Sono delusa

sfoghi, richieste di aiuto, consigli

Moderatore: Moderatori

Avatar utente
mini9589
Messaggi: 17
Iscritto il: dom feb 12, 2006 5:42 pm
Località: Roma

Sono delusa

Messaggio da mini9589 »

Oggi ho fatto le solite quattro chiacchiere con le mamme di scuola e ad un certo punto mi sono sentita attaccata perchè avevo fatto una lettera aperta alla dirigente scolastica per la scarsa professionalità delle sue insegnanti nei confronti di mio figlio.
Di tutto punto queste mamme mi hanno incominciato a dire che la cena di fine anno scolastico non veniva fatta bene perchè io avevo scritto quella lettera e che io e mio figlio avremmo distrutto tutta la gioiosa forse serata insieme alle insegnanti.
E testuali parole "se non fosse stato per queste insegnanti che lo hanno fatto accogliere dai nostri figli sarebbe stato il solito ANDICAPPATO che affibbiano in ogni classe, d'altronde lo hanno fatto sentire un genio mentre è un demente".
Lo schifo provato era più forte delle parole ed ho solo detto che se le insegnanti erano in buona fede il mio esposto avrebbe sortito solamente una verifica del caso.
ANDICAPPATO..... ANDICAPPATO.....è entrata questa parola nel mio cervello come una fucilata, cosa fare per gente come questa..... vi assicuro è tanta..è troppa.
Le parole sono più taglienti della spada ed io l'ho provato di persona, come difendermi e come difenderlo se il tutto è così generalizzato.
Nel nostro futuro sempre più faticoso avremmo ancora a che fare con mamme leccaculo (scusate il termine) che guardano alla cena di fine anno o alla recita con bei vestitini e non ai valori forti e qualità morali di uguaglianza che ci dovrebbero distinguere.
Avatar utente
bibi
Messaggi: 149
Iscritto il: mar feb 28, 2006 10:19 am
Località: Abbiategrasso (MI)

Re: Sono delusa

Messaggio da bibi »

mini9589 ha scritto:Di tutto punto queste mamme mi hanno incominciato a dire che la cena di fine anno scolastico non veniva fatta bene perchè io avevo scritto quella lettera e che io e mio figlio avremmo distrutto tutta la gioiosa forse serata insieme alle insegnanti.
E chi se ne frega della cena di fine anno, non vengono prima i figli e i loro problemi :?: ...ah sì questo per le persone "normali" non per le ignoranti nel vero senzo del termine
mini9589 ha scritto: E testuali parole "se non fosse stato per queste insegnanti che lo hanno fatto accogliere dai nostri figli sarebbe stato il solito ANDICAPPATO che affibbiano in ogni classe, d'altronde lo hanno fatto sentire un genio mentre è un demente".
Lo schifo provato era più forte delle parole ed ho solo detto che se le insegnanti erano in buona fede il mio esposto avrebbe sortito solamente una verifica del caso.
ANDICAPPATO..... ANDICAPPATO.....è entrata questa parola nel mio cervello come una fucilata, cosa fare per gente come questa..... vi assicuro è tanta..è troppa.
Le parole sono più taglienti della spada ed io l'ho provato di persona, come difendermi e come difenderlo se il tutto è così generalizzato.
Nel nostro futuro sempre più faticoso avremmo ancora a che fare con mamme leccaculo (scusate il termine) che guardano alla cena di fine anno o alla recita con bei vestitini e non ai valori forti e qualità morali di uguaglianza che ci dovrebbero distinguere.

...SOLO PAROLACCIE SOLO PAROLACCE (CON LA CIE???? :oops: ) PER QUESTE PERSONE....FALSE E IGNORANTI CHE NON TOLLERANO IL DIVERSO E POI CI STUPIAMO SE C'E' DELLA CATTIVERIA IN ALCUNI RAGAZZI.......MI VIENE DA VOMITARE A SENTIRE (OPS LEGGERE) FATTI DEL GENERE!!!!
Bi
Avatar utente
grazia_25
Messaggi: 96
Iscritto il: gio mar 23, 2006 6:26 pm
Località: torino

Messaggio da grazia_25 »

Purtroppo di questa gente ottusa (per non dire altro) ne è pieno il mondo, e noi dobbiamo combattere questa "normalità".....
Proprio l'altra sera il mio nipotino mi raccontava tra le lacrime che la
maestra lo aveva chiamato andicappato, l'ho stretto tra le braccia
sussurrandole che la maestra era molto più andicappata di lui......e di non
dare peso alle sue parole perchè non sapeva quello che diceva......
(anche se avrei voluto averla tra le mani........) e anche perchè questi
sono gli ultimi giorni e poi per fortuna non la vedrà più....
Leonardo
Messaggi: 2609
Iscritto il: mar gen 03, 2006 9:44 pm
Scuola: 5° anno ITIS Informatica
Skype: leonardo88ro
Località: Dueville(VI)
Contatta:

