Sono dislessica? Datemi un parere

Scrivete qui i vostri primi messaggi se volete presentarvi e sieti nuovi

Moderatore: Moderatori

Rispondi
Mary23
Messaggi: 12
Iscritto il: lun giu 06, 2016 3:26 pm

Sono dislessica? Datemi un parere

Messaggio da Mary23 » lun giu 06, 2016 4:52 pm

Salve a tutti, ho 23 anni e sono nuova nel forum. Ho deciso di condividere con voi le mie difficoltà perché voglio conoscere il vostro parere. Tali difficoltà non mi penalizzano particolarmente, ma sono spesso causa di forti imbarazzi.

Premetto che a scuola sono sempre andata bene; alle elementari e alle medie ero tra le più brave della classe. Non ho mai avuto problemi né in italiano né in matematica (quest'ultima era probabilmente la mia materia preferita).
Nonostante tutto sentivo di avere qualche piccolo limite rispetto agli altri, ma comunque, dal momento che riuscivo sempre ad ottenere buonissimi risultati, non ci facevo caso, o meglio tentavo di tenere nascosti questi problemi.

Principalmente, fin dalle scuole elementari, ho sempre avuto difficoltà a leggere a voce alta. Quando il testo conteneva parole un po' più difficili, lunghe e che non avevo mai sentito (testi d'autore, articoli di giornale ecc...) io avevo sempre grosse difficoltà: sbagliavo spesso le parole e prima di dirle a voce alta titubavo e balbettavo; la maestra doveva correggermi tante volte durante la lettura a voce alta. Nello scritto invece non ho mai avuto problemi. Ricordo che, se potevo, davo sempre uno sguardo preventivo al testo, per paura di essere chiamata a leggere e fare brutte figure. Altro ricordo delle elementari è relativo alle mie difficoltà con l'inglese; non ero molto brava e riuscivo a compensare solo perché studiavo tanto.
Queste difficoltà le ho portate avanti anche alle scuole medie: essere chiamata a leggere davanti alla classe era sempre molto imbarazzante e con l'inglese ho continuato ad avere difficoltà di apprendimento. Alle medie ho dovuto affrontare anche il francese: avevo imparato benissimo tutte le regole per la lettura (talmente bene che ancora oggi le ricordo), ma non riuscivo mai ad applicarle al testo. Tutte le volte che potevo, scrivevo sempre a matita, sopra la parola, la sua pronuncia, così da riuscire a leggerla ed evitare le brutte figure.

I miei problemi con la lettura si sono aggravanti alle scuole superiori. Io ho fatto un liceo classico e ricordo che mentre gli altri avevano imparato a leggere il greco, io non sono mai riuscita ad acquisire una lettura spedita, tant'è che evitavo come la peste di essere chiamata a leggere (andavo in bagno o fingevo di aver lasciato gli occhiali a casa e talvolta non li mettevo appositamente). Era terribile quando ero obbligata a fare pause anche di minuti solo per leggere una parola...volevo sprofondare in quei momenti. Passavo le ore a casa ad esercitarmi sul testo assegnato come compito, spesso arrivavo ad impararlo a memoria per non essere sgridata dai prof che non concepivano che io ANCORA non avessi imparato a leggere il greco. Anche con il latino avevo difficoltà a leggere, ma poiché l'alfabeto latino è come quello italiano, erano molto meno evidenti le difficoltà. Con i testi in italiano ho migliorato molto ma ho sempre preferito evitare la lettura ad alta voce perché sentivo di essere limitata rispetto agli altri. Inutile dirvi che sono rimasti anche i problemi con l'inglese, per quanto io mi sia sempre impegnata a studiare, non sono mai riuscita a dimostrare qualcosa, l'ho sempre trovata una materia per me irraggiungibile e la prof mi ha sempre trattata di conseguenza, non apprezzando i miei sforzi e facendomi arrivare a gettare la spugna, "tanto non sarò mai capace". Così, io oggi odio l'inglese, nonostante so quanto sia importante, e ho paura di iscrivermi ad corso date le esperienze precedenti.

