momento difficile

Scrivete qui i vostri primi messaggi se volete presentarvi e sieti nuovi

Moderatore: Moderatori

ottavia
Messaggi: 24
Iscritto il: mar ago 16, 2011 12:22 pm

momento difficile

Messaggio da ottavia » gio mar 29, 2012 8:00 am

Mi presento: sono Ottavia la mamma di una bambina di 11 anni diagnosticata dal neuropsichiatra e dalla logopedista come dislessica con qualche problema anche in matematica. Questa diagnosi mi è stata fatta due anni fa' quando Marta stava finendo di frequentare la terza elementare. A questo punto i medici mi consigliarono di certificarla. Marta è caduta nella disperazione quindi le insegnanti la pediatra mi dissero che non era il caso. Quindi io cercai un appoggio logopedico privato e durante le vacanze estive Marta migliorò. Questo percorso proseguì anche durante la quarta elementare e Marta riuscì ad essere più autonoma e più sicura con questo aiuto extrascolastico. Però all'inizio della quinta la logopedista mi ha detto che non poteva più seguirla quindi senza questo appoggio dall'inizio dell'anno mia figlia ha cominciato a peggiorare, ora mi trovo nelle stesse condizioni di due anni fa' mia figlia ha perso quel po' di autonomia che aveva faticosamente recuperato e ovviamete rispetto alla classe è più indietro. Quando provo a parlare di certificarla si mette a piangere.... Insomma mi trovo veramente in una situazione intricata, anche perchè noi abitiamo in un paesino piccolo lontano dalla città e qui non ci sono altre logopediste private. in più nella nostra scuola mai nessuno è stato certificato per disturbi di apprendimento. Mi trovo un po' con tutte le porte chiuse visto che anche le insegnanti che sono un po' anziane non sanno come aiutarmi anzi una mi ha detto che secondo lei Marta " ci marcia un po' sopra al suo problema". Termino il mio sfogo e mi scuso se mi sono dilungata.

pingu
Messaggi: 766
Iscritto il: dom nov 27, 2011 10:05 am

Re: momento difficile

Messaggio da pingu » gio mar 29, 2012 8:10 am

ciao Ottavia benvenuta, qui potrai trovare sempre molta umanità e comprensione, neanche per noi è stato facile tutto il percorso, e abbiamo ancora tantissima strada da percorrere, e lunga e tortuosa, ma i problemi si affrontano, solo in questo modo se ne esce fuori, naturalmente è un mio umile parere, potresti essere la prima per moltissimi bambini nella vostra situazione e chissà...è chiaro a voi la scelta :roll:

ornella casaula
Messaggi: 254
Iscritto il: ven ott 28, 2011 8:33 am

Re: momento difficile

Messaggio da ornella casaula » gio mar 29, 2012 9:02 am

Ciao Ottavia e benvenuta.
La piccola Marta non ha torto a disperarsi quando le proponi la certificazione: in un piccolo paesino tutto è più complicato e le voci girano veloci. Non conoscendo la distanza tra voi e un altro centro abitato non so se ti è possibile seguire e "scortare" tua figlia nelle sue attività, ma la soluzione, al momento, potrebbe essere un altro aiuto logopedico, anche se non proprio dietro l'angolo. L'aspetto psicologico dei nostri ragazzi è forse ancora più importante del problema pratico, almeno finchè Marta non raggiunge una maturità tale da consentirle di trovare la forza dentro di sé. L'inizio della adolescenza è un momento veramente complesso, fatto di paure e di indecisioni. Meno escono dalla massa, meglio si sentono. Con la maturità impareranno che la natura ci vuole tutti "unici" e che la nostra forza e bellezza sta proprio in questa diversità.
Tu ricordaglielo sempre.

nadia72
Messaggi: 76
Iscritto il: sab nov 06, 2010 9:44 am
Scuola: 1 Media
Località: Brescia

