SE LA DISLESSIA E' LIEVE ANCORA + PENALITA'?

Gli argomenti che sono stati più consultati verranno via via spostati qui

Moderatore: Moderatori

Avatar utente
Rossella
Messaggi: 5471
Iscritto il: gio giu 01, 2006 1:13 pm
Località: Potenza
Contatta:

SE LA DISLESSIA E' LIEVE ANCORA + PENALITA'?

Messaggio da Rossella » lun feb 19, 2007 10:52 am

Me lo sto chiedendo da venerdì, da quando ho avuto il colloquio con gli insegnanti di Giacomo, I media. Continuavano a parlare di scarso impegno e volontà...e poi siccome non "sembra" dislessico, perchè è lieve, sono convinti che possa fare tutto autonomamente, basta, appunto, un pò di buona volontà e impegno.
Io cercavo di fare loro capire che ogni dislessia è diversa dall'altra e anche in quella più lieve o meglio compensata, non significa che gli automatismi vengano facilmente o che la fatica è minore, perchè il funzionamento neurobiologico credo sia sempre lo stesso (?????).
Insomma sono andata in crisi perchè non riuscivo a spiegare che se Giacomo mostra meno difficoltà è realmente così, anche perchè ha molto amor proprio e ci tiene a fare bella figura, naturalmente anche quando sa che sbaglia o che è nel torto, perciò, a volte, ha imparato a mentire...
Voi che ne pensate?
Ultima modifica di Rossella il gio mar 01, 2007 4:30 pm, modificato 1 volta in totale.
IL MIO BLOG E I MIEI LIBRI: http://www.rossellagrenci.com

Avatar utente
Rossella
Messaggi: 5471
Iscritto il: gio giu 01, 2006 1:13 pm
Località: Potenza
Contatta:

Messaggio da Rossella » lun feb 19, 2007 11:10 am

Stavo pensando, cercando di mettermi nella testa degli insegnanti: allora pensano che la dislessia significhi solo quella grave, in cui c'è bisogno del computer sul banco, che non riesce a leggere nemmeno un rigo o fa tanti errori quando scrive e...così via. Ma se il suo linguaggio e la sua espressione scritta non è sempre ricca, se ha difficoltà a ricordarsi le cose, se non riesce ad imparare a memoria le regole, se la grammatica sono nozioni senza senso, cos'è questa?
Allora mi viene da pensare che passi l'idea che la dislessia è una forma di handicap!!!
IL MIO BLOG E I MIEI LIBRI: http://www.rossellagrenci.com

Avatar utente
bianca
Messaggi: 440
Iscritto il: lun mar 20, 2006 12:24 pm
Località: CAGLIARI
Contatta:

Messaggio da bianca » lun feb 19, 2007 11:23 am

rossella...ho riperso in mano i test di bianca
lo scorso anno prova MT velocità e correttezza - 1.40 ds in velocità; 6.40 ds in correttezza (per la maestra di italiano, con corso sulla dislessia, bianca non ha problemi!)
quest'anno, stessa prova, -3.08 in velocità, -0.54 corretezza (stessa maestra, è tutto normale!)

tutto questo supportato dal fatto che negli altri test le ds sono "buone", magari si avvicinano a 2 ma non preoccupano!


forse anche bianca sarà "leggera" (fisicamente lo è moltissimo :wink: ) e per questo abbiamo difficoltà a convincere le maestre che i problemi ci sono, forse anche lei, molto competitiva si sforza di non fare brutte figure e visto che ha molti punti di forza camuffa bene le sue "magagne"
mamma di bianca

Avatar utente
Rossella
Messaggi: 5471
Iscritto il: gio giu 01, 2006 1:13 pm
Località: Potenza
Contatta:

