università Studenti Disabili e Dislessici

Spazio di confronto e scambio di esperienze per chi ha superato la tempesta scolastica

Moderatore: Moderatori

Rispondi
Africa
Messaggi: 1461
Iscritto il: mar ott 26, 2010 6:18 pm
Località: Frosinone

DSA e disabilità negli Atenei, sono la stessa cosa?

Messaggio da Africa » mar apr 10, 2012 12:16 pm

Dopo l'entrata in vigore della 170/2010, alcuni Atenei (non ancora tutti) si sono messi all'opera per sostenere gli studenti con Disturbo Specifico d'Apprendimento. Molte Università, come previsto dalla legge, hanno esteso i servizi per i disabili agli studenti con DSA.

Infatti, sulle linee guida della nostra legge, si legge:
par. 6.7. Gli Atenei
"...Peraltro, gli Atenei debbono prevedere servizi specifici per i DSA, di nuova attivazione o nell’ambito di quelli già preesistenti di tutorato e/o disabilità, che pongano in essere tutte le azioni necessarie a garantire l’accoglienza, il tutorato, la mediazione con l’organizzazione didattica e il
monitoraggio dell’efficacia delle prassi adottate..."


Mi pare piuttosto ovvio che per motivi di organizzazione si occupi della cosa chi, seppure per esigenze diverse, offre analoghi servizi.
Il mio timore è che in questo modo sarà difficoltoso scindere la disabilità dal DSA...
RACCOLTA FIRME per il rispetto della legge n.170 ai test di ammissione universitari

"L'immaginazione è più importante della conoscenza. La conoscenza è limitata, l'immaginazione abbraccia il mondo". Albert Einstein

Avatar utente
liliana
Messaggi: 2604
Iscritto il: mer mar 18, 2009 3:58 pm
Scuola: Figlio 2° anno di università
Località: NAPOLI
Contatta:

Re: DSA e disabilità negli Atenei, sono la stessa cosa?

Messaggio da liliana » gio apr 12, 2012 11:02 pm

Africa ha scritto:Il mio timore è che in questo modo sarà difficoltoso scindere la disabilità dal DSA...
.....quanto condivido quello che dici Africa!!!

Avatar utente
mare66
Messaggi: 303
Iscritto il: dom feb 22, 2009 10:32 am
Scuola: terza media

Re: DSA e disabilità negli Atenei, sono la stessa cosa?

Messaggio da mare66 » ven apr 13, 2012 8:20 am

all'università di modena hanno separato lo sportello dsa da quello dei disabili e hanno visto un incremento di ragazzi iscritti che prima non c'era. ho assistito ad un incontro con il refernte dsa dell'università di modena che ha spiegato molto bene come stanno lavorando...speriamo che si allarghi questa iniziativa anche alle altre università.

Africa
Messaggi: 1461
Iscritto il: mar ott 26, 2010 6:18 pm
Località: Frosinone

Re: DSA e disabilità negli Atenei, sono la stessa cosa?

Messaggio da Africa » ven apr 13, 2012 10:21 am

mare66 ha scritto:all'università di modena hanno separato lo sportello dsa da quello dei disabili e hanno visto un incremento di ragazzi iscritti che prima non c'era.
Lo credo. E voglio farlo presente nella mia università.

Comunque so che anche a Torino offrono un servizio differenziato.
Ecco ciò che ho trovato:
http://www.unito.it/unitoWAR/page/istit ... islessici1

Invece per l'università di Bologna credo che il tutto sia gestito sempre dal servizio per i disabili, però hanno differenziato gli sportelli. Infatti anche sul sito internet si accende allla voce "Servizio studenti Dislessici" dal menu "Servizio Studenti Disabili":
http://www.studentidisabili.unibo.it/Se ... efault.htm
RACCOLTA FIRME per il rispetto della legge n.170 ai test di ammissione universitari

"L'immaginazione è più importante della conoscenza. La conoscenza è limitata, l'immaginazione abbraccia il mondo". Albert Einstein

Anna Chiara
Messaggi: 61
Iscritto il: mer ott 26, 2011 9:56 am

università Studenti Disabili e Dislessici

Messaggio da Anna Chiara » gio mag 03, 2012 9:31 am

Oggi ho ricevuto una mail dall'Università di Modena, dove insegna anche il Prof. Stella,
da questo servizio:

Segreteria Servizio Accoglienza Studenti Disabili e Dislessici
Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
059 413716
disabilita@unimore.it


Non ho nulla contro i disabili, anzi ma secondo me sarebbe bene distinguere.
Voi cosa ne pensate?
Forse in questo modo si uniscono tutti quelli che hanno bisogni speciali, ma mettere la dislessia insieme alla disabilità mi dà un pò fastidio.
ripeto che non vorrei offendere nessun disabile.
voi cosa ne pensate?

lulù@@@@
Messaggi: 98
Iscritto il: dom nov 27, 2011 1:57 pm

Re: università Studenti Disabili e Dislessici

Messaggio da lulù@@@@ » gio mag 03, 2012 9:46 am

La penso allo stesso modo, i DSA non sono disabili, però in tutte le università i DSA sono sotto la sezione disabili, sarà che per la gente comune noi siamo così. Ho sentito molta gente parlare dei DSA ultimamente, e per tutti noi siamo degli handicappati che vanno aiutati. Nell'immaginario collettivo i DSA non sanno assolutamente srcivere neanche una parola correttamente( mentre al massimo facciamo solo qualche errore d'ortografia ogni tanto), non sanno leggere( cosa assolutamente non vera, molti infatti leggono alla perfezione, e altri, magari ancora troppo piccoli, fanno fatica, nel senso che si stancano, ma sanno leggere). Insomma sui DSA c'è ancora troppa ignoranza e comunque occhio agli aiuti che ricevete dalle istituzioni, si possono rivoltare contro.

