Dislessici all'Università

Gli argomenti che sono stati più consultati verranno via via spostati qui

Moderatore: Moderatori

rossoniceema
Messaggi: 3
Iscritto il: dom apr 22, 2007 3:56 pm
Località: Varese

Grazie

Messaggio da rossoniceema » dom giu 10, 2007 2:05 pm

Grazie a te Rossella per tutto quello che hai fatto.
Grazie per il tuo impegno.
Ti racconto un'aneddoto: durante un assesment 3 anni fa mi hanno sottoposto 4 test (ovviamente a tempo):
Ho ricevuto punteggi sopra la media nei vari test ed in quello astratto un punteggio quasi eccezionale nel test astratto.
La piscologa che commentava il test durannte il colloquio individuale ad un certo punto si blocca e mi dice: "Lei a copiato" nel test logico e matematico era al di sotto del 20 percentile... (non c'era coerenza con gli altri risultati).
Io mi sono messo a ridere e sempliemente le ho detto che fin da bambino avevo avuto problemi di dislessia... si è fermata e mi ha detto "per me, non ci sono problemi, consiglierò la sua assunzione"!
Strana la vita, non so fare le tabelline...

Grazie Ancora

Emanuele

PS: leggerò sicuramente il libro, e complimenti per la copertina che hai scelto per il tuo.

Rossella ha scritto:Ciao Emanuele, sono io la scrittrice del libro. Mi fa piacere che più passa il tempo dalla pubblicazione (a luglio sono 3 anni e già una ristampa) e più trovo persone che lo hanno letto. Ma mi fa picere soprattutto che lo leggano dei dislessici, perchè sapere se si ritrovano in quello che ho scritto, (che non è tutta farina del mio sacco, ma è una lunga ricerca sulla letteratura america in particolare) significa che la realtà è quella, anzi io sto imparando che è anche molto meglio!
Grazie
Rossella
PS: il titolo giusto è "Le aquile sono nate per volare".
Allora devi assolutamente leggere il figlioccio di questo libro. Il libro che ho scritto con Daniele del forum e che uscito meno di un mese fa.
Vai a vedere su discussioni dislessia al topic "uscirà un libro"
Complimenti anche per la tua carriera!
Emanuele

Avatar utente
Rossella
Messaggi: 5471
Iscritto il: gio giu 01, 2006 1:13 pm
Località: Potenza
Contatta:

Re: Grazie

Messaggio da Rossella » lun giu 11, 2007 12:11 am

rossoniceema ha scritto:Ti racconto un'aneddoto: durante un assesment 3 anni fa mi hanno sottoposto 4 test (ovviamente a tempo):
Ho ricevuto punteggi sopra la media nei vari test ed in quello astratto un punteggio quasi eccezionale nel test astratto.
La piscologa che commentava il test durannte il colloquio individuale ad un certo punto si blocca e mi dice: "Lei a copiato" nel test logico e matematico era al di sotto del 20 percentile... (non c'era coerenza con gli altri risultati).
Io mi sono messo a ridere e sempliemente le ho detto che fin da bambino avevo avuto problemi di dislessia... si è fermata e mi ha detto "per me, non ci sono problemi, consiglierò la sua assunzione"!
Strana la vita, non so fare le tabelline...

Grazie Ancora

Emanuele

PS: leggerò sicuramente il libro, e complimenti per la copertina che hai scelto per il tuo.
Questa è una cosa che ho imparato da poco ascoltando alcune esperienze di Daniele e di Jack. Non avevo mai riflettutto sulla quasi impossibilità di copiare da parte vostra! Almenocchè le insegnanti dicano, come spesso accade: non ci credo che dislessico!
PS: la copertina non l'ho scelta io, ma mi piacque subito! Io diedi delle indicazioni...
IL MIO BLOG E I MIEI LIBRI: http://www.rossellagrenci.com

Avatar utente
garden
Messaggi: 40
Iscritto il: mar ago 01, 2006 3:38 pm
Località: varese

UNIVERSITA' DELL'INSUBRIA E DISLESSIA

Messaggio da garden » gio ago 23, 2007 11:41 am


LaGiulia
Messaggi: 102
Iscritto il: mar ott 30, 2007 6:18 pm
Località: Verona
Contatta:

