Pagina 1 di 2

presentazione maia: scuola

Inviato: dom set 25, 2011 10:56 pm
da maia
ciao a tutti,sono mamma di un bimb di 8 anni certificato dislessico,disgrafico,discalculico.la maestra di mio figlio gli permette di usare la tavola pitagorica ma nn la calcolatrice perche secondo lei se la usa si impigrisce.perche si continua a pensare a svogliatezza e pigrizia?

Re: scuola

Inviato: lun set 26, 2011 8:47 am
da time
Benvenuta maia!!!! :P
La vera domanda che ci dovremmo porre è "ma perchè ci sono ancora persone così ignoranti che hanno il ruolo di insegnanti dei nostri figli?" :evil:
Sugli annali della pubblica istruzione si legge:
Annali della pubblica istruzione 2/2010
STRUMENTI COMPENSATIVI
Fanno parte dell’abilitazione. Consentono di eseguire in modo rapido ed efficiente
sequenze ripetitive ostacolate dal deficit funzionale. Di solito sono realizzate
con il supporto di strumenti informatici che gestiscono programmi
specifici (calcolatrice, sintesi vocale). Sulla base della diagnosi, della presa in carico
e del progetto riabilitativo si deciderà quando e come usare gli strumenti
compensativi.
L’orientamento più condiviso prevede che gli strumenti compensativi vengano
introdotti parallelamente alla riabilitazione e non quando si giudica terminata
la possibilità di rieducazione.
Gli strumenti compensativi sono importanti per la qualità della vita del dislessico
e per le sue possibilità di successo formativo. Sono strumenti che favoriscono
l’aumento delle performance (vedi ICF-CY).

sulle linee guida legge 170/2010
per il dirittoallo studio degli alunni e studenti con dsa si legge:
1.3 La discalculia
La discalculia riguarda l’abilità di calcolo, sia nella componente dell’organizzazione della
cognizione numerica (intelligenza numerica basale), sia in quella delle procedure esecutive e del
calcolo.
Nel primo ambito, la discalculia interviene sugli elementi basali dell’abilità numerica: il
subitizing (o riconoscimento immediato di piccole quantità), i meccanismi di quantificazione, la
seriazione, la comparazione, le strategie di composizione e scomposizione di quantità, le strategie di
calcolo a mente.
Nell’ambito procedurale, invece, la discalculia rende difficoltose le procedure esecutive per lo
più implicate nel calcolo scritto: la lettura e scrittura dei numeri, l’incolonnamento, il recupero dei
fatti numerici e gli algoritmi del calcolo scritto vero e proprio.(......)
poi...
Gli strumenti compensativi sono strumenti didattici e tecnologici che sostituiscono o facilitano
la prestazione richiesta nell’abilità deficitaria.
Fra i più noti indichiamo:
· la sintesi vocale, che trasforma un compito di lettura in un compito di ascolto;
· il registratore, che consente all’alunno o allo studente di non scrivere gli appunti della
lezione;
· i programmi di video scrittura con correttore ortografico, che permettono la produzione di
testi sufficientemente corretti senza l’affaticamento della rilettura e della contestuale
correzione degli errori;
· la calcolatrice, che facilita le operazioni di calcolo;
· altri strumenti tecnologicamente meno evoluti quali tabelle, formulari, mappe concettuali,
etc.
Tali strumenti sollevano l’alunno o lo studente con DSA da una prestazione resa difficoltosa
dal disturbo, senza peraltro facilitargli il compito dal punto di vista cognitivo. L’utilizzo di tali
strumenti non è immediato e i docenti - anche sulla base delle indicazioni del referente di istituto -
avranno cura di sostenerne l’uso da parte di alunni e studenti con DSA.
Come puoi vedere c'è la legge dalla nostra parte! :lol:
Quindi tu pretendi che venga rispettata :P :P :P
scaricati il materiale(leggi e decreti vari) dal forum (o trascriviti le parti che ti interessano) e vai a parlare gentilmente con la maestra faccendole vedere i punti a favore per la calcolatrice che hai "trovato"...... 8)
Siamo ancora all'inizio del cambiamento per poterlo velocizzare ci conviene metterci all'opera anche noi genitori.....che fatica!!!
=kisses a presto!

