ciao mi presento

Scrivete qui i vostri primi messaggi se volete presentarvi e sieti nuovi

Moderatore: Moderatori

Avatar utente
ti
Messaggi: 591
Iscritto il: gio feb 17, 2005 11:53 am
Località: Sanluri (MD)
Contatta:

ciao mi presento

Messaggio da ti »

sono tiziana, mamma di una ragazza di 17 anni, che sono sempre più convinta sia dislessica. Dapprima lo pensavo senza sapere con precisione cosa la dislessia fosse, ma ora che ho letto un pò di cose sul sito e sul forum, penso proprio sia così. Mi sono decisa a documentarmi meglio dopo l'ennesima scena di pianto diffronte a 2 pagg. di libro da leggere. Già... leggere, una condanna per mia figlia, che dice di non riuscire a capire ciò che legge (a dire il vero a volte nemmeno io la capisco,visto che inventa le parole), deve leggere anche 10 volte un paragrafo prima di capirne e ricordarne il contenuto, ma lo apprende in un attimo se io glielo espongo con parole semplici. E poi il mal di testa, le arriva puntuale ogni volta che studia, e gli occhiali per l'ipermetropia non hanno risolto nulla. E poi studia solo su appunti che le preparo io, sempre con lo stesso carattere e senza nessuna figura e rigorosamente stampati. E le parole nuove che incubo, e le doppie? Vogliamo parlare delle doppie? Si mettono dove capitano, in ordine sparso, e gli articoli spariscono dalle frasi, tanto non servono, e perchè scrivere CIAO quando è molto meglio CAIO? Vorrei tanto sapere cosa fare per aiutarla, a parte quello che già faccio e soprattutto a chi rivolgermi per fare una diagnosi precisa delle sue difficoltà, noi siamo sarde, abitiamo in provincia di Cagliari. Grazie a chiunque vorrà aiutarci. :?
Ely
Messaggi: 15
Iscritto il: lun dic 27, 2004 10:06 am

Messaggio da Ely »

Ciao Tiziana,
io non ho titoli per dirti se tua figlia e dislessica (a parte il fatto di esserlo io) però il tipo di difficoltà nell'apprendere quello che legge lo fa pensare.

Tutto il lavoro di aiuto che fai tu è grandioso, infatti anch'io per capire quello che studiavo facevo prima un riassunto scritto e studiavo su quello.

Ti prego di raccomandarle di prendere le cose con calma (tanto ad arrabbiarsi e piangere si fa solo fatica in più e viene l'ansia), di non piangere su 2 pagine da leggere ma di provare ad immaginarle come se stesse guardando un libro illustrato.

Ciao

Ely
Ely
Avatar utente
ti
Messaggi: 591
Iscritto il: gio feb 17, 2005 11:53 am
Località: Sanluri (MD)
Contatta:

grazie Ely

Messaggio da ti »