110 e lode in corso +106/110 a tempo di record

Messaggio da LaGiulia » ven nov 09, 2007 5:31 pm

Secondo me il dislessico riesce a dimostrare le suo vere potenzioalità solo all'università:
frequentando e prendendo appunti (tanto quello che scrivi lo capisci) e poi ti sistemi gli appunti integrando coi libri di testo (facilitato nella lettura perché conosci già l'argomento) si riesce a preparare gli esami senza problemi.
senza lo stress delle interrogazioni giorno per giorno, le potenzialità vengono fuori.
Poi io ho goduto vedendo un sacco di secchioni al liceo affondare all'università per scarsa capacità di organizzazione!!!
Quindi ho avuto risultati migliori di chi mi ha sfottuto dalle elementari alla maturità!
Io non ho avuto 3 (informatica, economia aziendale ed economia del cinema) esami scritti su 50 in 5 anni, quindi è una percentuale accettabilissima per qualsiasi dislessico. L'ingelse era solo orale con una prova anche di lettura (qui ho barato e ho imparato quasi a memoria tutte le 20 letture da sapere ma credo lo facciano tutti, anche i non dislessici per avere una lettura fluente).
Per quanto riguarda la tesi (io ne ho fatte ho fatte 2) Produrre un testo scritto è faticoso, ma comunque è un lavoro personale che da la sua soddisfazione.
Ma anche qui ho barato: la mia prima tesi è stata un video di 37 minuti e un testo di un ceninaio di pagnie in cui raccontavo come avevo fatto il film.
Quindi con un po' di inventiva possiamo aggirare il problema della tesi compilativa, la tecnologia aiuta.
Ho barato anche con la seconda perché meta delle pagine era screenshot.
ho parlato di programmi di post produzione.
Quindi anche qui la tecnologia aiuta.

L'importante è arrivare vivi alla maturità
Poi è tutto in discesa!
Tutta la costanza e la diligenza che abbiamo dovuto imparare per sopravvivere a scuola si rivela un'arma vincente all'università.
La memoria visiva e uditiva che abbiamo sviluppato per compensare i deficit, la capacità di sintesi e lo studio con gli scemi ti trasformano da studente mediocre o scarso in universitario bravo!

La voglia di rivincita fa il resto.

Per quanto siate scoraggiati dalla scuola iscrivetevi all'università, soprattutto se avete voglia di studiare una sisciplina umanistica (dove gli scritti sono quasi inesistenti) e fate l'univerista!
sarete bravissimi!
Baci baci
LaGiulia

LaGiulia
Messaggi: 102
Iscritto il: mar ott 30, 2007 6:18 pm
Località: Verona
Contatta:

Messaggio da LaGiulia » ven nov 09, 2007 5:42 pm

approposito io ho fatto il Dams Cinema
e adesso faccio la segretaria di produzione per una nota trasmissione tv in un canale nazionale.

Sono la prova vivente che un dislessico disgrafico può laurearsi tranquillamente nei tempi e fare il lavoro per cui ha studiato.

e per un periodo ho anche fatto la redattrice dei testi del meteo regionale di rai 3 (Quello dove c'è solo il video 3d e la voce dopo il tgr)
Curavo la forma non i contenuti, che arrivavano direttamente dall'areonautica militare, praticamente ho fatto la correzzione delle bozze di 40 testi di 10 righe al giorno per 4 mesi e nessuno ha avuto da ridire.
mi stancavo tantissimo ma riuscivo a farlo bene,

Questo vuol dire che un dislessico può fare tutto, anche i lavori meno consigliati!!
Baci baci
LaGiulia

Avatar utente
attilio
Messaggi: 1087
Iscritto il: sab nov 26, 2005 1:25 pm
Scuola: insegnante, genitore DSA
Skype: attiliomilo
Località: Viggiù VA
Contatta:

Messaggio da attilio » ven nov 09, 2007 6:31 pm

A questo punto penso che la tua "storia" si debba aggiungere a tutte le storie di dislessici che ce l'hanno FATTA!
Tra un po' si dovrà fare un secondo libro "Storie di dislessici famosi" con le storie di Dnaiele, Jack, LaGiulia, ecc
Se il bambino dislessico non può imparare la strada che insegniamo, può insegnarci la strada per farlo imparare.
da "The dyslexia handbook" - Smythe

LaGiulia
Messaggi: 102
Iscritto il: mar ott 30, 2007 6:18 pm
Località: Verona
Contatta:

