Ho parlato con mio figlio ...

Scrivete qui i vostri primi messaggi se volete presentarvi e sieti nuovi

Moderatore: Moderatori

Rispondi
068036
Messaggi: 17
Iscritto il: dom ott 05, 2014 4:02 pm

Ho parlato con mio figlio ...

Messaggio da 068036 » lun ott 06, 2014 10:05 pm

Questa sera ho spiegato a Tommaso disgrafico e disortografico quale è lo suo problema quali tecniche verranno adottate a scuola (pc,fogli stampati ecc)
Mi ha risposto piangendo
No mamma nulla di tutto ciò .io non sono un imbecille voglio scrivere come tutti

Sinceramente non me l aspettavo
E ho il cuore infranto
Gli ho spiegato che al mondo nn e unico e che comunque con questi mezzi raggiungeremo obbiettivi migliori ci aiuteranno a studiare meglio
Ma lui non ne vuole sapere

Devo ancora avere il primo colloquio con psico e insegnante in quanto ho saputo solo giovedì che tom e un DSA.


Grazie a tutti per ascolto
Manu

PINGHI
Messaggi: 1994
Iscritto il: mer apr 14, 2010 9:40 am

Re: Ho parlato con mio figlio ...

Messaggio da PINGHI » mar ott 07, 2014 6:07 am

Mi dispiace...lo sò che realtà dei fatti è inaccettabile agli occhi di un bimbo ..come del resto lo può essere per un adulto...eppure con il tempo si impara a farsene una ragione e a sopperire a tutte quelle difficoltà che inevitabilmente ci troviamo davanti ,con tutto quello che ci può aiutare a superare ogni ostacolo...appunti e qualsiasi mezzo compensativo.....se devo essere sincera mio figlio,grazie a bravi insegnanti che hanno capito bene la situazione ,l'unica cosa che si concede a scuola e una piccola calcolatrice...gli errori ortografici non vengono calcolati...le interrogazioni vengono programmate con grande anticipo...qualche sbirciatina durante i compiti in classe ,dai quaderni dei compagni gli è concessa ( :lol: ) ...ma si vedrai che anche per tuo figlio,un giorno sarà tutto più semplice,come oggi per mio figlio ciao e forza daiiii!!!bruna

lullla
Messaggi: 33
Iscritto il: ven mar 16, 2012 3:23 pm

Re: Ho parlato con mio figlio ...

Messaggio da lullla » mar ott 07, 2014 8:51 am

Ciao Manu,ti capisco.Il mio bambino rifiutava il quaderno con i quadretti piu'grandi per essere come gli altri,si innervosiva quando i compagni lo aiutavano a scrivere.Un grande lavoro deve farlo la maestra spiegando atutta la classe i problemi del bambino e aiutando gli altri bambini ad accettare gli aiuti che avrà,quando tuo figlio sentirà l'affetto di tutti potrà accettare le sue difficoltà.Tuo figlio ha solo bisogno de tempo,vedrai che ti stupirà in positivo.Lalla

ottavia
Messaggi: 24
Iscritto il: mar ago 16, 2011 12:22 pm

Re: Ho parlato con mio figlio ...

Messaggio da ottavia » mar ott 07, 2014 3:52 pm

QUASI TUTTI HANNO LA REAZIONE DI TOMMASO, MA CONDIVIDO IN PIENO QUELLO CHE HA RISPOSTO LULLLA E PINGHI. SICURAMENTE E' UN MOMENTO DELICATO PER LUI MA SE GLI INSEGNANTI E LA FAMIGLIA LO SOSTENGONO PRESTO ANCHE LUI SI ACCETTERA'. IL PIU' E' ROMPERE IL GHIACCIO E INIZIARE PORTANDO SCHEMI E ALTRI STRUMENTI DOPO DIVENTA LA NORMALITA'. E POI SAI QUANTO TEMPO LIBERO IN PIU' E QUANTA FATICA IN MENO......

trafra69
Messaggi: 847
Iscritto il: sab ago 03, 2013 6:21 pm
Scuola: 5 elementare
Località: Alghero

Re: Ho parlato con mio figlio ...