Per quanto riguarda la matematica sono sempre stata brava, ho sempre studiato le regole, mi sono sempre esercitata e dunque riuscivo a non andare male. Eppure, fin da piccola, ho sempre avuto difficoltà a fare i conti a mente. Da bambina mi aiutavo con le dita, ma crescendo mi è stato impedito e ho dovuto trovare delle tecniche per contare. Avevo sempre bisogno di scandire i singoli numeri, anche per i conti molto semplici (per me anche dei semplicissimi 13-6 o 9+7 sono complicati) e dunque la tentazione di usare le dita è sempre forte. Stando a scuola e avendo a che fare spesso con i numeri, sentivo di essere più rapida, ma ora che non devo più fare matematica mi sento una stupida a non riuscire a fare un semplice conto a mente e non vi nego che anche in questi casi l'imbarazzo è sempre gigantesco. Anche ad esempio calcolare gli anni di una persona a partire dalla data di nascita mi viene difficile. Quando mi chiedono di fare un conto a mente, entro talmente nel panico che nemmeno ci provo, e anche se tento di pensarci, sbaglio sempre.

Altra cosa, che in genere riesco a tenere nascosta ma che spesso è stata motivo di forte imbarazzo, è che ho difficoltà a leggere l'ora analogica. Per fortuna oggi posso guardare nel telefono, ma se sono costretta a guardare l'orologio con le lancette, ci metto sempre tanto tempo e, anche in questo caso, spesso sbaglio. Per me non è immediato come gli altri, devo sempre fare una marea di calcoli (e li faccio lentamente): devo guardare prima singolarmente la lancetta delle ore, poi quella dei minuti, poi cercare di mettere insieme le cose, e a meno che non siano orari semplici (come ad esempio le 12:00, le 12:15 o le 12:30) ci metto una vita. Ho notato che ho molta più difficoltà a leggere la parte sinistra dell'orologio rispetto alla parte destra. Anche con la destra e la sinistra ho sempre fatto confusione, ma usando il trucchetto di considerare la destra come la mano che uso per scrivere, almeno quello riesco a gestirlo bene.

Non ho mai pensato alla dislessia. Ho sempre legato questo disturbo alla difficoltà nella scrittura, che io non presento, anche se ho notato che talvolta scambio le lettere nella tastiera, ma mi succede solo se scrivo al pc e raramente. Non ho mai parlato con nessuno di questi miei problemi, ma sento che negli anni delle superiori sono peggiorati e sono stati accompagnati da una perdita di sicurezza nelle mie capacità, da una perdita di fiducia in me stessa. Mi sono convinta di non essere intelligente, e so che la bambina che c'è in me sarebbe molto triste di tutto ciò, perché lei aveva grande fiducia in se stessa, pensava di essere intelligente e di poter fare grandi cose nella vita.

Ho anche problemi, durante le esposizione orali, a capire quali parole usare. Non ho infatti un parlato spedito, mi confondo spesso con le parole. Ora sono iscritta all'università e di solito agli esami orali ci vado con discorsi preparati a casa e studiati accuratamente. In pratica non sono capace di improvvisare un discorso. Se voglio spiegare una cosa a qualcuno, di solito ho molta difficoltà. E' come se non mi venissero in mente le parole.

Mi scuso per questo "papiro", ma spero ci sarà qualcuno che avrà la pazienza di leggere tutto e che mi saprà aiutare.
Grazie in anticipo.

Avatar utente
Africa
Messaggi: 1461
Iscritto il: mar ott 26, 2010 6:18 pm
Località: Frosinone

Re: Sono dislessica? Datemi un parere

Messaggio da Africa » mar giu 07, 2016 9:56 am

Dicono che non esiste un dislessico uguale ad un altro, eppure sembrava di leggere la mia storia.

Perché non provi a fare il test? Così ti togli ogni dubbio.

P.S. Ho spostato il tuo messaggio nella sezione dedicata alla presentazione dei nuovi utenti
RACCOLTA FIRME per il rispetto della legge n.170 ai test di ammissione universitari

"L'immaginazione è più importante della conoscenza. La conoscenza è limitata, l'immaginazione abbraccia il mondo". Albert Einstein

Mary23
Messaggi: 12
Iscritto il: lun giu 06, 2016 3:26 pm

Re: Sono dislessica? Datemi un parere

Messaggio da Mary23 » mar giu 07, 2016 11:11 am

Africa ha scritto:Dicono che non esiste un dislessico uguale ad un altro, eppure sembrava di leggere la mia storia.

Perché non provi a fare il test? Così ti togli ogni dubbio.