Messaggio da LaGiulia » ven nov 09, 2007 6:36 pm

Se seguo il trend delle blogger che scrivono libri magari potrei rientrare nella categoria.
Vedremo...
Per ora è solo una mezza idea per un lirbo e una quasi idea per un programma tv... (una dislessica che scrive un libro è una cosa già surreale, ma che scrive un format sui libri! in italia non me lo faranno mai fare)
Baci baci
LaGiulia

Avatar utente
attilio
Messaggi: 1087
Iscritto il: sab nov 26, 2005 1:25 pm
Scuola: insegnante, genitore DSA
Skype: attiliomilo
Località: Viggiù VA
Contatta:

Messaggio da attilio » ven nov 09, 2007 6:42 pm

Il massimo dell'irreale sarebbe che una dislessica
insegnasse agli insegnanti ad insegnare
Se il bambino dislessico non può imparare la strada che insegniamo, può insegnarci la strada per farlo imparare.
da "The dyslexia handbook" - Smythe

LaGiulia
Messaggi: 102
Iscritto il: mar ott 30, 2007 6:18 pm
Località: Verona
Contatta:

Messaggio da LaGiulia » ven nov 09, 2007 6:55 pm

Un dislessico che insegna agli insegnati dovrebbe essere legato mani e piedi perché alla prima brutta risposta da parte di un insengante di quelli "per me è solo distratto e svogliato" farebbe una strage in stile tarantino!
Baci baci
LaGiulia

Avatar utente
Rossella
Messaggi: 5471
Iscritto il: gio giu 01, 2006 1:13 pm
Località: Potenza
Contatta:

Messaggio da Rossella » sab nov 10, 2007 11:01 am

Dovreste darvi la mano con Daniele e JacK: loro lo fanno già! :?
IL MIO BLOG E I MIEI LIBRI: http://www.rossellagrenci.com

LaGiulia
Messaggi: 102
Iscritto il: mar ott 30, 2007 6:18 pm
Località: Verona
Contatta:

Messaggio da LaGiulia » dom nov 11, 2007 3:54 pm

Volentieri!
Ho sempre sognato di aprire il cranio in due alla mia maestra delle elementari!
Poi mica solo a lei...
Scerzi a parte, se c'è bisogno di qualcuno a Roma che faccia lavoro di sensibilizzazione alla classe docente io sono disponibile solo il sabato, gli altri gioni lavoro fino alle 19.00. Non credo si facciano incontri serali con gli insegnanti.
Comunque volentieri!
Baci baci
LaGiulia

Avatar utente
Rossella
Messaggi: 5471
Iscritto il: gio giu 01, 2006 1:13 pm
Località: Potenza
Contatta:

Messaggio da Rossella » lun nov 12, 2007 9:04 am

Mettiti in contatto con Gloria ora che torna dal suo viaggio!
Ciao :wink:
IL MIO BLOG E I MIEI LIBRI: http://www.rossellagrenci.com

Anna Elisa
Messaggi: 30
Iscritto il: ven mar 19, 2010 4:39 pm

Re: Dislessici all'Università

Messaggio da Anna Elisa » gio mar 25, 2010 12:04 pm

cioa anche mio figlio si e lareato da pocco per lui e stata una lotta ventanni fa si sepeva poco di disslesia dunque e crusciuto con lei amica e nemica adesso a voluto inscriversi alla specilistica sono sicura che ce la farà quando penso a tutti questi anni di di peso che mi sono portata dentro mi semdra impossibile allora grido a tutti ce la possiamo fare

Avatar utente
Costanza
Messaggi: 2843
Iscritto il: gio mag 22, 2008 8:26 pm
Scuola: Eevee Universit Supernick 3med

Re: Dislessici all'Università

Messaggio da Costanza » gio mar 25, 2010 9:03 pm

Complimenti per tuo figlio!!! :P
Gli uomini passano, le idee restano. Restano le loro tensioni morali e continueranno a camminare sulle gambe di altri uomini. (G. Falcone)

Avatar utente
Elisabetta
Messaggi: 4453
Iscritto il: gio ott 21, 2004 6:23 pm
Skype: betty--
Località: Pesaro

Re: Dislessici all'Università

Messaggio da Elisabetta » sab mag 08, 2010 12:02 pm

Complimenti davvero!

Sono sicura che saranno sempre più i ragazzi dislessici laureati!
Per firmare la PETIZIONE
http://www.petitiononline.com/amicar01/petition.html

INDICE: http://www.dislessia.org/forum/viewtopic.php?t=2345

nel sito www.dislessiainrete.org ci sono 3 guide scaricabili per insegnanti, per genitori e per studenti

Rispondi