Messaggio da trafra69 » mar ott 07, 2014 7:17 pm

Ciao a tutti secondo me non tutti reagiscono nello stesso modo.
C'è chi non accetta gli strumenti compensativi, c'è chi invece , una volta dato un nome alle proprie difficoltà, si sente come sollevato.
Secondo me tutto dipende da quando si arriva alla diagnosi.
Non dimentichiamo che un bambino diagnosticato in 5 primaria ha già vissuto anni d'inferno in un ambiente a lui ostile. Senza parlare dei primi anni scolastici, nel passaggio dall'asilo alla scuola primaria. E' proprio quì che il bambino vive le sue prime difficoltà , chiedendosi inconsapevolmente, perchè il suo amichetto è così veloce nel leggere e nel dare delle risposte, e lui no.
Nel caso di mio figlio, diagnosticato alla fine della seconda primaria, c'è stato tutto il tempo per potergli gradualmente spiegare quali fossero le sue difficoltà, e le modalità per poterle affrontare e superare; senza considerare l'atteggiamento delle insegnanti e il nostro ovviamente cambiato nei confronti del bambino, che si è sentito capito e incoraggiato.
Questa la mia personale opinione.
Se potessi tornare bambino, avrei un unico desiderio, rivivere nelle vesti di mio figlio per provare l'emozione di diventare grande, accanto ad un piccolo papà.

068036
Messaggi: 17
Iscritto il: dom ott 05, 2014 4:02 pm

Re: Ho parlato con mio figlio ...

Messaggio da 068036 » mar ott 07, 2014 8:18 pm

ciao
purtroppo ho poca fiducia nelle insegnanti perchè in questi anni non si sono dimostrate molto comprensive con tom
Spesso una in particolare quella di italiano , lo ha denigrato davanti alla classe dicendo che non ha logica.ecc ecc
premetto che dobbiamo ancora fare incontro insegnanti / psicologo.
gia anno scorso tommaso era seguito da due psicologhe che ovviamente non avevano capito che è un DSA, ma sono andate a parlare con le insegnanti pregandole di essere piu comprensive , ma senza successi.
neanche quest anno si è risparmiata insegnante di italiano...ha messo poco filtro tra testa e bocca!!!
avrò un incontro con la preside a breve per denunciare insegnante di italiano cosa che non ho mai fatto.Ma ora basta.. ho deciso di parlare , sono sempre stata zitta per paura che se la prendesse di più con tom.ma le cose non sono mai cambiate.
in più suo babbo non è d accordo sui metodi del nuovo insegnamento a scuola , quali PC e dettati già scritti cd audio...
quindi al momento ho tutti contro
ho deciso di non dire nulla a suo padre della riunione a scuola e con la preside e con le insegnanti
non voglio che intralci il nostro nuovo cammino e sinceramente essendo separata poco mi importa della sua presenza e della sua opinione
mi preoccupa solo il fatto che tommaso nn accettando la situazione e avendo suo babbo contro si diano manforte.
mi sento molto peso addosso anche perche suo babbo nn sa cosa significa la parola DSA, nn conosce neanche associazione non si è interessato di niente, non sa che ho preso app.to dalla logopedista...non chiedo e ovviamente non parlo per difesa.
ma mi fa incazzare perche è suo figlio , e lo deve accettare.
non penso che capirà mai...
ciao a tutti manu

PINGHI
Messaggi: 1994
Iscritto il: mer apr 14, 2010 9:40 am

Re: Ho parlato con mio figlio ...

Messaggio da PINGHI » mar ott 07, 2014 8:57 pm

Certo che non capirà ...se non vuol capire...fare lo struzzo e mettere la testa sotto la terra per non affrontare il problema ,risulta indubbiamente più semplice...tante persone non capiranno mai quanto è complicato per un dsa ricordare,memorizzare ecc.ecc. SE NON è toccato personalmente da questa difficoltà...pensa quanto fortunato è il tuo piccolo...tu hai capito,ti stai informando,confrontando con altri genitori...ci sono bimbi che si ritrovano entrambi i genitori che ignorano quei campanellini d'allarme che dovrebbero farli correre ai ripari,per aiutare il proprio figlio...tieni DURO !!! :wink: ciao

Rispondi