P.S. Ho spostato il tuo messaggio nella sezione dedicata alla presentazione dei nuovi utenti
Grazie mille Africa per la tua risposta. Ho già provveduto ad informarmi e ho visto che nella mia città c'è modo tramite l'università di fare lo screening.

P.S. Ho notato solo dopo questa sezione =) grazie di aver spostato il mio messaggio.

schi
Messaggi: 22
Iscritto il: gio dic 27, 2012 11:03 am

Re: Sono dislessica? Datemi un parere

Messaggio da schi » mar giu 07, 2016 11:39 am

Cara Mary23 ti capisco benissimo. Io ho iniziato a pensare di poter essere dislessica verso tra la fine del liceo i l'inizio dell'università. Io avevo enormi difficoltà nella lettura si da bambina e ancora oggi non leggo correttamente e provo fortissimo imbarazzo nel leggere in pubblico. Io ho fatto il liceo scientifico e quando i professori chiamavano a leggere ad alta voce pure io cercavo scuse per non farlo: andavo in bagno, dicevo che mi faceva male la voce. Quando però ero costretta a farlo finiva sempre con una solenne umiliazione. Matematica ho avuto problemi quando ero piccola, quindi elementari e medie, poi dal liceo in poi sono andata sempre migliorando e adesso mi sono da poco laureata alla triennale di matematica (alla faccia della prof delle medie che mi ripeteva ogni giorno davanti a tutti i compagni che non sarei mai riuscita a finire il liceo scientifico).
Insomma ti racconto questo perchè capisco quello che provi in questo momento. Pure io ci sono giorni che mi sento stupida e impotente! ma non lo dobbiamo pensare perché in realtà non è così.
Anche io ti consiglio di fare il test perché a me ha aiutato più che altro psicologicamente (ho fatto la scelta giusta o sbagliata non lo so ancoradi non utilizzare la certificazione per l'università). Sono riuscita a prendere coscienza dei miei limiti e dei miei punti di forza . A "giustificare" la bambina che ero e ciò che sono.
Spero di esserti stata di conforto =)

Mary23
Messaggi: 12
Iscritto il: lun giu 06, 2016 3:26 pm

Re: Sono dislessica? Datemi un parere

Messaggio da Mary23 » mar giu 07, 2016 12:32 pm

schi ha scritto:Cara Mary23 ti capisco benissimo. Io ho iniziato a pensare di poter essere dislessica verso tra la fine del liceo i l'inizio dell'università. Io avevo enormi difficoltà nella lettura si da bambina e ancora oggi non leggo correttamente e provo fortissimo imbarazzo nel leggere in pubblico. Io ho fatto il liceo scientifico e quando i professori chiamavano a leggere ad alta voce pure io cercavo scuse per non farlo: andavo in bagno, dicevo che mi faceva male la voce. Quando però ero costretta a farlo finiva sempre con una solenne umiliazione. Matematica ho avuto problemi quando ero piccola, quindi elementari e medie, poi dal liceo in poi sono andata sempre migliorando e adesso mi sono da poco laureata alla triennale di matematica (alla faccia della prof delle medie che mi ripeteva ogni giorno davanti a tutti i compagni che non sarei mai riuscita a finire il liceo scientifico).
Insomma ti racconto questo perchè capisco quello che provi in questo momento. Pure io ci sono giorni che mi sento stupida e impotente! ma non lo dobbiamo pensare perché in realtà non è così.
Anche io ti consiglio di fare il test perché a me ha aiutato più che altro psicologicamente (ho fatto la scelta giusta o sbagliata non lo so ancoradi non utilizzare la certificazione per l'università). Sono riuscita a prendere coscienza dei miei limiti e dei miei punti di forza . A "giustificare" la bambina che ero e ciò che sono.
Spero di esserti stata di conforto =)
Grazie mille schi per le tue parole. Per quanto mi riguarda, sento di essere regredita rispetto al passato. Cose che prima mi venivano più semplici ora sono diventate complicate. Penso sia una conseguenza della perdita di fiducia in me stessa. Mi sento "un'analfabeta di ritorno". Molte delle cose che avevo appreso negli anni scolastici le ho dimenticate (storia, geografia, letteratura, arte, scienze e matematica); è come se non avessi mai studiato nulla. Ora sto per laurearmi alla triennale e sento di non ricordare la maggior parte delle cose che avevo studiato per gli esami. Anche quando cerco di spiegare un concetto studiato non mi riesce, non riesco ad esprimermi bene. Quando parlo con le persone (soprattutto se non molto conosciute) faccio confusione con le parole: talvolta ad esempio salto delle lettere ("gli" diventa "li"), sbaglio coniugando i verbi (sono molto precisina, per cui spesso mi ingarbuglio cercando forme verbali anche poco usate), oppure sbaglio il genere maschile/femminile. Insomma...spesso mi devo interrompere e ripetere la frase da capo e più lentamente, e tutte le volte che succede penso di essere in un certo senso "inferiore" rispetto agli altri, che riescono a parlare fluentemente, rapidamente e con sicurezza. Io SO di non essere stupida, ho sempre cercato di farmi valere nella vita, ma ho poca autostima per via di tante piccole/grandi cose accadute (soprattutto a scuola) e non riesco ad uscire da questo buco nero. In psicologia si parla di "passività appresa": nonostante tutto ciò che fai per riuscire, alla fine non riesci e ti arrendi, diventi passiva, smetti di provarci. Ciò se ci pensi può essere pericoloso in quanto la passività, la svogliatezza, il pensare di non essere in grado sono sintomi di depressione.