Re: momento difficile

Messaggio da nadia72 » gio mar 29, 2012 12:17 pm

Ciao Ottavia e benvenuta anche da me :lol:
Anchio sono mamma di una ragazzina quasi 12enne certificata a fine quinta elementare, forse potresti (come ho fatto anche io) farle frequentare la sezione Penne adolescenti su questo forum, leggere di tanti altri ragazzi come lei può essere di aiuto per farle capire che la certificazione non è un marchio....è solo una caratteristica!!
Per noi la diagnosi è stata togliersi un peso dalle spalle, soprattutto per lei, al tempo mi disse ma allora non sono stupida mamma? Credo che bisogna parlare molto con loro, rispettando i loro tempi, facendogli capire che saremo sempre al loro fianco.

In bocca al lupo
Nadia

Avatar utente
ERI
Messaggi: 1331
Iscritto il: lun dic 01, 2008 5:40 pm
Località: Manerbio (BS)

Re: momento difficile

Messaggio da ERI » ven mar 30, 2012 6:44 am

Ciao Ottavia, benvenuta!

Io non ho capito una cosa: avete una diagnosi ma tua figlia non vuole consegnarla a scuola....oppure alla fine dei test non è stata nemmeno redatta perchè lei non voleva?
Sicuramente l'accettazione della cosa è lo scoglio più difficile da superare, però magari facendole conoscere altri ragazzi con le stesse caratteristiche, facendola scrivere su Penne Adolescenti, qualche video sui personaggi famosi dislessici..... riesci a farle capire che non è l'unica, ma soprattutto che è semplicemente una caratteristica, proprio come le lentiggini o gli occhi azzurri :wink: .
Aggiungo anche che, se la diagnosi comunque ce l'avete, nessuno ti vieta di protocollarla a scuola, chiedendo il rispetto della privacy (sono dati sensibile quindi per loro è un obbligo) e l' applicazione della legge, almeno per quanto riguarda valutazione adeguata, interrogazioni programmate, metodi adatti a lei (mappe, filmati, ecc...).
Questo è il mio pensiero :wink: .
Ciao. Erika

ottavia
Messaggi: 24
Iscritto il: mar ago 16, 2011 12:22 pm

Re: momento difficile

Messaggio da ottavia » ven mar 30, 2012 9:11 am

Con i medici abbiamo fatto solo dei colloqui e non mi hanno lasciato nessuna documentazione. Io poi ho interrotto le visite perchè tutti mi hanno sconsigliato di certificare Marta, poi ho iniziato il percorso logopedico privatamente.
Comunque vi ringrazio per i consigli, mi avete chiarito le idee e ne terrò conto per il futuro.

Avatar utente
time
Messaggi: 414
Iscritto il: gio mag 19, 2011 4:51 pm
Scuola: figlia1°sec di secondo grado

Re: momento difficile

Messaggio da time » ven mar 30, 2012 9:34 am

Ciao Ottavia benvenuta! Ti consiglio vivamente di far fare la diagnosi a tua figlia perchè solo così è tutelata..... a presto

Avatar utente
linda71
Messaggi: 86
Iscritto il: lun mag 14, 2007 10:57 am
Località: PADOVA

Re: momento difficile

Messaggio da linda71 » ven mar 30, 2012 10:47 am

Ciao...vorrei fare una precisazione(spero di non sbagliarmi).

La diagnosi è quel documento che viene redatto dalla NPI e Psicologa dove vengono elencati i deficit della bambina, con gli specifici strumenti compensatori e dispensatori. Questa viene protocollata a scuola e poi vengono informate le insegnanti.

La certificazione è quando oltre al documento redatto dalla NPI e Psicologa, poi dall'USSL o da un ente accreditato, viene assegnanto un insegnante di sostegno alla bambina.

Ma per i soli DSA non c'è certificazione.

Perciò puoi tranquillizare tua figlia, che comunque se lei vuole cercare di fare tutto come i suoi compagni, non c'è assolutamente nessun problema è solo che in questo modo(con la diagnosi)le insegnanti sono a conoscenza del percorso della bambina e delle sue difficoltà. Ma se tua figlia se la sente, può fare a meno di utilizzare gli strumenti comp e dispen.