Africa
Messaggi: 1461
Iscritto il: mar ott 26, 2010 6:18 pm
Località: Frosinone

Re: università Studenti Disabili e Dislessici

Messaggio da Africa » gio mag 03, 2012 10:51 am

Vi informo che i messaggi sono stati uniti in quanto l'argomento era stato già trattato :wink:
RACCOLTA FIRME per il rispetto della legge n.170 ai test di ammissione universitari

"L'immaginazione è più importante della conoscenza. La conoscenza è limitata, l'immaginazione abbraccia il mondo". Albert Einstein

Avatar utente
Marco72
Messaggi: 727
Iscritto il: mar nov 08, 2011 11:37 pm
Località: roma

Re: università Studenti Disabili e Dislessici

Messaggio da Marco72 » gio mag 03, 2012 10:47 pm

Lulù , quello che tu scrivi, presumo che oltre a me sia condiviso da tutti i frequentatori del forum.
Detto questo, Finchè non scenderemo in piazza a spiegare cosa sono i dsa, il mondo esterno continuerà a dire delle panzanate assurde .
Questo perché o sono superficiali oppure non conoscono per niente il significato della parola dislessia e gli altri dsa.
Tempo fa scrissi un post intitolato : banchetti informativi..

Bisogna solo prendere un tavolo, materiale informativo e tanta buona volontà .
Io la penso così!!

lulù@@@@
Messaggi: 98
Iscritto il: dom nov 27, 2011 1:57 pm

Re: università Studenti Disabili e Dislessici

Messaggio da lulù@@@@ » ven mag 04, 2012 2:51 pm

Mi preoccupa anche la giusta informazione. Noi alla fine siamo fatti in modo diverso, usiamo maggiormente un emisfero rispetto all'altro, lo stesso dicasi per i non DSA, però loro usano di più l'altro. Ora direi che è più che normale che ci sono cose in cui noi siamo più negati e altre in cui siamo molto più bravi dei non DSA, mi sembra normale visto che utilizziamo due emisferi diversi. Ma quello che mi chiedo io è, se i non DSA scoprissero che è presente una popolazione, anche larga, che possiede caratteristiche comportamentali e attitudinali differenti, come reagirebbero? Per ora pensano che abbiamo una disfunzione, ma si può definire davvero così una caratteristica che accomuna il 5% della popolazione? In tale caso non si ha più a che fare con qualcosa che non va, perchè se no sarremmo solo lo 0.001%. Vuol dire invece che abbiamo un corredo genetico diverso che funziona a quanto pare. Forse sembra qualcosa di fantascientifico, però direi che l'umanità cambia e si modifica geneticamente. Certo ciò avviene molto lentamente, ma in futuro può darsi che i DSA sarrano il 90% della popolazione, non si sa mai, quindi prima o poi questa ignoranza sui DSA dovrà per forza scomparire.

Avatar utente
Marco72
Messaggi: 727
Iscritto il: mar nov 08, 2011 11:37 pm
Località: roma

Re: università Studenti Disabili e Dislessici

Messaggio da Marco72 » ven mag 04, 2012 3:46 pm

Lulù , secondo le stime dell'a.i.d., ci sono qualcosa come un milione e mezzo circa di dsa.

Fino a qualche mese fa, anch'io non sapevo nulla o quasi della dislessia ed i disturbi specifici dell'apprendimento.

Poi la mia vita, dopo la diagnosi, ha preso una direzione certa ,una strada sicura, dalla quale ho promesso di non allontanarmi più.

Mi sono documentato tantissimo, come neanche un ricercatore universitario avrebbe fatto.

Piu' passa il tempo e più mi accorgo di quante persone siano non informate al riguardo.

E non parlo del cittadino qualunque, no, parlo di persone con una istruzione universitaria, di professori, etc..,tutti questi hanno una conoscenza molto, molto superficiale di queste " caratteristiche".

Detto questo, se non daremo NOI la giusta informazione , la giusta spiegazione, la corretta verità, ci saranno
altri bambini e ragazzi che saranno umiliati e maltrattati, solo perché hanno la colpa di apprendere in modo diverso.

Concludo. I disturbi specifici dell'apprendimento , non riguardano solo la fase scolastica, ma tutta la vita.

Io abito a Roma, spesso per strada nelle piazze e nelle strade più frequentate , ci sono ragazzi e ragazze con casacche di Emergency o del WWF, che distribuendo volantini con tanta allegria e determinazione, spiegano alla gente l'attività che svolgono le rispettive associazioni, chi per il prossimo e chi per la salvaguardia del mondo.

Noi dovremmo SOLO spiegare alla gente che siamo così, ma soprattutto, che non siamo malati..

Magari potrebbe capitare , come è successo a me, che una persona riesca a dare un nome, dopo tanti anni, a quella scrittura difficile o alla difficoltà di ricordarsi le tabelline, oppure alla difficoltà a leggere per più di mezz'ora...

Solo questo.

Rispondi