Presentazione ASKI - CONSIGLI PER UNIVERSITA'

Spazio di confronto e scambio di esperienze per chi ha superato la tempesta scolastica

Moderatore: Moderatori

Rispondi
aski
Messaggi: 3
Iscritto il: ven mar 28, 2014 2:51 pm

Presentazione ASKI - CONSIGLI PER UNIVERSITA'

Messaggio da aski » ven mar 28, 2014 4:16 pm

Ciao a tutta la community..Sono un neo iscritto e sono felice di poter parlare con voi. Il nostro stile cognitivo ci accomuna e allo stesso tempo ci rende più forti, perchè si sa, l'unione fa la forza.
La mia storia è come quella di tante altre con le sue peculiarità.
Esordisco dicendovi che il mio percorso scolastico è stato costellato da una galassia di insuccessi e difficoltà. Non ci sono stati colloqui scolastici in cui mio padre sia tornato a casa soddisfatto e felice, non ci sono stati periodi facili e libri comprensibili.
Ho 27 anni, studio all'università e solo grazie ad alcuni miei docenti (psicologi), ho scoperto che, le difficoltà che ho sempre avuto in ambito scolastico, sono associate ad un disturbo specifico di apprendimento, diagnosticatomi soltanto un anno e mezzo fa. “Soltanto” è la parola chiave di questa storia. Mi chiedo come sia stato possibile, tempo addietro, non essere venuto a conoscenza che queste difficoltà avevano un nome e chissà probabilmente, già da allora, si poteva fare qualcosa per compensarle.
Solo ora sono venuto a conoscenza dei miei diritti, pertanto mi chiedo: gli insegnanti, gli psicologi dov'erano ?purtroppo è solo negli ultimi anni che la gente si sta sensibilizzando circa questo argomento, grazie agli psicologi stessi e grazie ai genitori che gridano aiuto.
Passiamo all'università. Sono a metà percorso, mi mancano dieci esami ed entro ottobre dovrei riuscire a darne almeno altri 2.. Questo è il secondo anno fuori corso e dal 2009 ad oggi, sono andato incontro ad enormi difficoltà in termini di apprendimento, metodo di studio e tempi infiniti per preparare un singolo esame.
Ultimamente sto ricorrendo ad ausili esterni,come ad esempio quello di suddividere l'esame in due parti ( previo accordo col docente naturalmente) e ricorrere all'utilizzo di mappe mentali per gli esami orali. Questo per quanto concerne gli esami.
Per quanto riguarda lo studio, ribadisco le enormi difficoltà a cui sto andando incontro. I libri spesso appaiono incomprensibili e i tempi per concettualizzare le informazioni richiedono un dispendio di energie molto grande. Per preparare un solo esame ci metto almeno 4 mesi. Fatevi un po' il conto.
Spero di poter accelerare i tempi e di poter dare più esami nell'arco di un anno.Proprio in questi giorni stiamo cercando, con la psicologa dell'ufficio disabilità, di trovare nuove soluzioni per minimizzare i tempi allo studio.. Ma ahimè, non so se si potrà fare molto.
Un consiglio enorme che vorrei darvi è quello di registrare le lezioni in modo tale da poterle riascoltare a casa durante il periodo di studio. Io ricorro anche alle sbobinature, le quali vengono integrate col libro e con le registrazioni stesse.

Per qualsivoglia consiglio chiedete pure
Un abbraccio

Avatar utente
roberta
Messaggi: 2559
Iscritto il: sab ago 12, 2006 2:45 pm
Scuola: figlio università
Località: friuli
Contatta:

Re: Appello ai dislessici adulti...

Messaggio da roberta » ven mar 28, 2014 5:37 pm

Ti ringrazio molto per la tua testimonianza e ti do il benvenuto.
Sposto il messaggio in DSA ALL'Università così può essere utile a molti.

Ho una domanda: hai provato la Pulse pen? c'è abbastanza silenzio per registrare?

aski
Messaggi: 3
Iscritto il: ven mar 28, 2014 2:51 pm

Re: Presentazione ASKI - CONSIGLI PER UNIVERSITA'

Messaggio da aski » sab mar 29, 2014 11:24 am

No, non l'ho mai provata...si c'è abbastanza silenzio in genere. E' utile ? avevo letto qualcosa tempo fa ..


Rispondi