Re: presentazione maia: scuola

Inviato: lun set 26, 2011 11:09 am
da Africa
benvenuta maia!

Re: presentazione maia: scuola

Inviato: lun set 26, 2011 9:24 pm
da paolap.
ciao maia, benvenuta!

Re: presentazione maia: scuola

Inviato: lun set 26, 2011 9:51 pm
da Pipo
Bravissima time! In presenza di diagnosi di discalculia, la risposta è esattissima, 10 e lode!

Ciao, Pipo.

Re: presentazione maia: scuola

Inviato: mar set 27, 2011 9:13 am
da time
Pipo grazie a te! In questo periodo sono particolarmente ispirata.....
=kisses

Re: presentazione maia: scuola

Inviato: mar set 27, 2011 10:14 am
da maia
grazie mille per le risposte molto dettagliate.
ma secondo voi è giusto continuare ad usare la tavola pitagorica anzichè la calcolatrice?considerando la dispersione di tempo e gli errori per dimenticanza spesso del riporto?e nei problemi dove gia è difficile capire l operazione giusta da fare e per capire bisogna rappresentare la situazione,anche li secondo voi nn va usata?e poi ,la maestra mi ha detto che se ha bisogno lo aiuta lei...ok..ma lui è da lla prima elem(ora è in 4) che chiede aiuto alle varie maestre,l a sua autonomia e il suo capire che puo farcela,che è bravo e puo sicuramente riuscire staccandosi un pochino alla volta dalla figura adulta ,tutto questo dove lo mettiamo?scusate dello sfogo ma sono arr..

Re: presentazione maia: scuola

Inviato: mar set 27, 2011 3:48 pm
da Stellamarina65
Ciao a tutti noi:


Ciao maia..............

Credo che tutto quello che i nostri amici del forum sia esatto....................................................



MA
Nel nostro......caso.....
Il mio Davide 9 anni 5°primaria...................difficoltà in matematica ( valore unità, decine, centinaia ecc...+ riporto, moltiplicazioni, divisioni, addizioni. sottrazioni. colonnare i numeri).......io per il momento non gli permetto di usare la calcolatrice, usa la tavola pitagorica, e per svolgere operazioni, anche durante un problema usa degli schemi già prestampati.......nello svolgimento a casa con questi schemi meno errori.... a scuola un caos totale, mi spavento alla grande.......è chiaro che non è seguito (per il momento)......ma come dice il mio bambino........(Mamma ..... abbi pazienza...la scuola è iniziata da pochi giorni....dai il tempo alle maestre di organizzarsi )..........

Il tempo per organizzarsi stà per scadere......... loro ancora non lo sanno........

Re: presentazione maia: scuola

Inviato: sab ott 01, 2011 9:42 am
da nadia72
[quote="maia"]grazie mille per le risposte molto dettagliate.
ma secondo voi è giusto......


Ciao Maia

la parola utilizzata è fondamentale...giusto...è giusto ciò che a tuo figlio serve!! La mia usa sempre la calcolatrice, la aiuta facendole recuperare tempo prezioso da dedicare allo svolgimento cognitivo del compito assegnato qualunque esso sia, tra l'altro la sua facile affaticabilità rende questo(e altri strumenti) indispensabili. Questa almeno è la nostra esperienza.
Ho smesso di chiedermi cosa diranno/penseranno/faranno le insegnanti o chi per loro, io cerco di perseguire il concetto di giustizia così come indicato nel video sulla dislessia "non può esserte così difficile"(guardalo se puoi ti aiuterà) la giustizia non è dare a tutti le stesse cose ma dare a ciscuno ciò di cui ciascuno necessita.