più vi leggo e più ritrovo le sue difficoltà, quando aveva 5 anni, gli altri bambini scrivevano il loro nome, lei no... non riusciva a ricopiarlo e completare i normali libri con figure e scritte era per lei motivo di stress. In prima elementare è iniziato il suo calvario, comporre frasi con le letterine mobili, scrivere parole con 3 stili diversi: corsivo, stampato maiuscolo e stampato minuscolo... passavo interi pomeriggi a mangiarmi le mani, ma lei non capiva quello che per me era ovvio. Eppure mi ripetevo che non era stupida, anzi, era fantasiosa e vivace, molto acuta e osservatrice. Ma diffronte ai compiti... Non ha mai potuto praticare uno sport, perchè il pomeriggio e la sera le servivano per i compiti, e spesso alle 21.30 le veniva anche un pò di febbre da stress. Però non è mai andata a scuola senza fare un compito. Ricordo ancora la scoperta dell'America studiata sino alle 23.30 io lei e il papà, a turno si ripeteva, sino a quando l'ha imparata. L'indomani compito di storia scritto, consegnato in bianco:<< mamma io la domanda della maestra non l'ho capita era scritta strana>> da allora le ho consigliato di scrivere tutto quello che sa, anche se non capisce la domanda, almeno dimostra di aver studiato. ora è in 3 superiore, istituto d'arte, un genio in disegno e manipolazione (ceramica, sculture), ma con grandi difficoltà negli scritti, buoni risultati agli orali... La guerra è con l'insegnante di lettere, che la obbliga a scrivere in corsivo e lei non riesce, tanto che dopo un pò non riesce a rileggere ciò che ha scritto. Il problema principale sono gli errori con le doppie e le frasi mal organizzate, le ripetizioni, l'omissione di porzioni di parola, insomma un disastro. i suoi compiti a scuola arrivano al 4 o al 5, ma se è un compito a casa, che scrive sul computer e corregge e poi ricopia... arriva al 6,5. l'altra croce è la matematica, il calcolo rapido, diffronte ad una richiesta di calcolo rapido sbarra gli occhi e si perde e poi mi dice.... dai uff, dimmelo tu. Il prof non riesce a capire perchè scrive - e poi fa un'addizione... insomma io mi sento quasi colpevole per non aver cercato prima una soluzione. in tutti questi anni le ho sempre ripetuto: non sei diversa dagli altri, se loro ce la fanno puoi farcela anche tu e così ho preteso da lei sempre il massimo, ovviamente aiutandola se ne aveva bisogno. ogni anno ripetizioni di matematica, e di chimica e il mio supporto in tutto ciò che è lo studio a casa, ma se le dico che ha ricevuto una lettera, lei mi risponde:<< dai dimmelo tu cosa c'è scritto>>. Voi dove vi siete rivolti per avere una diagnosi? che trafila devo fare?. cavoli mi sa che ho scritto un romanzo, perdono ma non ho mai parlato con nessuno di questa cosa. baci tiziana
Avatar utente
mostrillo
Messaggi: 262
Iscritto il: ven ott 01, 2004 1:06 pm
Località: rivoli (to)

di dove sei??

Messaggio da mostrillo »

Dicci dove abiti e cosi' qualcuno di noi ti puo' aiutare.
ciao,
claudia
catia
Messaggi: 4
Iscritto il: lun feb 14, 2005 4:09 pm
Località: roma

ciao

Messaggio da catia »

ciao , ho letto il tuo messaggio e mi sembra di rivedere la mia situazione anche se mia figlia ha 12 anni. le difficoltà che incontro sono soprattutto nel farmi comprendere dagli insegnanti. io devo ancora trovare la strada, ma per ora la NPI mi cdice che ci sono possibilità per bambini ma non per adolescenti, ma io non vorrei fermarmi di fronte ad un parere. è difficile da soli capire , forse l'unione fa la forza, per questo credo che scambiando esperienze si possa trovare una soluzione. ciao a presto catia
Avatar utente
ti
Messaggi: 591
Iscritto il: gio feb 17, 2005 11:53 am
Località: Sanluri (MD)
Contatta:

per mostrillo

Messaggio da ti »

Sono sarda, abito in un paese in provincia di Cagliari, e vi dico solo che quando ho detto all'insegnante di lettere di mia figlia, che i suoi ORRORI in italiano scritto, dipendevano da una presunta dislessia, mi sono sentita rispondere: <<anche Francesco (compagno down di mia figlia), è dislessico, ma hanno risolto mettendo gli occhiali!>>
STUNK!!! è convinta che la dislessia sia un disturbo della vista come la miopia o l'ipermetropia. E' per questo che vorrei sottopporre mia figlia a degli accertamenti, se non altro per poter avere poi i titoli in mano perchè a scuola si possano pretendere quelli che sono i suoi diritti. Per l'aiuto a casa farò come ho sempre fatto: continuerò a studiare con lei, un pò di cultura in più non mi farà male no!?
Non voglio le succeda mai più quello che le è successo in seconda l'altr'anno quando è stata bocciata, e per reazione ha avuto una tale depressione... vi dico solo che in una settimana ha buttato giù 5 KG su un peso già ridicolo di 44 kg, e che ha cominciato a svenire, ad avere sbalzi di pressione, insomma un incubo. Grazie cmq delle vs parole, almeno comincio a capirci qualche cosa. Baci a tutti Tiziana :D
Avatar utente
gloria
Messaggi: 2273
Iscritto il: ven ott 01, 2004 1:02 am
Località: Roma e Viareggio

Messaggio da gloria »