Messaggio da Rossella » lun feb 19, 2007 12:02 pm

bianca ha scritto:rossella...ho ripreso in mano i test di bianca
lo scorso anno prova MT velocità e correttezza - 1.40 ds in velocità; 6.40 ds in correttezza (per la maestra di italiano, con corso sulla dislessia, bianca non ha problemi!)
quest'anno, stessa prova, -3.08 in velocità, -0.54 corretezza (stessa maestra, è tutto normale!)
Bene, sta andando bene, meno male che ha cominciato subito la terapia! La spiegazione è che prima leggeva velocemente ma faceva tanti errori e questo non andava bene, perchè poteva portarle problemi nella comprensione del testo. Ora la correttezza è buona, ma è normale che al momento la velocità sia "peggiorata". Dovrebbe essere transitoria questa fase...
Per il resto...che ne parliamo a fa' :roll:
Ciao
IL MIO BLOG E I MIEI LIBRI: http://www.rossellagrenci.com

Avatar utente
Ferrera Brunella
Messaggi: 202
Iscritto il: gio ott 07, 2004 8:21 am
Località: Genova

Messaggio da Ferrera Brunella » lun feb 19, 2007 12:28 pm

Ciao Rossella, leggendo le tue righe mi sembrava di essere io a parlare. Infatti anche con Giulia è sempre stato così. Lei dislessica lieve e discalculica. E' molto tenace e cerca di dare il melgio. Ma per anni ci siamo sentite dire che era svogliata, che non si impegnava abbastanza, che forse se era vero quello che dicevo io e cioè che studiava ore e ore, forse non era capace a studiare. E se prendeva un bel voto eccole a dire "Hai visto, oggi che hai studiato hai preso un bel voto" tutte tronfie certe di avere ragione. Quanti rospi mandi giù, accidenti. Anche oggi che è in una scuola stupenda, con insegnanti magnifici (di matematica e fisica ha 7, altrettanti bene va di italiano, in materie come scienze dell'alimentazione o diritto delle comunità ha 8 e 9, come anche in scienze e geografia) si picchia con l'inglese, ha 4 di scritto e sei di orale, e la prima cosa che mi ha dett l'insegnante al colloquio è stat "sua figlia non studia la mia materia". E magari a lei sembrerà proprio così, ma non è vero, per lei l'inglese scritto e difficilissimo. E poi non vuole la dispensa perchè dice che l'inglese lei lo vuole imparare bene.
Insmma la lotta non manca.
Brunella

Avatar utente
Elisabetta
Messaggi: 4453
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:23 pm
Skype: betty--
Località: Pesaro

Messaggio da Elisabetta » lun feb 19, 2007 12:34 pm

Anche Diego ha una dislessia lieve e, come ho già detto più volte, da un lato questi bambini sono più "sfortunati" di chi ha una compromissione più grave.

E' un paradosso quello che dico, ma mi pare che corrisponda ai dati di fatto.

A chi è visibilmente in difficoltà, viene dato con più facilità ciò di cui ha bisogno, è più compreso e incoraggiato.
Questa spinta, tanto importante per la motivazione, spesso manca a mio figlio.

Ho scritto un promemoria da portare agli insegnanti, ma che vorrei farti vedere perchè tu possa correggere eventuali castronerie. Mi daresti una mano Rossella?

Sono semplicemente un elenco di necessità di mio figlio (ragionate e motivate) da sottoporre agli insegnanti. Per esempio spiego perchè non devono spostarlo dal primo banco (cosa che fanno spesso, nonostante le sue proteste, perchè lui è uno dei più attenti). Voglio cioè mettere in mano loro del materiale e se non serve andrò dal Dott. Savelli, che lo ha diagnosticato, e chiederò di scrivermi una relazione.
Ultima modifica di Elisabetta il lun feb 19, 2007 12:36 pm, modificato 1 volta in totale.
Per firmare la PETIZIONE
http://www.petitiononline.com/amicar01/petition.html

INDICE: http://www.dislessia.org/forum/viewtopic.php?t=2345

nel sito www.dislessiainrete.org ci sono 3 guide scaricabili per insegnanti, per genitori e per studenti

Avatar utente
titta
Messaggi: 560
Iscritto il: sab ott 02, 2004 2:53 pm
Località: Milano-provincia

.