Comunque ti consiglio di farti redigemere al più presto la diagnosi e portala a scuola.
In più se avevi visto che con l'aiuto della logopedista c'erano dei miglioramenti, sicuramente sarebbe il caso che ne trovassi un'altra anche se difficile, visto che ti devi spostare, oppure un aiuto a casa.

Falle capire che la diagnosi non vuol dire essere "stupidi" ma solo arrivare agli obbiettivi scolastici, seguendo strade parallele invece che quella principale ( lo ripeto sempre anche a mio figlio)e che non siamo tutti uguali ma non per questo meno intelligenti.

Un abbraccio Linda

Avatar utente
roberta
Messaggi: 2563
Iscritto il: sab ago 12, 2006 2:45 pm
Scuola: figlio università
Località: friuli
Contatta:

Re: momento difficile

Messaggio da roberta » mar apr 03, 2012 8:19 am

è vero, il documento rilasciato è una diagnosi, non una certificazione per la 104. Consente alla scuola di attivarsi permettendo l'uso degli strumenti dispensativi e compensativi.
Una domanda: tutto il peso che sente la bambina per la "certificazione" da dove le arriva? Tu dici "siamo i primi nella scuola, nessuno è mai stato certificato, tutti ci hanno sconsigliato... " mi sembra che la viviate male tutti. Quindi deduco che abbiate bisogno di chiarirvi le idee su cosa sia la dislessia e cosa comporti, inizia da qui http://www.dislessiainrete.org/guida-per-ragazzi.html
oppure leggi il libro di Rossella Grenci Le Aquile sono nate per volare ... oppure ce ne sono tantissimi altri. facci sapere.

Avatar utente
liliana
Messaggi: 2604
Iscritto il: mer mar 18, 2009 3:58 pm
Scuola: Figlio 2° anno di università
Località: NAPOLI
Contatta:

Re: momento difficile

Messaggio da liliana » mar apr 03, 2012 9:08 am

ottavia ha scritto:nella nostra scuola mai nessuno è stato certificato per disturbi di apprendimento. Mi trovo un po' con tutte le porte chiuse visto che anche le insegnanti che sono un po' anziane non sanno come aiutarmi anzi una mi ha detto che secondo lei Marta " ci marcia un po' sopra al suo problema".
Ciao Ottavia e benvenuta!!! :lol:
Sono la mamma di un ragazzo dislessico che frequenta il 4° anno del liceo classico.
Anche mio fglio è stato il primo studente, nel suo liceo, a consegnare la diagnosi (come ti hanno detto altri, non si parla di certificazione che è tutt'altro :wink: ) e ad utilizzare il pc per le verifiche di latino, greco e italiano.
Noi abbiamo fatto da apripista per altri ragazzi, d'altro canto qualcuno dovrà pure essere il primo, non dobbiamo aspettarci sempre di essere spianati la strada.

Riguardo al fatto che le insegnanti dicano che tua tua figlia ci marcia.......è una musica che tutti noi abbiamo sentito, bisogna abituarsi.....ma soprattutto dobbiamo essere pronte a rispondere a tono con educazione ma con determinazione, perchè i professori che dicono queste cose.....non sanno che sia la dislessia!!!

Tranquillizza tua figlia.....falle percepire che tu credi nelle sue potenzialità e rimboccati le maniche per affrontare la scuola che purtroppo non è sempre accogliente con gli studenti dislessici!!