Comunque volevo farti i complimenti per essere riuscita a prenderti la laurea in matematica nonostante il tuo precedente percorso. Dovrei seguire maggiormente il tuo esempio con l'inglese e impegnarmi maggiormente per impararlo. Dopo le brutte esperienze alle scuole superiori, ho avuto modo di studiare inglese solo per l'esame all'università, che è anche andato bene (se non sbaglio ho preso 28). Mi sono resa conto allora di essere molto più capace di ciò che credevo e di ciò che la mia prof delle superiori pensava. Ma l'inglese mi fa inevitabilmente pensare alle sensazioni vissute quando mi sentivo incapace, quando la prof mi trattava da demente perché non riuscivo a parlarlo. E dunque lo evito.

schi
Messaggi: 22
Iscritto il: gio dic 27, 2012 11:03 am

Re: Sono dislessica? Datemi un parere

Messaggio da schi » sab giu 11, 2016 4:24 pm

Cara Mary23 io purtroppo posso darti solo un appoggio morale perché più o meno ho gli stessi tuoi problemi e non sono riuscita a risolverli!! Anche io ho problemi ad esprimermi in particolare, studiando all'università una materia molto tecnica, ho perso le proprietà di linguaggio. Spesso quando faccio un discorso, esattamente come dicevi te, mi blocco o perché commetto errori o perché non mi viene in mente la parola opportuna per esprimere un determinato concetto. Ormai mi conosco e diciamo che ho più o meno accettato la situazione anche si a volte studiando o parlando con altre persone mi sento un po' "incapace" ed "inferiore".
Comunque per quanto riguarda il tuo problema con l'inglese, penso sia più che altro psicologico in quanto ti fa tornare in mente situazioni spiacevoli passate. Il mio consiglio è quindi di riprovare a cimentarti con questa lingua (anche perché, diciamolo, oggi giorno è indispensabile) cercando di essere positiva e di non abbatterti difronte alle inevitabili difficoltà! Tranquilla tutti ne abbiamo: io per esempio ho enormi difficoltà con l'inglese scritto, sono un'analfabeta!! lo parlo abbastanza fluentemente ma con lo spelling faccio a cazzotti!! =D

