letteratura inglese

Letteratura, Storia, Filosofia, Diritto ecc

Moderatore: Moderatori

Rispondi
sere.intro
Messaggi: 2
Iscritto il: ven ott 15, 2010 9:47 am

letteratura inglese

Messaggio da sere.intro » lun ott 18, 2010 5:40 pm

Sono un'insegnante di letteratura inglese di scuola secondaria di secondo grado.
Mi chiedo se qualcuno abbia del materiale che mi possa essere d'aiuto per la preparazione di lezioni per classe con alcuni alunni dsa. la domanda iche mi pongo è: cosa è importante che loro imparino? cosa posso pretendere da loro?
grazie

Avatar utente
roberta
Messaggi: 2559
Iscritto il: sab ago 12, 2006 2:45 pm
Scuola: figlio università
Località: friuli
Contatta:

Re: letteratura inglese

Messaggio da roberta » lun ott 18, 2010 6:47 pm

Buona sera, benvenuta.
Alcune indicazioni si trovano nelle circolari ministeriali, può trovarle qui http://www.aiditalia.org/it/normativa_nazionale.html
Esistono dei libri tipo questo http://www.rossellagrenci.com/?p=10932
o dei siti tipo questo http://www.ademario-lobrano.it/index.ph ... temid=1057
...

Saluti
Roberta

Avatar utente
liliana
Messaggi: 2604
Iscritto il: mer mar 18, 2009 3:58 pm
Scuola: Figlio 2° anno di università
Località: NAPOLI
Contatta:

Re: letteratura inglese

Messaggio da liliana » lun ott 18, 2010 10:45 pm

Salve sere.intro, benvenuta sul forum!!! :lol:
sere.intro ha scritto:la domanda iche mi pongo è: cosa è importante che loro imparino? cosa posso pretendere da loro?
Come prima cosa ti ringrazio per esserti fatta delle domande molto importanti!!

In base all'esperienza di mio figlio che frequenta il terzo anno del liceo classico, ti dico che lo studio della letteratura inglese è stato allucinante. :sad:

Premetto che a mio figlio l'inglese piace molto ed ha ottenuto ottimi risultati sia alle prove scritte che all'orale ( per quanto riguarda la conversazione), ma la letteratura proprio non gli entrava in testa. :?
Troppi vocaboli specifici da dover ricordare, costruzioni troppo complesse.....insomma, un vero sforzo del quale purtroppo non gli è restato nulla, assolutamente nulla!

Da quest'anno lui non fa più inglese perchè dal terzo anno, al liceo classico tradizionale, l'inglese si interrompe e, non ti nascondo, che ne è stato molto contento..... proprio per la fatica che faceva nell'imparare a memoria la letteratura inglese.
Lui mi diceva sempre:"se la professoressa mi facesse solo leggere e tradurre la letteratura, sarebbe molto meglio, mi resterebbe molto di più!

Questa ovviamente è solo l'esperienza di mio figlio, poi non so se per tutti è così. :roll:

Avatar utente
Costanza
Messaggi: 2843
Iscritto il: gio mag 22, 2008 8:26 pm
Scuola: Eevee Universit Supernick 3med

Re: letteratura inglese

Messaggio da Costanza » mar ott 19, 2010 8:22 am

Ciao e benvenuta :P

argomento molto interessante. Mia figlia è al terzo anno del liceo scientifico e da quest'anno comincerà a studiare la letteratura inglese. Non nego che sono seriamente preoccupata perchè per mia figlia l'inglese è veramente uno scoglio insormontabile e finora è riuscita ad avere il sei solo grazie a tante ore di studio e anche alla buona volontà e comprensione delle insegnanti. Speriamo di avere la stessa fortuna quest'anno con la nuova prof.
Aspetto anch'io di leggere le risposte ai tuoi quesiti.
Gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini. (G. Falcone)

sere.intro
Messaggi: 2
Iscritto il: ven ott 15, 2010 9:47 am

Re: letteratura inglese

Messaggio da sere.intro » mar ott 19, 2010 3:15 pm

Grazie per le risposte.
Ho partecipato a qualche corso e ho letto qualche libro in proposito, ma mi sembra che ci si focalizzi molto sull'aspetto delle strutture linguistiche.
Ho notato che, con l'uso di strumenti compensativi (computer, dizionario online, schemi...), i ragazzi se la cavano abbastanza; soprattutto fino a quando si tratta di esercizi di grammatica di completamento o simili.
Molta più difficoltà si incontra nella produzione libera, sia scritta che orale. Figuriamoci, poi, nel trattare in inglese argomenti storico-letterari.

Ripongo qualche domanda: test a risposta chiusa sono più semplice di quelli a risposta aperta? cosa è importante? che un ragazzo conosca la letteratura inglese (che è anche bella!!!) o che la debba ESPRIMERE in inglese? mi chiedo: è possibile che un alunno DSA affronti la materia in italiano?

grazie ancora

Avatar utente
liliana
Messaggi: 2604
Iscritto il: mer mar 18, 2009 3:58 pm
Scuola: Figlio 2° anno di università
Località: NAPOLI
Contatta:

Re: letteratura inglese

Messaggio da liliana » mar ott 19, 2010 4:00 pm

sere.intro ha scritto:Ripongo qualche domanda: test a risposta chiusa sono più semplice di quelli a risposta aperta? cosa è importante? che un ragazzo conosca la letteratura inglese (che è anche bella!!!) o che la debba ESPRIMERE in inglese? mi chiedo: è possibile che un alunno DSA affronti la materia in italiano?
Assolutamente si, test a risposta chiusa vanno benissimo, ancora meglio quelli a scelta multipla. :lol:
Per me la cosa importante è che la letteratura inglese la si sappia in italiano e i nostri ragazzi, a mio avviso, questo sono più che in grado di farlo!

