mi presento

Scrivete qui i vostri primi messaggi se volete presentarvi e sieti nuovi

Moderatore: Moderatori

Rispondi
natiber
Messaggi: 7
Iscritto il: gio ott 27, 2011 8:59 am

mi presento

Messaggio da natiber »

non sono molto esperta di forum infatti credevo di aver inviato già un messaggio ma così non è boh!
Sono la mamma di una bimba di 11 la quale non ha una vera diagnosi di dislessia ma presenta diversi sintomi (inverte i numeri, a volte le lettere, non legge le parole giuste soprattutto il finale) inoltre è un pò impacciata nei movimenti e tutto questo la rende nervosa e insicura. Fa fatica nello studio tanto che pur essendo in prima media devo stare con lei. Ho anche un ragazzo grande al quale è stata diagnosticata una leggera dislessia in età avanzata e pur essendosi diplomato con ottimi voti ora che è entrato nel mondo del lavoro non riesce a mettere in pratica le strategie che ormai aveva adottato nello studio ( inverte i numeri) e il datore pensa che questa sia distrazione per non amore al lavoro. Cambiare lavoro penso che sia una sconfitta su tutti i fronti. ma che fare? Sono un pò avvilita perchè incapace a stare difronte alle problematiche, non mi parte neanche il messaggio, sono proprio tonta!!!!!!!!!
Ciao a tutti!
Lele65
Messaggi: 315
Iscritto il: gio giu 09, 2011 1:10 am
Scuola: 4^ elementare
Località: Milano
Contatta:

Re: mi presento

Messaggio da Lele65 »

Ciao natiber, benvenuta e in bocca al lupo per i tuoi figli. Dal poco che scrivi, capisco la tua preoccupazione per il lavoro di tuo figlio grande, immagino la tua paura che le cose non vadano per il verso giusto, ti auguro che le cose si sistemino.
Ma credo anche sia lui a dover trovare il modo per affrontare al meglio il lavoro, è un cambiamento importante e forse avrà bisogno di un po' di tempo per adattarsi all'ambiente. Non considererei una sconfitta l'eventuale cambio di lavoro.

Nel forum ci sono anche molti dislessici adulti che hanno successo nel mondo del lavoro, credo che potrai grande conforto leggendo le loro storie.

Un abbraccio.
maddalena66
Messaggi: 237
Iscritto il: gio dic 09, 2010 11:30 pm
Scuola: figlio 1^media
Località: Ciampino

Re: mi presento

Messaggio da maddalena66 »

Ciao Benvenuta :P
non sei così imbranata......vedi che il messaggio è arrivato :wink:
Ti volevo chiedere come mai dici
natiber ha scritto:Sono la mamma di una bimba di 11 la quale non ha una vera diagnosi di dislessia ma presenta diversi sintomi
non hai fatto fare una diagnosi?
quindi come fà a scuola? i prof. cosa dicono?

Maddalena
natiber
Messaggi: 7
Iscritto il: gio ott 27, 2011 8:59 am

Re: mi presento

Messaggio da natiber »

Fra la seconda e la terza elementare mi sono attivata in autonomia ma la psicologa del centro mi ha fatto nera perchè non approvava che le mamme si attivassero senza parere delle maestre. A quel punto ho atteso che la maestra mi facesse notare qualcosa ma il rapporto fra mia figlia e la maestra in quel momento non era idilliaco la maestra non sopportava certi atteggiamenti di chiusura della bambina anche se cercavo di farle notare che la bambina si comportava così quando si sentiva giudicata. La maestra è cambiata e quella nuova era più accondiscendente ma poco preparata. Poi alla fine della quinta mi sono rivolta sempre in autonomia al dott. crispiani il quale pur notando certe difficoltà mi ha suggerito di non avvisare la scuola ma di farlo solo andando avanti se la bambina avesse avuto grosse difficoltà. Le difficoltà ci sono soprattutto nello studio, nell'organizzazione, nella comprensione dei problemi io leggo le materie e le faccio dei riassunti. Sono difficoltà grosse ? Non lo so. Però sono difficoltà. Non so neanche se quel che faccio vada bene.
Un caro saluto
maddalena66
Messaggi: 237
Iscritto il: gio dic 09, 2010 11:30 pm
Scuola: figlio 1^media
Località: Ciampino

Re: mi presento

Messaggio da maddalena66 »

Ciao Natiber, :P
in effetti il consiglio del dott. Crispiani (cosè neuorpsichiatra?) non è chiaro...ma ha fatto una valutazione DSA? perchè se hai avuto modo di leggere qualcosa sulla dislessia non è che si interviene solo quando ci sono grosse difficoltà.
Se vuoi leggere qualcosa in merito vai sul sito

http://www.acuilone.com/
http://www.aiditalia.org/

E' molto importante che tua figlia sia seguita nella maniera giusta e che a scuola e a casa possa usufruire di tutti gli strumenti necessari per la buona riuscita del suo percorso scolastico.
Un saluto a presto
Maddalena
JEANAL
Messaggi: 42
Iscritto il: sab ott 01, 2011 12:56 pm
Skype: erikamirko
Località: castegnato brescia

Re: mi presento

Messaggio da JEANAL »

Ciao Natiber,
anche a me la centralinista della neuropsichiatria infantile di Bresca aveva detto che se la scuola non segnalava nulla mia
figlia non aveva niente, mi sono arrangiata e da sola ho portato mia figlia a sosdislessia dove hanno diagnosticato la sindrome di Gerstamann. Mia figlia non è dislessica ma è disortografica,discalculica, disgrafica, memoria breve scarsa ecc.
(meno male che non aveva nulla). Una diagnosi però me l'hanno data e con quella la scuola sta attivando tutto per aiutare mia figlia. Una diagnosi precisa è importante per aiutare a scuola, anche perchè le medie sono sicuramente più difficili delle elementari.(almeno per mia figlia è così e quest'anno fa la seconda media)
Ciao Erika
Rispondi