Messaggio da Leonardo »

bisogna ignorare gente del genere, non sanno cose la vita e hanno paura della diversità sono quelli che per loro tutti i "diversi" sarebbero da sterminare, non vi dico cosa ho sentito in classe dai miei compagni venerdì nell'ora di religione.
Avatar utente
Mammapatrizia
Messaggi: 555
Iscritto il: mer ott 06, 2004 11:43 am
Località: Venaria Reale TORINO

Messaggio da Mammapatrizia »

Mia cara quelle mamme sono fortunate con una come me la risposta sarebbe stata:
"Bene allora andate alla Vostra cena di fine anno tutte insieme e andate anche aff...."
In più avrei aggiunto una serie di riflessioni su antenate e discendenti delle suddette "signore" con particolare riferimento alla professione presumibilmente svolta dalle stesse....
Scuso lo sfogo non proprio da Signora per bene ma in fondo sono cresciuta a "mirafiori" quartiere Torinese non proprio noto per le "principesse" che ci vivono!!!
Mandacele dammi retta e tienti stretto il tuo cucciolo!!
ciao
Patrizia & C
pieraquaglia
Messaggi: 926
Iscritto il: gio apr 27, 2006 5:31 pm

Messaggio da pieraquaglia »

Ci siamo passati anche noi, quando Gregorio faceva 5^ elementare. Ed il peggio è che è venuto a mancare il sostegno proprio da parte di un'amica con la quale condividevamo molto tempo libero, mamma di una compagna di classe di Gregorio, per giunta assistente sociale!
Non si è trattato della cena di fine anno, ma nel momento in cui abbiamo deciso, concordandolo con nostro figlio, che lo spostavamo in un'altra scuola perchè, oltre ad un'impostazione didattica dedicata inesistente, era oggetto di percosse di gruppo, la mamma in questione, interpellata da un altro genitore che voleva che la questione fosse trattata ALMENO a livello di classe tra insegnanti e genitori a tutela di Gregorio, si è sentita rispondere "Ma oggi è domenica, non ci voglio pensare; ci penserò lunedì". Lunedì Gregorio era già nella nuova scuola (ed è stato l'inizio della risalita dell'autostima!) e la mamma (ex amica a questo punto), in una successiva riunione, è andata a baciare l'insegnante che era stata la causa principale dell'allontanamento di Gregorio dicendole che era dispiaciuta che avesse sofferto per nostro figlio!!!!! E' vero che gli esami di 5^ erano vicini...ma che vergogna!
Avatar utente
Roberta68
Messaggi: 1043
Iscritto il: mar ott 12, 2004 11:34 am
Scuola: 3° media-1°(bis)sup
Località: Beinasco (TO)

Messaggio da Roberta68 »

:evil: Come capisco la tua indignazione!! come può una madre parlare così !!! sono esseri ignoranti, superbi, pensano che i loro figli non abbiano o non possano avere problemi, gente incapace a pensare che le cose possono succedere a tutti loro comprese....


Proprio 'alrtro giorno entro in classe con mio figlio un compagno e la bidella ( x prendere l'ennesimo quaderno dimenticato a scuola.... :roll: ) e vedo che il banco di mio figlio è attaccato al maestro e io dico "sei in pole position Andrea! ridendo...Il compasgno:"mia madre dice che lì si siedono i ciucci..." la bidella gli dice che spesso quelli seduti al fondo sanno meno di quelli seduti davanti e poi gli chiede se lui è mai stato seduto lì davanti...
Io sto zitta perchè il bambino non c'entra e penso a quanto sono str...certe madri...la bidella ha due figli dislessici....

Oltre al prblema del figlio, degli insegnanti che non capiscono trovarsi anche senza la solidarietà e la comprensione delle "colleghe mamme" è davvero dura! :cry:
Roberta

Non insegnate ai bambini
ma coltivate voi stessi il cuore e la mente
stategli sempre vicini
date fiducia all'amore il resto è niente.