Benvenuta Tiziana :P

questo è il link del sito nazionale dell'Associazione Italiana Dislessia, con i riferimenti del delegato di Cagliari:

http://www.dislessia.it/sezioni/cagliari.htm

Ti consiglio di rivolgerti a lui (Prof. Masala) per chiedere dove poter fare la diagnosi. Fortunatamente negli ultimi tempi qualcosa si sta muovendo e abbiamo qualche strumento in piu' per tutelare i nostri figli a scuola.
Guarda per esempio questo articolo nel forum

http://www.dislessia.org/forum/viewtopic.php?t=111

Il lavoro che hai fatto fino ad ora con tua figlia è già moltissimo =clap

ciao a presto,
gloria
[forum admin]
Avatar utente
ti
Messaggi: 591
Iscritto il: gio feb 17, 2005 11:53 am
Località: Sanluri (MD)
Contatta:

grazie gloria

Messaggio da ti »

Che bella foto Gloria, hai un sorriso rassicurante, grazie per le tue indicazioni, ho chiamato subito, una signora mi ha risposto che probabilmente il dr Masala sarà presente solo nel pomeriggio, ora vado dal medico di famiglia e vedo che mi dice. Mercoledì ci saranno i colloqui, e non voglio arrivarci impreparata... Anche se la situazione non credo sia brutta. Voglio solo chiarire all'insegnante di lettere che non può fare come ha fatto sabato, quando ha obbligato Samuela (così si chiama mia figlia) a leggere ad alta voce, e lei non riuscendo a rileggere i compiti regolarmente svolti, ha chiesto di smettere, ma si è sentita urlare che non era concepibile che un'alunna delle superiori si rifiutasse di leggere, spingendola così all'ennesima crisi di pianto in classe...
:( baci a tutti
Tiziana
Avatar utente
gloria
Messaggi: 2273
Iscritto il: ven ott 01, 2004 1:02 am
Località: Roma e Viareggio

Re: grazie gloria

Messaggio da gloria »

ti ha scritto:...ha obbligato Samuela (così si chiama mia figlia) a leggere ad alta voce, e lei non riuscendo a rileggere i compiti regolarmente svolti, ha chiesto di smettere, ma si è sentita urlare che non era concepibile che un'alunna delle superiori si rifiutasse di leggere, spingendola così all'ennesima crisi di pianto in classe...
:( baci a tutti
Tiziana
:^^ certi insegnanti bisognerebbe :8 ...con tutto il rispetto per gli altri :wink:
Avatar utente
titta
Messaggi: 560
Iscritto il: sab ott 02, 2004 2:53 pm
Località: Milano-provincia

Messaggio da titta »

Mio figlio, disgrafico, prima liceo, scrive solo in stampatello maiuscolo.

Sabato un'insegnante gli ha detto che deve necessariamente imparare a scrivere in corsivo altrimenti non potrà mai fare l'esame di stato!!!!!!!!!!!
Ovvero:/p
Margherita
Avatar utente
ti
Messaggi: 591
Iscritto il: gio feb 17, 2005 11:53 am
Località: Sanluri (MD)
Contatta:

dubbi e paure

Messaggio da ti »

il 07/03 Samuela farà un incontro presso la sede di Cagliari, la Dssa Petretto mi ha detto di portare i suoi quaderni e disegni, e nel caso anche gli scritti al computer. Il medico di famiglia ieri mi ha rimproverata di non aver mai accennato ai miei sospetti, che ormai era tardi e non si poteva più fare nulla. Mi ha messo l'angoscia addosso, e se fossero tutte mie fantasie? Ieri notte abbiamo ripreso i quaderni della seconda elementare, non c'è una parola che non sia stata cancellata e corretta almeno una volta... e la maestra metteva BENISSIMO, BRAVISSIMA, BRAVA e via così, Come faceva a mettere tutti quei bei voti? e poi sulla scheda scrivevano sempre che aveva le capacità per dare tanto ma non si impegnava abbastanza e soprattutto in modo continuo. Uff, non devo mollare, meglio fare una verifica in più che una in meno.
Grazie a tutte per la solidarietà

Tiziana
Avatar utente
gloria
Messaggi: 2273
Iscritto il: ven ott 01, 2004 1:02 am
Località: Roma e Viareggio

Messaggio da gloria »

..questa storia del BRAVISSIMA non mi è nuova :!: ...guarda un mio post recente di risposta a Patrizia Anzellotti
http://www.dislessia.org/forum/viewtopi ... ight=#1223

comunque stai serena, non è vero che è tardi....il medico deve aver fatto un corso di aggiornamento su "come far sentire una madre in colpa anche se non ha fatto niente di male" :OO

ciao,
gloria
Avatar utente
ti
Messaggi: 591
Iscritto il: gio feb 17, 2005 11:53 am
Località: Sanluri (MD)
Contatta:

e anche i colloqui sono andati...