Noi siamo qua a sostenerti!!! :wink:

ottavia
Messaggi: 24
Iscritto il: mar ago 16, 2011 12:22 pm

Re: momento difficile

Messaggio da ottavia » mar apr 03, 2012 4:12 pm

Scusate non sono molto informata sui termini di legge.
In realtà è vero io soprattutto la vivo male.
Le insegnanti dicono che hanno sentito parlare di dislessia ma non hanno mai avuto esperienza.
Per quello che riguarda Marta lei è stata consapevole che le difficoltà scolastiche non dipendevano da "distrazione" forse anche prima di noi adulti. Però è una bambina introversa e timida e ha paura della reazione dei compagni, per questo io non voglio impormi, perchè finora ha avuto si problemi didattici, ma al contrario dei suoi compagni non ha mai avuto problemi comportamentali.
Io ho cercato di approfondire l'argomento su internet, ho letto le aquile sono nate per volare e anche il dono della dislessia di R. D. Davis. Ma probabilmente io da sola non sono in grado di aiutare mia figlia. Comunque dai vostri consigli ho deciso che prima di tutto cercherò di informare Marta sulla sua dislessia in maniera il più possibile esauriente facendole capire pian piano che ci sono tanti aspetti positivi in questa caratteristica (anche Marta è molto creativa). Poi cercherò durante l'estate una nuova logopedista, forse così potrà acquistare sicurezza e vivere la scuola in modo più sereno.

Avatar utente
roberta
Messaggi: 2563
Iscritto il: sab ago 12, 2006 2:45 pm
Scuola: figlio università
Località: friuli
Contatta:

Re: momento difficile

Messaggio da roberta » mar apr 03, 2012 7:07 pm

ci sono bellissimi libri per ragazzi, prova a fare una ricerca. ti mando un abbraccio.

Avatar utente
mamma Rosa
Messaggi: 3815
Iscritto il: lun lug 21, 2008 3:57 pm
Scuola: Alexander: 5° Alb Polovalboite
Località: Padova

Re: momento difficile

Messaggio da mamma Rosa » mar apr 03, 2012 7:19 pm

Nessuno di noi è nato "imparato"...cerca aiuto nella tua zona, senz'altro c'è un'associazione, se hai fortuna stanno ancora organizzando incontri (nei quali si imparano tantissime cose e si incrociano cuori di altre mamme, cuori che spesso non si lasciano più!). :h
Imparare e condividere sono le cose più importanti per te e la tua bimba ora... :wink:

La scuola non è assolutamente preparata...troppi insegnanti si crogiolano sulla loro esperienza ventennale, sui loro appunti scritti ancora a penna... =blu

Se posso permettermi un consiglio: cercala subito una nuova logo, chi ben comincia... :P
Esser la mamma di un dislessico è inebriante!!!

Dare un nome alle cose è il primo passo per affrontarle.

Orazietta
Messaggi: 1
Iscritto il: mar gen 18, 2011 12:57 pm

Re: momento difficile

Messaggio da Orazietta » mar apr 10, 2012 12:05 pm

Il primo passo è davvero far capire a tua figlia che siamo tutti diversi ed ognuno con le proprie qualità e particolarità. Io ho la 104, due bimbi adottaim difficili nell'apprendimento. Stanno ripetendo la seconda!

Ma ho fatto capire che avere un insegnante di sostegno e fare lavori a volte diversi è un aiuto che deve essere accettato e che sarebbe peggio non riuscire a seguire il programma. Con tanto tatto e pazienza. Non mollare. A questa età anche mettere l'apparecchio per i denti è terribile...ma anche un privilegio...
Ciao
Sonia

federica78
Messaggi: 8
Iscritto il: sab feb 11, 2012 9:49 am
Località: lucca

Re: momento difficile

Messaggio da federica78 » sab giu 23, 2012 11:59 am

ciao ottavia, sono la mamma di una bimba di 11 anni con discalculia, disortografia e disgrafia. Ti consiglio di farti scrivere la diagnosi perchè solo in questo modo la bambina troverà più comprensione ed aiuto a scuola...sarà più tutelata perchè ha la legge dalla sua parte...altrimenti è sempre la tua parola contro quella degli insegnanti! Te lo dico perchè noi abbiamo iniziato le Medie senza diagnosi perchè nel centro dove ci eravamo rivolti non ce l'avevano fatta e l'inizio dell'anno scolastico è stato un trauma sia per me, che soprattutto per la bimba...adesso con quella va meglio, perchè è tutto scritto!!!

Rispondi