G.Gaber
Avatar utente
CHIARA
Messaggi: 56
Iscritto il: ven mar 04, 2005 8:43 am
Località: Milano-provincia

Messaggio da CHIARA »

Anche a me è successa una cosa analoga in prima elementare.
Quando ho saputo che l'insegnante aveva degli tteggiamenti molto aggressvi con mia figlia (la scuoteva per un braccio, le rovesciava il banco tec..) la chiamava bella addormentata ...ho ribaltato di peso insegnante e scuola.
Sono stata da un legale e da una psicologa ed avevo le carte in regola per "renderle" la vita altretanto difficile di quanto lei la rendesse a mia figlia.
La delusione più grande sono state tutte le altre mamme, tra cui annovero anche alcune ex-amiche, perchè hanno fatto finta di niente.
Con la raprresentante di classe abbiamo indetto una riunione d'urgenza e non si è presentato nessuno, sapevano solo parlarmi alle spalle dicendo che non era vero niente , ma molte di loro non hanno osato chiedere ai loro figli se queste cose avvenivano, si sono limitate a dire che a loro i figli non avevano detto nulla.
Peccato che anche mia figlia non aveva detto nulla da quanto era terrorizzata.

La spiegazione che mi sono data è che ci vuole sempre molto coraggio a prendere una posizione contro persone che ritieni possano farti delle ritorsioni (e forse loro pensano a proteggere i loro figli).
Io non ho avuto paura perchè era coinvolta mia figlia, che ho immediatamente trasferito di scuola, e mi sentivo quasi in colpa dei confronti dei loro filgi che si erano tenuti la simpatica maestra 8che ha immediatamente chiesto il trasferimento).
Sono passati 4 anni e quando penso ai quei momenti provo ancora rabbia e tristezza, ma sono felice di aver preso posizioni forti a tutela di mia figlia.
Alla fine, per noi ,devono contare i nostri figli e loro devono sapere che noi non abbiamo paura di difenderli, che le ingiustizie vanno combattute anche pagando un pò di persona.


Coraggio!!
A me ha fatto bene anche sfogarmi e litigare con alcuni di loro.
Affrontane una alla volta e falle sentire delle .....

Ciao
Chiara



p.s.
Quando la famigerata maestra se ne è andata ...sono venute a galla molte verità... immediatamente non era poi così brava, anzi ...hanno festeggiato con gioia il suo allontanamento volontario.

Nel frattempo Claudia ha avuto 2 ottime insegnanti...per 4 anni
Avatar utente
mini9589
Messaggi: 17
Iscritto il: dom feb 12, 2006 5:42 pm
Località: Roma

Messaggio da mini9589 »

Ringrazio tutti con molto affetto, tutte le vostre opinioni mi sono state molto di conforto, anche se vedo che il mal comune mezzo gaudio non è solo riferito alla Dislessia o alla regione dove noi abitiamo, quì il malcostume e l'ignoranza è generalizzata.
Ho capito che dal nord al sud il problema rimane uguale ed invariato.
Io abito ad Ostia Lido, una periferia media di Roma (dico media perchè c'è di peggio) si è sempre saputo che le periferie non brillano, ma tutti voi fate parte di varie regioni e non credo a questo punto che sia l'ignoranza di un solo strato sociale, ma di tutti nessuno escluso.
Per rispondere ad alcuni di voi, anche io farò in modo di non farla finire qui, non potrò fare niente con le mamme, ma posso ancora fare un'esposto al MIUR per le insegnanti, non servirà a niente, però darò fastidio, sarò come una goccia cinese.
Ciao a tutti ed ancora grazie



NB: Mamma patrizia io ho mia nonna che abita nei pressi della "mirafiori", per me le madamin di lì sono delle principesse, vieni a Roma che già il nostro dialetto non risulta sicuramente fine e raffinato, poi intercalato con il nostro parlare villico risulta una miscela esplosiva. Ciao a presto
pieraquaglia
Messaggi: 926
Iscritto il: gio apr 27, 2006 5:31 pm

Messaggio da pieraquaglia »

I vostri messaggi mi hanno fatto tornare in mente che la mia ex amica assistente sociale era anche la rappresentante di classe e lo è tutt'ora in tutte e due le classi frequentate dai suoi figli (nel senso che non ha mai smesso di esserlo): penserà che sia una garanzia?!
Anche Gregorio aveva il banco vicino alla cattedra, con la spiegazione che la presa della corrente per il computer si trovava lì. Un giorno ha chiesto alle maestre "Ma io non posso avere anche un banco insieme ai miei compagni?" (la capienza della classe lo consentiva). Si è sentito rispondere "Potevi chiederlo anche prima...": lui aveva 8 anni e le insegnanti "molta esperienza in più"...
Avatar utente
Mammapatrizia
Messaggi: 555
Iscritto il: mer ott 06, 2004 11:43 am
Località: Venaria Reale TORINO

Messaggio da Mammapatrizia »