Messaggio da titta » lun feb 19, 2007 12:35 pm

Hei, Rossella, se anche tu hai questi problemi, come faremo noi "poveri mortali"?

La mia esperienza:
Luca, disgrafico:
"Ma in fondo sa scrivere" "Ma non fa tanti errori" "Ma tanti ragazzi scrivono male!" "Ma allora perchè ha difficoltà anche nell'orale" "Ma perchè non prende appunti?"?
Hai voglia a spiegargli che ha frequentato per otto anni la scuola con la convinzione di tutti, se stesso compreso, che fosse solo questione di buona volontà!
Ilaria:
"Ma non inverte le parole" " Ma sa contare" "Ma in fondo riesce a leggere!" "Ma scrive bene!" "Ma quando si impegna scrive meglio" etc. etc.

La conclusione di molti insegnanti di Luca e delle insegnanti di Ilaria è che io sia una mamma ansiosa, molto preoccupata e stressata, che non riesca a capacitarmi dell'insuccesso scolastico di Luca e/o che, data l'esperienza con Luca, mi sia autoconvinta che anche Ilaria necessariamente debba avere un PROBLEMA.


Ciao,
Margherita

Avatar utente
flaviz
Messaggi: 23
Iscritto il: mar gen 30, 2007 11:51 am
Località: corno di rosazzo-udine

non capiscono

Messaggio da flaviz » lun feb 19, 2007 1:10 pm

La mia storia è cominciata già dall'asilo:Asja non vuole fare le attività proposte,è svogliata,non vuole cantare,lei preferisce far fare agli altri;alla fine dei tre anni mi hanno detto:Asja ha un carattere calmo il classico casca il mondo e resto mì.Era passata per quella bambina che non voleva fare,era svogliata;invece dopo ,quando sono andata avanti,per cercare le cause dei suoi problemi,la psicologa mi ha detto che lei non faceva le attività proposte perchè si metteva ,così ,a confronto con gli altri bambini e vedeva che lei non era uguale agli altri;le maestre ,ha detto la psicologa,avrebbero dovuto accorgersi di tutto ciò;ma sono state troppo superficiali e sicure di loro.
flaviz

Avatar utente
bianca
Messaggi: 440
Iscritto il: lun mar 20, 2006 12:24 pm
Località: CAGLIARI
Contatta:

Messaggio da bianca » lun feb 19, 2007 1:21 pm

io sia una mamma ansiosa, molto preoccupata e stressata


ma c'è un manuale degli insegnanti :wink: :!:

a chi non si preoccupa dicono che i figli hanno problemi perchè i genitori sono troppo spartani, a chi si preoccupa dicono che i figli hanno problemi perchè i genitori sono apprensivi :!:


pensate come posso essere apprensiva io che mando bianca e luigi a scuola da soli! (1 e 2 elementare!)
mamma di bianca

Avatar utente
icmnico
Messaggi: 1590
Iscritto il: lun nov 21, 2005 2:35 pm
Scuola: 2 media - 4 superiore... forse
Skype: icmnico
Località: pieve emanuele (mi)

Messaggio da icmnico » lun feb 19, 2007 1:35 pm

Matteo, scoperto a fine seconda media, ormai aveva anche compensato qualche cosa e quindi anche per lui è difficile dimostrare di avere problemi.
Il prof. di matematica, ora che è in prima superiore , non si rende conto che per matteo che è disgrafico e difficilissimo prendere appunti e che scrivere in bella copia la verifica di matematica non è che migliori di molto la brutta... ma niente nessuno capisce è solo che per loro dovrebbe impegnarsi di più e stare piu attento

Avatar utente
Rossella
Messaggi: 5471
Iscritto il: gio giu 01, 2006 1:13 pm
Località: Potenza
Contatta:

Re: .

