Lettera al Ministero - COPIA DA INVIARE - MAIL - DEFINITIVA

Gruppi di lavoro per sviluppare nuovi progetti. Materiale da scaricare di progetti portati a termine

Moderatore: Moderatori

Bloccato
Avatar utente
Lulù
Messaggi: 1463
Iscritto il: dom nov 16, 2008 4:54 pm
Scuola: Logopedista Dislessica

Lettera al Ministero - COPIA DA INVIARE - MAIL - DEFINITIVA

Messaggio da Lulù » mer set 16, 2009 5:00 am

LA LETTERA è COMPLETA E DEFINITIVA. SI POSSONO AGGIUNGERE I PROPRI DATI E STAMPARE. Una piccola modifica per inserire la diagnosi accanto al nome del bimbo e i dati telefonici e mail da contattare.
NELL'ULTIMA PAGINA TROVERETE TUTTE LE MAIL A CUI SPEDIRE IL GIORNO 05/10/2009
Chi volesse la copia già impaginata (qui l'impaginazione non risulta corretta) può inviarmi l'indirizzo mail in MP e la riceverà a mezzo mail in formato word. Sarà solo da correggere la parte in corsivo con i propri dati personali.



Sig.ri……………………………...........
via………………………. N……….
00.........................
genitori di..................... di anni………...............(DSA – Disgrafia – Disortografia – Disprassia)
che frequenta la classe..............
della scuola elementare/media/superiore di .............(inserire la città dove si trova la scuola).........



AL MINISTERO DELLA PUBBLICA ISTRUZIONE - MIUR
C/A MINISTRO MARIASTELLA GELMINI
C/O SEGRETARIA PARTICOLARE Dott.ssa GREGORINI
Viale Trastevere, 76/A – 00153 - ROMA


Roma, 05/10/2009


OGGETTO: DIRITTO ALL'ISTRUZIONE (cita:.....Il diritto all'istruzione è un diritto fondamentale della persona umana riconosciuto dalla Dichiarazione universale dei diritti dell'uomo del 1948 (art.26) e da tutte le carte costituzionali dei paesi democratici, tra le quali la Costituzione della Repubblica Italiana (art.33 e art. 34). )


Gentile Ministro,
chi Le scrive sono genitori, familiari, tecnici, insegnanti che si fanno portavoce delle esigenze e dei DIRITTI di bambini e ragazzi con Disturbi Specifici di Apprendimento (DSA tutti).

Le scriviamo per segnalare la grave situazione che purtroppo, ancora oggi, si va verificando nel nostro sistema scolastico.

Il Decreto del Presidente della Repubblica 8 marzo 1999, n. 275 recita “1. Le istituzioni scolastiche, nel rispetto della libertà di insegnamento, della libertà di scelta educativa delle famiglie e delle finalità generali del sistema, a norma dell'articolo 8 concretizzano gli obiettivi nazionali in percorsi formativi funzionali alla realizzazione del diritto ad apprendere e alla crescita educativa di tutti gli alunni, riconoscono e valorizzano le diversità, promuovono le potenzialità di ciascuno adottando tutte le iniziative utili al raggiungimento del successo formativo.”

Esistono poi i Decreti e le Circolari da Voi emanate che specificano gli strumenti compensativi e dispensativi che devono essere utilizzati per garantire agli alunni con DSA i mezzi idonei per affrontare il percorso di studi
I più importanti sono:

-Circolare Ministeriale MIUR prot. n. 4099/A/4 del 5/10/2004
-Nota Ministeriale prot n. 26/A del 05.01.2005
-prot. n° 4798/ A4a del 27/7/2005
-Nota Ministeriale 4674 del 10 maggio 2007
- Esami 2007
- Circolare Emilia Romagna Progetto nazionale Azione 7 DECRETO 484 del 04-09-07
- Ordinanza Ministeriale esami di stato 2008
- Circolare Ministeriale N.54 del 26 maggio 2008
-Quesiti sull'esame di stato a conclusione del 1° Ciclo d'Istruzione (esame terza media)
- Scrutini ed esami di stato fine primo ciclo anno 2008 (terza media)
- circolare n.4 del 15/01/2009 - scelta della sola lingua inglese al momento dell'iscrizione alla 1 classe della scuola secondaria di 1° grado
- ORDINANZA MINISTERIALE per lo svolgimento degli esami di Stato, scuola secondaria di secondo grado a.s. 2008/2009
- Circolare dell'USR dell'Emilia Romagna - 3 febbraio 2009
- C.M.28 maggio 2009 - Anno Scolastico 2008-2009 - Esami di Stato per alunni affetti da disturbi specifici di apprendimento DSA.
- Disposizioni a conclusione a.s. 2008/09 - C.M. n 50 - 20 maggio 2009
- Esame secondaria 1° grado - C.M. n.51 - 20 maggio 2009
- Decreto del Presidente della Repubblica (DPR) n. 122/09 del del 22/6/2009, art. 10, pubblicato dalla Gazzetta Ufficiale il 19/8/2009.
- Lettera all'AID da parte del Capo della Segreteria del Ministro Gelmini - 30.06.2009



Bene. Nonostante TUTTE queste indicazioni, TUTTE queste buone premesse, e TUTTI gli anni trascorsi.......nulla è cambiato.....e questo è il mio caso personale:


“...............................................................................................................................................................
.................................................................................................................................................................
.................................................................................................................................................................”


E dire che basterebbe LA SEMPLICE INFORMAZIONE-FORMAZIONE-AGGIORNAMENTO IN UN MESTIERE COSI' IMPORTANTE, oltre ad alcune modifiche mirate al metodo didattico tradizionale, accorgimenti dei quali poi potrebbe godere tutta la classe, arricchendosi dalla valorizzazione delle diversità. Si andrebbe così incontro a bambini che realmente vivono anni così importanti, come quelli della scuola, con una grande sofferenza.

A questo punto il nostro impegno di mamme, di genitori, di tecnici del settore non basta più, serve, anzi è indispensabile, un SUO PRONTO INTERVENTO LEGISLATIVO, per garantire a TUTTI i bambini quanto previsto dalla nostra Costituzione......l'istruzione.

Si devono rendere obbligatori i corsi di aggiornamento a tutti gli insegnanti di ogni ordine e grado in modo da garantire una preparazione ed una conoscenza sempre aggiornate.
E’ necessaria e indispensabile, all'interno della scuola, un'insegnante (per ogni tot numero di alunni) professionalmente preparata sui Disturbi di Apprendimento, cioè una REFERENTE PER LA DISLESSIA, che sia di supporto in primis alla famiglia, poi ai colleghi e che dialoghi/collabori con gli specialisti che seguono i bimbi DSA nel loro percorso terapeutico. Tale figura garantirebbe all'interno della scuola un punto di riferimento per i colleghi, potrebbe essere in contatto con le Associazioni che si occupano attivamente di DSA, sarebbe un aiuto fisso e competente. Tale figura che è già esistente nelle nostre scuole non è però resa obbligatoria e non è investita di carica d’ufficio che le consentirebbe di dare indicazioni avendone le caratteristiche per farlo. In tutte le scuole italiane dovrebbe esserci, come previsto. In un terzo delle scuole italiane c’è effettivamente. In pochissime scuole italiane la figura del referente è qualificata e preparata per affrontare tale ruolo. La conoscenza dell’argomento in questione (DSA) è fondamentale per ricoprire tale ruolo al fine di tutelare effettivamente gli interessi dei ragazzi DSA. E sicuramente tale figura, che deve essere ricoperta da un insegnante curricolare, non deve essere associata alle colleghe che si occupano di disabilità e di sostegno. Questo confonderebbe ulteriormente i genitori che approcciano per la prima volta a tale problematica.

Sono indispensabili, purtroppo, norme precise e una corretta e puntuale informazione. E' fondamentale pianificare corsi di aggiornamento per gli insegnanti, affinché siano sempre aggiornati sugli ultimi sviluppi. Questo affinché siano loro a segnalare (visto anche l'elevato numero di ore che trascorrono con i nostri figli) per primi l'eventuale difficoltà dell'alunno invece di "ghettizzarlo" con l'appellativo di "svogliato" o "sfaticato" o " pigro" o "fannullone" o molto peggio....

Si parla di bambini, Ministro, che piangono perché vorrebbero imparare e non ci riescono. Si parla di bambini che compiono atti estremi pensando di non avere una soluzione più semplice a portata di mano. Si parla di adolescenti che abbandonano gli studi pur avendo un enorme potenziale. Si parla di abbandono scolastico.....nel 2010....in Italia......uno dei paesi più potenti al mondo.

Si parla del FUTURO di questo Paese.

La nostra fiducia è nella Sua CONOSCENZA della questione, nella sua SENSIBILITA' nei confronti di chi vede i propri diritti negati e auspichiamo un Suo PRONTO intervento per accelerare la promulgazione della Legge e un piano concreto di informazione sull'argomento.

Questa richiesta è una iniziativa che ci coinvolge tutti, insieme.
- Chi ha avuto brutte esperienze, dolori, sofferenze, perché non accadano più.
- Chi ha avuto collaborazione dalle insegnanti seppur disinformate, perchè abbiano sempre formazione e mezzi a loro disposizione.
- Chi ha avuto diagnosi tardive, perché si abbia la possibilità di capire il problema appena si presenta.
- Chi non ha i mezzi per acquistare computer e software necessari, perché venga aiutato.

LA VITA E IL FUTURO DEI NOSTRI RAGAZZI E' NELLE SUE MANI. PER QUESTO MOTIVO CHIEDIAMO DI ESSERE RICEVUTI IN RAPPRESENTANZA DEI GENITORI DEL FORUM DISLESSIA (http://www.dislessia.org/forum) E ASCOLTATI, PER CHIARIRE FINALMENTE LE COSE SU UNA QUESTIONE ORMAI IN SOSPESO DA TROPPO TEMPO.

Cordiali saluti.
Nome e cognome
Genitori



Per qualsiasi informazione si prega contattare i numeri telefonici e/o le mail:
Roberto Di Giandomenico 328 2830539 -- roberto.digi@email.it
Elisabetta Albanesi 329 8062949 -- albabetti@fastwebnet.it
Lucia Fusco 339 7765940 -- lucialogo@gmail.com


modificato 04/10/2009 ore 18,45
Stupido è chi lo stupido fa............
Lulù


Qui tutto l'elenco degli strumenti/software da utilizzare con il computer http://www.acuilone.com/

Avatar utente
sabrina68
Messaggi: 1552
Iscritto il: ven lug 25, 2008 10:10 am
Località: Genova

Re: Cose vergognose!!

Messaggio da sabrina68 » mer set 16, 2009 10:27 am

Benissimo, così non lasciamo fuori nessuno :P .

E direi anche di aggiungere:

"Esistono poi le Circolari da Voi emanate che specificano gli strumenti compensativi e dispensativi che devono essere utilizzati per garantire agli alunni con DSA i mezzi idonei per affrontare il percorso di studi (per citarne alcune la Nota MIUR 4099/A4 del 5.10.04 - la Nota MIUR 26/A4 del 5.01.05 – la Nota MPI 4600 del 10 maggio 2007 Disturbi di apprendimento: indicazioni operative) e il recente Regolamento sulla Valutazione degli Studenti. "

Giusto per far vedere che siamo aggiornati su ciò che è stato fatto, ma c'è bisogno una legge ad hoc che affronti il problema a tutto tondo, con una campagna di informazione, corsi per il corpo insegnante, garantire una corretta e tempestiva diagnosi, ecc ecc....

Poi appena la nostra super Lulù :P ci da una data, spediamo !
Ultima modifica di sabrina68 il mer set 16, 2009 10:57 am, modificato 1 volta in totale.
OSDislessia Genova e Tigullio Onlus
http://www.osdgenovaetigullio.it

Avatar utente
Lulù
Messaggi: 1463
Iscritto il: dom nov 16, 2008 4:54 pm
Scuola: Logopedista Dislessica

Re: Lettera al Ministero

Messaggio da Lulù » gio set 17, 2009 4:51 am

Ragazze....la lettera deve essere pronta quando si decide di spedirla. Dobbiamo inserire tutte le esperienze terribili che abbiamo vissuto......tutti i certificati medici dei bimbi.....stati d'ansia.....mal di pancia.....stress emotivi.....nelle valutazione emotivo-affettiva di solito viene fuori la problematica quindi sarebbe bene allegare la valutazione completa......il certificato del pediatra che attesti i malori continui.....e tutto ciò che abbiamo....io la stampo e la consegno a tutti i genitori facendo le modifiche più opportune. Ma credo sia fondamentale che la parte iniziale e finale della lettera siano identiche per tutti. La parte personale magari in corsivo e sottolineato così da renderla visibile. Deve contenere ovviamente tutto il racconto delle angherie subite....maltrattamenti....derisioni.....offese.....brutti voti..... inseriamo anche le fotocopie dei quaderni, è meglio. il tutto spedito a mezzo posta raccomandata A/R. Se poi riuscissimo anche a trovare una mail a cui inviarle tutte sarebbe molto simpatico!!! Ci diamo un termine.....diciamo 10 giorni? 15 giorni? Scriviamo, elenchiamo, firmiamo, fotocopiamo, imbustiamo e spediamo.....ok???
Stupido è chi lo stupido fa............
Lulù


Qui tutto l'elenco degli strumenti/software da utilizzare con il computer http://www.acuilone.com/

Avatar utente
Elisabetta
Messaggi: 4453
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:23 pm
Skype: betty--
Località: Pesaro

Re: Lettera al Ministero

Messaggio da Elisabetta » gio set 17, 2009 8:38 am

Sì Lulù facciamolo.
Pensiamo ad una data di spedizione?
Propongo il 5 ottobre, anniversario dell'emanazione della prima circolare del MIUR (Moioli) ....
Per me è anche un anniversario importante: è, ironia della sorte, il compeanno di Diego: nel 2004 poteva essere un regalo bellissimo e invece si è rivalata una sonora presa in giro!

Va bene per quella data?

Secondo me è meglio per raccomandata AR...
Per firmare la PETIZIONE
http://www.petitiononline.com/amicar01/petition.html

INDICE: http://www.dislessia.org/forum/viewtopic.php?t=2345

nel sito www.dislessiainrete.org ci sono 3 guide scaricabili per insegnanti, per genitori e per studenti

Avatar utente
Lulù
Messaggi: 1463
Iscritto il: dom nov 16, 2008 4:54 pm
Scuola: Logopedista Dislessica

Re: Lettera al Ministero

Messaggio da Lulù » ven set 18, 2009 4:12 am

Mia cara....io non sono una mamma ma sono una logopedista (come avrai letto qui a sinistra nel mio profilo) e sono dislessica...... La lettera non è la storia di mia figlio ma è "una lettera" che abbiamo deciso di scrivere al ministero della pubblica istruzione perchè la storia scolastica di quasi tutti i DSA è pregna di dolore e sofferenza, proprio come la tua. Se fai un giro sul forum te ne accorgerai....... Abbiamo deciso di raccontare tutti insieme, genitori, tecnici, insegnanti "speciali", le nostre storie per mettere a conoscenza il ministero di ciò che accade in tutta Italia. La lettera sarà spedita lo stesso giorno da tutte le città d'Italia e avrà la parte iniziale e la parte finale identiche per tutti. La parte centrale racconterà la storia personale di ognuno di noi. Cosa c'è di così spaventoso in questa lettera? La stiamo inviando proprio per garantire ai bimbi DSA che i loro diritti vengano rispettati.....visto che le richieste gentili ed educate hanno sortito poco effetto e che le sofferenze dei nostri ragazzi hanno continuato ad esistere!!! Aiutaci anche tu......fallo per tuo figlio.....te ne sarà grato!! :wink:
Stupido è chi lo stupido fa............
Lulù


Qui tutto l'elenco degli strumenti/software da utilizzare con il computer http://www.acuilone.com/

Avatar utente
Lulù
Messaggi: 1463
Iscritto il: dom nov 16, 2008 4:54 pm
Scuola: Logopedista Dislessica

Re: Lettera al Ministero

Messaggio da Lulù » dom set 20, 2009 4:34 am

Ragazze....cerchiamo di chiedere la collaborazione di tutti i genitori di dislessici che conosciamo??? Più lettere arrivano e più si spaventeranno...... :wink: :wink:
Marcella va benissimo copiare la lettera così com'è ma controlla che i dati di tuo figlio siano corretti. La diagnosi anche se di 3-4 anni fa va bene comunque.....se hai quaderni con note e rimproveri allega anche quelli alla lettera.....
Stupido è chi lo stupido fa............
Lulù


Qui tutto l'elenco degli strumenti/software da utilizzare con il computer http://www.acuilone.com/

Avatar utente
Lulù
Messaggi: 1463
Iscritto il: dom nov 16, 2008 4:54 pm
Scuola: Logopedista Dislessica

Re: Lettera al Ministero

Messaggio da Lulù » dom set 20, 2009 7:30 pm

E' fondamentale inserire almeno il nome della scuola e la classe (classe e sezione) frequentata dal bambino....altrimenti non ha senso......ma che paura può esserci? Finchè avremo timore, e loro lo percepiranno, avranno vinto e si sentiranno forti..... :?
Stupido è chi lo stupido fa............
Lulù


Qui tutto l'elenco degli strumenti/software da utilizzare con il computer http://www.acuilone.com/

Avatar utente
Elisabetta
Messaggi: 4453
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:23 pm
Skype: betty--
Località: Pesaro

Re: Lettera al Ministero

Messaggio da Elisabetta » dom set 20, 2009 8:53 pm

Ma quale paura!!!!!!!!!!!!!!!!

La mia unica PAURA è che nessuno leggerà mai niente!
Per firmare la PETIZIONE
http://www.petitiononline.com/amicar01/petition.html

INDICE: http://www.dislessia.org/forum/viewtopic.php?t=2345

nel sito www.dislessiainrete.org ci sono 3 guide scaricabili per insegnanti, per genitori e per studenti

Avatar utente
Lulù
Messaggi: 1463
Iscritto il: dom nov 16, 2008 4:54 pm
Scuola: Logopedista Dislessica

Re: Lettera al Ministero

Messaggio da Lulù » dom set 20, 2009 10:23 pm

Volevo chiarire, visto che mi è stato fatto presente, che io intendevo spedire la lettera SOLO al ministero evitando, per ora, di spedire le letter anche alle scuole. Ma è fondamentale che le scuole siano nominate e che possano essere identificate. Se il ministero volesse fare un controllo e mandare gli ispettori nelle scuole non potrebbe farlo senza i nomi. La storia del bambino può essere raccontata, si può inserire il nome del bambino e chiedere di rispettare la privacy per tutelare gli interessi del bambino. Le denuncie anonime non vengono prese in considerazione perchè potrebbero anche essere frutto di scherzi stupidi che spesso accadono..... La riservatezza è un nostro dirittto.....e tutti sono tenuti a rispettarla! Altrimenti sono perseguibili legalmente....anche se sono dipendenti del ministero!!!! Un pò di forza e un pò di coraggio.....lo stiamo facendo per i nostri figli......
Stupido è chi lo stupido fa............
Lulù


Qui tutto l'elenco degli strumenti/software da utilizzare con il computer http://www.acuilone.com/

Avatar utente
Lulù
Messaggi: 1463
Iscritto il: dom nov 16, 2008 4:54 pm
Scuola: Logopedista Dislessica

Re: Lettera al Ministero

Messaggio da Lulù » lun set 21, 2009 12:25 am

Elisabetta ha scritto:La mia unica PAURA è che nessuno leggerà mai niente!
In merito a questo....sto cercando il nome di qualcuno all'interno del ministero a cui poter indirizzre tutte le lettere. Vorrei evitare che con un indirizzo troppo generico, e sena nomi, le lettere possano essere sbattute da una parte all'altra del ministero senza che nessuno le legga mai..... :shock: :shock:
Mi ci faceva pensare proprio la mamma di uno dei miei bimbi l'altra sera in studio......e sai com'è.....c'è da fidarsi.....lei lavora in un ministero :? , e se lo dice c'è da crederci!!!!! Indi......provvediamo con anticipo.....preveniamo...... :lol: :lol:
Appena trovo nome e indirizzo ve lo comunico..... :wink: :wink:
Stupido è chi lo stupido fa............
Lulù


Qui tutto l'elenco degli strumenti/software da utilizzare con il computer http://www.acuilone.com/

Avatar utente
Roberto
Messaggi: 2137
Iscritto il: dom set 16, 2007 8:46 am
Località: Brenno Useria (VA)
Contatta:

Re: Lettera al Ministero

Messaggio da Roberto » lun set 21, 2009 11:09 pm

E se invece di spedirle chiedessimo di essere ricevuti dal Ministro in persona potrando con noi oltre le lettere anche le firme della petizione?

Avatar utente
mamma Rosa
Messaggi: 3815
Iscritto il: lun lug 21, 2008 3:57 pm
Scuola: Alexander: 5° Alb Polovalboite
Località: Padova

Re: Lettera al Ministero

Messaggio da mamma Rosa » mar set 22, 2009 12:12 am

Roberto...sei un grande!!! Mi sembra un'idea fantastica, non so cosa implica, ma mi piace!!! :wink:
Esser la mamma di un dislessico è inebriante!!!

Dare un nome alle cose è il primo passo per affrontarle.

Avatar utente
Lulù
Messaggi: 1463
Iscritto il: dom nov 16, 2008 4:54 pm
Scuola: Logopedista Dislessica

Re: Lettera al Ministero

Messaggio da Lulù » mar set 22, 2009 4:34 am

Milli ha scritto:Sostituirei quella parte con: "Serve che venga garantita e riconosciuta anche ufficialmente, all'interno della scuola, almeno un'insegnante professionalmente preparata sui Disturbi di Apprendimento, cioè una Referente per la Dislessia, che possa essere di supporto ai colleghi e alle famiglie. Tale figura, nelle regioni dove dovrebbe già essere presente grazie ai corsi organizzati dal Miur, in casi ancora troppo isolati e pur tra mille difficoltà, costituisce all'interno della scuola un punto di riferimento e un aiuto costante e competente; ma purtroppo è ancora semi sconosciuta nel panorama scolastico italiano e per diversi motivi, uno dei quali soprattutto perchè non avendo un ruolo ufficiale, ovvero riconosciuto dal Ministero stesso, spesso non riesce ad essere incisiva all'interno dei Consigli di classe, non riesce a far rispettare le indicazioni ministeriali e quindi è messa a tacere."

Che dici?
Non credo che ci siano problemi a sostituire quella parte con la parte che tu hai segnalato. Però io non credo che sia solo un problema di "potere" o di "riconoscimento" della figura del referente. Non è sufficiente che in una scuola ci sia "almeno UN insegnante preparata che faccia da punto di riferimento". Io mi prefiggo, come obiettivo da raggiungere, che ai corsi di formazione pertecipino tutti gli insegnanti obbligatoriamente, che tutti gli insegnanti sappiano di cosa stiamo parlando, di cosa si devono occupare e soprattutto come se ne devono occupare. E' certo anche che al referente va dato un ruolo specifico e riconosciuto ma si dovrebbe evitare che una sola persona "sappia".......che debba rincorrere tutti i colleghi nella scuola per convincerli a fare come dice lei......che si carichi di tutte le lamentele delle famiglie i cui figli vengono maltrattati a scuola.... E poi penso alla malattia.....alla maternità......alle ferie......che fine fanno i ragazzi quando la referente, unica e sola, si ammala o è in gravidanza??? Credo che sia bene chiedere che tutti gli insegnanti siano "tenuti" ai corsi di informazione/aggiornamento/formazione....che dir si voglia......che il referente abbia un ruolo molto ben identificato e riconosciuto, che venga chiamato in causa quando un docente non fa quello che deve.....ma che soprattutto abbia una preparazione da fare invidia ad uno specialista del settore.....me compresa!!!!
Infatti ho detto alle mamme che hanno bimbi che non hanno grosse difficoltà di fare comunque la segnalazione al ministero. Se è vero che le insegnanti di Lorenzo (figlio di Anselmo) hanno reagito benissimo, per ora, alla comunicazione della disponibilità da parte di tutti ad andare ad informarle sulla questione è anche vero che è sempre la famiglia, anche se con l'aiuto degli specialisti, a dover farsi carico di tutto....scrivere....fotocopiare....raccogliere.....portare.......spiegare......organizzare.......collaborare......(come diceva qualcuno :lol: "Volevo solo fare la mamma/il papà"!!!!) Le insegnanti sono completamente all'oscuro della questione......e il fatto gravissimo è proprio questo!!!!! Ma come è possibile questa cosa? Ma come è possibile che non sia mai capitato di sfogliare un libro, un giornale, :shock: di leggere la parola "apprendimento" e di soffermarsi a curiosare.....ecco perchè è bene che siano tutti obbligati, gli insegnanti, a fare i corsi.....tanto poi andranno sempre dal referente....per comodità....ma almeno sanno che si parla di una cosa seria.....e, soprattutto, vera! E proprio per questo chiederei di inserire come obbligo per gli insegnanti anche la "collaborazione con gli specialisti". Anche se ultimamente mi è capitato di leggere che le insegnanti si lamentano che gli specialisti "non si fanno vedere nè sentire" a me è capitato esattamente l'opposto e moltissime volte. Qualche DS non mi ha permesso di entrare a scuola.....e chi per "errore" mi ha fatto entrare mi ha chiaramente detto "se avessi saputo il motivo per il quale veniva non le avrei concesso nemmeno di entrare nella scuola".....!!!! Ho molti testimoni.....come anche Anselmo potrà confermare..... In alcuni casi ho dovuto fare dei veri e propri "agguati" all'esterno delle scuole per cercare di "braccare" DS e/o maestre/insegnanti per riuscire a parlare e a chiedere che venissero rispettate le indicazioni delle circolari del MIUR per i DSA. Ecco.....io credo proprio che sia ora che tutto questo scempio finisca.... :cry: ....non se ne può proprio più! :evil:
Stupido è chi lo stupido fa............
Lulù


Qui tutto l'elenco degli strumenti/software da utilizzare con il computer http://www.acuilone.com/

Avatar utente
Lulù
Messaggi: 1463
Iscritto il: dom nov 16, 2008 4:54 pm
Scuola: Logopedista Dislessica

Re: Lettera al Ministero

Messaggio da Lulù » mar set 22, 2009 5:54 am

Roberto ha scritto:E se invece di spedirle chiedessimo di essere ricevuti dal Ministro in persona potrando con noi oltre le lettere anche le firme della petizione?
Ah....avevo dimenticato di rispondere......per me va bene! Ma siete sicuri che funzioni? Ci faranno entrare? E quanto tempo ci daranno? Parleremo con persone competenti o con qualcuno che non vede l'ora di levarci dai piedi? Secondo me può andar bene anche spedire tutte le lettere, sollevare il polverone, e poi farci ricevere per chiarire la questione.....almeno hanno tempo per informarsi, capire (??), cercare materiale e arrivare preparati all'incontro con noi......cercando di arrivare anche ad una soluzione buona per tutti!!
Stupido è chi lo stupido fa............
Lulù


Qui tutto l'elenco degli strumenti/software da utilizzare con il computer http://www.acuilone.com/

Milli
Messaggi: 114
Iscritto il: gio mag 08, 2008 10:31 pm

Re: Lettera al Ministero

Messaggio da Milli » mar set 22, 2009 7:16 am

Concordo con quanto avete detto, ma vedi Lulù, hai ribadito quanto comunque ho cercato di dire e Anselmo ha colto: c'è un po' di qua e un po' di là. Ci sono specialisti che ti ricevono dopo mesi e mesi o sono poco rintracciabili e chi come te anima e cuore che fa le postazioni; Dirigenti come quello che non ti avrebbe fatto entrare e che mette a tacere i Referenti nei Consigli di classe e Dirigenti come il mio che sente il problema, ha avuto fiducia in me e mi dà carta bianca -sempre dopo aver preso visione del tutto- per ogni mia iniziativa; Referenti che non hanno nessuna voce in capitolo e si demoralizzano mollando e Referenti come me che da zero hanno creato una bella rete al cui interno arrivano genitori anche da altri Circoli...i corsi vengono organizzati sempre più frequentemente, ma non sempre gli insegnanti vanno, e soprattutto non vanno quelli che dovrebbero andare! Ho apprezzato da morire il mio DD quando ha ascoltato le mie idee ed ha reso OBBLIGATORIO il momento di formazione da me tenuto, infanzia e primaria insieme, facendolo rientrare in un impegno collegiale. Ecco: alcuni corsi dovrebbero essere obbligatori! E qui sta anche il mio discorso sul riconoscimento. Il Ministero ha le carte in regola, dal suo punto di vista, ed è inattaccabile. Sta a noi far capire dove sono le falle affinchè capiscano le esigenze di intervenire in modo più capillare, incisivo ed efficace. Basta solo puntare sulla buona volontà dei singoli! Perchè se contiunuiamo a generalizzare, chi fino ad oggi si sta facendo in quattro e continua a sentire che gli insegnanti non fanno questo non fanno quello ecc. si demoralizzano e mollano. A volte mi sento così...cerco di difendere la mia categoria semplicemente perchè penso a come lavoro io. So come lavori tu come specialista e tanti altri, ma in giro c'è un marasma...riconociamo cià che funziona e pressiamo affinchè il Ministero intervenga laddove ci sono falle, purtroppo dilaganti...

Meno male che ci sono persone come in questo forum...e il mio ultimo pensiero: grazie a tutti voi! :P

Bloccato