Messaggi: 37
Iscritto il: mer dic 15, 2010 7:51 pm

Re: Non c'è uno senza due...

Messaggio da marco12 »

ah!
ti ringrazio per il chiarimento.
HM60
Messaggi: 7
Iscritto il: ven dic 31, 2010 9:21 am

Re: Non c'è uno senza due...

Messaggio da HM60 »

Genitori che ci preoccupiamo (almeno fin quando non comprendiamo il contesto), figli pre-adolescenti che si deprimono (fin quando non imparano ad usare altre vie per imparare quello che normalmente si impara leggendo)... Mumble mumble.... ma non è che ci si complica la vita?
Leggo di dislessici che dopo essere stati "una frana" a scuola (magari solo perchè non hanno usato strumenti compensativi) ora sono persone di successo: forse è il caso di stare sereni e fare solo strategie?
Sono stato preoccupato (da genitore) e ora attendo che mia figlia trovi la sua strada (ad una ragazza quasi maggiorenne è difficile "mostrargliela" :wink: )
mari
Messaggi: 11
Iscritto il: ven nov 26, 2010 10:51 pm
Scuola: figlio seconda elementare
Località: milano

Messaggio da mari »

Marco anche mio marito sostiene quello che dici tu circa i metodi di insegnamento e attribuisce l'aumento dei dislessici all'uso spropositato di PS,PC,Nintendo, Wii. Tutti oggetti che ci sono stati regalati dai miei parenti. Le liti a volte sono forti. Certe volte la mia razionalita tentenna. E se avesse ragione ? Secondo me non riesce ad accettare il problema.
Finora (ho fue figli) me la sono vista abbastanza da sola. Certo lui e' presente sempre quando c'e' da andare dal dottore ma poi nell'aspetto pratico e organizzativo lascia fare tutto a me. Soprattutto non riesce a stare vicino ai figli nei compiti e nel gioco perchè come dice lui non ha pazienza.
Comunque io accetto abbastanza la cosa e per come sono fatta mi sta bene avere carta bianca.
HM60
Messaggi: 7
Iscritto il: ven dic 31, 2010 9:21 am

Re: Non c'è uno senza due...

Messaggio da HM60 »

Io mi sento di escludere che l'aumento dei dislessici dipenda dall'uso spropositato di PS,PC,Nintendo, Wii perchè:
1) prima non si aveva un metodo di diagnosi e tanti intelligenti passavano per asini o quantomeno svogliati (con la sua intelligenza potrebbe fare di più);
2) si tratta di una caratteristica familiare che tende (ma perchè?) a peggiorare con le generazioni (basta fare un controllo ... io in famiglia li ho trovati (forse lo sono anch'io in forma molto lieve) e quindi non mi stupisco di avere una figlia con una dislessia evolutiva compensata dalla sua intelligenza - dislessia diagnosticata a quasi 18 anni d'età!);
3) mia figlia ha usato il PC pochissimo per giocare e molto per leggere, fare ricerche, etc. (e facebook... immancabile) con l'unico problema che dopo tanta lettura (e rilettura) ricorda sempre troppo poco di quel che ha letto.
Aggiungo che la scrittura è una fantastica invenzione dell'uomo, ma i nostri antenati avevano, come molte tribu continuano ad avere, l'uso di tramandare la conoscenza oralmente (ottima memoria :wink: ). A questo proposito pare che la "memoria di lavoro" giochi un ruolo "negativo" nei dislessici (c'entra la "memoria di lavoro" con i giochini elettronici?).
Avatar utente
gloria
Messaggi: 2273
Iscritto il: ven ott 01, 2004 1:02 am
Località: Roma e Viareggio

Re: Non c'è uno senza due...

Messaggio da gloria »

Marco12,Mari,HM60 Siete andati tutti OFF TOPIC, fuori tema....

Vi invito caldamente a leggere il regolamento per l'uso del forum e a non saltare da un argomento all'altro continuando a seguire il filo dei vostri pensieri :|

Grazie,
gloria
simonettad
Messaggi: 201
Iscritto il: ven ott 02, 2009 1:37 pm
Scuola: 1° media
Località: Roma

Re: Non c'è uno senza due...

