Strumenti compensativi e CDC

Software, audiolibri, computer, mappe...

Moderatore: Moderatori

Rispondi
Vilmapiazza
Messaggi: 3
Iscritto il: lun mag 25, 2015 5:55 pm

Strumenti compensativi e CDC

Messaggio da Vilmapiazza » lun mag 25, 2015 6:30 pm

Ciao, sono Vilma e sono una docente di una scuola secondaria superiore. In istituto abbiamo diversi alunni con dsa per i quali abbiamo predisposto i pdp
Circa un mese fa un genitore ha chiesto di aggiungere agli strumenti compensativi previsti dal pdp di suo figlio anche il registratore vocale finora non compreso tra gli strumenti indicati
Il Dirigente scolastico lo ha integrato con propria modifica accogliendo la richiesta dei genitori
Alcuni insegnanti non accettano l'integrazione predisposta dal dirigente perche ritengono che doveva essere convocato nuovamente il CDC ( magari pensando di opporsi a tale strumento)
Io ritengo la convocazione non necessaria perche in ogni caso lo strumento e' previsto dalle Linee guida. In ogni caso anche il Garante per la privacy ha stabilito che e' legittimo registrare le lezioni a scopi individuali anche per i normodotati
Cortesemente rispondetemi anche indicandomi i riferimenti normativi di vostra conoscenza
Vilma

PINGHI
Messaggi: 1994
Iscritto il: mer apr 14, 2010 9:40 am

Re: Inserimento di strumenti compensativi non inseriti nel p

Messaggio da PINGHI » lun mag 25, 2015 7:00 pm

Ciao Vilma leggi quì cosa dice la legge.....( dopo vedrai ti risponderà chi senza alcun dubbio ne sà più me :wink: )...un saluto Bruna
http://www.sanremonews.it/2014/11/24/le ... ste-d.html
....
Il PDP può essere modificato nel corso dell’anno?
Sì, il PDP non è un documento statico, per cui può essere modificato ogni volta appaia necessario (sulla base di nuove informazioni provenienti da insegnanti o specialisti). Va, infatti, ricordato che l’alunno col tempo può cambiare le proprie strategie di approccio al compito e possono rendersi quindi opportuni nuovi accorgimenti didattici.

PINGHI
Messaggi: 1994
Iscritto il: mer apr 14, 2010 9:40 am

Re: Strumenti compensativi e CDC

Messaggio da PINGHI » lun mag 25, 2015 7:32 pm

Ciao Vilma ti invio il link...dove l'argomento a cui sei interessata è stato trattato quì nel forum....ciao
http://www.dislessia.org/forum/viewtopi ... 33&t=11448

Vilmapiazza
Messaggi: 3
Iscritto il: lun mag 25, 2015 5:55 pm

Re: Inserimento di strumenti compensativi non inseriti nel p

Messaggio da Vilmapiazza » lun mag 25, 2015 8:50 pm

Il mio dubbio e' se bisogna riconvocare il CDC. La mia dirigente lo ha integrato secondo la richiesta della famiglia senza riconvocare.
Secondo me non era necessario riconvocare perche lo strumento compensativo (registratore vocale) e' previsto dalla normativa
Le colleghe stanno facendo ostruzionismo. Questo e' palese

PINGHI
Messaggi: 1994
Iscritto il: mer apr 14, 2010 9:40 am

Re: Inserimento di strumenti compensativi non inseriti nel p

Messaggio da PINGHI » mar mag 26, 2015 7:12 am

Guarda dove cè la voce DOCUMENTAZIONE
http://www.desambrois.it/desaweb09/dida ... Alunni.pdf
Nb ...(((Se il PDP dovesse subire delle variazioni rispetto alla versione proposta dal C.d.c., sarà riesaminato e firmato nuovamente dalle parti coinvolte.)))

Avatar utente
trafra69
Messaggi: 847
Iscritto il: sab ago 03, 2013 6:21 pm
Scuola: 5 elementare
Località: Alghero

Re: Strumenti compensativi e CDC

Messaggio da trafra69 » gio mag 28, 2015 9:45 pm

Buona sera copio e incollo dalle LINEE GUIDA PER IL DIRITTO ALLO STUDIO DEGLI ALUNNI E DEGLI STUDENTI CON DISTURBI SPECIFICI DI APPRENDIMENTO del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca Dipartimento per l’Istruzione Direzione Generale per lo Studente, l’Integrazione, la Partecipazione e la Comunicazione.

4.3.2. Disturbo di scrittura
In merito agli strumenti compensativi, gli studenti con disortografia o disgrafia possono avere
necessità di compiere una doppia lettura del testo che hanno scritto: la prima per l’autocorrezione
degli errori ortografici, la seconda per la correzione degli aspetti sintattici e di organizzazione
complessiva del testo.
Di conseguenza, tali studenti avranno bisogno di maggior tempo nella
realizzazione dei compiti scritti. In via generale, comunque, la valutazione si soffermerà soprattutto
sul contenuto disciplinare piuttosto che sulla forma ortografica e sintattica.
Gli studenti in questione potranno inoltre avvalersi:
• di mappe o di schemi nell’attività di produzione per la costruzione del testo;
Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca - D.G. per lo studente, l’integrazione, la partecipazione e la comunicazione
19
• del computer (con correttore ortografico e sintesi vocale per la rilettura) per velocizzare i
tempi di scrittura e ottenere testi più corretti;
• del registratore per prendere appunti.
Per quanto concerne le misure dispensative, oltre a tempi più lunghi per le verifiche scritte o a
una quantità minore di esercizi, gli alunni con disgrafia e disortografia sono dispensati dalla
valutazione della correttezza della scrittura e, anche sulla base della gravità del disturbo, possono
accompagnare o integrare la prova scritta con una prova orale attinente ai medesimi contenuti.

qui il link dove potrà leggere di persona: http://hubmiur.pubblica.istruzione.it/a ... io2011.pdfil link

Ad occuparsi di queste delicate tematiche è stato direttamente il Garante della privacy, che si è pronunciato attraverso specifiche direttive, affermando che la lezione scolastica può essere registrata dall’alunno esclusivamente per fini personali. Quindi – per il Garante – se uno studente decide di utilizzare un registratore per memorizzare i contenuti della lezione può farlo, sempre nel rispetto della dignità e dell’immagine dei soggetti coinvolti, a condizione di utilizzare il materiale così realizzato solo per lo studio individuale. Quando però si tratta di utilizzare strumenti come cellulari e smartphone bisogna fare i conti con le regole stabilite dalle singole istituzioni scolastiche. È nelle prerogative delle scuole, infatti, decidere nella loro autonomia come regolamentare l’uso dei cellulari. Bisogna, inoltre, considerare che pur riprendendo le lezioni i video e le foto non possono essere inseriti sul web, quindi neanche su facebook, se non con il consenso delle persone riprese. Tale pratica, in molti casi ritenuta normale da tanti studenti, abituati a “postare” di tutto sui network può costituire grave violazione della privacy e comportare sanzioni anche penali.
Questo per spiegare, in breve, che una richiesta scritta da parte di un avvocato dovrà per forza di cose essere accettata, senza riconvocare il CDC (poi se voleste convoncarvi liberi di fare) ma le cose non cambierebbero.

Spero di aver risposto alla domanda.
A presto Francesco.
Se potessi tornare bambino, avrei un unico desiderio, rivivere nelle vesti di mio figlio per provare l'emozione di diventare grande, accanto ad un piccolo papà.

Rispondi