Messaggio da Rossella » lun feb 19, 2007 1:47 pm

titta ha scritto:Hei, Rossella, se anche tu hai questi problemi, come faremo noi "poveri mortali"?
Anche io non vivo sull'Olimpo, anzi. Devo dire pubblicamente che aiuto molto poco i miei figli, e quello che fanno e "merito o demerito" loro.
Invece sono proprio le vostre testimonianze di mamme le quali sono state capaci di aiutare ogni giorno i loro figli, anche solo (!?) nel fare i compiti, che mi fanno dire che siete davvero tutte ECCEZIONALI.
IL MIO BLOG E I MIEI LIBRI: http://www.rossellagrenci.com

Avatar utente
Mammapatrizia
Messaggi: 555
Iscritto il: mer ott 06, 2004 11:43 am
Località: Venaria Reale TORINO

Messaggio da Mammapatrizia » lun feb 19, 2007 1:52 pm

Alice è dotata di una memoria sorprendente e di una dialettica incredibile difficile per lei dimostrare che ad un ottimo di interrogazione orale può corrispondere sullo stesso argomento un insuff. di scritto, devo sempre andare a perorare la causa (soprattutto di Francese, la signorina proprio non ci arriva mi guarda con un'aria da sfottò che non vi dico) ma la mia stupenda ragazzina insiste e appena può si fa interrogare di orale accumulando voti che la salvano, ma è vita?
Andrea è ordinatissimo e rigoroso nella tenuta del suo materiale scolastico, zaino ordinato astuccio intonso, come possono i suoi quaderni essere così disordinati? Inutile spiegare alle sue maestre che scrivere nelle righe è complicato che incolonnare senza i quadretti colorati è un impresa epica,
Lui è lento a scrivere ma signora vedesse come è attento e veloce se deve rispondere ad una domanda di scienze o di storia, inutile spiegare che a volte la difficoltà è così lieve da essere insormontabile...
Patrizia & C

Avatar utente
Andre
Messaggi: 1004
Iscritto il: ven gen 13, 2006 1:45 pm
Scuola: II media
Località: San Donato Milanese
Contatta:

Messaggio da Andre » lun feb 19, 2007 2:17 pm

anche io sono dei vostri!! :wink:
anche io passo per quella mamma ansiosa....
e se non me ne preoccupassi tanto.., e' perche' non sto dietro allo studio di mio figlio, non me ne preoccupo abbastanza...
anche andrea ha una dislessia lieve a volte media , e x quanto riguarda la discalculia, e' proprio al limite, poiche' ci sono risultati x i quali e' appena appena nella norma, e risultati per i quali non arriva alla norma...allora non si puo' diagnosticare la piena discalculia..
quindi se sbaglia la numerazione all'indietro e' PERCHE' DEVE STARE PIU' ATTENTO!

etc etc, nei testi non e' abbastanza ricco e neanche nel linguaggio parlato, sbaglia i tempi dei verbi....
in inglese scritto non riesce ,
geografia e' bravo xche' memorizziamo a livello visivo cio' che ci interessa apprendere e lo collochiamo con la mente sulla cartina..ma storia???come fai ad arricchire la sua esposizione orale e ad imparare a memoria date o nomi??

Secondo me non esistono in realta' delle circolari o una proposta di legge che parli appieno delle problematiche e delle carenze dei dsa
ma e' anche difficile pretenderlo! e secondo me a volte e' difficile riuscire ad ottenere dalla scuola tutto: le insegnanti come fanno a differenziare, seguire, comprendere, ogni problematica? non ci sono solo i nostri ragazzi con le loro particolarita', ma anche altre categorie bisognose di didattiche nuove e differenziate.
Purtroppo, ci dobbiamo accontentare di linee base, e per il resto ci dobbiamo affidare alla sensibilita' degli insegnanti e alle esperienze altrui.
dove non troviamo sensibilita', occorre solo rinforzare i nostri ragazzi a livello psicologico e didattico, per sopperire alle lacune scolastiche.
E' triste, ma vedo come un miraggio il fatto che la scuola a questo proposito funzioni sotto tutti i punti di vista!
Cristina