Messaggio da simonettad »

Ciao,
sì è comune avere fratelli dislessici e anche genitori :wink:
Io sono venuta a conoscenza della dislessia solo con il mio ultimo figlio (ne ho quattro), ma vedendo lui ho potuto constatare che anche gli altri figli e mio marito hanno questa caratteristica.
Solo che, :cry: ho sempre pensato che non avessero voglia di impegnarsi.
Tutti e tre i miei figli finite le medie (guarda caso) hanno scelto di iscriversi a istituti tecnici, prima hanno dato uno sguardo a quante ore di italiano e storia ci fossero nei vari indirizzi e poi hanno scelto la scuola dove si "lasciava" presto storia e geografia e c'erano molte ore di laboratorio, il primo ha scelto l'istituto agrario e si è diplomato, anche se con il minimo, il secondo ha scelto l'istituto industriale informatico.... si è iscritto al terzo anno per ben 4 volte, aveva 9 in informatica, 8 in elettronica e 2 in storia, poi c'è stato l'abbandono (ed io non sono stata grado di capire) ora lavora e ripara impianti elettrici e pc.
Il terzo figlio sta ancora frequentando l'istituto alberghiero, l'anno scorso è stato bocciato e ora sta ripetendo il 4°.
Per quanto riguarda mio marito, da quando frequento il forum ho dato una risposta a tante cose..... non legge MAI, neanche le istruzioni per le medicine, o i messaggini sul telefonino :lol: , è disordinatissimo, lo si sente sempre dire "hai visto il cacciavite che stavo usando?", perennemente in ritardo (gli orologi sono un optional) e si dimentica di tutto, dagli oggetti agli appuntamenti, ma è pieno di inventiva, non c'è problema in casa che lui non riesca a risolvere dall'idraulica all'elettronica.... Tutti quelli che lo conoscono lo cercano... si rompe la caldaia? salta l'impianto elettrico? problemi con la TV?... una telefona e vai!
Simonetta
Maria Roberta
Messaggi: 145
Iscritto il: ven ott 01, 2004 3:40 pm
Località: Reggio Emilia

Re: Non c'è uno senza due...

Messaggio da Maria Roberta »

Quello che tu hai descritto di tuo marito sul saper fare, senza leggere le istruzioni, è una caratteristica di molti dislessici.
Non è poco.

Per dire che sono sempre esistiti, e non è una razza in via di estinzione per fortuna, Lina Mazzaperlini la logopedista di Daniele, mi disse una volta "Non ti è mai capitato di vedere cartelloni pubblicitari bellissimi, però
con una lettera scritta a rovescio".
Maria Roberta

a tutti i dislessici
al desiderio di sapere
alla fatica per ottenerlo
marco12
Messaggi: 37
Iscritto il: mer dic 15, 2010 7:51 pm

Re: Non c'è uno senza due...

Messaggio da marco12 »

Gloria.
che dolcezza in quel TOPIC.

vedrò di stare piu' attento.
la colpa era solo mia.
................ma quando dormirai.........ci riprovero'
paolap.
Messaggi: 258
Iscritto il: gio ott 28, 2010 8:35 pm
Scuola: 1 secondaria di I grado
Località: Prov. Roma

Re: Non c'è uno senza due...

Messaggio da paolap. »

""""""SIMONETTAD ha scritto:
sì è comune avere fratelli dislessici e anche genitori :wink:
Io sono venuta a conoscenza della dislessia solo con il mio ultimo figlio (ne ho quattro), ma vedendo lui ho potuto constatare che anche gli altri figli e mio marito hanno questa caratteristica.
Per quanto riguarda mio marito, da quando frequento il forum ho dato una risposta a tante cose..... non legge MAI, neanche le istruzioni per le medicine, o i messaggini sul telefonino :lol: , è disordinatissimo, lo si sente sempre dire "hai visto il cacciavite che stavo usando?", perennemente in ritardo (gli orologi sono un optional) e si dimentica di tutto, dagli oggetti agli appuntamenti, ma è pieno di inventiva, non c'è problema in casa che lui non riesca a risolvere dall'idraulica all'elettronica.... Tutti quelli che lo conoscono lo cercano... si rompe la caldaia? salta l'impianto elettrico? problemi con la TV?... una telefona e vai!
Simonetta[/quote]""""""



Incredibile, mi sembrava che parlassi di mio marito!!!!!
anch'io ho capito che lui è dislessico, da quando abbiamo avuto i primi problemi con la piccola, e abbiamo capito che la prima dislessica, è mia suocera.
Rispondi