Scoutismo

Qui potete parlare anche di cose al di fuori della dislessia

Moderatore: Moderatori

pieraquaglia
Messaggi: 926
Iscritto il: gio apr 27, 2006 5:31 pm

Scoutismo

Messaggio da pieraquaglia »

Che ne dite di raccogliere le testimonianze relative allo scoutismo dei nostri ragazzi?

Se l'idea vi piace, propongo a mio marito quando torna (questo week end è in uscita con il suo reparto) di preparare un opuscoletto per affrontare l'argomento all'interno dei percorsi formativi dei capi (adulti) e capi pattuglia (adolescenti)
francescaromana
Messaggi: 113
Iscritto il: dom gen 07, 2007 11:46 pm
Località: roma

Messaggio da francescaromana »

Si, assolutamente si :lol:
francesca
pieraquaglia
Messaggi: 926
Iscritto il: gio apr 27, 2006 5:31 pm

Messaggio da pieraquaglia »

Allora...buon lavoro a tutti. :lol: :lol: :lol:

So che c'è anche un ragazzino di Pisa che è un po' che non sento/leggo che è uno scout....e so che anche Gabriele di Trieste è diventato recentemente un lupetto ed ha affrontato la sua prima esperienza fuori casa.
Avatar utente
mammaba
Messaggi: 61
Iscritto il: mar set 19, 2006 8:37 pm
Località: frosinone

Messaggio da mammaba »

ciao sono la mamma nicol anche lei è una coccinella e domenica 25/02 andra FALVATERRA per festeggiare i 150 anni della nascita del fondatore degli scout . :D
mammmaba
pieraquaglia
Messaggi: 926
Iscritto il: gio apr 27, 2006 5:31 pm

Messaggio da pieraquaglia »

C'è qualche scout adolescente che andrà al Jamboree in Inghilterra?

Tommy ci sarà, se passa l'ultima selezione....
500
Messaggi: 44
Iscritto il: lun giu 26, 2006 5:05 pm

Sono Gabriele

Messaggio da 500 »

Ciao ,sono Gabriele e sono contento di andare dagli scout :)
silvana60
Messaggi: 3
Iscritto il: sab feb 17, 2007 12:47 pm
Località: roma

scout

Messaggio da silvana60 »

sono silvana da roma , anche mio figlio fa scout da più di un anno , si chiama Gabriele , ha 12 anni ed è contentissimo , non salta un appuntamento o una uscita . servirebbe a tanti ragazzi.
pieraquaglia
Messaggi: 926
Iscritto il: gio apr 27, 2006 5:31 pm

Re: Sono Gabriele

Messaggio da pieraquaglia »

500 ha scritto:Ciao ,sono Gabriele e sono contento di andare dagli scout :)
Gabriele, che sorpresa :lol: :lol: :lol: :lol: :!: :!: :!: :!:
Non dirmi che sei uscito allo scoperto :lol: :lol: :lol: :lol:

Salutami la tua mamma.
Avatar utente
Elisabetta
Messaggi: 4453
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:23 pm
Skype: betty--
Località: Pesaro

Messaggio da Elisabetta »

pieraquaglia ha scritto:C'è qualche scout adolescente che andrà al Jamboree in Inghilterra?
Mi pare che al jamboree vadano i ragazzi del noviziato, mi sbaglio?

Diego è un esploratore alla terza tappa.
[/code]
Per firmare la PETIZIONE
http://www.petitiononline.com/amicar01/petition.html

INDICE: http://www.dislessia.org/forum/viewtopic.php?t=2345

nel sito www.dislessiainrete.org ci sono 3 guide scaricabili per insegnanti, per genitori e per studenti
francescaromana
Messaggi: 113
Iscritto il: dom gen 07, 2007 11:46 pm
Località: roma

Messaggio da francescaromana »

Mi pare di capire che ci sono scout di diverse associazioni. Non si potrebbe preparare del materiale da far girare tra i responsabili della formazione capi delle varie associazioni?
francesca
Matrix
Messaggi: 352
Iscritto il: mer feb 08, 2006 12:39 pm

Messaggio da Matrix »

Mi figlio (12 anni) sta ricominciando ora.
Avevamo già provato a mandarlo 2 anni fà, ma fu un errore di valutazione. Noi non avevamo capito che era dislessico e lui reagì al problema chiudendosi in se stesso e cercando protezione nei genitori. Già è timido di carattere e molto riservato, così era diventato assolutamente asociale.
Dopo più di un anno di duro lavoro con la scuola ora il ragazzino è tranquillo (ha perfino detto che a scuola va bene!) ed è stato lui a chiedere di tornare negli scaut.
Evidentemente ora si sente più sicuro di se stesso e quindi in grado di affrontare un mondo meno protetto di quello della famiglia.

Ho parlato ai capi scout della dislessia, loro hanno capito che c'è un problema ma non hanno compreso bene di che natura. Hanno comunque per questo deciso di accoglierlo. Per fortuna, perchè vista la situazione positiva del momento il ragazzino può così cominciare ad affrancarsi da noi.
Sarebbe quindi molto utile un opuscolo che ne spiegasse le caratteristiche.
Avatar utente
mammaba
Messaggi: 61
Iscritto il: mar set 19, 2006 8:37 pm
Località: frosinone

Messaggio da mammaba »

ciao matrix io il problema scaut dislessia lo affrontato quest'anno con una riunione con le coccinelle visto che nicol è una coccinella spiegando cose la dislessia insieme alla Gavotto ( presidente del'AID di Frosinone ) e pare che abbiano capito il problema . perchè i bambini a differenza degli adulti non hanno pregiudizi basta che gli spieghi che cosè.
mammmaba
Matrix
Messaggi: 352
Iscritto il: mer feb 08, 2006 12:39 pm

