ruolo referente DSA

Qui potete parlare anche di cose al di fuori della dislessia

Moderatore: Moderatori

Rispondi
rosa.r
Messaggi: 18
Iscritto il: lun dic 20, 2010 9:05 pm

ruolo referente DSA

Messaggio da rosa.r »

ciao a tutti, qualcuno mi sa dire con precisione che ruolo dovrebbe avere all'interno di una scuola (laddove esiste, ovviamente) il referente DSA? nel caso in cui un bambino non sia inserito nella classe in cui insegna questo referente, come si "rapporta" questa figura con i colleghi delle altre sezioni? grazie x le vs risposte
Costanza
Messaggi: 2843
Iscritto il: gio mag 22, 2008 8:26 pm
Scuola: Eevee Universit Supernick 3med

Re: ruolo referente DSA

Messaggio da Costanza »

Prova a leggere questo

http://www.dislessia.org/forum/viewtopi ... DSA#p40485

Se non dovesse bastare ti consiglio di utilizzare la funzione "cerca" inserendo la parola chiave referente.

Ciao
Gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini. (G. Falcone)
Avatar utente
Rachele.S
Messaggi: 44
Iscritto il: gio ago 06, 2009 9:04 am
Scuola: Insegnante media

Re: ruolo referente DSA

Messaggio da Rachele.S »

Ciao, io sono una referente per la dislessia nel mio istituto e copro la mansione su due scuole elementari e sulla scuola media dove lavoro, il mio compito è quello di informare i colleghi che hanno dei DSA sui vari metodi da utilizzare per migliorare il rendimento del ragazzo, mi informo sulle problematiche dei ragazzi ed insieme ai colleghi cerco i metodi compensativi e dispensativi migliori da utilizzare durante le lezioni, le verifiche e le interrogazioni. incontro i genitori e spesso faccio da mediatore tra genitori e colleghi. Ma il nostro lavoro non finisce qui ...
robi&ruby
Messaggi: 26
Iscritto il: mer dic 08, 2010 3:00 pm
Località: Venezia

Re: ruolo referente DSA

Messaggio da robi&ruby »

Posso dirti come funziona nella mia scuola, che è un istituto comprensivo, elementari, medie e superiori.
All'inizio dell'anno la referente DSA ha incontrato i genitori (tutti) e ha presentato il proprio ruolo. Poi sono stati affissi all'albo della scuola orari e modalità per incontrarla, cosicché le famiglie che lo desiderano possono avere un incontro con lei. Sempre ad inizio anno la referente incontra tutti gli insegnanti per un incontro di aggiornamento in cui comunica novità, nella normativa, ma anche, se ce ne sono, nella ricerca.
Se un insegnante ha motivi per sospettare un caso di DSA, ne informa sia la famiglia che la referente, che a sua volta incontra i genitori, si decide insieme come comportarsi, a quale centro rivolgersi. La referente fa da mediatrice anche con l'equipe di neuropschiatria e, una volta avuta la diagnosi, la referente convoca il consiglio di classe per elaborare un pdp che poi verrà discusso con la famiglia e, se è abbastanza grande, anche col ragazzo.
In seguito la referente si occupa anche di monitorare, attraverso il contatto con insegnanti e genitori, l'apprendimento del ragazzo.
rosa.r
Messaggi: 18
Iscritto il: lun dic 20, 2010 9:05 pm

Re: ruolo referente DSA

Messaggio da rosa.r »

grazie mille a tutti che mi avete risposto!
Avatar utente
SABRI
Messaggi: 76
Iscritto il: mar feb 02, 2010 5:08 pm
Scuola: 3 ELEMENTARE 1 MEDIA

Re: ruolo referente DSA

Messaggio da SABRI »

le risposte di rachele e roby mi fanno capire che nella scuola di mio figlio la referente non riesce (forse per il tempo)a fare il suo lavoro come si deve;mio figlio ha la diagnosi dalla 1^,ora è in 4^e io non ho mai partecipato ad'incontri o colloqui con questa persona e le maestre si devono ingegnare per aiutarlo nel miglior modo,visto che neanche loro vedono mai la referente.
domanda :posso chiedere che la referente organizzi corsi o colloqui con i genitori dei dsa? grazie mille
grazia maganza
Messaggi: 2
Iscritto il: sab gen 29, 2011 5:43 pm

Re: ruolo referente DSA

Messaggio da grazia maganza »

Nella mia scuola funziona così: somministrazione "Protocollo sperimentale per verificare i pre-requisiti per l'apprendimento della letto-scrittura" nelle classi prime.

Classi seconde e terze somministrazione delle prove MT di Cornoldi: iniziali, intermedie e finali.

Tabulazione dei dati da parte mia e restituzione dei risultati ai colleghi con conseguenti suggerimenti di attività di potenziamento per migliorare le abilità preposte all'apprendimento della letto-scrittura.

Autoaggiornamento ai colleghi sulle strategie da utilizzare, strumenti compensativi e dispensativi, aggiornamento sulle nuove norme a favore dei DSA.

Valutazione, se inviare i bambini risultati a rischio ai servizi per indagare maggiormente con conseguente diagnosi ed intervento di specialisti.

In classe seconda, riunione informativa sul DSA ai genitori, con eventuale consulenza da parte mia ai genitori che lo richiedessero.

A presto Grazia
Rispondi