Dislessia adulti

Gli argomenti che sono stati più consultati verranno via via spostati qui

Moderatore: Moderatori

Avatar utente
Roberta68
Messaggi: 1043
Iscritto il: mar ott 12, 2004 11:34 am
Scuola: 3° media-1°(bis)sup
Località: Beinasco (TO)

Re: adoro la matematica

Messaggio da Roberta68 » mar feb 08, 2005 9:07 pm

David montinaro ha scritto:Io mi nascondo e conto i centesimi diverse volte, prima di andare alla cassa, e se cercano di fregarmi me ne accorgo.


Spesso penso a mia figlia quando da più grande (ora ha solo 10 anni) diventerà autonoma e dovrà gestire i soldi, tutti questi calcoloni mnemonici che noi non discalculici facciamo a memoria,senza pensarci...A volte mi immedesimo alla cassa e mi dico che... tanto c'è il bancomat! in fondo io lo uso anche x 10 euro!! :)
Ieri lei mi raccontava delle sue difficoltà a nuoto e io non immaginavo esattamente COSA mi volesse raccontare...Quando l'istruttrice le dice di fare 200 mt lei va in palla xchè le vasche sono da 25 mt e x lei è un calcolo difficile, dovrebbe mettere in colonna o usare la calcolatrice x fare in fretta!! e quindi spesso sbaglia il numero delle vasche perchè le fa a caso, e la maestra la sgrida! lei mi diceva che forse dovrebbe dirlo anche alla istruttrice che lei è "discalcula"(lei dice così :) io mi penso che in teoria è giusto ma poi penso alla prof di mate che,nonostante sappia tutto, le dice che le farà fare le verifiche senza tavola pitag, che ormai è febbraio, dovrebbe averle imparate le tabelline!!!
Sicuramente lei è avvantaggiata rispetto ad adulti come te,David, data la tua storia complicatissima, lei SA già ora come funziona il suo cervello, e poi c'è la speranza che tutto quello che oggi si sta facendo x far conoscere la dislessia, domani, quando lei sarà adulta, sarà di pubblica conoscenza ...anche se la strada la vedo luuunga e in salita :(
Roberta

Non insegnate ai bambini
ma coltivate voi stessi il cuore e la mente
stategli sempre vicini
date fiducia all'amore il resto è niente.

G.Gaber

Ely
Messaggi: 15
Iscritto il: lun dic 27, 2004 10:06 am

Messaggio da Ely » gio feb 17, 2005 4:52 pm

Ciao David,
hai perfettamente ragione, il forum mi aiuta molto.
Per me è stato veramente confortante sapere che c'è gente come te, Gio, Daniele ed altri che hanno capacità e forza per avere successo e soddisfazioni!
Una volta in un film ho sentito la frase <l'azione è nemica del pensiero> ecco questa è la mia frase mi sono detta.
Invece che coltivarmi l'ansia pensando a quello che sbaglio o che non mi riesce nel giusto modo dovrei agire, fare quello che mi piace e per cui sono portata.

Grazie


Ely

Ely
Messaggi: 15
Iscritto il: lun dic 27, 2004 10:06 am

Messaggio da Ely » gio feb 17, 2005 5:20 pm

Ciao Roberta,
non ho ben capito se rispondi a me o solo a David, in ogni caso vorrei dirti che tua figlia solo per il fatto che tu conosci le sue difficoltà è già avvantaggiata. Con il passare degli anni diventerà furba e riuscirà quasi sempre a cavarsela in situazioni in cui è richiesto il calcolo; al computer con database e fogli excel, in varie occasioni con la calcolatrice (che ora è anche in tutti i cellulari).
Certo .... il caso che racconti relativo alle vasche da fare in piscina è proprio uno in cui non si possono avere "strumenti" per il calcolo, però troverà rimedio anche a questo magari preparandosi prima sulle possibili richieste dell'Istruttrice.

A presto.

Ely

Avatar utente
Dnaiele
Messaggi: 1242
Iscritto il: ven ott 01, 2004 2:35 pm
Località: Reggio Emilia
Contatta:

Re: adoro la matematica

Messaggio da Dnaiele » gio feb 17, 2005 11:59 pm

Roberta68 ha scritto:Quando l'istruttrice le dice di fare 200 mt lei va in palla xchè le vasche sono da 25 mt e x lei è un calcolo difficile


Ma dai!!! Anche io ho nuotato per un sacco di tempo e non ho mai contato le vasche, ma quando fai una gara un po' lunga, quando ti mancano 2 vasche ti suonavano il fichietto ;) è ancora così? Chiedi anche alla tua istruttrice di farlo...
Le mie difficoltà si evidenziavano nel fatto che andavo via a zig zag e facendo più strada degli altri quindi arrivavo dopo (mannaggia!!!!) beh non sempre...
Comunque io ero, ora meno e lo rimpiango un po' ma secondo me lo rimetterò su, munito di un becco di ferro che spaccavo le rocce, una volta c'era da fare un esercizio: stile libero le vasche ad andare con il braccio destro e quelle a tronare con il braccio sinistro, e l'istruttrice: "Avete domande?" e io: "Sì io! qual'è la destra e qual'è la sinistra?" tutti a ridere... e anche io, ma era vero, io non lo sapevo, poi ho scoperto che non era poi così difficile, bastava partire almeno per secondi e guardare cosa faceva quello davanti...
Per i soldi non ti preoccupare troppo, vedrai che imparerà a contarli...