La nostra felicità è nel bene che facciamo, nella gioia che diffondiamo, nelle lacrime che asciughiamo, nel sorriso che facciamo fiorire

il mio blog

facebook:evento la mia letterina di Natale

Avatar utente
lollo
Messaggi: 37
Iscritto il: dom set 10, 2006 10:55 pm
Località: roma

Messaggio da lollo » lun feb 19, 2007 7:06 pm

Brava, Rossella, è proprio così.
Lorenzo ha una lieve dislessia, disgrafia, disortografia.....tutto lieve.
Ed è proprio quì il problema.
E' paradossale come dite voi: se fosse più grave il suo problema sarebbe riconosciuto e invece no!
Oggi ho portato il referto alla famosa prof. di ita la quale senza far alcun accenno al problema di Lorenzo nei particolari tecnici,mi parla invece della sua personalità e del suo metodo di studio.
Dice che "non sa studiare", che"la storia costa fatica", che "lui preferisce distrarsi e farebbe meglio a stare attento in classe" mentre io le dico che ha un problema di attenzione ce che è scritto nel referto. Niente! Lei ha la sua versione. Mi dice che quando ci si mette alcune interrogazioni sono andate bene. Certo, rispondo io, mi sono dedicata a lui 2 ore su quella materia e abbiamo totalmente trascurato le altre, rischiando le impreparazioni.
Dice che "LA SCUOLA E' FATICA".
E allora basta! Con chi sto parlando? Non ci capiamo!
LORENZO GIA' STA FACENDO FATICA E LA SCUOLA LO DEVE FACILITARE! O NO?
Lei ha la sua visione: mi fa capire le solite cose che dite anche voi ossia "ma sì, capiamo il problema ma deve fare uno sforzo in più, deve saper studiare, deve trovare il metodo, deve essere più umile, deve ascoltare di più, non se la deve prendere, è troppo permaloso e poi anche lui giudica gli altri, è svogliato". E capisco anche altre cose non dette" è viziato e protetto dalla madre con l'ansia da prestazione perchè è un insegnante, anzi lui se ne approfitta". E io capisco che non c'è niente da fare. La situazione è SUBDOLA E IO NON POSSO STARE SEMPRE A CHIARIRE, CHIARIRE, CHIARIRE, CHIARIRE. E' UN MASSACRO.
cOMUNQUE OGGI HO CONSEGNATO IL REFERTO A TUTTI I PROFESSORI.
Alla prof. di ita ho dato il libro"IL DONO DELLA DISLESSIA", la LETTERA DI JACK e l'articolo che ci hai regalato di DIEGO CUGIA.
Speriamo che le cose cambino! Oggi sono stanca e un pò liberata!

Grazie mamme, siete preziose.
Piera
ci sono mele che maturano prima, altre dopo, ma non è detto che la mela che matura prima sia più saporita di quella che matura dopo

Avatar utente
Roberta68
Messaggi: 1043
Iscritto il: mar ott 12, 2004 11:34 am
Scuola: 3° media-1°(bis)sup
Località: Beinasco (TO)

Messaggio da Roberta68 » lun feb 19, 2007 9:13 pm

bianca ha scritto:
pensate come posso essere apprensiva io che mando bianca e luigi a scuola da soli! (1 e 2 elementare!)
wow! complimenti! pensa che ci sono mamme dei compagni di andrea (5 elem. ) che mi chiedono come mai non mi vedono + davanti a scuola.... :roll:

Bè, abitiamo a 500 mt in un paesino, deve solo fare un viale alberato e attraversarte una strda senza traffico, larga 3 mt e con i rallentatori di traffico...è già dall'anno scorso che torna a casa da solo anche se andavo qualche volta x dirigirere il traffico "può venire a casa mia ?" "posso andare a casa sua"??? :) ....ora ha imparato che viene a casa e poi prende la bici e va in giro a suonare i campanelli agli amici, non gli servo + davanti a scuola! :wink:
Roberta

Non insegnate ai bambini
ma coltivate voi stessi il cuore e la mente
stategli sempre vicini
date fiducia all'amore il resto è niente.

G.Gaber

Rispondi