Messaggio da ti »

non sono andati così male, ma già lo sapevo, una sola insufficienza in matematica : 4 orale e 4 scritto!!! Inutile spiegare al prof che Samu scrive indifferentemente il segno + o il segno -...
La professoressa di Storia dell'arte (con la quale ha 7) mi ha detto che non è possibile che sia dislessica, che è solo distratta e svogliata e mi USa per studiare. Samu ha ingoiato un boccone e poi le ha detto: no prof, io non riesco a capire quello che leggo, e poi dimentico subito quello che studio... E la prof di nuovo: si ma perchè sei distratta, devi concentrarti meglio: fai gli esercizi di concentrazione!
Il 7/03 avremo la risposta giusta: distratta e furba o dislessica?
Certo che se lei fosse davvero una furbetta... io sarei proprio una cretina eh! Quello che so è che non mi ha mai dato problemi, ha una maturità superiore alla sua età, si annoia con molti coetanei, li trova vuoti e superficiali, trascorre il suo tempo libero a lavorare la ceramica o a fare ritratti, ha un ragazzo in modo continuativo da agosto 2003. Che dovrei pensare? A me non sembra un'imbrogliona, persino sulla scuola non mi ha mai imbrogliata, se non vuole andare o se esce prima mi avvisa...
Saluti Tiziana
Avatar utente
elenanardoni
Messaggi: 50
Iscritto il: ven mar 04, 2005 11:02 am
Località: foligno
Contatta:

Messaggio da elenanardoni »

SALVE SONO UNA DISLESSICA MAMMA DI UNA DISLESSICA sembra una battuta, ma purtroppo e tuttto vero . mia figlia fatto con fatica la scuola superiore ,Geometri ,ma ora e all'università dove studia finalmente le cose che le piacciono, il Restauro.
Io l'ho aiutata molto nella sua vita scolastica, e ancora la aiuto sai come ?
le leggo i testi che deve studiare su delle cassette,che lei ascolta leggendo il testo e facendo normalmente i suoi appunti.
La aiuto solamente a velocizzare la sua lettura e a lasciare libero il canale dell' apprendimento,con questo metodo che ci siamo studiate insieme, sta avendo risultati eccellenti.
CIAO ELENA
Avatar utente
ti
Messaggi: 591
Iscritto il: gio feb 17, 2005 11:53 am
Località: Sanluri (MD)
Contatta:

mal comune... mezzo gaudio

Messaggio da ti »

Io credo che il dislessico da cui ha preso a casa, sia il papà, mio marito ha una memoria che fa acqua da tutte le parti, legge a livello elementare, senza intonazione e sillabando, conta sulle dita delle mani. Con mia figlia preferisco farle degli appunti su cui studia, è più autonoma così. Se leggo io non riesce a seguire e ne approffitta per farsi aiutare ancora di più... Le faccio appunti in un linguaggio semplice e ci studia su da sola, se poi non riesce a capire qualcosa mi chiede aiuto. Ha problemi con la matematica, con la geografia astronomica perchè deve distinguere emisfero boreale e australe, corpi che si spostano verso destra o verso sinistra, distinguere e ricordare equinozi e solstizi... insomma mandare giù a memoria nozioni che per lei non hanno significato: nord, sud, salire, scendere. Far coincidere un numero con un mese, mettere in ordine le stagioni... capisci? Io non avevo bisogno di una diagnosi, ma per la sua prof di geografia, che mi dice che la trova lenta... che crede che si applichi poco, e non sa quanto piange diffronte al libro... credo sia indispensabile. Credo che ogni mamma alla fine trovi un modo adatto su misura per il proprio figlio, perchè solo noi vediamo cosa li stimola e cosa li spegne. Mi sa che abbiamo tutte bisogno di un in bocca la lupo di incoraggiamento.
Un abbraccio
Tiziana
Rispondi