Ciao ciao
dnaiele!
http://dnaiele.blogspot.com/
"Non si volta chi a stella è fisso" Leonardo Da Vinci
http://www.youtube.com/watch?v=CNc-w8n5XjY

Avatar utente
Roberta68
Messaggi: 1043
Iscritto il: mar ott 12, 2004 11:34 am
Scuola: 3° media-1°(bis)sup
Località: Beinasco (TO)

Messaggio da Roberta68 » ven feb 18, 2005 10:24 am

Ely ha scritto:Ciao Roberta,
non ho ben capito se rispondi a me o solo a David,
Ely


Rispondevo a David ma anche a te perchè entrambi siete adulti con problemi del genere dis.
I tuoi consigli mi sono senz'altro utili perchè x me è difficle vedere Alice da grande con gli strumenti che lei avrà e che voi da bambini non avevate ( compreso lo "strumento" genitore che sa capire e supportare!). Anche perchè il genitore , in particolare il genitore mamma :wink: , tende sempre a pensare di voler proteggere il bambino dai cattivi che popolano il mondo...per sempre, anche se razionalmente sa che non è realmente possibile...

Buon fine settimana a tutti =clap
Roberta

Non insegnate ai bambini
ma coltivate voi stessi il cuore e la mente
stategli sempre vicini
date fiducia all'amore il resto è niente.

G.Gaber

Avatar utente
Mammapatrizia
Messaggi: 555
Iscritto il: mer ott 06, 2004 11:43 am
Località: Venaria Reale TORINO

Messaggio da Mammapatrizia » ven feb 18, 2005 3:34 pm

Ho 41 anni e forse è un po' tardi per trovare soluzioni....
Dopo la diagniosi di disl. a mia figlia, ho letto molto sull'argomento, seguendo le dritte dei "vecchi" del forum, vedo molto di me bambina nei miei figli e mi sono sempre più convinta di essere disl.
Quello che posso dirti e che se sei disl. gran parte delle strategie compensative le hai già trovate da sola senza saperlo, il libro che ti ha consigliato mostrillo è interessantissimo e utile, credimi.
Se vuoi altro aiuto credo che tu possa contattare qualcuno più tecnico vedi ad esempio un logopedista e fare dei test mirati... ne esistono anche per adulti, sulle soluzioni, beh se sei disl. lo sarai per sempre, ci sono però delle strategie anche per noi adulti, ma a detta della logop. di mio figlio, sono un pochino più difficili da automatizzare in quanto la natura ha già messo in atto da sola le sue compensazioni.
Io personalmente ho grande difficoltà a ricordare le cose così l'agenda è il mio alter ego e non mi muovo senza di lei.
C'è scritto veramente tutto: lavoro, lista della spesa, impegni dei figli.... la calligrafia? Beh non so come dal corsivo delle elementari sono passata a una specie di stampato minuscolo da sola e senza ricordarmi come o quando, per i conti.... i resti ecc. non ho grandi difficoltà, ma destra e sinistra sono concetti ancora da scoprire!
leggo bene ma un libro lo spilucchio con calma sotto l'ombrellone e ci metto il mio tempo.
Sul lavoro le cose vanno bene ma utilizzando molto l'inglese la sera la testa mi scoppia e alle 9.30 spesso sono i miei bambini che mettono a letto me!
Ciao
Patrizia & C

Avatar utente
Roberta68
Messaggi: 1043
Iscritto il: mar ott 12, 2004 11:34 am
Scuola: 3° media-1°(bis)sup
Località: Beinasco (TO)

Re: adoro la matematica

Messaggio da Roberta68 » ven feb 18, 2005 9:11 pm

Dnaiele ha scritto:
Roberta68 ha scritto:Quando l'istruttrice le dice di fare 200 mt lei va in palla xchè le vasche sono da 25 mt e x lei è un calcolo difficile


Ma dai!!! Anche io ho nuotato per un sacco di tempo e non ho mai contato le vasche, ma quando fai una gara un po' lunga, quando ti mancano 2 vasche ti suonavano il fichietto ;) è ancora così? Chiedi anche alla tua istruttrice di farlo...
Per i soldi non ti preoccupare troppo, vedrai che imparerà a contarli...