Mary23
Messaggi: 12
Iscritto il: lun giu 06, 2016 3:26 pm

Re: Sono dislessica? Datemi un parere

Messaggio da Mary23 » sab giu 11, 2016 11:31 pm

schi ha scritto:Cara Mary23 io purtroppo posso darti solo un appoggio morale perché più o meno ho gli stessi tuoi problemi e non sono riuscita a risolverli!! Anche io ho problemi ad esprimermi in particolare, studiando all'università una materia molto tecnica, ho perso le proprietà di linguaggio. Spesso quando faccio un discorso, esattamente come dicevi te, mi blocco o perché commetto errori o perché non mi viene in mente la parola opportuna per esprimere un determinato concetto. Ormai mi conosco e diciamo che ho più o meno accettato la situazione anche si a volte studiando o parlando con altre persone mi sento un po' "incapace" ed "inferiore".
Comunque per quanto riguarda il tuo problema con l'inglese, penso sia più che altro psicologico in quanto ti fa tornare in mente situazioni spiacevoli passate. Il mio consiglio è quindi di riprovare a cimentarti con questa lingua (anche perché, diciamolo, oggi giorno è indispensabile) cercando di essere positiva e di non abbatterti difronte alle inevitabili difficoltà! Tranquilla tutti ne abbiamo: io per esempio ho enormi difficoltà con l'inglese scritto, sono un'analfabeta!! lo parlo abbastanza fluentemente ma con lo spelling faccio a cazzotti!! =D
Ahahah :lol: io faccio fatica già con lo spelling in italiano...figuriamoci con quello in inglese. Ho un nome parecchio lungo (in tutto formato da 15 lettere) e ricordo che alle elementari, quando la maestra ci insegnò a fare lo spelling in inglese, ci chiese di farlo con il nostro nome :lol: e io non riuscivo mai, perché il problema esisteva anche in italiano! Io comunque so di non essere proprio pessima in inglese (mi sono dovuta adattare alle superiori poiché tutti i miei compagni di classe erano molto bravi e mi sono impegnata moltissimo per riuscire a fare meglio) ma sto facendo i conti con le conseguenze dell'aver avuto una insegnante che mi aveva etichettata e che non apprezzava i miei sforzi; il voto più alto che mi abbia mai dato all'orale è stato 7 per un'interrogazione praticamente perfetta...ma lei oramai pensava che io più di 7 non valessi e non riuscì a premiarmi nemmeno quella volta. In un certo senso mi sono rispecchiata nel modo in cui lei mi vedeva e ho implicitamente registrato di non essere brava con questa lingua. Mi ha stupita tanto il 28 all'università, mi ha fatta in un certo senso ricredere. Ora è solo il fatto che mentalmente mi affatica l'inglese, così come i calcoli a mente, così come il dover fare discorsi lunghi alle persone...e se posso evito di fare tutte queste cose.
Grazie comunque per le tue parole, mi aiutano a sentirmi meno sola, a prescindere che io possa essere dislessica o no!

gigiharly
Messaggi: 5
Iscritto il: lun nov 10, 2014 9:40 pm

Re: Sono dislessica? Datemi un parere

Messaggio da gigiharly » gio dic 08, 2016 12:05 am

Ciao Mary.
Io ho 58 anni se Leggi la mia storia ti renderai conto come già detto che siamo tutti diversi pur avendo lo stesso problema in modo diverso. Scusa il giro di parole.
Io per esigenze di lavoro sto studiando l'inglese e ti capisco . Ripeto leggi e ti fari una idea di cosa di positivo hai ed avrai.
Certo inutile divagare problemi ci sono ma... abbiamo una grande caparbietà e visione diversa.
Io dopo un stop di un anno sto riprendendo a studiare , Mary potrei essere tuo papà. Ma ho trovato una insegnante che con pazienza mi sto seguendo conoscendo il mio limite.
I piccoli progressi che la mia mente fa, mi incoraggia e mi da soddisfazione . E' tanta fatica tanta ... tanta.
ma sii determinata. Non ridere che a volte pure io ... le sottrazioni sono tentato di farle con le dita.
Ma sono certo che hai una sensibilità un anima in grado di leggere ciò che gli altri non leggono.
Hai una scrittura ed una esposizione devo dire perfetta.Una qualità dunque.
E che diamine sono arrivato a 58 anni cercando di sfruttare ciò che un dislessico impara a ragionare con diversità tanto da farne un punto di forza.
E' vero è dura ma con il metodo giusto con un insegnate giusto vedrai che l'Inglese ti piacerà.
La mia insegnate mi ha detto che sto imparando l'inglese attraverso il suono della parola credo che associo determinate frasi parole ad un suono che mi rimane in mente. quindi vedi con la Nostra mente trova risorse diverse.
Almeno questo è quello che succede a me. Forza cerca un insegnate parla del tuo problema e fate un piano di studio. Con la mia ci abbiamo messo uno a capire cosa mi serviva ed ora si sta procedendo si con mia lentezza forse ci riuscirò fra 2 anni ma diamine proviamoci.
Auguri Mary

piccia
Messaggi: 3
Iscritto il: ven gen 13, 2017 6:28 pm

Re: Sono dislessica? Datemi un parere

Messaggio da piccia » ven gen 13, 2017 6:35 pm

Buona sera a tutti è il mio primo giorno nel forum ho dei ragazzi con dsa.

Rispondi