A mio figlio la prof. assegnava due pagine di letteratura alla volta da dover esporre ovviamente in inglese.
Era un tormento...........lo so che l'ho già detto, ma lo ripeto perchè è stato davvero un grande incubo! :evil:

Quando si pongono gli alunni davanti a difficoltà quasi insormontabili.....è ovvio che la reazione è quella del rifiuto della materia, ma soprattutto incominciano a detestarla a vita. :?

Io dico sempre che l'amore per una disciplina e per lo studio in generale, dipende molto da come un docente si pone.
A volte sembra che lo studio lo si imponga con terrorismo psicologico......come un'azione punitiva.

Scusate.....forse mi sono fatta prendere un pò dalla mano e sono andata fuori tema!! :oops: :oops: :wink:

ademario
Messaggi: 6
Iscritto il: mar giu 08, 2010 10:59 pm
Località: Padova
Contatta:

Re: letteratura inglese

Messaggio da ademario » mar ott 19, 2010 4:46 pm

Penso che non sia poi così difficile rendersi conto che uno studente dislessico abbia le stesse esigenze in tutti gli ordini di scuola. Non è che arrivando alla scuola superiore la dislessia, la disgrafia, ecc. spariscano d’un tratto…Anche alle superiori gli insegnanti debbono rimboccarsi le maniche…, e tanti lo fanno! Pertanto per quanto riguarda la letteratura inglese, per il solo fatto che sia “inglese” non è detto sia “in inglese”. Qual è lo scopo ultimo di un corso di letteratura inglese? Consentire all’allievo di apprendere periodi storico-letterari, autori principali, ecc. di una letteratura. L’esposizione di tutto questo in lingua inglese sarebbe, certo, l’ideale….ma quanti degli studenti cosiddetti “normali” lo sanno proprio fare? Ma i dislessici hanno una motivazione in più per poter dedicarsi anche a questo studio senza dover faticosamente affrontare l’ostacolo di una lingua che sappiamo essere “opaca”…Non possono essere soltanto gli anni della scuola secondaria di primo grado a risolvere i problemi di lettura in una lingua straniera…(quando, purtroppo, permangono gli stessi problemi nella propria lingua madre). Non dobbiamo crearci ansie….insegniamo la letteratura inglese ai ragazzi dislessici in lingua italiana: vogliamo o no che apprendano chi sia Shakespeare o John Milton e ciò che hanno rappresentato nel panorama storico-letterario del loro tempo? O ci preoccupiamo, invece, se sappiano esporre in inglese, ciò che in italiano…saprebbero esporre molto meglio? Resto intesto che questo modo di affrontare un corso di letteratura inglese deve considerarsi costruito appositamente per i soli studenti DSA! Gli strumenti che abbiamo a disposizione sono le schematizzazioni, i grafici, le mappe concettuali che ogni docente deve poter costruire per consentire a questi ragazzi di beneficiare di una “education” completa come tutti gli altri. A livello linguistico, saranno destinate altre lezioni che, poi, dovrebbero condurre l’allievo DSA ad assimilare anche quel bagaglio linguistico e lessicale tale da consentirgli di iniziare ad esporre, in maniera semplice, dei percorsi letterari e storici propri della letteratura inglese.
In conclusione, non solo per la grammatica le mappe concettuali sono utili, ma anche e soprattutto per la letteratura (io ho in cantiere mappe concettuali anche per la letteratura inglese).

Ademario
Per ogni informazione: info@ademario-lobrano.it

Avatar utente
liliana
Messaggi: 2604
Iscritto il: mer mar 18, 2009 3:58 pm
Scuola: Figlio 2° anno di università
Località: NAPOLI
Contatta:

Re: letteratura inglese

Messaggio da liliana » mar ott 19, 2010 10:42 pm

Grazie ademario......hai detto delle cose giustissime che condivido in pieno!!!! :lol: :lol:

luci_a
Messaggi: 14
Iscritto il: ven mag 04, 2012 8:22 am

Re: letteratura inglese

Messaggio da luci_a » mer nov 14, 2012 8:25 pm

ringrazio tutti per ciò che avete scritto in particolare ademario. mi piacerebbe che il prof di inglese di mia figlia leggesse queste pagine. mia figlia frequenta il terzo anno del liceo scientifico. quest'anno dovrà affrontare la letteratura inglese. la referente dsa, durante il consiglio di classe di inizio anno per il pdp, ha letto un approfondimento (libro di testo per docenti della oxford university) sulle modalità pratiche delle prove sia scritte che orali. si tratta di dividere il corso in due obiettivi separati: con il primo si deve dimostrare in lingua italiana di conoscere le caratteristiche della letteratura e degli autori trattati, con il secondo un certo arricchimento del vocabolario. pertanto la ragazza dovrà spiegare a partire dal proprio semplice vocabolario i concetti studiati e dovrà essere valutato il merito e la capacità di comunicare e di comprendere. la chiave di volta è la conversazione e la comprensione del testo. il tutto con ausili come mappe e sintesi
il prof di mia figlia ha commentato che così la ragazza saprà parlare in inglese come un vo'cumprà!! infatti in classe non si fanno prove orali nè conversazione. e questo è quanto.
grazie a tutti e scusate se nn sono stata molto breve o chiara

Rispondi