Ciao ciao


Ma lei non fa agonismo, niente gare. Ha impiegato 4 anni x passare dalla prima alla terza corsia vedendo molti suo compagni di corso che venivano chiamati in agonismo. Ma x lei non è un problema perchè 4 pomeriggi di allenamento alla settimana + la gara la domenica le sarebbero insopportabili, lei ha altri interessi!! ( x fortuna mia che ho già il piccolo che fa calcio e che mi "trascina" in giro nella provincia di Torino x campionati e tornei vari!!! =ball :8 ).
Il problema è che l'istruttrice dice: fai 200mt a stile,oppure 400 misto rana-dorso ecc e in corsia sono solo 3 quindi lei parte subito non sapendo bene quante vasache fare quindi si ferma a caso con cazziata.Ho provato a dirle di memorizzare che 200 mt sono 8 vasche 100 4 ecc....ma lei mi guarda e dice : e 7x8 quanto fa??? :shock: :wink:

Per i soldi...imparerà, hai ragione (e poi non farà la commercialista )....altrimenti voi sareste sotto un ponte,giusto? ;)
Roberta

Non insegnate ai bambini
ma coltivate voi stessi il cuore e la mente
stategli sempre vicini
date fiducia all'amore il resto è niente.

G.Gaber

Avatar utente
Dnaiele
Messaggi: 1242
Iscritto il: ven ott 01, 2004 2:35 pm
Località: Reggio Emilia
Contatta:

ok...

Messaggio da Dnaiele » mar feb 22, 2005 12:42 pm

Ok dai dille che non si preoccupi troppo dell'istrutrice...
Per contare le vasche può inventarsi le storielle con la conversioen fonetica di Leibiz:



numero = fonema
1 = t, d (parola Tè)
2 = n, gn (parola Noè)
3 = m (parola Amo)
4 = r (parola Re)
5 = l, gl (parola Ala)
6 = c, g (parola Ciao)
7 = ch, gh (parola Ago)
8 = f, v (parola Ufo)
9 = p, b (parola Boa)
0 = s, z, sc,
10 = t+z = tazza
11 = d+t = dito
12 = d+n = donna
13 = d+m = dama
14 = t+r = torre
15 = t+l = tela
16 = t+c = doccia
17 = t+k = tacco
18 = t+f = tuffo
19 = t+p = tappo
20 = n+v = nave




e così via. se si inventa una storia con queste parole in fila per cui la descrizione di ognuna parola duri una vasca e alla virata c'è l'associazione alla parola sussecciva, se deve fare 200 metri = 8 vasche sa che quando arriva all'ufo che sarà vestito da semaforo rosso si dovrà fermare...
Quanto al numero delle vasche, beh quello può chiederlo all'istruttrice: tipo: 200 metri, quindi 18 vasche? alla quarta volta forse l'istruttrice si adirerà, ma tu dille pure con tono fermo e deciso: "Tu sai contare, quindi dimmi quante vasche devo fare oppure io le faccio a caso e mi fermo quando voglio!"

Purtroppo il modo richiede di associare ai numeri dei fonemi e questo comporta del lavoro per imparare a memoria queste associazioni, ma vedrai che ti risulterà utile.


Ciao ciao
    dnaiele!
    http://dnaiele.blogspot.com/
    "Non si volta chi a stella è fisso" Leonardo Da Vinci
    http://www.youtube.com/watch?v=CNc-w8n5XjY

    Avatar utente
    gloria
    Messaggi: 2273
    Iscritto il: ven ott 01, 2004 1:02 am
    Località: Roma e Viareggio

    Re: ok...

    Messaggio da gloria » mar feb 22, 2005 2:16 pm

    ....tipo: 200 metri, quindi 18 vasche?...



    hihihihi quanto nuotano questi disl.... :wink:

    scusa dnaiele non ho potuto evitare ;)


    ciao,
    gloria

    Avatar utente
    Dnaiele
    Messaggi: 1242
    Iscritto il: ven ott 01, 2004 2:35 pm
    Località: Reggio Emilia
    Contatta:

    ...a caso....