Un abbraccio.
Nadia

Re: presentazione maia: scuola

Inviato: sab ott 01, 2011 10:35 am
da time
ciao se ti serve l'indirizzo esatto del video eccolo qua http://www.youtube.com/watch?v=a4TEqD7Zyew buona visione è veramente d'ispirazione....vedrai

Re: presentazione maia: scuola

Inviato: lun ott 03, 2011 12:31 pm
da maia
grazie mille nadia e time delle info date.venerdi è arrivato con voto 8 sulle tabelline.ovviamente ha usatola tavula pitagorica e la maestra gli ha scritto sopra al voto i minuti che gli sono serviti.15 tab in 15 minuti. io nn so bene cosa voleva farmi capire la maestra , con la quale giorni prima avevo parlato della calcolatrice ma senza risult positivi....si impigrirebbe....!!!!!!!!!!!

Re: presentazione maia: scuola

Inviato: lun ott 03, 2011 12:48 pm
da JEANAL
:-o Ciao maia,
sono Erika e sono nuova del forum.
Mi spiace che tu abbia incontrato una maestra che del nome maestra ha ben poco.
Purtroppo ormai le persone che insegnano con passione e che capiscono che i bambini che hanno di fronte sono il nostro futuro, e che bisogna stimolarli, incoraggiarli sono davvero poche.
Per molti purtroppo conta solo lo stipendio di fine mese.
Mi spiace essere così negativa ma la scuola purtroppo mi ha molto delusa.
Mia figlia ha faticato dall'età di 6 anni e solo ora che ne ha 11 e una mamma che voleva capire il perchè di
certe fragilità ha avuto una diagnosi. Nessuno dalle elementari alle medie si è mai posto il problema.
Le maestre delle elementari sono state molto mamme, l'hanno sempre protetta,
dicevano che era immatura perchè nata il 27/12 e la elogiavano per il moltissimo impegno.
In prima media purtroppo è stata dura. Si chiedeva più studio,più compiti, più impegno e lei purtroppo tutto non riusciva a fare, spero solo che ora che abbiamo una diagnosi di trovare di fronte Persone con la P maiuscola e che la strada per Jessica ora sia solo in salita.
La diagnosi mi è arrivata oggi. A scuola devo ancora portarla speriamo bene.
In bocca al lupo maia e lotta sempre per tuo figlio.
Baci Erika

Re: presentazione maia: scuola

Inviato: mer ott 05, 2011 11:53 am
da maia
grazie jeanal ,hai completamente ragione,bisogna lottare ed io l ho fatto ma ora voglio per un pochino (finche vedo che mio figlio è comunq tranquillo)stare a guardare per capire la strada migliore da seguire.ma stare a guardare nn vuol dire lasciar correre ...in bocca al lupo x la presentazione dela diagnosi,io ho dovuto farmi del nervoso anche x quel passaggio:l avevo presentata in segreteria e dopo 2 settimane dall inizio della scuola nn si erano nemmeno degnati di informare le maestre !!!!!!!!

Re: presentazione maia: scuola

Inviato: mer ott 05, 2011 2:23 pm
da JEANAL
Ciao maia,
ieri ho consegnato la relazione a scuola, essendo una diagnosi privata devo farla ancora timbrare dall'asl dove ho appuntamento il 21/10, ma ieri ho deciso di portare lo stesso la relazione e vedere cosa diceva la coordinatrice della classe di Jessica.
Non so se ci crederete ma oggi Jessica è tornata con degli schemi di grammatica che la prof. di italiano le ha preparato, la prof. di matematica invece le ha già consentito l'uso della calcolatrice e della tavola pitagorica.
Sono strafelice, e anche Jessica che ha trovato molta attenzione.
Credo di essere stata molto fortunata.
Ciao e in bocca al lupo.
Erika

Re: presentazione maia: scuola

Inviato: gio ott 06, 2011 8:33 am
da mother
Ciao Maia a me è andata molto peggio!! Pietro 12 anni fraquenta la 3 media e io ho portato la certificazione prima agli insegnanti che continuano a sostenere che è un bambino "svogliato" poi l'ho portata in presidenza. Risposta? niente ancora..... compiti a casa eccessivi.... e strumenti non ancora attivati! ma non mi arrendo! prima della fine di questo mese Pietro deve essere messo in condizioni di poter studiare!!!! Elmeno spero! ( vista l'ingnoranza generale che ci circonda) :?: :!: