INDENNITA' DI FREQUENZA: DOVE E COME

Gli argomenti che sono stati più consultati verranno via via spostati qui

Moderatore: Moderatori

Rispondi
Avatar utente
Andre
Messaggi: 1004
Iscritto il: ven gen 13, 2006 1:45 pm
Scuola: II media
Località: San Donato Milanese
Contatta:

Messaggio da Andre » lun feb 26, 2007 2:22 pm

grazie!

certo che sono proprio tra le piu' fortunate!!!

neanche con il calcolo delle probabilita' poteva accadere che pescavano proprio noi!!

speriamo bene ragazzi!
Cristina

La nostra felicità è nel bene che facciamo, nella gioia che diffondiamo, nelle lacrime che asciughiamo, nel sorriso che facciamo fiorire

il mio blog

facebook:evento la mia letterina di Natale

Matrix
Messaggi: 352
Iscritto il: mer feb 08, 2006 12:39 pm

Messaggio da Matrix » lun feb 26, 2007 2:24 pm

anna68 ha scritto: Hanno detto a mio figlio ah allora scrivi male lui ha risposto sì Loro: allora farai il medico Lui: non ci penso neanche io voglio fare l'ingegnere robotico per lo spazio.
Hei, anche mio figlio vuole fare robotica. Disgrafico e disortografico ha una vera passione per i robot. Così, quando in TV hanno cominciato a pubblicizzare la costruzione di un robot col sistena dei fascicoli settimanali lui ha cominciato ad insistere di voler fare questa cosa.
Ora succede che sono previste circa 75 uscite settimanali composte dal fascicolo (ogni tanto qualche DVD) e pezzi da montare.
Il costo non è indifferente essendo di quasi 10 euro ad uscita, ma il pensiero che noi abbiamo fatto era che, se veramente voleva costruire il suo robot, avrebbe dovuto leggere le istruzioni sul fascicolo.

Così abbiamo cominciato ad acquistarli.
Mio figlio, a modo suo, si legge questi fascicoli al punto che ne ha fatto anche una ricerca per la scuola ottenendo un buon successo per l'argomento e per come la aveva ben impostata.
Si legge le istruzioni per montare il robot e c'è da dire che gli fa benissimo dal punto di vista del coordinamento manuale(non ne ha molto).
C'è da aggiungere che, disordinatissimo su qualsiasi cosa, tiene i suoi fascicoli in ordine perfetto.

Avatar utente
anna68
Messaggi: 4495
Iscritto il: ven dic 16, 2005 12:37 pm
Scuola: 1°UNIVERSITA -3 LINGUISTICO

Messaggio da anna68 » lun feb 26, 2007 2:57 pm

Anche mio figlio appena aveva visto l'uscita di questi fascicoli voleva farlo poi ha visto il costo e ovviamente ha fatto i conti e mi ha detto ma sono pazzi.
Così ha cambiato idea devo dire che ormai lui gli piace leggere molto i libei di geronimo stilton poi vuole leggere il power ranger magazine.
Ha solo 9 anni avrà tempo per costruire robot.
Per l'indennità di frequenza mi è arrivata la lettera posso ritirare i soldi con gli arretrati 2006 il 1 marzo e un passo è stato fatto.

Matrix
Messaggi: 352
Iscritto il: mer feb 08, 2006 12:39 pm

Messaggio da Matrix » lun feb 26, 2007 4:54 pm

Ho appena saputo dal call centere dell'INPS che mi è stata messa in pagamento l'indennità di frequenza per mio figlio.

Avatar utente
enzo56
Messaggi: 45
Iscritto il: dom ott 31, 2004 7:52 pm
Località: Pieve Emanuele MI
Contatta:

scusate se mi ripeto

Messaggio da enzo56 » lun feb 26, 2007 6:10 pm

Dopo circa un anno e mezzo dal mio topic sull'indennità di frequenza c'e ancora chi ha dei dubbi. Sinceramente non capisco perchè. La normativa è chiara, l'unico scoglio sono gli eventuali commissari delle commissioni ASL, che molto spesso a mio avviso fingono di non sapere, perchè non vogliono sapere. Il loro "compito" è evidente, elargire benefici il meno possibile, anche se spettano, i bilanci sono bilanci. Poi ci sono i commissari che non vogliono accettare che esiste la dislessia, hanno in testa la stessa filosofia della "Prof.ssa Margherita Pellegrino", e sono tanti a mio avviso. Molti sono nelle commissioni anche perchè come medici, probabilmente hanno lasciato un brutto ricordo. In Italia non si licenzia mai nessun professionista appartenete ai famosi albi professionali, vere e proprie lobbi. Al sottoscritto con diagnosi di Polioemelite dall'infanzia, e Osteoporosi allo stadio iniziale, è stato negato il pass per andicap per auto, giusto un paio di settimane fà. Il medico di turno non ha guardato neanche gli esami clinici e certificati che avevo portato. La risposta è stata:" Per guarire lei deve camminare". Però i 36 € la ASL li ha intascati e come. Come se una ginnastica fisioterapica fosse la stessa cosa di correre dietro a metrò e autobus alle 5:30 del mattino, nell' interland milanese, soprattutto con il gelo e la nebbia d'inverno.
Ritornando all'indennità di frequenza che interessa a noi, riporto il documento postato a novembre 2005, che avevo letto su questo forum e che ai più era sfuggito. Ed era un documento di una responsabile AID di Lecco. Ecco il documento:

CIAO A TUTTI, FINALMENTE GRAZIE ALLE PREZIOSE INDICAZIONI DI HENRY, SONO STATA IN GRADO DI FARE questa ATTACHE, DALLA MIA POSTA ELETTRONICA E PORTARLO SUL FORUM, PER DARE INFORMAZIONI PIU' COMPLETE.
AUGURI A "TUTTI I LAVORATORI" DEL FORUM Paola


I MINORI di 18 anni ai quali la COMMISSIONE SANITARIA PER L'ACCERTAMENTO DEGLI STATI DI INVALIDITA' CIVILE(LEGGE 295/90) della ASL, RICONOSCE una disabilità psichica, fisica o sensoriale o cognitiva,
( nel tuo caso dislessia o disturbo specifico dell'apprendimento) a fronte della documentazione clinica presentata(visita dello specialista con diagnosi, valutazioni della equipe riabilitativa ecc.ecc.) viene rilasciata UNA CERTIFICAZIONE che non è una INVALIDITA', ma è il riconoscimento di una difficoltà persistente a svolgere i compiti e le funzioni proprie della sua età(art. 2 legge 288/90).

A fronte delle difficoltà e della certificazione emessa dalla COMMISSIONE(che può anche non certificare lo stato di handicap se non ci sono gli estremi )viene emesso un DOCUMENTO(certificato) che per i minori viene definito INDENNITA ' DI FREQUENZA .

Tale documento, valido fino al compimento della maggiore età o fino a quando lo decide la Commissione, ma in ogni caso non oltre i 18 anni, consente di accedere per chi ne ha bisogno alle cure gratuite presso il Sistema Sanitario Nazionale o presso i Centri di Cura e Riabilitazione accreditati o riconosciuti dal SSN.

Per chi non ha bisogno di terapie questo certificato autorizza l'erogazione di "provvidenze economiche" (circa 200 € al mese) per tutto il periodo di frequenza scolastica.

Il certificato consente anche una serie di agevolazioni (per esempio l'acquisto di computer o software con IVA ridotta al 4% ecc. ecc.).

Al compimento del 18 anno il documento decade.

. Solo al compimento della maggiore età la persona interessata, può richiedere una visita alla Commissione per avere riconosciuto lo stato di invalidità

A questo punto se la COMMISSIONE riconosce lo stato di INVALIDITA' rilascia un certificato di INVALIDITA' CIVILE (espresso in percentuale) che consente alcune agevolazioni alla persona (per esempio IVA ridotta al 4% sull'acquisto dell'auto, ticket ridotto sui farmaci e gli accertamenti diagnostici, agevolazioni nei concorsi, agevolazioni per il collocamento al lavoro).Tutto ciò solo se la persona decide di utilizzare la sua certificazione.

Infatti, sia la INDENNITA' di FREQUENZA sia il CERTIFICATO DI INVALIDITA' sono documenti che vengono rilasciati alla persona e quindi è la persona che decide di utilizzarli o no. La certificazione di INDENNITA' DI FREQUENZA o di INVALIDITA' non compare su alcun documento della persona.
Gli uffici INVALIDI delle ASL o il Servizio Sociale dell'ASL o del Comune possono dare tutte le informazioni necessarie, compreso anche i riferimenti di legge.
Per ogni ulteriore informazione puoi telefonarmi, ciao

Maria Sala
Delegata AID Lecco
0341 289042 >>.
enzo56

Avatar utente
l.raddi
Messaggi: 25
Iscritto il: mer gen 26, 2005 4:02 pm
Località: firenze

indennità anche nei mesi estivi

Messaggio da l.raddi » mer feb 28, 2007 12:29 pm

Sono un educatrice di firenze che lavora da 10 anni con i bambini con DSA. Ho saputo che l'indennità di frequenza può essere ottenuta anche nei mesi estivi aprendo una pratica nuova con un certificato di un pediatra o di un neuropsichiatra dove vi deve essere scritto che il bambino necessita di "sostegno extrascolastico". Non c'è bisogno di fatture o altro per testimoniare che è seguito.

Avatar utente
Rossella
Messaggi: 5471
Iscritto il: gio giu 01, 2006 1:13 pm
Località: Potenza
Contatta:

Messaggio da Rossella » mer feb 28, 2007 12:36 pm

Quante notizie "complementari"! Certo è che da noi in regione ancora non se ne sa niente, ma continueremo come sezione AID a portare avanti il discorso grazie alle notizie che continuano ad arrivare.
Grazie
IL MIO BLOG E I MIEI LIBRI: http://www.rossellagrenci.com

Avatar utente
icmnico
Messaggi: 1590
Iscritto il: lun nov 21, 2005 2:35 pm
Scuola: 2 media - 4 superiore... forse
Skype: icmnico
Località: pieve emanuele (mi)

Messaggio da icmnico » mer feb 28, 2007 1:32 pm

Andre ha scritto:RAGAZZI SONO NERA!! :twisted:


mi e' arrivata comunicazione dal ministero economia e finanze di milano dicono che :"avendo esaminato il verbale di visita....., hanno ravvisato l'esistenza dei presupposti per la sospensione della procedura e quindi sottoporre A.P. a visita diretta per ulteriori accertamenti sanitari secondo la L295 del 10/10/90 art1 comma 7"



altro tempo, altri permessi, altri soldi ( per farmi assistere dalla specialista), e il tempo passa......

ma a qualcuno e' mai successo???


non e' possibile!
ti confermo quando detto, una volta si chiamava commisione seconda istanza, e sono i tizi che erogano effettivamente i soldi , probabilmente non hanno ritenuto sufficiente la documentazione portata o cosa peggiore ritengono che la sua dislessia non sia meritevole di indennità.
Sentendo mia zia mi ha detto che portare con te e a tue spese la specialista non serve a un gran che , molto spesso non tengono in considerazione.
Purtroppo potrebbe capitare che ti diano responso negativo e in quel caso devi fare ricorso..... ma mi auguro che non sia così e che sia solo un controllo ulteriore.

in bocca al lupo

Avatar utente
Andre
Messaggi: 1004
Iscritto il: ven gen 13, 2006 1:45 pm
Scuola: II media
Località: San Donato Milanese
Contatta:

Messaggio da Andre » mer feb 28, 2007 2:26 pm

garzie tantissime delle info, la logopedista credo non verra'....e' un danno economico x lei!
bhe' lasciamo perdere...speriamo bene e incrocio le dita....non ho voglia di immergermi nei ricorsi vari........

bacioni a tutti!
Cristina

La nostra felicità è nel bene che facciamo, nella gioia che diffondiamo, nelle lacrime che asciughiamo, nel sorriso che facciamo fiorire

il mio blog

facebook:evento la mia letterina di Natale

Avatar utente
anna68
Messaggi: 4495
Iscritto il: ven dic 16, 2005 12:37 pm
Scuola: 1°UNIVERSITA -3 LINGUISTICO

Messaggio da anna68 » lun mar 05, 2007 12:42 pm

Fai sapere a tutti poi come è andata
In bocca al lupo.

lalessio
Messaggi: 4
Iscritto il: ven nov 10, 2006 6:28 pm
Località: BERGAMO

indennità di frequenza.

Messaggio da lalessio » lun mar 05, 2007 10:34 pm

Vi seguo ormai da quasi anno, da quando Matteo 9 anni, ha iniziato il percorso ed è certificato dislessico, disgrafico, discalculico. Vi presento la mia esperienza:
A ottobre 2006 ho deciso di presentare domanda per ottenere l'indennità di frequenza. All'ASl di Ponte San Pietro (Bg) mi hanno dato tutti moduli senza alcun problema ; ho presentato la relazione della logopedista, della psicologa esperta in pscicologia scolastica e psicologia dell'età evolutiva, ( entrambe private, perchè la lista di attesa nella mia zona si attesta sui 8-9 mesi per avere il 1 incontro) la certificazione della frequenza scolastica e circa 90 giorni dopo.... la visita in commissione. Dopo circa 1/2 minuti, durante il quale uno dei medici ha letto parte della relazione della psicologa (.... ma è un bambino con intelligenza nella norma.....), mi hanno fatto uscire dicendomi che la relazione di una psicologa, privata per di più, non è valida (in quanto non riconosciuto come medico), e che dovevo ripresentarmi quando avevo la relazione della neuropsichiatra pubblica. Cosa mi consigliate? Devo avere necessariamente la relazione della neuropsichiatra pubblica o posso far valere ciò che possiedo?
Sembra che la mia, sia la prima richiesta di indennità per DSA.
Grazie in anticipo a chi potrà darmi informazioni.

lalessio
Messaggi: 4
Iscritto il: ven nov 10, 2006 6:28 pm
Località: BERGAMO

indennità di frequenza.

Messaggio da lalessio » lun mar 05, 2007 10:35 pm

Vi seguo ormai da quasi anno, da quando Matteo 9 anni, ha iniziato il percorso ed è certificato dislessico, disgrafico, discalculico. Vi presento la mia esperienza:
A ottobre 2006 ho deciso di presentare domanda per ottenere l'indennità di frequenza. All'ASl di Ponte San Pietro (Bg) mi hanno dato tutti moduli senza alcun problema ; ho presentato la relazione della logopedista, della psicologa esperta in pscicologia scolastica e psicologia dell'età evolutiva, ( entrambe private, perchè la lista di attesa nella mia zona si attesta sui 8-9 mesi per avere il 1 incontro) la certificazione della frequenza scolastica e circa 90 giorni dopo.... la visita in commissione. Dopo circa 1/2 minuti, durante il quale uno dei medici ha letto parte della relazione della psicologa (.... ma è un bambino con intelligenza nella norma.....), mi hanno fatto uscire dicendomi che la relazione di una psicologa, privata per di più, non è valida (in quanto non riconosciuto come medico), e che dovevo ripresentarmi quando avevo la relazione della neuropsichiatra pubblica. Cosa mi consigliate? Devo avere necessariamente la relazione della neuropsichiatra pubblica o posso far valere ciò che possiedo?
Sembra che la mia, sia la prima richiesta di indennità per DSA.
Grazie in anticipo a chi potrà darmi informazioni.

Avatar utente
icmnico
Messaggi: 1590
Iscritto il: lun nov 21, 2005 2:35 pm
Scuola: 2 media - 4 superiore... forse
Skype: icmnico
Località: pieve emanuele (mi)

Messaggio da icmnico » lun mar 05, 2007 10:48 pm

Ciao e benvenuto, per molte patologie, se non addirittura per tutte, la Asl pretende la certificazione di un ente pubblico riconosciuto e questo te lo dico con un certo margine di certezza in quanto mia zia lavorava proprio nell'ufficio invalidi. Poco fa una nostra conoscente aveva bisogno dell'aggravamento per la sordità, ma siccome l'esame audiometrico e la visita l'ha effettuata l'mplifon(centro privato) la Asl non l'ha accettata.

Avatar utente
Andre
Messaggi: 1004
Iscritto il: ven gen 13, 2006 1:45 pm
Scuola: II media
Località: San Donato Milanese
Contatta:

Messaggio da Andre » mar mar 06, 2007 9:21 am

Ciao,

fatta anche seconda visita alla commisione di verifica di Milano
e' durata non piu' di 2 minuti, durante i quali hanno chiesto ad Andrea che cosa sa fare (che caspita di domanda e'^????)
a me quando mi sono accorta che aveva delle difficolta'
se il bambino riesce a parlare bene (?????ma questo ha fatto la scuola della Pellegrino???)
e udite udite....perche' non gli ho fatto fare la risonanza magnetica come esame medico specifico per il caso..................................

stendo un velo pietoso, ci hanno congedato dicendo che tra un paio di mesi ricevero' comunicazione dalla mia asl.
sempre che noin decadano di nuovo i 60 gg e allora di nuovo tutto da capo!
siamo in ottime mani! :cry:
Cristina

La nostra felicità è nel bene che facciamo, nella gioia che diffondiamo, nelle lacrime che asciughiamo, nel sorriso che facciamo fiorire

il mio blog

facebook:evento la mia letterina di Natale

Avatar utente
Rossella
Messaggi: 5471
Iscritto il: gio giu 01, 2006 1:13 pm
Località: Potenza
Contatta:

Messaggio da Rossella » mar mar 06, 2007 9:35 am

Meglio quello che niente. Da noi stiamo ancora brancolando nel buio per fare chiarezza, ma almeno abbiamo dalla nostra un esponente medico neurops. inf. di spicco nella regione. Per noi è un discorso tutto da iniziare (e già qualcuno mi dice che dovrei mollare)!!!
IL MIO BLOG E I MIEI LIBRI: http://www.rossellagrenci.com

Rispondi