    Messaggio da Dnaiele » mar feb 22, 2005 3:19 pm

    Il 18 era il numerino a caso, poteva uscire un 5... ma anche noi sappiamo che se il numero dei metri è pari e la vasca è da 25 non può essere un numero dispari la risultante... Ti sembrerà una sciocchezza, ma questa considerazione mi ha salvato diverse volte proprio in ambito natatorio, potevo sbagliare il numero delle vasche, ma almeno arrivavo dalla parte giusta ;) poi per dare 200 m con 18 vasche fai la cura delle virate... ihihih
    200/18=circa 11... sai che storia avere una vasca di 11 metri? fai 3 braciate e devi virare...

    ciao ciao

    P.S. è molto importante scherzare, io credo di essere diventato simpatico per esigenza perché se richiedi a una persona 157 volte la stessa cosa e gli sei simpatico hai qualche possibilità in più che te la dica, altrimenti ti manda a ...
    Con la tua insegnante di nuoto, scherzaaci su e inventa un modo diverso di chiederglielo tutte le volte... sfidala a chi ha più costanza...

    riciaociao
    dnaiele!
    http://dnaiele.blogspot.com/
    "Non si volta chi a stella è fisso" Leonardo Da Vinci
    http://www.youtube.com/watch?v=CNc-w8n5XjY

    eli

    Messaggio da eli » gio nov 17, 2005 9:51 am

    vorrei andare all'università ma ci sono degli aiuti? oppure dovrò ancora giustificarmi perchè sono dislessica?

    Ospite

    Messaggio da Ospite » gio nov 17, 2005 9:53 am

    [quote="eli"]vorrei andare all'università ma ci sono degli aiuti? oppure dovrò ancora giustificarmi perchè sono dislessica? se c'è qualcuno che gia ha fatto l'università mi può dare un aiuto grazie a tutti

    Avatar utente
    paola gavotto
    Messaggi: 1052
    Iscritto il: ven ott 01, 2004 11:10 pm
    Scuola: 68/100 evvai!!!!!
    Skype: paolagavotto1
    Località: FORMIA (LT)

    re

    Messaggio da paola gavotto » gio nov 17, 2005 7:19 pm

    Cara Ely credo ti sia sfuggito l'annuncio messo da Gloria in DISCUSSIONI SULLA DISLESSIA è proprio all'inizio, ciao paola

    Avatar utente
    Dnaiele
    Messaggi: 1242
    Iscritto il: ven ott 01, 2004 2:35 pm
    Località: Reggio Emilia
    Contatta:

    io ho fatto l'università....

    Messaggio da Dnaiele » mer dic 28, 2005 1:43 pm

    Io ho fatto l'università senza aiuti. Ho sudato molto, ma il lavoro che avevo già fatto per imparare a gestire la mia parte razionale in modo sistematico era già stato fatto, si è trattato solo di mettere in pratica ciò che avevo già imparato...

    Un sauto e un abbraccio.
    ah in bocca al lupo!
    dnaiele!
    http://dnaiele.blogspot.com/
    "Non si volta chi a stella è fisso" Leonardo Da Vinci
    http://www.youtube.com/watch?v=CNc-w8n5XjY

    faber
    Messaggi: 28
    Iscritto il: mer apr 30, 2008 9:43 am

    Re: Dislessia adulti

    Messaggio da faber » gio mag 01, 2008 9:00 pm

    Ciao a tutti,
    mi chiamo Fabrizia e finalmente, dopo varie peripezie tra il forum, sono riuscita (credo, c'è scritto che per entrare devo avere il permesso del moderatore) a orientarmi. Sembra impossibile ma ho avuto molta difficoltà.
    Bene. Ho 46 anni e sono laureata in filosofia. Ho una bambina di 4 anni e mezzo e da qualche tempo sto maturando l'idea di avere qualche disturbo legato alla dislessia. Sta diventando quasi un' ossessione perché da un certo punto di vista mi darebbe una certa "tranquillità" si fa per dire, collocando, finalmente, atteggiamenti e disturbi finora inspiegati. Non è detto perché non ho fatto controlli ma un dubbio non è sfuggito al riguarda.
    Ho incontrato, forse non è un caso, una vecchia conoscente che, a ruota libera, si è messa a parlarmi di sua figlia affetta da dislessia. Per molti versi mi ci sono riconosciuta e per questo ho cominciato a fare collegamenti e a darmi delle spiegazioni, forse più ovvie.
    Comincio con il dirvi che presentata la tesi battuta in tripla copia alla segreteria universitaria, mi sono accorta di errori madornali (pur nel continuo controllo delle pagine) come ad es. l'aver riportato 2 volte uno stesso periodo (di seguito) intero senza essermene mai accorta, oppure di aver sconvolto il senso compiuto di una frase cambiando una vocale che ha rovesciato la parola. Continuavo a leggere con senso compiuto supposto senza accorgermi del cambiamento reale della significato della frase.
    E non solo.
    Per ora vorrei sapere se sono nel posto giusto in quanto alla discussione.
    Poi posso continuare a sciogliere i miei dubbi su altre cose.
    ciao fabrizia

    Aiutatemi a capire se sono nel posto giusto, come faccio ad aprire un nuovo argomento?
    Ultima modifica di faber il mar nov 18, 2008 10:23 am, modificato 1 volta in totale.

    Rispondi