Messaggio da Matrix »

Ciao ABA, forse sono stata fraintesa, ed in effetti, rileggendo il post, non si comprendeva bene.
Io non credo vi siano pregiudizi fra gli scout, anzi, ci sono ragazzi con problemi ben più gravi di quelli dei nostri figli, ed è anche per questo che sono contenta che ci vada.
Mi riferivo al fatto che la dislessia non è conosciuta e a volte i nostri interlocutori si fanno l'idea che i nostri figli abbiano problemi di ritardo mentale.
Quando abbiamo incontrato i capi scout si rivolgevano a mio figlio come se avesse problemi di comprensione. Non erano in malafede, ma non sapevano bene con cosa avevano a che fare. Da una parte c'è da dire che probabilmente è ovvio visto che uno dei 4 insegnanti di sostegno (essendo insegnanti non dovrebbero essere addentro il problema della dislessia?) che si sono susseguiti dall'inizio dell'anno con mio figlio mi ha detto: signora, ma mi sembra che suo figlio sia un ragazzino del tutto normale (?!?!?).

Quindi, ben venga la proposta di pieraquaglia di un opuscolo per affrontare l'argomento all'interno dei percorsi formativi dei capi scout. Comunque, leggendovi, ho deciso che chiederò di incontrare i capiscout, o almeno quello del suo gruppo, per apiegare meglio il problema dislessia.
Avatar utente
Elisabetta
Messaggi: 4453
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:23 pm
Skype: betty--
Località: Pesaro

Messaggio da Elisabetta »

Matrix ha scritto: uno dei 4 insegnanti di sostegno (essendo insegnanti non dovrebbero essere addentro il problema della dislessia?) che si sono susseguiti dall'inizio dell'anno con mio figlio mi ha detto: signora, ma mi sembra che suo figlio sia un ragazzino del tutto normale (?!?!?).
Nè più nè meno degli altri insegnanti.

Gli insegnanti di sostegno sono formati per l'integrazione scolastica del bimbo portatore di handicap. Non mi meraviglierei tanto.

Il fatto è che spesso ci viene proposto dai NPI o dagli insegnanti di classe di ricorrere all'insegnante di sostegno per mancanza di tutela, non perchè ne abbiano realmente bisogno.

Il risultato è che:
1) i bambini si ritrovano con insegnanti incompetenti, perchè non formati sui DSA;
2) si aumenta la confusione sulla dislessia, perchè si è portati a pensare che abbiano un'insufficienza mentale, dato che si richiede il sostegno;
3) si sottraggono risorse umane ai bambini che hanno un handicap e in quanto tali ne hanno diritto.

Scusa la franchezza, ma la penso così.
Per firmare la PETIZIONE
http://www.petitiononline.com/amicar01/petition.html

INDICE: http://www.dislessia.org/forum/viewtopic.php?t=2345

nel sito www.dislessiainrete.org ci sono 3 guide scaricabili per insegnanti, per genitori e per studenti
Matrix
Messaggi: 352
Iscritto il: mer feb 08, 2006 12:39 pm

Messaggio da Matrix »

No, figurati, hai sicuramente ragione.
Infatti lo scorso anno, in prima media appena certificata la dislessia, gli insegnanti mi proposero il sostegno. Ed era evidente come il sole il loro intento di scaricare il problema.
Io ne parlai con mio figlio (nelle medie le scelte vanno sicuramente condivise con loro) che in quel periodo era a pezzi. Stava malissimo anche fisicamente.

Lui mi disse che voleva l'insegnante di sostegno così tutti capivano che non gli potevano chiedere tanto. Da quest'anno ce l'ha ufficialmente, lo scorso anno io devo aver rotto così tanto che, a causa di una bambina che si era trasferita lasciando delle ore libere (così mi hanno detto), hanno indirizzato su mio figlio quelle ore ormai assegnate.

Ti dirò che sono molto contenta dei risultati di oggi, mio figlio si è ripreso, è tranquillo, più sicuro di se stesso e sta cominciando a vedere la scuola non più solo come un mondo di torture.
Mi spiace se posso aver tolto qualcosa (non ne sono molto convinta per come vanno le cose nel mondo d'Italia) ad altri che potevano averne oggettivamente maggior diritto, ma io devo pensare a mio figlio (se non lo faccio io, chi lo fa?) ed è stata questa scuola, con le sue carenze, che lo aveva ridotto in quelle condizioni.
Ad una scuola cieca e sorda se non ai problemi dei suoi operatori io ho diritto di rispondere con altrettanta cecità e sordità se non ai problemi di mio figlio: troppe volte i bei discorsi sociali vengono usati all'unico scopo di non far nulla o i propri interessi.

L'altro giorno sono andata a vedere le eventuali scuole superiori. Ne ho scelta una per pacchetto formativo (è un istituto tecnico industriale che, per l'ultimo triennio prevede anche il liceo scientifico - si sa mai gli venisse l'idea che vuole fare l'università (mai escludere nulla)) e per ubicazione (mi presenterò come rappresentante dei genitori e di tutto quello di cui si può essere rappresntanti e ho bisogno che non sia troppo fuori mano).

Ti dico questo per farti capire la mia mentalità e come ho affrontato e affronterò il problema, io quella scuola l'ho già scelta, loro si dovranno adeguare alle esigenze di mio figlio altrimenti io pianto un casino che non finisce più. Mi rifiuto di andare in giro a cercare una scuola che conosca la dislessia, se la conoscono bene, se non la conoscono, bhe, la conosceranno, esattamente come è successo ora con la scuola media.
Rispondi