Cara Mini 9589 E' molto facile che se mio marito continua a vivere sull'euro star ci si possa prorio venire a vivere anche noi a Roma, allora dici che mi sentirei a casa?!!!
ciao
Patrizia & C
Avatar utente
Roberta68
Messaggi: 1043
Iscritto il: mar ott 12, 2004 11:34 am
Scuola: 3° media-1°(bis)sup
Località: Beinasco (TO)

Messaggio da Roberta68 »

pieraquaglia ha scritto: Anche Gregorio aveva il banco vicino alla cattedra, con la spiegazione che la presa della corrente per il computer si trovava lì. Un giorno ha chiesto alle maestre "Ma io non posso avere anche un banco insieme ai miei compagni?" (la capienza della classe lo consentiva). Si è sentito rispondere "Potevi chiederlo anche prima...": lui aveva 8 anni e le insegnanti "molta esperienza in più"...
il banco accanto al maestro è riservato a chi ha un bisogno transitorio che sia di eccessiva agitazione o di essere maggiormente seguito, non è fisso x nessuno...a rotazione ci passano quasi tutti (tranne i soliti peppioni/e ... :evil: ..categoria a cui i miei figli non appartengono...)anche più volte se necessario...
mio figlio ci va spesso perchè scrive male i compiti (o non li scrive!), nella pag del diario sbagliata , insomma problemi organizzativi suoi + la sua disgrafia lieve che lo impaccia ancor di più...ma lui non lo vive male , si sente aiutato , anche se riesce a dimenticare ugualmente quaderni e compiti!! :roll:
Roberta

Non insegnate ai bambini
ma coltivate voi stessi il cuore e la mente
stategli sempre vicini
date fiducia all'amore il resto è niente.

G.Gaber
Avatar utente
Mammapatrizia
Messaggi: 555
Iscritto il: mer ott 06, 2004 11:43 am
Località: Venaria Reale TORINO

Messaggio da Mammapatrizia »

In effetti quando ero piccola io mi mettevano in quel banco per punizione se sbagliavo a scrivere o perchè non riuscivo a fare le divisioni perchè non sapevo le tabelline , ma è preistoria!
I miei figli sono "abbonati" a quel banco, anzi sono io che a inizio anno dico loro di prendersi un "posto in prima fila":
" così segui meglio e se hai bisogno la maestra è vicino", loro si sentono più seguiti e sicuri, inoltre portano gli occhiali, Andrea in particolare vede malino da lontano e questo funge un po' da "paravento" per gli immancabili cretini come quelli che ha incontrato il tuo Andrea...
Patrizia & C
Leonardo
Messaggi: 2609
Iscritto il: mar gen 03, 2006 9:44 pm
Scuola: 5° anno ITIS Informatica
Skype: leonardo88ro
Località: Dueville(VI)
Contatta:

Messaggio da Leonardo »

anche io mi metto sempre in prima fila ma sempre tutti i professori volevano spostarmi indietro per mettere davanti quelli che disturbavano e non mi piaceva tanto, mi ricordo che casino che avevo fatto alle medie perchè il professore di italiano voleva mettermi in ultimo banco e alla fine lo aveva fatto.
anche l'anno scorso mi avevano messo dietro ma dopo visto che mi ero messo gli occhiali sono riuscito a costringerli a mettermi davanti.
Avatar utente
gise
Messaggi: 99
Iscritto il: lun dic 13, 2004 2:09 am
Località: firenze

come a tutti anche a me

Messaggio da gise »

Questa è una prova che passiamo tutti (genitori di figli dislessici) è una delle fermate tipo via crucis ma per evitare la "crocifissione" bisogna evitare queste persone oppure mettersi al loro pari.........
Io ho deciso già da anni di evitarle e di creare un giro di amicizie a mio figlio extra scuola...lui con questi nuovi amici è un'altro ragazzo, non parla di scuola e questo lo rasserena molto.
Una volta ero insieme ad una mia carissima amica quando abbiamo incontrato una mamma di un compagno di classe di David che mi fece un discorso tipo quello che hanno fatto a te nominando la parola "handicappato"...io mi sentii come ti sei sentita te ma la mia amica (anche lei ha una nipote dislessica) gli rispose: "si può sempre diventare handicappati signora, quindi stia attenta quando attraversa la strada!!!!" la signora rimase di ghiaccio ed io rimasi sconcertata dalla risposta così cruda ma poi ho pensato che lei non aveva fatto di meno con me e con la mia amica cominciammo a ridere...e poi, diciamoci la verità, la mia amica mi ha tolto un gran peso perchè questa mamma non mi ha più salutata e così io non perdo più tempo a sentire le sue stron....e facendole i finti sorrisi.........NON TE LA PRENDERE fai una selezione di queste persone, così imparerà anche tuo figlio che se qualcuno non ti accetta basta girarsi e guardare altrove....
Rispondi